L’onda lunga

Nel gioco “unisci i puntini” compare una figura che mai si vede finché si guardano i singoli passaggi.

L’onda lunga
di Lorenzo Merlo
(scritto il 20 settembre 2021)

Si può credere che le autorevoli voci scientifiche, filosofiche e della società civile contrarie al vaccino come sola risoluzione del problema del CoViD-19, sostenitrici delle cure domestiche, ipotizzanti di una regia extra sanitaria, intenta alla rivisitazione socio-economica del mondo e alla riduzione della popolazione, non siano giunte al tavolo del Governo? Dei Governi?

Big Pharma è interessata alla nostra salute?

Tendenzialmente no.
C’è allora da presumere che i Governi che promuovono l’emergenza ad oltranza e l’attuato stato socio-sanitario, siano marionette dirette a distanza da fili digitali dall’ignoto IP.

C’è da domandarsi cosa sia stato promesso ai passacarte della stampa per disporre della loro quasi bulgara sottomissione.

È un’elementare premessa per arrivare a riconoscere che il problema inquinamento-ambiente-economia-demografia non poteva essere altrimenti risolto se non con strategia scacchistica.

Le guerre sono per il diritto dei popoli o un fatto lucroso?

Infatti quale società avrebbe mai potuto mettere in atto le riforme utili per ridurre inquinamento e popolazione? Quale società avrebbe mai accettato di venire sterilizzata o consensualmente decimata? Ci voleva un’idea. Per il bene del pianeta e di tutti i rimasti. E a qualcuno è venuta. Sono gli stessi che hanno trafitto la Terra a morte e lo spirito degli uomini si sono presi la responsabilità di porre rimedio al danno compiuto. Naturalmente in stile con la loro biografia predatoria. In ordine con l’intento di mantenere l’egemonia economica del mondo, quantomeno di non farsi fagocitare dalla Cina e suoi sodali.

Andare alla radice del problema non poteva non coinvolgere i quasi otto miliardi di persone che popolano la terra, oggi, vera fonte del problema ambientale. Forse più di quanto lo sia il capitalismo con la sua annessa produzione industriale e la quantità di emissioni urbane, private, sociali. Con cibo, risorse naturali e rifiuti si gioca alle tre carte, dove neanche il mazziere vince più. E lo sa.

La prospettiva che manca

Il progetto smaltitorio della moltitudine mondiale passa forse attraverso le nanotecnologie e le vaccinazioni. Da tempo la ricerca scientifica maneggiava i virus. Da tempo aveva fatto parlare chi era al corrente dei fatti in quanto fautore della ricerca stessa. Si trovano video datati di diversi anni addietro che riferiscono di futuri virus e pandemie. Si trovano affermazioni che sostengono che a questa pandemia ne seguiranno altre, più micidiali. Erano i prodromi dell’intento decimante, del quale stiamo assistendo alla fase Uno, nel quale siamo immersi. Fase necessaria per avviluppare di paura la maggioranza degli otto miliardi che siamo. In preda al rischio di morte, l’esitazione nei confronti del vaccino sarebbe stata minima, nonostante il siero fosse in ammessa fase sperimentale dalle medesime Case farmaceutiche, nonostante le autorevoli voci scientifiche contrarie e mai governativamente ascoltate. La maggioranza avrebbe ascoltato il coro globalista di Governi e Media d’informazione. E avrebbe dato dell’irresponsabile a chiunque avesse invece esitato, a chiunque si fosse posto qualche interrogativo in merito.

Ritenta. Sarai più fortunato!

Tanta innocente adesione è un fatto apparentemente sopra la capacità di qualunque imbonitore, venditore o leader, ma del tutto comprensibile sapendo della forza economica dei pochi individui che detengono i Media sociali e d’informazione. Ulteriormente di facile evidenza se si considera che quella forza economica è pari a quella di Stati. Costituire lobby d’interesse, disporre di eserciti (cyber o d’altro tipo non cambia), formare reggimenti di individui uniformati e sparpagliare intelligence capaci di comporre elenchi di fonti di fake news solo perché esprimevano domande e posizioni differenti, è stata cosa che è andata da sé. Del resto, per Big Data e soci, non si tratta di democrazie parlamentari. Nessuna burocrazia le infesta, nessuna politica le inceppa. E come potrebbe: svuotata di tutto tranne che di talk show e progetti ad immediata scadenza, irrigidita dal politically correct, attenta a se stessa, miope sui problemi degli ultimi, e non solo.

Consumismo o rifiutismo come segno del celebrato Progresso

Se, come già abbiamo visto, assisteremo ad attriti o peggio, a scontri sociali, non sarà che una strumentalizzazione, un diversivo per distrarre la maggioranza dai puntini che collegati permettono di disegnare l’onda lunga sulla quale plana il Progetto. La modalità della guerra tra poveri, del divide et impera è imperitura e fiorente tra logiche egoiche, le sole che siamo attualmente in grado di generare.

Se nei prossimi mesi assisteremo ad un tasso cospicuo di mortalità, oltre all’onda lunga si potrà anche vedere la chiusura del cerchio. Del primo cerchio. La paura sterilizzerà la creatività necessaria a mantenersi lucidi, per seguitare a riconoscere la regia di questi tempi tristi (ma anche idonei alla diffusione di consapevolezze evolutive).

Si pagherà per vedere il mare?

Il Grande reset globalistico-socio-economico; la mitizzazione della tecnologia; l’apoteosi della digitalizzazione; la celebrazione del progresso nella corsa all’on line; la consacrazione della politica dell’accoglienza senza guardare al terreno identitario che essa decompone e manda al macero; non potevano essere raggiunti in tempi brevi. Nessuna politica sarebbe stata più veloce del virus, della malattia, della paura, della morte.

Avviso di ordinaria follia

Intanto, marcia a pieno regime la formazione coatta della nuova intelligenza dei millennials. Vuota della cultura e della tradizione che hanno costituito le identità della precedente storia umana ma piena di agilità individualistica. Quanto mai idonea a creare élite e paria, a riorganizzare la piramide sociale sotto l’egida della flessibilità, del lavoro da remoto, dell’automazione, della precarietà, del reddito di cittadinanza. Del distanziamento sociale come ulteriore separazione e distinzione dall’altro. E della moltiplicata dipendenza dalla tecnologia. Con la quale è facile l’illazione su quanto sarà facile dominare società, individui, sentimenti. Su quanto saremo ricattabili. La dipendenza è il regno opposto a quello della libertà.

Il disegno è nei puntini

Siamo forse perciò all’inizio di uno storico epilogo. La cui parabola ha tempi imprecisati anche per chi sta in regia. E noi, diversamente da loro, non abbiamo che cenci e malridotte zattere. Difficile superare l’onda tanto anomala quanto prevedibile che da qualche parte si sta formando. Salvo cessare di dedicarsi ai diversivi ai quali, come sardine per i delfini nell’acquario, di solito dedichiamo passione e rabbia, energia e tempo.

1
L’onda lunga ultima modifica: 2021-10-21T04:12:00+02:00 da GognaBlog

41 pensieri su “L’onda lunga”

  1. 41
    lorenzo merlo says:

    Non collegate i puntini, credete nella democrazia, nel capitalismo, nelle élite. Siate progressisiti.
    E soprattutto screditate: https://www.ariannaeditrice.it/articoli/trazione-del-corpo-sociale
     

  2. 40
    lorenzo merlo says:

    John Fuuber: “Mi fanno quasi tenerezza, pensano di essere liberi da noi, ma noi sappiamo già quale compagnia aerea sceglieranno per tornare a casa, quale tariffa, quale posto, sappiamo già chi contatteranno una volta tornati nel loro paese, se lo faranno con un messaggio o una chiamata, sappiamo di cosa hanno bisogno per essere felici e per essere tristi, sappiamo per chi voteranno, perché conosciamo tutte le loro paure, e se non ne hanno, sappiamo come procurargliene. Sappiamo anche che lavoro cercheranno, noi sappiamo e sapremo tutto di loro, il passato il presente e il futuro, e lo sai chi ci ha dato il permesso di accedere a questi dati? loro. Non siamo dei ladri, abbiamo bussato prima di entrare nella vostra vita, vi abbiamo chiesto se volevate condividerla con noi, e avete scelto di metterla nelle nostre mani, noi grazie a voi abbiamo costruito un Impero, (..) e secondo voi abbiamo voglia di fermarci?”

  3. 39
  4. 38
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 37
    Il dialogo proposto è un festival dell’incompetenza (a pensar bene) o della malafede (a pensar male). Mi riferisco a entrambi i due protagonisti.
    In ogni caso non un gran puntino attraverso il quale far passare un disegno, a mio parere.

  5. 37
  6. 36
  7. 35
  8. 34
    lorenzo merlo says:

    Meglio non distrarsi con i varietà di Mentana, Brindisi, Severgnini, Gruber (ma esiste davvero o è un’olografia riuscita male?) e Compagnia.
    Meglio seguire l’onda lunga.
    https://comedonchisciotte.org/il-cdc-sempre-piu-in-basso-con-due-studi-manipolati/

  9. 33
  10. 32
  11. 31
    Gengis Khan says:

    bien,ma se tutti credono che l’altro si affacci alla finestra di overton chi è che non si affacciaaa???????
    si fa prestoa dire ma chi non ha l’ovetrton window stampata in fronte getti la prima pietra…………….
    l’illusione di affacciarsi a unaltra finestra rimane un’illusione per tutti meno forse 4 gatti
    chi pensa di essere fuori dall’illusione o un è grande o un deficente,tendenzialmente propendo per la seconda……………..
    augh
     

  12. 30
  13. 29
    albert says:

    RISARCIMENTO DI STATO? SE  SI HANNO MILIONI ( MILIARDI A LIVELLO GLOBALE), DI CONSEGUENZE PER VACCINI, FINO A MORTE, I SOLDI CHI LI TIRA FUORI , CHI PRODUCE ?”  almeno molti politici si sono pubblicamente esibiti in atti di iniezione di liquido..poi staremo a vedere. Se la pandemia mietera’in ripresa con varianti indomabili ancor milioni ..miliardi di umani, sara’ inutile votare.Per questo alcuni politici non fanno sapere o non si vaccinano..hai visto mai che “annusano” di poter  diventare cariche a vita sia nel governo che nella riproduzione della specie, sia con metodi antichi che con raccolta di gameti  messi a congelare?

  14. 28
    lorenzo merlo says:

    Tipico esempio di fascista, complottista, terrapiattista.
    Certamente un provocatore di scontri.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/il-lasciapassare-e-la-societa-del-controllo
    Ridete e votate.

  15. 27
  16. 26
    albert says:

    Oggi i media  annunciano sperimentazione  della pillola anticovid per 3 mesi.Ovvero della CURA( una tra le altre gia’ in uso, le piu’ costose prontamente somministrate ai capoccia di stato favorevoli all’eugenetica del popolo esclusi se stessi e famigliari ) al posto della Vaccinazione.   Si annuncia prenotazione ed acquisto eventuale di mega stock comune per Europa.Sorgeranno movimenti anti-(pillola anti covid)?? due  anti fanno un Pro?Denunceranno un’ennesima offensiva di Big Pharma?   Secondo me SI’. Ci saranno altri che , sulla base dell’informazione che il  principio attivo X (Molnupiravir )abbassa il rischio del 50% , manifesteranno per avere doppia dose facendo il calcoletto (50% moltiplicato 2 =100%). Tutto e’possibile , vista la creativita’ con cui si usano le mascherine.Ormai su farmaci e cure ci sono pseudo intenditori ( contanto di reti tv specializzate )come per i pronostici e commenti dei risultati delle partite di calcio o estrazioni del lotto. Forse ci sono anche maghi e ciarlatani che propinano prevenzione e  cure a base  di pozioni, erbe ecc. Che fine hanno fatto gli spray nasali ammazza virus per 5 ore? qualcuno li ha usati? Sarebbero una soluzione meno costosa dei tamponi..ma tranne qualche spot..se ne ha scarsa notizia da parte dei media.

  17. 25
    lorenzo merlo says:

    Le tue modalità sono tue. Invasivo.

  18. 24
    albert says:

     ”  finche’ continuerete a chiamarli vaccini, ci fate sorridere per la vostra fanciullesca stupidità, ma nella realtà queste sono armi, armi genetiche per una guerra contro l’Eugenetica».”
    Vaccino e’legato a storia,in origine, il termine designava il vaiolo dei bovini (o vaiolo vaccino) e il pus ricavato dalle pustole del vaiolo bovino (pus vaccinico), impiegato per praticare l’immunizzazione attiva contro il vaiolo umano.
    Piu’appropriato sarebbe:”Preparazione rivolta a indurre la produzione di anticorpi protettivi da parte dell’organismo, conferendo una resistenza specifica nei confronti di una determinata malattia infettiva (virale, batterica, protozoaria).” Se si lascia viaggiare l’infezione..la resistenza  eugenetica si forma  ad alti costi umani….”la guerra(eugenetica Disciplina che si prefigge di favorire e sviluppare le qualità “innate di una razza”, giovandosi delle leggi dell’ereditarietà genetica)  e’ sola igiene del mondo purche’ a subirla siano solo i volontari e loro parenti stretti.      A proposito di alpini mandati in  Albania e Russia”qualcuno” che stava al calduccio a  Roma sostenne che a fronte di qualche migliaio di morti tra i più “mezze calzette”  ne sarebbe derivata tra i sopravissuti una razza migliore piu’resistente, stranezza  uguale al  lisemkismo applicato al grano ucraino seminato in  Siberia…che non volle saperne di adattarsi al gelo.

  19. 23
    marco vegetti says:

    “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”
    Se TU sai come stanno le cose è bello.

  20. 22
    lorenzo merlo says:

    “Perché a te evidentemente approfondire quel che tu stesso suggerisci, proprio non ti interessa…”
    Se sai come stanno le cose è bello.

  21. 21
    marco vegetti says:

    Non lo so, per questo mi informo e leggo tutto quel che posso o che mi suggeriscono. Il contrario di quello che fai tu, che leggi un titolo e inviti noi a leggere perché tu, evidentemente, ne sei esentato.
    Anche questo è un altro modo di vedere?
     «Tutti questi vaccinati, tutti questi del “La vaccinazione è una scelta personale” ci sanno dire l’eredità genetica che lasceranno alle generazioni future? Perché finché continuerete a chiamarli vaccini, ci fate sorridere per la vostra fanciullesca stupidità, ma nella realtà queste sono armi, armi genetiche per una guerra contro l’Eugenetica».

  22. 20
    lorenzo merlo says:

    Se sai come stanno le cose è bello.

  23. 19
    marco vegetti says:

    Sì, ma butti lì Burioni e svicoli su quello che prima avevi scritto e a cui io ho risposto.  Identico meccanismo. Vi sommergo di titoli e lascio a voi guardarveli: io non lo faccio, perché “sono voci da considerare”. Peccato che neppure tu sappia cosa hanno detto, in che contesto e le risposte avute (nel caso) direttamente nella trasmissione.  Perché a te evidentemente approfondire quel che tu stesso suggerisci, proprio non ti interessa…

  24. 18
    albert says:

    altro esempio di  innocente adesione ( che non ha considerato le forme  di contagio oltre quelle standard divulgate  dei mass media).Un ex collega  mi racconta di essere stato alla soglia della rianimazione per covid( periodo pre vaccinazioni accreditate e cure incerte) con convalescenza  lunga problematica “eppure avevo rispettato tutte le norme: mascherina..mani disinfettate..poi ho fatto mente locale…al bar dopo un caffe’ bevuto fuori con tazzina usa e getta, mi leggevo per abitudine il giornale quotidiano  fornito dal locale, posizionato sul tavolino( prima falla)..e mi leccavo le dita per girare le pagine,ogni volta..ed anche altri hanno la stessa abitudine(seconda falla)”  “Accipicchia, questa modalita’ di contagio non l’avevano mai scritta sul giornale  ma era incorporata nelle pagine di un giornale stesso  nell’angoletto inumidito promiscuamente.”

  25. 17
    albert says:

     esempi di “tanta innocente adesione”
    1- cartelli affissi in contemporanea a)in questo esercizio commerciale e’ vietato entrare travisati con caschi , sciarpe ..occhiali scuri –poi -secondo cartello appaiato  “obbligatorio entrare indossando mascherina a norma , guanti ecc.”
    2-in questo locale ammesse MINIMO 25 persone per volta (magari ..si troverebbero in  migliore situazione finanziaria dato che raramente entra qualche cliente)
    3- in questo studio tenere una distanza di MASSIMO 1 METRO – A VOLTE 1 CM-.( se e’ una casa massaggi o bordello e’nella  dinamica prossemica dell’attivita’) altrimenti si AGEVOLA infezione
    4- tipologia di mascherine. Il vicino si offende “Ma ancora sta mascherina , levatela quando parli VICINO a me ,non sono mica infetto!”MA GUARDA CHE QUESTA MASCHERINA CHIRURGICA è PER PROTEGGERE GLI ALTRI, NON PER PROTEGGERE SE STESSI. qundi ti sto trattando con riguardo.. chi ha tempo puo’leggere di versi giornali, tg, andare alalricerca dicontroinformazione e farsiuna sintesi..chi non ha tempo o voglia o poco gusto perlalettura, si basa sul sentito dire ..dal parrucchiere, al mercato della frutta, al bar..e non fa caso se magari gli tossiscono attorno.  5- che il Greenpass sia un escamotage lo ha evidenziato Cacciari..in treno rapido per vip dal costo biglietto elitario..obbligatorioGreen Pass..sui treni regionali affollati solo mascherina..e non ostante decreti..bus scolastici ingolfati…e nella coda che si forma per controllo qcode, assembramenti senza precauzioni per fretta di entrare.

  26. 16
    albert says:

     Evoluzione:in paesi”democratici”aumentano infezioni e decessi,( ai  capoccia  pronte cure con farmaci costosi e cliniche di lusso, al resto della popolazione  che reclama  birra, vodka partite discoteche e vari assembramenti spontanei che  arrivi pure  la selezione darwiniana ) qui dove vige la”dittatura sanitaria e  giornalistica”ancora teniamo controllato e..guarda caso ..i”democratici liberisti del lasciar fare ” ci stanno imitando.La selezione naturale opera  non solo genticamente o per mezzo di malattie, ma anche atrraverso atteggiamenti psicologici e dinamiche di gruppo( guerre , rifiuto di cure..abitudini alimentari e consumo di  sostanze “magiche” ecc).Il progressismo positivista in campo scientifico medico e’ pur sempre un tentativo sottoposto a verifica statistica, non e’un vero-falso al 100%..e immediato..occorre pure un controllo nel tempo.
    Non si trova scritto  “questa cura guarisce tutti e subito e per sempre”ma “ha registrato una percentuale di sopravvivenza dopo k  anni del n% con n piu’ o meno vicino a 100.”..se poi non ci si crede perche’ e’tutto fake a prescindere o perche’ in casi particolari a noi vicini non e’ andata secondo le statistiche..liberissimi di pensarlo, forse meno di farne una teoria e diffonderla col passaparola de noantri…o puntare a risarcimenti a cura dei medici.

  27. 15
    lorenzo merlo says:

    Sono voci da cosiderare. Nient’altro. Se vuoi screditare qualcuno ti posso segnalare piû d’uno. L’elenco comincia con Burioni. Se non lo vuoi considerare fino in fondo pensa a chi è il furbetto. 

  28. 14
    marco vegetti says:

    Certo che sei un furbetto Lorenzo: quando ti si chiede una cosa, ti guardi bene dal rispondere a quella e tiri in ballo qualcos’altro. Complimenti! Comunque, come spesso fai, citi titoli e siti ma non li hai mai né letti né guardati fino in fondo. Infatti il prof. Magi ha presentato questo studio israeliano pubblicato dal New England Journal of Medicine dove non si dice affatto che non sapevano cosa fare e che la terza dose non è servita a nulla. https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa2114255

  29. 13
    lorenzo merlo says:

    Vai a vedere anche la biografia del doctor che sicuramente conta meno di quella di due giornalisti che trovai in coda all’urna.
    https://www.nicolaporro.it/terza-dose-inutile-il-virus-non-esiste-piu-panico-a-la7/

  30. 12
    marco vegetti says:

    Lorenzo, hai letto la sua biografia? E perché dovrei fidarmi di NOn medico che mente sulla sua laurea, condannato per furto e pratica medica non autorizzata, condannato a un maxi risarcimento per la morte di una sua “paziente”, dottorati per corrispondenza  da un ente che non esiste più, condannato a 44 mesi di carcere solo perché si è dichiarato colpevole… Dovrei fidarmi? meglio votare.

  31. 11
    lorenzo merlo says:

    Non fidarti vai a votare.

  32. 10
    marco vegetti says:

    Questo è uno dei (non medici) citato bell’articolo linkato:
    https://en.wikipedia.org/wiki/Robert_O._Young

  33. 9
    Gengis Khan says:

    l’informazione è canaglia ma,consente varie interpretazioni……….
    come diceva un infermire non ricordo dove,forse su un social,il problema vero,forse l’unico,è il numero di ricoveri nell’unità di tempo
    direttamente o indirettamento c’è stato troppo ricoveeo in poco tempo
    bisognava cutare meglio a casa????non sono un dottore,non posso dirlo
    houston abbiamo un problema,e il cosmonauta vagava nello spazio col cavo tranciato…..
    errori,penso tanti,dolo….vorrei non crederlo……se no veramente,dovremmo dovremmo tornare a norimberga…….

  34. 8
  35. 7
    lorenzo merlo says:

    Poteva capitare. È capitato?
    https://www.inchiostronero.it/39371-2/

  36. 6
    Filippo Petrocelli says:

    … e la supercazzola brematurata la ciliegina sulla torta. Chapeau!

  37. 5
    lorenzo merlo says:

    Tutto giusto.
    In tre parole non sono riuscito a fare distinguo.
    Il letterale è una cosa, la metafora un’altra.

  38. 4
    Filippo Petrocelli says:

    lorenzo merlo says:
    21 Ottobre 2021 alle 13:33
    Se guardi la tv di sicuro.
    Anche questa mi sa di generalizzazione. Non è un problema di medium (è forse meglio la retee in cui si trova sempre conferma ai propri preconcetti?). Usare o NON usare il cervello, questo è il problema. Mi domando se stiamo dando strumenti ai nostri figli, bambini e ragazzi, per usarlo. Non basta averlo. 

  39. 3
    lorenzo merlo says:

    Se guardi la tv di sicuro.

  40. 2
    Filippo Petrocelli says:

    Pare proprio che qualcuno se lo auguri, che il genere umano si estingua. Io spero ancora che fra il catastrofismo/complottismo di matrice tafazziana e il progressismo positivista a trazione elettrica ci sia ancora una terza via… 

  41. 1
    albert says:

    Per distrarci dal tema covid, adesso si riparla di tubercolosi in ripresa antibioti-coresistente e di arrivo di Zanzara supe tigre che resiste al gelo piu’ estremo e diffonde attraverso la puntura  altri virus ignoti.Intanto per salvare frutti e castagne da insetti, si importano ed allevano altri insetti..Mi sa tanto che l’epilogo sara’ l’estinzione della specie umana, che in fin dei conti non e’ apparsa da tanto tempo..puo’darsi che siamo una meteora, un’ anomalia talmente anomala che si si autostermina.Ultima invenzione che diventa standard alla portata di tutti, vedi web:la munizione 5,7 x 28..piccolina e micidiale e low cost. Se poi si arriva a decapitare una ragazza perche'”pallavolista”,ed a inventarsi da secoli pretesti pseudoreligiosi per coprire sadismo.. che arrivi pure un  mega meteorite.

La lunghezza massima per i commenti è di 1500 caratteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.