Senza dignità

Siamo sul fondo del barile a raschiare qualcosa che sia ancora vero, ma non si trovano che tossiche croste di muffe.

Senza dignità
di Lorenzo Merlo
(scritto il 14 settembre 2021)

Senza dignità 1
La messe di controinformazione, meglio, di giornalismo dal basso, internazionalmente e nazionalmente disponibile, fatto salvo poche e rare eccezioni, è stata ignorata dai grandi media d’informazione.

L’informazione filogovernativa si è autoproclamata la sola attendibile. Lo stimolo al dibattito che sarebbe potuto derivare da una loro più aperta, meglio, giornalistica politica, avrebbe giovato alla cultura italiana, al giornalismo, alla fiducia nelle istituzioni e negli uomini.

Non contenti e sospinti dai ciclostili istituzionali non hanno esitato ad alzare il livello. Se prima ignoravano le voci non allineati sono passati a censurarle e poi a colpevolizzarle. Non è dunque frutto di se stesso se quelle voci che lamentavano emarginazione, che si chiedevano perché venissero tanto ignorate, che si ponevano e pongono domande elementari, giornalisticamente ineludibili, per i grandi media siano divenute criminali e pericolose. Superfluo è ricordare quanto enfatizzino il malato novax, che dal letto d’ospedale diviene paladino del vaccino; quanto siano taciuti gli eventi avversi, quanto non sia dato spazio a medici e ospedali che hanno avuto successo sul CoViD-19, quanto di quelle voci si faccia solo un numero, private di contenuti e argomenti, a seconda della strumentalizzazione necessaria, definito tra il dieci e il trenta percento dei vaccinabili. E non c’è premio Nobel che possa dire la sua senza divenire bersaglio di gentili ma radical-contumelie.

L’intelligence padronale avrà avuto il suo da fare per occultare chi desiderava solo capire le ragioni delle bugie che sentiva, solo comprendere quelle delle contraddizioni che osservava, solo spiegarsi i motivi di una politica tanto antidemocratica, solo trovare una speranza che gli impedisse di vedere la voragine tra sé e le istituzioni allargarsi sempre più.

Penso che in buona misura (sarebbe bello conoscere il pensiero di altri) il popolo privato di dignità sia tendenzialmente depoliticizzato in quanto emancipato dalle tradizionali e ormai svuotate ideologie contrapposte. Un popolo che osserva il dominio dell’economia e della tecnocrazia sulla politica. Che vede quanto questa non abbia proposte ma solo guinzagli. Che vede tutte le sovranità nazionali sul banco del mercato, nonostante la facciata istituzionale, gestito da commercianti privati, extranazionali. Le sovranità, dalla militare all’economica, dalla monetaria alla nazionale, dall’istruzione alla sanitaria non sono più beni degli italiani. E quel popolo quantificato tra il 10 e il 30 per cento di un qualche totale conteggiato dal contabile di stato lo sa. Per questo si allarma quando qualcuno con mascherina e finestrini su corre a votare per una delega della democrazia in avaria pesante. Per questo il suo mayday-mayday è un urlo nella burrasca in cui non si è trovato per merito suo.

È un popolo che vede liquefarsi la propria identità, sempre più omeopaticamente dispersa nella società dello spettacolo unico. Essere come qualcuno visto in tv, in youtube, in facebook, in twitter, è più importante che essere se stesso. Ma è un modo di dire: quando mai lungo questa china schiavistica qualcuno avrà più modo di riconoscere la farsa in cui, come gli altri, vuole recitare la sua parte?

Senza dignità 2
Se così non fosse, ovvero, se i media e le istituzioni non avessero ignorato le voci indipendenti e alternative alla loro ma semplicemente non le avessero sentite, né, per distrazione, cercate, non ne avessero indagato il gradiente di attendibilità ovvero, se alle loro intelligence fossero sfuggite, le avessero sottostimate, e se, in sostanza i passacarte, vantando buona fede, semplicemente si fossero attenuti al compitino redazionale, allora è a questi che forse manca la dignità deontologica.

Senza dignità 1 e 2
In ambo i casi, si tratta di quelli che nei loro giornali scrivono “solo noi siamo l’informazione”, quelli che le fake news riguardano solo gli altri. Quelli che pur di avere un click tengono on line gossip e paperissime. Quelli che “potrebbero urtare la nostra sensibilità” per immagini che non disturbano nessuno. Che pur di stare a galla sono però disposti a sbatterti in faccia qualunque pubblicità in modi sempre più invadenti e obbligati. Che per la privacy nascondono i volti dei bimbi e omettono i nomi purché, come segnala Andrea Zhok, l’argomento non sia il CoViD-19 e l’abietta campagna vaccinale. Quelli che, lo so per informazione diretta, si occupano dei temi di esclusivo interesse per la proprietà. Quelli che a qualunque informazione di rilievo non viene dato spazio o viene trattata con il minimo trafiletto, senza alcuna ripresa, solo per sottrarsi dalla responsabilità deontologica. Quelli che davanti a questi dati di fatto senza incertezze, invece di piangere vincoli, censure e autocensure si alzeranno altezzosi e con sarcastico sorrisetto ci diranno che in una proprietà privata ognuno fa ciò che vuole.

Esatto. Informazione e proprietà privata. Spero tutto sia chiaro in merito alla questione della dignità non data, la numero 1, e non in essere, la 2.

10
Senza dignità ultima modifica: 2021-10-05T04:54:00+02:00 da GognaBlog

1 pensieri su “Senza dignità”

  1. 1253
    Andrea Parmeggiani says:

    @Luciano
    Infatti. Mondiale nel senso che gli Stati Uniti c’entrano dal primo momento, ma come hanno già detto altri più autorevoli di me (tra cui un esponente del governo Ucraino) la Nato sta combattendo contro la Russia con il sangue degli Ucraini. Quindi è giusto che almeno gli dia le armi

  2. 1252
    Luciano Regattin says:

    1250. Mondiale? Negli Stati Uniti, come in America del Sud, Africa, India, Cina, Giappone e Oceania possono dormire sonni tranquilli. Gli unici a tiro di missile siamo noi. Che tra l’altro saranno puntati verso le basi dove sono dislocati ordigni nucleari, qui a pochi chilometri. 

  3. 1251
    lorenzo merlo says:

    Sii ragionevole, occupati di cose concrete, l’Onu non l’ha detto.

  4. 1250
    Andrea Parmeggiani says:

    Stiamo entrando a piedi pari nella terza guerra mondiale, ma in pochi se ne rendono conto.

  5. 1249
  6. 1248
    Andrea Parmeggiani says:

    https://lanuovabq.it/it/miocardite-da-vaccino-dalle-autopsie-una-triste-verita

    L’Università di Heidelberg (Germania) pubblica un dettagliato studio che analizza le caratteristiche istologiche della miocardite indotta da vaccino su 25 pazienti morti inaspettatamente entro i 20 giorni dalla vaccinazione anti-SARS-CoV-2. È l’ennesima prova della scienza che va ad aggiungersi ad altre in cui si documenta che la patologia cardiaca è stata causata dalla vaccinazione e non dal virus. Un elemento che deve far riflettere su un corretto rapporto rischi/benefici e che smentisce i commenti di qualche celebrata virostar, secondo cui le miocarditi erano benigne. 

    L’università di Heidelberg, si sa da sempre, è un covo di novax ribelli. 
     

  7. 1247
    lorenzo merlo says:

    La luna russa e il dito dei passaveline.
    https://www.youtube.com/watch?v=LXedXYjJIHY

  8. 1246
    lorenzo merlo says:

    Non sapevo di certe vette raggiunte. E c’è ancora chi guarda il dito. Pardon, l’indicazione. Fuoriclasse. 
    Telegram/Giorgio bianchi photojournalist/oggi/13:03

  9. 1245
    lorenzo merlo says:

    Le cose messe bene in ordine e dette come piace ai vigliacchi e schifosi, così non si offendono. Lo saranno a sufficienza per seguitare a non scurarsi?
    Telegram | Effetti collaterali | 201122 | 17:58

  10. 1244
    lorenzo merlo says:

    Abbiamo bisogno del vostro sostegno La campagna propagandistica pro-ordoliberismo è sostenuta da una lobby che ha sede in tutte le redazioni di regime e dispone di risorse finanziarie e di forti sostegni politici.
    Aiutateci a salvaguardare un gioiello ecologico dell’imanità, il pensiero libero.
    Grazie per la sottoscrizione.
    [A chi sostiene spiritualmente ed economicamente L’Associazione Ripartire dalle Cime Bianche per dare voce alla bellezza della natura ed ha a finora taciuto sulla vergogna politico-sociale.]
     
     

  11. 1243
    lorenzo merlo says:

    “tutto il circo mediatico degli “esperti” e degli “accreditati”, tutta la banda di falliti di successo, di paraninfi del potere che creano e plasmano la famosa “opinione pubblica” sono lì, fermi in sella, e continueranno la loro azione di avvelenamento, manipolazione e inganno a tempo indefinito”.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/lo-stato-dell-arte-del-conflitto-in-ucraina

  12. 1242
  13. 1241
    lorenzo merlo says:

    La consapevolezza fa la differenza.
    Non so se la questione ti è lampante.
    Da quello che scrivi non pare.

  14. 1240
    Lorenzo says:

    Commento 1232: senti chi parla

  15. 1239
    lorenzo merlo says:

    Solo loro non se ne rendono conto.
    Oppure se ne rendono ma sanno di avere altro da dire.
    Più che senza dignità, senza niente.
    http://www.linterferenza.info/editoriali/fra-demenziale-tragico/
    Graditi gli interventi piddini e giù di lì.

  16. 1238
    lorenzo merlo says:

    Telegram . Effetti collaterali . 141122 . 19:12 e 21:18
    Cosî ragioni da solo. (e trova un suggeritore un po meno depresso)

  17. 1237
    lorenzo merlo says:

    Scambiare una tua opinione per verità ti si addice. Scienziato in fuga 

  18. 1236
    Giuseppe Balsamo says:

    E’ inutile cercare di far ragionare un toro infuriato.
    Non è fuga, è perdita d’interesse.
     
    Comunque, per chiarezza, per me ciascuno è libero di farsi agitare davanti la muleta da chi più gli piace. Ci mancherebbe.

  19. 1235
    lorenzo merlo says:

    A un certo punto non resta che la fuga. 

  20. 1234
    Giuseppe Balsamo says:

    Acà toro, olè! 🙂
     
    Torno in tribuna. Anzi, torno a farmi i fatti miei: le corride non mi sono mai piaciute.

  21. 1233
    lorenzo merlo says:

    Su quei giornali non l’ho visto. Sarà una balla di tua moglie. 

  22. 1232
    Fabio Bertoncelli says:

    Vi ricordo un episodio di cui già vi diedi notizia a suo tempo.
    … … …
    Mia moglie è volontaria alla Croce Blu. Durante la pandemia portò in ambulanza un ammalato di Covid al Pronto Soccorso del Policlinico di Modena.
    Infermiera all’accettazione: ‒ È vaccinato?
    ‒ No.
    ‒ Allora deve morire.

  23. 1231
    lorenzo merlo says:

    Bertoncelli tranquillo. Anche per quello in spiaggia braccato dai cani datti uns risposta da solo. E ugualmente per i fermati nei boschi. Criminali dicevano i giornali che cita. Gnela fa. 

  24. 1230
    Giuseppe Balsamo says:

    @1222
    Bertoncelli, il fatto è reale (a parte, forse, l’apertura del processo: a me risulta per ora solo una richiesta di rinvio a giudizio), ma non è questo il punto.
    Confronta come la notizia è stata trattata da altre testate, a partire dai titoli (un paio di esempi:
    lastampa.it/asti/2022/11/18/news/capotreno_rischia_il_processo_per_la_morte_del_boss_partito_da_asti-12247025/
    lavocedigenova.it/2022/11/18/leggi-notizia/argomenti/cronaca-5/articolo/boss-travolto-da-un-treno-merci-controllore-rischia-il-processo-per-averlo-fatto-scendere-e-abbando.html
    )
    e poi prova a darti da solo le risposte.
     
    (Un’altra domanda potrebbe essere che cosa ci faceva da solo su un IC notte un anziano disabile con problemi cognitivi e senza GP, ma non ne ho trovato traccia in nessun articolo che ho letto. Tuttavia sono sicuro che gli inquirenti se la siano posta.)
     
    Per la Redazione: ho ripostato il commento togliendo “https://www.” davanti ai link, altrimenti non viene pubblicato.

  25. 1229
    Giuseppe Balsamo says:

    @1222
    Bertoncelli, il fatto è reale (a parte, forse, l’apertura del processo: a me risulta per ora solo una richiesta di rinvio a giudizio), ma non è questo il punto.
    Confronta come la notizia è stata trattata da altre testate, a partire dai titoli (un paio di esempi:
    https://www.lastampa.it/asti/2022/11/18/news/capotreno_rischia_il_processo_per_la_morte_del_boss_partito_da_asti-12247025/
    https://www.lavocedigenova.it/2022/11/18/leggi-notizia/argomenti/cronaca-5/articolo/boss-travolto-da-un-treno-merci-controllore-rischia-il-processo-per-averlo-fatto-scendere-e-abbando.html
    )
    e poi prova a darti da solo le risposte.
     
    (Un’altra domanda potrebbe essere che cosa ci faceva da solo su un IC notte un anziano disabile con problemi cognitivi e senza GP, ma non ne ho trovato traccia in nessun articolo che ho letto. Tuttavia sono sicuro che gli inquirenti se la siano posta.)

  26. 1228
    lorenzo merlo says:

    Tutti: “Putin invasore. Ha infranto il diritto internazionale”.
    Promemoria: https://www.sinistrainrete.info/politica/24301-fosco-giannini-la-russia-ha-bombardato-la-polonia.html
     

  27. 1227
    Fabio Bertoncelli says:

     ———  OMICIDIO  DA  GREEN  PASS ———
     
    «Salvatore aveva 80 anni. Era malato. Confuso. I medici dicono che aveva un deficit cognitivo piuttosto importante ed era incapace di pensare a sé stesso. Per di piú camminava con le stampelle. 
    Un anno fa, esattamente la sera del 27 novembre 2021, è stato scacciato dal treno in cui viaggiava e lasciato solo tra i binari. Il motivo? Non aveva il Green Pass. Non sono neppure stati avvertiti i servizi sanitari o almeno la polizia ferroviaria.
    Salvatore ha cominciato a camminare lungo i binari, in stato confusionale.
    È stato travolto e ucciso da un altro treno.»
    (fonte: La Verità)
     
    A Genova si è appena aperto il processo contro il controllare di Trenitalia responsabile del fatto.
    …  … …
    Mi domando: considerata la fonte, sarà vero? o invece è una muleta di fronte al toro?

  28. 1226
  29. 1225
    lorenzo merlo says:

    Non è che per caso insieme alla muleta hai visto anche la carota che ti pende davanti?
     

  30. 1224
    Giuseppe Balsamo says:

    Perchè si potrebbe, volendo, fare un discorso sensato riguardo all’interoperabilità delle reti sanitarie digitali ausipcata nella G20 BLD, ma non ne vale la pena.
    Quando qualcuno agita la muleta di fronte al toro, come fanno La Verità, AE o altri ben noti personaggi nei confronti dei loro affezionati lettori, è molto meglio stare fra il pubblico che nell’arena.
    Buon fine settimana.

  31. 1223
    lorenzo merlo says:

    Com’è possibile che non capisci mai niente?
    Minestronico.
     

  32. 1222
    Giuseppe Balsamo says:

    Buffo, è proprio quello che aveva chiesto Putin al G20 lo scorso anno:
    https://www.adnkronos.com/g20-green-pass-e-vaccini-aggiornati-le-richieste-di-putin_4WikdbTFJI86IdpVGl7xBk
     
    Adesso non mi andate in cortocircuito, eh 🙂

  33. 1221
    Alberto Benassi says:

    Siamo dei polli dall’allevamento.
    Ma c’è chi è contento: mangine da ingrasso, antibiotici e vaccini assicurati.

  34. 1220
    Andrea Parmeggiani says:

    Ho visto, purtroppo.
    Da leggere, soprattutto da parte di chi, in questo blog e non solo, bolla sempre ogni notizia come frutto della fantasia sfrenata di complottisti.

  35. 1219
    lorenzo merlo says:

    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/pandemia-la-waterloo-degli-intellettuali-marxisti
    Nessuno di voi dirà nulla.
    Siamo nella vostra nuova normalità.
    A breve direte: “Beh, che c’è e che c’è stato di male?”
    Così con la stessa soddisfazione con la quale consegnatein coro armi per la pace ai nazisti.
    Apologeti del vuoto.
     

  36. 1218
  37. 1217
  38. 1216
    lorenzo merlo says:

    Segue dal 209.
    Da qui in particolare: “Nella nostra nuova e coraggiosa “realtà” […]”
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/la-strada-verso-il-totalitarismo

  39. 1215
  40. 1214
    Andrea Parmeggiani says:

    Tornando seri, ci penso spesso e da tempo a quello che hai detto: tra qualche decennio, come verrà ricordato questo periodo storico? Sicuramente non in modo positivo.

  41. 1213
    Andrea Parmeggiani says:

    Non avrei saputo dirlo meglio. Ho anche capito quello che hai scritto! 😉

  42. 1212
    lorenzo merlo says:

    Forse nessuno ammetterà mai nulla.
    Il tempo passerà.
    Sentiremo allora citare quest’epoca come si fa con i peccati che ancora si vogliono fuggire.
    Sentiremo noi o chi per noi battute e risatine per far passare la nefandezza come una cosa come un’altra.
    Finché chi non c’era, non potrà che dubitare della nostra narrazione “così simile ad altri negazionismi”.
    E saranno ancora i medici no vax ad aver ucciso e sarà stato il vaccino ad aver salvato il mondo dalla pandetruffa.
    E non saranno stati compiuti soprusi, né ricatti.
    Chi ha la comunicazione ha tutto il potere che serve.
    Come sennò proclamare  menzogne e far credere si trattasse di “slogan”?
     

  43. 1211
  44. 1210
    lorenzo merlo says:

    Prima pagina di corriere.it h 18:12, oggi.
    “La lite tra militari russi in fuga da Kherson, soldato viene quasi gettato dal camion in corsa” (video)
    Commenti?
    Ti vogliono idiota e probsabilmente ci sono riusciti.
     

  45. 1209
  46. 1208
    lorenzo merlo says:

    Qui è possibile sottoscrivere in quanto persona che non “gira”.
    Telegram | Non siamo invisibili | Oggi | 20:59

  47. 1207
    lorenzo merlo says:

    Sono vivi.
    Almeno per gli interessi personali.
    Per quelli giornalistici non ancora.
    Attendiamo.
    https://www.iltempo.it/attualita/2022/10/28/news/sciopero-la-repubblica-contro-direttore-maurizio-molinari-comunicato-assemblea-33661921/

  48. 1206
    lorenzo merlo says:

    Pregievole giornalismo. Finalmente.
    Ipotizziamo che nelle sue parole ci sia tutto il necessario, che non manchi niente per riconoscere come sono andate le cose.
    Come mai non si è visto il medesimo impegno per tutte le altre “bugie”?
    Poveretto.
    Telegram | Non siamo invisibili | Oggi | 14:37

  49. 1205
    lorenzo merlo says:

    Penso di averne parlato in qualche mio pezzo in archivio.
    Forse dalle prime righe si può capire se il tema riguarda la scianza e/o lo scientismo.

  50. 1204
    foca monca says:

    Matteo n. 1199:

    state dicendo entrambi la stessa cosa

    hai ragione, infatti sul commento di Merlo n. 1196 non ho niente da eccepire.
     
    Merlo n. 1198:

    l’idea che la scienza sia la sola via della conoscenza

    Su questo punto mi piacerebbe leggere un approfondimento, perché qui non è di scientismo che scrivi, Lorenzo, ma di scienza: è interessante.
     
    Per concludere, riposto qui un commento pubblicato da tale “Isver” (l’arguto Isver) su Giap, il blog di Wu Ming, il 20 Dicembre 2020:

    Toh, una discussione sui vaccini…
    Però mi pare che manchi un punto fondamentale. A causa della sperimentazione rapida e mirata sulla sintomatologia, non sappiamo se questi vaccini diano immunità sterilizzante o proteggano soltanto dalla malattia. Lo scopriremo. Se fosse vera la seconda ipotesi, però, l’obbligo per tutti sarebbe un’assurdità pura e semplice. Per essere assolutamente certi di alleggerire la pressione sul sistema sanitario, si può pensare eventualmente a un obbligo per le categorie a rischio. Ma gli altri, se non ci guadagnano neppure la libertà da mascherina e regole di comportamento più e soprattutto meno sensate, perché dovrebbero essere obbligati a barattare un rischio da virus che praticamente non esiste, con un rischio da vaccino che teoricamente esiste? Personalmente, come ho già detto, mi inietterei anche l’Idraulico liquido se servisse a liberarmi della mascherina quando lavoro. Ma se devo comunque continuare a portarla, ho zero stimoli. E l’intelligente campagna governativa “porta la primula per far sentire una merda l’ignorante che ha paura del vaccino”, oserei dire che rischia di essere controproducente.

  51. 1203
    lorenzo merlo says:

    “senza che nessuno dicesse nulla”
    Più che sante, parole di pietra.
    E non solo per il merito che citavi.
    Evocano il figlio di una cultura sempre più – con soddisfazione progressista – lanciata verso la disumanità, altrimenti detta, quel territorio dove dire frocio, non offende proprio nessuno.
    E mi sento offeso – qui sì, da chi – per ideologia del politicamente corretto – dice non vedente.

  52. 1202
    Matteo says:

    “Io non lo sono. Entrambi ci siamo schierati contro il green pass: per qualcuno sono diventato anch’io un no-vax. “
    “il punto è l’accusa, la criminalizzazione, l’esclusione, la colpevolizzazione”
     
    Direi che state dicendo entrambi la stessa cosa…io però aggiungerei al cahiér de doleances anche quelli che mi paiono gli effetti avversi più pericolosi: l’approccio univoco e indiscusso, la decretazione d’urgenza quando urgenza non c’è più, la totale mancanza di dibattito in Parlamento che porta alla sua deresponsabilizzazione e sostanziale inutilità e la militarizzazione della società.
    E infine l’effetto ultimo e più pernicioso, l’aver condotto all’assuefazione l’opinione pubblica, tanto da arrivare a diminuire nel DEF l’investimento sulla Sanità a livelli pre-2018 senza che nessuno dicesse nulla…forse a fronte dei lusinghieri successi ottenuti dal governo del “migliore” nella lotta alla pandemia!

  53. 1201
    lorenzo merlo says:

    Non condivido niente.
    E la distanza non solo è abissale, ma è la solita.
    Nessun materialista ha gli strumenti per muoversi su terreni che esulano dal causa/effetto, in dimensioni che sono altre rispetto a quelle meccanicistiche.
     
    Mi limito alla questione scientista.
    Il potere scientista concerne chi condivide l’idea che la scienza sia la sola via della conoscenza.

  54. 1200
    foca monca says:

    Lorenzo, tu sei un antivaccinista (in altre parole un no-vax). Io non lo sono. Entrambi ci siamo schierati contro il green pass: per qualcuno sono diventato anch’io un no-vax. Il problema è solo qui, in quest’ultimo passaggio.
     
    E per quanto riguarda il “potere scientista”, è esattamente come dice Matteo: il potere non è scientista ma, più propriamente, opportunista. L’esercizio di dietrologia è la ricerca ossessiva di prove, ma non vi è alcun bisogno di prove per dimostrare l’opportunismo del potere. (Non occorre arrivare qui tutti trionfanti ad annunciare che “lo ammette anche Pfizer”: cosa avrebbero ammesso poi, cosa).
     
    Poi, se ne hai i mezzi, puoi sempre provare a fare una dimostrazione scientifica sull’indebolimento immunitario provocato da vaccini e medicine. La peer review non si nega a nessuno ed è, peraltro, aperta al contributo di tutti – in tutte le discipline – ma ovviamente devi essere pronto ad accettarne il verdetto, perché non è che se tutti ti fanno notare che hai detto una cazzata, allora tu ribatti che si sono messi d’accordo, che sono collusi col potere ecc. – perché questa, in ultima analisi, sarebbe per l’appunto dietrologia.
     
    E credimi, infine, che anche tu sei offendibile, eccome. Così come puoi essere offensivo: per esempio quando usi le parole “frocio” e “puttana”, sbandierando il tuo diritto a farlo perché il politically correct è un’invenzione del potere (altri si nascondono dietro questo argomento quando postano apprezzamenti su ragazze che potrebbero essere loro figlie: evidentemente ci si salva dalle cadute in basso, soprattutto se firmate con nome e cognome, dicendo a voce alta: “ma io non sono politically correct”).

  55. 1199
    lorenzo merlo says:

    Non è l’ammissione il punto è l’accusa, la criminalizzazione, l’esclusione, la colpevolizzazione. Tutte azioni disponibili al potere scientista.
    Sveglia.

  56. 1198
    lorenzo merlo says:

    Sono pressoché inoffendibile.
    Se potere scientista non rientra nello schemino dispinibile al momento, può capire accada più avanti.
    Dunque, per quanto mi riguarda, zero dietrologia.
    Solo banale osservazione.

  57. 1197
    foca monca says:

    Merlo, qui mi si apre un mondo.
     
    1) “potere scientista” >> è un’espressione che gronda dietrologia. Sei un dietrologo e alla grande. Senza offesa.
    2) Tu sei – per tua stessa ammissione – no-vax. Senza offesa: e se non è offensivo “frocio”, allora no-vax direi che va benone.
    3) La questione dei punti di vista: va bene, rispetto il tuo punto di vista. Cerca, a tua volta, di rispettare il mio: io non ti impongo niente.

  58. 1196
    lorenzo merlo says:

    I vaccini uccidono sa sempre. I no-vax lo sanno da sempre. Da sempre ciò è negato dal potere scientista. La letteratura per chi vuole è disponibile. I no-vax sanno l’indebolimento del sistema immunitario che vaccini e medicine provocano. Scegliere la non vaccinazione è paragonabile al clean climbing, un atto di riguardo verso il terreno e verso il prossimo.
    I vaccini indeboliscono la specie, come la selezione razziale o la consaguineità
    La curva della poliomielite era già in discesa. Non è iniziata con il vaccino.
    La dietrologia per secondi fini è una.
    L’accusa di dietrologia a chi osserva diversamente dall’accusatore è altra, ed è vuota.

  59. 1195
    Matteo says:

    Sono assolutamente d’accordo con la monaca pinnuta, ben detto e grazie per la chiarezza.
     
    Aggiungo che non sono mai stato dietrologo anche se so perfettamente qualcosa dietro in effetti c’è.
    Nel senso che non credo ci sia nessuno capace di progettare, ordire e gestire complotti di una tale complessità, ma che trame ramificate e complesse si creino da sole, day-by-day, quando tanti, troppi attori sono mossi più o meno consciamente da un unico motore e tutto è sottoposto a questo valore: il valore economico.

  60. 1194
    foca monca says:

    dietrologia

    /die·tro·lo·gì·a/

     

    sostantivo femminile

    Nel linguaggio giornalistico, la ricerca, talvolta ossessiva e cervellotica, nell’interpretazione o nell’analisi di fatti, eventi o comportamenti, spec. politici, di quanto ‘sta dietro’, cioè dei motivi veri o presunti che li hanno determinati o che essi nascondono.

     

    Sì, fai spesso dietrologia, secondo la definizione.
     
    Sei no-vax? Se ti sei semplicemente opposto all’obbligo della vaccinazione contro il Covid, e se ti sei conseguentemente opposto al lasciapassare, allora non sei no-vax. Sei no-vax se ti opponi a qualunque tipo di vaccinazione, come fanno certi che rifiutano persino l’anti-polio per i figli. Però sei sicuramente un dietrologo quando tiri fuori la storia che i vaccini non erano stati testati, che i vaccini uccidono ecc. ecc.
     
    Sei pro-Putin? Il fatto di non essere in curva sud con quelli che sventolano le bandiere della Nato e dell’Ucraina non ti colloca, per come la vedo io, tra i pro-Putin. Anche perché, come giustamente hai scritto anche tu, ci sono un prima e un dopo. I filo putiniani sono quelli prima che ne hanno lodato l’operato – “fino all’invasione però!” (cit.) – quando uccideva giornalisti e invadeva e faceva quello che voleva, secondo alcuni era uno statista esemplare >> ed eccoli qua, i pro-Putin. I dietrologi invece sono quelli che fanno ricerche ossessive sul “Donbass”. A loro io dico: calma, amici, fino a l’altro ieri non sapevamo neanche dov’era, il Donbass. dumbass a chi

     

  61. 1193
    lorenzo merlo says:

    Eravamo no-vax, siamo diventati pro-putin, e ora, constato, anche dietrologi.
    Grazie a voi.

  62. 1192
    foca monca says:

    Lorenzo, hai ragione: era un’ovvietà. Tu proponi la narrazione secondo cui i vaccinati sarebbero andati in giro, asintomatici e ignari, a spargere il virus, ed io ti concedo volentieri il punto: anche perché almeno per una volta – un attimo, un flash – hai depositato, qui, una bozza di ragionamento compiuto – non hai sibilato la solita formuletta elusiva, il solito enigma – facendo uso di sintassi paratattica, da buon merlo che sei – e lasciamo che siano i rettili a sputar veleno.
     
    Poi del resto sono d’accordo su molte cose che scrivi o sottintendi. L’inettitudine dei governanti; il ricorso a misure coercitive e alla restrizione delle libertà individuali; l’inadeguatezza del sistema sanitario; promesse mai mantenute di controvertere le politiche dei tagli su sanità e scuola; l’accanimento a scaricare le privazioni più grandi sulle spalle degli incolpevoli: gli adolescenti, gli studenti; la comunicazione confusa, sempre polarizzante, l’uso di etichette infamanti che omologano ogni forma di dissenso. Tutto giusto e condivisibile.
     
    Però c’è una linea di demarcazione tra me e te (e con te, per esempio, Parmeggiani), ed è dove tu ti attacchi alla dietrologia, alle “notizie”, al nessuno-vi-dice-che, a espressioni come “intruglio-patologie”, morti, assassinati, veleno. Ma perché non lasci perdere questa roba, perché non volti pagina, per concentrare finalmente altrove, e più efficacemente, la tua – innegabile, dal mio punto di vista – capacità d’analisi.
     
    Adesso rispondimi pure con un insulto, augurami l’estinzione. Non mi stancherò mai di dire che il mio compagno di strada dovresti essere tu, se non fossi perso a rincorrere sciocchezze. such a shame, Merlo!

  63. 1191
    lorenzo merlo says:

    Già sentito.
    Fin dall’inizio.
    In coro.
    Ripetitivi

  64. 1190
    Giuseppe Balsamo says:

    L’unica ad essere assassinata, qui, è la realtà.

  65. 1189
    lorenzo merlo says:

    “Ovviamente i soggetti che sviluppano sintomi sono molto più contagiosi dei soggetti infettati e asintomatici, quindi è stata la vaccinazione di una larga maggioranza della popolazione che ci ha di fatto portati fuori dall’emergenza”.
    Chi sviluppa sintomi è più isolato dell’asintomatico.
    Senza intruglio e con le cure saremmo usciti dall’emergenza con meno morti, in parte assassinati, in parte lasciati infiammare.
    Con l’intruglio i morti nuovi sono tutti suoi sia di covid agevolato che di intruglio-patologie.
    Chi dice ovvio arriva ultimo.
    Estinto.
     

  66. 1188
  67. 1187
    lorenzo merlo says:

    Sì. E Putin è alla conquista del mondo.
    Estinzione.

  68. 1186
    foca monca says:

    Può essere chiamato “vaccino” un prodotto del genere?

    Sì: i vaccini anti-Covid stimolano la risposta immunitaria all’infezione, facendo in modo che questa non causi sintomi. In questo senso, hanno un’efficacia altissima, anche se di breve durata.
    Ci sono anche vaccini che danno immunità sterilizzante, cioè ci rendono immuni allo sviluppo dei sintomi ed anche non più contagiosi. Non è il caso dei vaccini anti-Covid.
    Ovviamente i soggetti che sviluppano sintomi sono molto più contagiosi dei soggetti infettati e asintomatici, quindi è stata la vaccinazione di una larga maggioranza della popolazione che ci ha di fatto portati fuori dall’emergenza.
    L’imbarazzo della rappresentante Pfizer nel rispondere al parlamentare europeo era, probabilmente, dovuto al fatto che la domanda posta era stupida.

  69. 1185
    Andrea Parmeggiani says:

    @1179
    E’ una semplificazione, nel senso che nessuna affermazione che puoi fare è vera: come ti dicevo, appena fatta la dose la protezione e la probabilità di contagiare diminuisce (ma non si azzera). 
    Ma dopo qualche mese il vantaggio dell’inoculazione fatta si azzera e tende a diventare negativo. A me non sembra poco… Può essere chiamato “vaccino” un prodotto del genere? 

  70. 1184
    lorenzo merlo says:

    Unisciti al tuo gruppo.
    O avevi fatto presente che mentivano?
    Telegram | Effetti collaterali | Oggi | 01:04

  71. 1183
    lorenzo merlo says:

    Pandemico.

  72. 1182
    Giuseppe Balsamo says:

    @1178
    Veramente, mai piaciuti gli slogan. In particolar modo se usati da figure istituzionali.
    Il mio commento in proposito è in questa discussione (#943), ti invito a rileggerlo.
     
    @1177
    E’ una semplificazione“Piuttosto grossolana. E non è nemmeno l’unica.

  73. 1181
    lorenzo merlo says:

    Non gli piacciono più gli slogan.
    Divertens.

  74. 1180
    Andrea Parmeggiani says:

    @Balsamo
    E’ falso, ma in parte. E’ una semplificazione. In realtà (dati reali) entro qualche mese dalla dose fatta, migliora le cose in effetti, ma la curva scende e diventa negativa. 
    E sono d’accordo con te sul fatto che gli insulti sono sempre sbagliati, cosi’ come è sempre sbagliato “forzare” e piegare le informazioni al proprio uso. Ma se tu ti metti dalla parte del tartassato (e chi non si è vaccinato lo è stato) tendi a reagire in modo eccessivo. Forse è meno giustificato da chi ha il coltello dalla parte del manico.

  75. 1179
    Giuseppe Balsamo says:

    Le espressioni d’odio (come l’epiteto “frocio”) sono sempre deprecabili, a prescindere.
     
    Ma l’affermazione “i non vaccinati hanno la stessa identica probabilità di contagiarsi e contagiare degli altri (vaccinati)” è manifestamente falsa.
    Trovo curioso tacciare gli altri di mentire utilizzando false affermazioni a propria volta, e non posso fare a meno di chiedermi il motivo di questo giocare con la pancia dei propri (e)lettori.
     
    Infine, i commenti sono – al solito – sconfortanti.
    Pieni delle identiche espressioni d’odio che l’articolo vuole (giustamente) stigmatizzare (rivolti, chiaramente, alla opposta curva).

  76. 1178
    lorenzo merlo says:

    Massimo Mazzucco sta raccogliendo pensieri e affermazioni contro i no-vax. Noti violenti, irresponsabili, egoisti. Persone da criminalizzare, colpevolizzare, eliminare come dicevano i nostri esponenti democratici e scientifici privati ed istituzionali.
    Non rinunciate a segnalare il vostro pensiero e le vostre affermazioni. La raccolta sarebbe incompleta. La storia anche.
    https://luogocomune.net/21-medicina-salute/6099-%E2%80%9Csiete-dei-criminali%E2%80%9D-nomi-e-volti-di-chi-oggi-dovrebbe-chiudere-scusa-agli-italiani

  77. 1177
    lorenzo merlo says:

    “L’ondata di violenza dei no vax”
    Telegram | Effetti collaterali | 161022 | 19:25
    Trovata l’alternativa a vigliacchi e schifosi?

  78. 1176
    lorenzo merlo says:

    Se vigliacchi e schifosi è sbagliato, datevi voi il titolo da soli.
    Telegram | Non siamo invisibili | 141022 | 16:38
    Ma scrivetelo qui per favore.

  79. 1175
    Andrea Parmeggiani says:

    😉

  80. 1174
    lorenzo merlo says:

    Non fare il fascista.
    Vai a vivere in Russia.
    [gli argomenti disponibili dei detentori del pensiero unico]

  81. 1173
    Andrea Parmeggiani says:

     

    Immaginate che a Mosca viva un fotoreporter, un documentarista che fa il suo lavoro con dedizione e che non si allinea al pensiero unico vigente nel paese. Uno che invece di lustrare scarpe a chi detiene il potere, per accaparrarsi un posto sicuro, va dritto per la sua strada senza piegarsi.
     
    Immaginate anche che in piena notte la polizia lo svegli e faccia irruzione nella sua camera d’albergo, rovistando tra le sue carte e gli effetti personali. Magari immaginate anche che questo fotoreporter sia già finito in liste di proscrizione diffuse a mezzo stampa, attenzionato dal governo e dai servizi segreti. 
     
    Adesso immaginate questa storia riportata dai giornali e dalle tv italiane. Sarebbe l’ennesimo giornalista eroe vittima del regime di Putin, di un paese dittatoriale privo di democrazia. 
     
    Ecco, adesso smettete di immaginare e tornate nella realtà, in Italia, dove queste cose succedono veramente. 
     
    Massima solidarietà all’amico Giorgio Bianchi, professionista serio ma soprattutto uomo con la schiena dritta.

    dal canale Telegram di Renato Russo.
    Lo cito testualmente ma lo condivido in pieno. Qui ci riempiamo la bocca di parole come “democrazia” e succedono cose come questa.

  82. 1172
    lorenzo merlo says:

    Andate felici con gli slogan e la ragion di stato.https://www.youtube.com/watch?v=6Ju7yEpogwU

  83. 1171
    lorenzo merlo says:

    Predato da suggestioni.
    Contento te.

  84. 1170
    Roberto Pasini says:

    No Merlo. L’intelligenza, il ragionamento critico, l’analisi e le distinzioni, capire la complessità del reale e le sue contraddizioni, come quelle degli uomini e della società, contano e sono utili. Poi c’è la propaganda,  la pastorale, il racconto e le pratiche devozionali di vario tipo, le leggende e le storie che aiutano a vivere e a gestire l’ansia e l’ignoto. Ma sono cose diverse. Mi rendo conto che frequentare e tenere insieme i due mondi non è facile. Però qualche volta uno può provarci. Così tanto per provare. Poi se non si trova bene, può sempre ritornare alla rassicurante e tranquillizzante unilateralità dei link e degli improperi e degli insulti. Contento te…..

  85. 1169
    lorenzo merlo says:

    “Nessuno copre o giustifica nessuno”.
    Fate voi.
    Smemorato.

  86. 1168
    Roberto Pasini says:

    Matteo. Certo che sono stati fatti errori. Da più parti e anche gravi.  E infatti a Bergamo c’è in corso un procedimento giudiziario. E di Arcuri e delle procedure di acquisto vogliamo parlare o come si è fatto lasciare tutto sotto la cenere? Le responsabilità vanno sicuramente accertate nel rispetto delle garanzie. Nessuno copre o giustifica nessuno. Ma è l’atteggiamento e l’approccio che fa la differenza tra chi si preferisce urlare e insultare e chi vuole realisticamente cambiare le cose, anche se spesso entrambi ne escono con ossa rotte e prevalgono i conservatori e persino i reazionari (ogni riferimento alla cronaca è puramente casuale). Siamo sempre lì. È una divisione  “in seno al popolo” come si diceva una volta, che si registra su vari argomenti e porta quasi sempre alla sconfitta: perché gli interessi molto banali e corposi uniscono, mentre gli ideali e le passioni dividono. Infatti i matrimoni basati sugli interessi duravano di più che non quelli basati sull’amore. Saluti

  87. 1167
    lorenzo merlo says:

    Aspettiamo la scelta politica del “se dici cagate, ti togliamo lo stipendio” così ti diverti anche tu.

  88. 1166
    Giacomo Govi says:

    @1161 Ma infatti e’ assolutamente vero che sarebbe interessante approfondire. Certamente, a parita’ di ingressi  “riconosciuti covid” in Italia si muore di piu’. Ci sono varie ipotesi che circolano ( di nuovo si trovano cercando ). Un indagine seria, con  intenti costruttivi e non  di impiccagione pubblica, sarebbe la benvenuta. 

  89. 1165
    Giacomo Govi says:

    @1160 Certo Pasini, hai perfettamente ragione. Ma qui si tirano fuori processi, arresti come se fossimo davanti ad un conclamato crimine.  Si fa pure confusione tra quelli che sono dati o input scientifici, da quelle che sono invece scelte politiche. L’obbligo vaccinale e’ una scelta politica. Pensare che sia un crimine e’ un po’ come pensare di processare chi ha aumentato ( o diminuito ) le tasse.  Ritorniamo sempre al Marte chiama Terra…

  90. 1164
    Matteo says:

    Bene che ci sia una commissione d’indagine in Inghilterra, ma qui da noi no?
     
    Segnalo peraltro che dai dati di OMS (aggiornati al 21 settembre, che non ho voglia di riaggiornarli) si evince facilmente che gli effetti della pandemi in GB e in Italia sono stati molto simili (alla faccia dei docufilm) ma molto, molto peggiori che in Germania o in Francia.
     
    Un qualche stronzo che si chieda il perché, è chiedere troppo? Che ammetta francamente che abbiamo sbagliato e molto per capire dove e come? (almeno!)
    Sono proprio stufo di sentire giustificazioni idiote come lo stato di emergenza, il carattere dell’italiano e i poveri governanti di fronte all’ignoto, ekekazzo!

  91. 1163
    Roberto Pasini says:

    Govi. Appunto.Se si fosse detto che i vaccini erano ad “azione sistemica” e tutto il ragionamento che hai sviluppato nel tuo post sulle percentuali di impatto quanta parte della popolazione si sarebbe convinta? Se il tuo medico prima di prescriverti un farmaco o un esame strumentale ti facesse una spiega accurata con un linguaggio tecnico degli effetti stimati e delle eventuali  reazioni avverse come credi reagirebbe la maggioranza dei pazienti? Come quelli che dicono che si votano i programmi e non i leader.  Ma de che? Quanti hanno letto il programma di FdI o del Pd prima di votare anche nelle ultime elezioni? Le ricerche periodiche sulle credenze circolanti sono sempre sconcertanti. E su questo che campano le Vanna Marchi o i Madoff e persino la tizia di cui non ricordo adesso il nome che convinse persone di altissimo livello a finanziarle il progetto degli esami senza prelievo venoso. Però anche se sei una Vanna Marchi buona devi comunque tenerne conto quando vuoi influenzare il comportamento non di nicchie ma di milioni di persone. Il mondo reale è ben diverso dal mondo ideale. 

  92. 1162
    Giacomo Govi says:

    @1115 E’ un altro esempio di manuale di Marte chiama Terra. Parmeggiani, se ti fossi informato correttamente, sapresti che ben prima della disponibilita’ dei vaccini Pfizer/Moderna si era dibattuto sul loro probabile limitato potere di impedire la trasmissione del virus. E il motivo era piuttosto facile da comprendere: essendo dei preparati ad azione sistemica, il loro effetto ha un ritardo (“latency”) rispetto al diffondersi della malattia nelle prime vie respiratorie, che sono poi responsabili della trasmissione.  Infatti sono stati successivamente  proposti diversi nuovi prototipi di vaccino da ‘applicazione locale’  e non sistemica che potrebbero essere efficaci in tale senso.
    Ad ogni modo, con ricerche anche piuttosto facili (“covid transmission reduction rate vaccine”)  troverai che ci sono diverse pubblicazioni che hanno stimato , con metodi piu’ o meno credibili, tale  fattore di riduzione. Io ricordo numeri tra il 20 e il 50%, che non e’ affatto trascurabile ed in ogni caso e’ ben diverso da quanto sostieni tu (zero).   Ora, che questi numeri giustifichino o no l’obbligo vaccinale, questo e’ di nuovo opinabile ( bisogna tenere in conto l’insieme degli effetti della vaccinazione sulla gestione delle’epidemia), ma perlomeno sarebbe bene partire dalle premesse corrette.

  93. 1161
    Roberto Pasini says:

    Balsamo. Le bugie sono le verità accettabili su cui si regge la vita sociale e relazionale. Altrimenti sarebbe di una brutalità senza pari. C’è un bellissimo film con Ricki Gervais, specializzato in parti sgradevoli, su un mondo dove tutti dicono sempre la verità ed è un inferno finché lui appunto non inventa la bugia. Le bugie hanno a che fa fare ovviamente con la Ragion Pratica e non con la Ragion Pura, che segue altre logiche. A volte chi ha una formazione scientifica nell’ambito della Natura tende a pensare che gli uomini ragionino con la Ragion Pura e che appunto possano essere convinti con dati e fatti. Illusione, come puoi vedere anche qui. Chi ha una formazione in ambito delle Scienze Umane è un po’ più portato a vedere e a cercare spiegazioni in altre dimensioni e leve dell’agire e del giudicare degli umani. E magari crede un po’ meno che si spostino le opinioni e i comportamenti con dati e fatti. Saluti. Ora torno a dormire e ti lascio Merlo tutto per te. Non aspetta altro che le tue evidenze empiriche e quantitative, seduto sul suo divano virtuale 😀 

  94. 1160
    lorenzo merlo says:

    L’intelligenza è ottusità.
    Basta dimostrazioni.

  95. 1159
    Giuseppe Balsamo says:

    @1147
    Bell’analisi, Govi. Concordo.
    Per rispondere alla tua domanda finale: perchè serve a me per approfondire, per farmi domande che altrimenti mai mi farei, per vedere se per caso c’ha ragione qualcun altro che la pensa all’opposto di me.
    In una parola: crescere.
    E magari può servire anche ad altri.
    Di questo sono (sembrerà un paradosso) grato a Merlo, anche se mi piacerebbe che fosse un pò più incline al confronto e meno offensivo (ma vabbè, nessuno è perfetto 🙂 ), e che cercasse di scremare almeno le minchiate più grosse (che poi magari già lo fa, eh).
    Inoltre mi affascina cercare di capire il ragionamento altrui e come reagisce di fronte all’evidenza dei fatti o ad argomenti contrari ai suoi.
    Ma su questo, effettivamente, Merlo non dà tanta soddisfazione, la risposta è monocorde: dileggio 🙂
    E’ stato più caso di scuola la % di Ucraini sfollati in Russia.

  96. 1158
    lorenzo merlo says:

    “Così funziona e se uno non lo capisce vuol dire che probabilmente non ha mai gestito una responsabilità organizzativa di livello e impatto significativo su uomini e risorse. Poi si possono continuare a coltivare sogni, ma appunto dal divano. Perché sul divano ci stanno quelli che non hanno responsabilità operative e non pagano nessun prezzo per i loro errori ma stanno tutto il giorno a navigare in internet e a sparare sentenze e insulti.”
     
    Più che appiattito piallato

  97. 1157
    Giuseppe Balsamo says:

    @1151
    “Continui a sostenere che il fatto che i vaccini non proteggono dal diffondersi del contagio fosse noto da due anni, ma è falso”
     
    Forse siamo arrivati al nocciolo.
    Parmeggiani, io non sostengo questo. Nè è stato dichiarato questo durante l’audizione.
    La realtà dei fatti è che questa (eventuale) protezione dal contagio non è stata verificata durante gli studi clinici svolti prima dell’entrata in commercio.
    Così è scritto nei report di due anni fa, così è stato (fra un balbettio e l’altro) dichiarato l’altro ieri.
    Ma, assumere che non testato per equivale a non protegge da è falso. Non testato per equivale a non lo so. Questo è l’errore (intenzionale o meno)d’interpretazione di chi ci ha montato sopra la panna.
    Successivamente, ma non molto dopo, sono usciti studi che quantificano quanto e come si sviluppa nel tempo l’effetto protettivo nel “real world”. Perchè protegge dal contagio, eccome, anche se l’effetto cala nel tempo (purtroppo).
     
    Parmeggiani, a volte quelle che noi vediamo come bugie non sono altro che la nostra incomprensione dei fatti, la mancanza di conoscenze della materia (molte cose sono controintuitive), ma più spesso sono i nostri pregiudizi. Che, chi più chi meno, affliggono tutti, indistintamente.

  98. 1156
    Roberto Pasini says:

    Sulle responsabilità del governo di Boris Johnson nei ritardi ad intervenire è stata costituita una commissione parlamentare di inchiesta che inizierà ad operare nel 2023. Il problema lì è che non furono ascoltate le raccomandazioni e le analisi delle istituzioni scientifiche come l’Imperial College Perché il governo di una potenza mondiale (e noi lo siamo, nonostante tutto, come UK) si appoggia alle istituzioni di riferimento e non a singoli clinici. Così funziona e se uno non lo capisce vuol dire che probabilmente non ha mai gestito una responsabilità organizzativa di livello e impatto significativo su uomini e risorse. Poi si possono continuare a coltivare sogni, ma appunto dal divano. Perché sul divano ci stanno quelli che non hanno responsabilità operative e non pagano nessun prezzo per i loro errori ma stanno tutto il giorno a navigare in internet e a sparare sentenze e insulti. 

  99. 1155
    lorenzo merlo says:

    150.
    Adesso sì che vale la linea scelta.
    Hanno mentito sapendo di mentire.
    Non hanno dato udienza ad alternative che salvavano vite.
    Hanno perseverato nonostante lo sfacelo conclamato.
    Colluso. Ai peggiori.

  100. 1154
    Andrea Parmeggiani says:

    @Balsamo
    Continui a sostenere che il fatto che i vaccini non proteggono dal diffondersi del contagio fosse noto da due anni, ma è falso. E non capisco perchè uno come te continui a sostenere il falso. 
     
    Oppure devi ammettere che quindi i nostri governi, soprattutto quest’ultimo, ha basato le sue scelte su bugie note spacciandole come verità e in tal modo prendendo per il naso milioni di italiani che gli hanno creduto, e che stanno continuando a credergli. Il vaccinarsi come “atto di amore verso gli altri” era il mantra con cui hanno continuato a bombardarci, e che ha generato anche la divisione degli italiani in due fazioni, che poi è degenerato negli insulti verso chi non ha voluto vaccinarsi come se fossero nemici da combattere. 
    E ora invece tu mi dici: “ma no, era noto a tutti”.
     
    Sinceramente, è un ragionamento che faccio fatica a capire. Ma sono sicuramente io ad essere limitato.
     

  101. 1153
    Roberto Pasini says:

    Anzi prima di tornare a dormire finiro’ di guardare l’ultima puntata di This England che descrive con accuratezza anglosassone come nella fase prevaccino il governo inglese puntava sul tracciamento per bloccare il contagio che gli stava facendo saltare il sistema sanitario. Alcuni avevano capito che il tracciamento post – test non stava in piedi per ragioni operative e organizzative ma comunicatlo avrebbe creato il panico, come la prima spietata dichiarazione di Johnson sul preparsi a veder morire i propri anziani, nonostante le notorie capacità di sopportazione e di unità nelle difficoltà del popolo inglese. Quando qualcuno avrà le palle per fare un docu-film analogo per noi, non lacrimoso e sentimentale, magari con Raul Bove che fa il bel dottire, ma duro e puro? Buona notte e sogni d’oro.

  102. 1152
    lorenzo merlo says:

    Non condivido niente di questa analisi. Chi dice ovvio arriva ultimo. 

  103. 1151
    Roberto Pasini says:

    “Di’ sempre la verità” diceva la mamma, quando era lei stessa a raccontarti per prima “bugie” sul mondo (il bene trionfa sempre, se ti comporti bene sarai ricompensato….) per il tuo bene ovviamente. Dolci bugie del tempo delle fiabe. Poi cresci e scopri che i confini si confondono. Che le verità sono provvisorie e che piccole e grandi bugie ci aiutano a vivere e a tirare avanti.  Ci sono pero’ bugie buone e bugie malsane, non sempre facili da distinguere. Chi gestisce il potere ai massimi livelli si trova di fronte a questi dilemmi in modo tragico, soprattutto nei momenti di crisi e guerra. Fino a che punto le persone sono in grado di reggere la verità e la durezza della scelte conseguenti?  Chi si deve lasciar morire ,ad esempio, visti i mezzi limitati, quando un sistema sanitario va in crisi e come si deve comunicarlo? Il punto di vista di chi gestisce la guerra è diverso da quello del soldato. Per questo il potere non è roba per tutti. Poi ci sono i generali furfanti e i generali che portano il peso con responsabilità e onore, perché qualcuno lo deve portare. Noi piccoli uomini, potenziale oggetto dei danni collaterali, abbiamo assolutamente il diritto consolatorio di giudicare, mugugnare e a volte alzare patiboli. Però…però….prima di gridare “a morte, a morte!” qualche domanda dovremmo farcela. Questa è la mia esperienza di vita e professionale: le bugie, a volte servono e aiutano le persone a uscire dalla melma. A volte la dura verità le affonda definitivamente. Torno a dormire, grazie del consiglio.

  104. 1150
    Giacomo Govi says:

    Io trovo che l’intervento di Arioti (#1127) sia utile ed equilibrato, anche se non del tutto condivisibile. Se capisco bene attiene alle intenzioni di chi posta/interviene. Anzitutto, mi pare che mentre e’ piuttosto ovvio che per i post (articoli ) si possa pretendere che sia catalogabili come cultura, non lo e’ invece per gli interventi. Quest’ultimi sono piu’ “relazione” che cultura. Ma la cultura e’ comunque il nocciolo del problema, in quanto rende complicata, fino ad impedire, la relazione ( intesa come flusso bi-direzionale di messaggi, con reciproco beneficio ).  Gli scambi tra Balsamo e Merlo ne sono un esempio lampante. Nel loro flusso non c’e’ alcun assorbimento, c’e’ un rimbalzo continuo ( sia ben chiaro, nel miei scambi con Merlo capita esattamente lo stesso ).
    La ragione e’ manifestamente culturale. Non c’e’ un terreno (appunto, culturale ) , un linguaggio, un codice “dialettico” in comune. Eppure, a ben vedere, dal punto di visto puramente relazionale, difficile comunicare meglio di Balsamo.  Difficile essere piu’ solidi nella logica ( qualita’ umana che dovrebbe essere presente al di la’ delle convinzioni ), piu’ rigorosi con le fonti, e   allo stesso tempo piu’ “buoni ascoltatori”, pazienti e rispettosi dell’interlocutore (Merlo in realta’ e’ li che potrebbe imparare, invece che cercare di riscrivere la meccanica quantistica). E invece non funziona. Perche’? Perche’ tutta la base culturale dei due appartiene a pianeti diversi. Letteralmente, non si capiranno mai.  Quindi si potrebbe dire, perche’ insistere a comunicare? 
     

  105. 1149
    lorenzo merlo says:

    Sono le menzogne non la linea il problema.
    Continua a dormire.

  106. 1148
    Roberto Pasini says:

    Matteo. Gli storici della medicina e dei sistemi sanitari, a mente fredda e con tutti i dati a disposizione, faranno un’analisi delle strategie messe in atto per far fronte a questa situazione nei vari paesi, sia dal punto di vista clinico che organizzativo. Ed è importante che ciò venga fatto in modo severo, perché potrebbe servire per il futuro. Questa pandemia non è certo stata la prima e non sarà l’ultima. Per quanto riguarda le responsabilità dei nostri governanti che si sono trovati a fronteggiare il “cigno nero” (non solo Draghi e Speranza) penso siano convinti di aver tenuto a galla la barca, pur tra errori e sbandamenti vari e che i danni collaterali su vari piani fossero un prezzo da pagare per salvare le capre (i cittadini italiani piu’ esposti) e i cavoli (l’economia del paese e l’ordine pubblico).  Penso che considerino la strategia di puntare prevalentemente sul vaccino come la più realistica nell’emergenza, dopo aver tentato di metterne un piedi altri più complicate e articolate (vi ricordate la strategia dei tre pilastri di Speranza?). In questo non sono stati i soli. Molti altri governanti  hanno scelto questa strada. Nei paesi dove non avevano un vaccino funzionante (vedi Cina) hanno scelto altre strade e altri danni collaterali. Quindi nessuno farà l’autocritica che tu auspichi, almeno sulle linee portanti dell’azione messa in atto. Sei così sicuro che ci fossero altre strade percorribili realisticamente per tempi e risorse e che altri soggetti avrebbero fatto meglio ? Io francamente no. Evidentemente ognuno fa le sue valutazioni mettendo insieme le informazioni di cui dispone. E la diversità di giudizio insieme alla possibilità di esprimerla senza che ti sparino in faccia o ti deportino senza processo è comunque una piccola cosa che conta e che mi ha portato alla scelta di continuare a vivere qui, nonostante tutto. 

  107. 1147
    lorenzo merlo says:

    Preoccupati di contare i metri d’acqua che il resto va bene.
    Telegram | Effetti avversi vaccini Cvid-19 | Oggi | 18:18
    (Stai nascosto non guardare Telegram)

  108. 1146
    lorenzo merlo says:

    Sloganti pensateci voi.
    Telegram | Giorgio Bianchi photojournalist | Oggi | 13:13

  109. 1145
    lorenzo merlo says:

    Nessuna scusa o ripensamento. Pensaci tu.
    Negazionista.

  110. 1144
    Giuseppe Balsamo says:

    @1140
    Nessuna scusa o ripensamento, dunque, ma ancora dileggio.
    Ne prendo atto.
     
    Io non derido nessuno, tantomeno chi denuncia gli infiniti problemi dell’Italia e non solo.
    Sono i modi e gli argomenti con cui lo si fa che (a volte) contesto. Come nel caso dell’ultima vicenda relativa alla sconvolgente ammissione (di un fatto pubblicamente noto da due anni), sulla quale è stata fatta una strumentalizzazione del tutto aliena alla logica e ai fatti. In pratica, come rendersi ridicoli da soli (mia opinione, naturalmente).
     
    Ma non posso, tuttavia, non trovare buffo questo accanimento nei confronti dell’ONU (dove io cercherei la verità, mah… 🙂 ) e sconfortante il pregiudizio contro = buono, main = cattivo a prescindere.
    E, parimenti, questa foga nello schierarsi dall’altra parte, sempre e comunque. Che porta inevitabilmente a fare il gioco dello stesso sistema che si vuole contrastare.

  111. 1143
    lorenzo merlo says:

    Macché dileggio, quelli sono slogan.
    E se slogan non ti va più bene sono titoli onorifici guadagnati sul campo. Spille sul petto. L’Italia è una maceria e deridi chi lo denuncia.
    E come appellare chi vota Onu per sapere la verità.
    Contabile.

  112. 1142
    lorenzo merlo says:

    Esistono certamente. Ma non li uso.
    Al modo dell’invito preferisco quello del complice.
    Di colui che visto il contesto riconosce l’accezione.

  113. 1141
    Andrea Parmeggiani says:

    Arioti,
    quello che tu dichiari nel commento 1136 è la prima volta che te lo sento dire in modo cosi’ “schierato” o “da tifoseria”, o forse mi è sfuggito in passato. Personalmente rispetto a quello che tu hai detto, e con cui concordo, ho solo detto che secondo me il modo in cui è stata gestita la faccenda Covid in Italia – e non solo – ha più di un estremo per essere impugnata in qualche tribunale, e spero che qualcuno paghi per questo.Faccio fatica pero’ a comprendere allora cosa non ti piaccia del modo in cui viene gestito il blog, Questo post è nato per stigmatizzare il comportamento dell’informazione dei confronti della pandemia (schierato sfacciatamente nei confronti del governo) e si è esteso in modo più o meno parallelo alla comunicazione sulla guerra di Ucraina (anche in questo caso sfacciatamente schierato con quello che viene detto in sede governativa Italiana ed Europea), senza nemmeno uno straccio di obiettività storica.E non ci vedo niente di male  quindi nell’esprimere le proprie opinioni in merito

  114. 1140
    Giuseppe Balsamo says:

    @1128
    Si riempie giustamente di libere espressioni.Che non vogliono convincere ma fare presente.
     
    Interessante.
    Spirito d’informazione, dunque.
     
    E come si collocano, Merlo, in questo fare presente i commenti dileggianti contenenti espressioni come “-36”, “fasciopiddino”, “ditista”, “Questo non vede neppure il dito”, “idiota”, “vigliacchi e schifosi” e altre piacevolezze (non le ricordo tutte 🙂 ) che vengono regolarmente da te elargite nei confronti di chi fa altrettanto presente (e altrettanto liberamente, e solitamente argomentando), di non essere d’accordo con quanto proposto ?

  115. 1139
    Antonio Arioti says:

    Andrea Parmeggiani, continui a fare delle supposizioni che non hanno alcun fondamento. Non serve a nulla dire, come ho detto, che sono contrario all’obbligo vaccinale, che il green pass è stata una porcata, che Speranza per me è un incompetente (realtivamente all’incarico che ha ricoperto). No, non basta, perché nella logica delle tifoserie o sei schierato in toto da una parte o lo sei dall’altra. Qualsiasi altra posizione, non necessariamente mediana, ma comunque non perfettamente allineata in un senso o nell’altro da adito a supposizioni.
    Quello che ho voluto evidenziare è chiaro e mi dispiace che tu ne faccia una questione personale perché il mio primo intervento non era diretto a te come persona. Però non posso, e non ho nemmeno voglia, ribadire concetti che ho già ripetutamente espresso e che non si limitano all’argomento in essere ma alla logica sottostante. D’altronde il blog non è mio e non lo gestisco io. Se al padrone di casa e a tutti, anche se ho dei dubbi, va bene così avanti così.

  116. 1138
    Corrado Luci says:

    In effetti, Arioti, in poco tempo hai insultato tutti coloro che hanno partecipato a questa discussione e l’amministratore del sito.
    La sai la parabola della pagliuzza e della trave nell’occhio, vero?
    Ma magari hai solo avuto una brutta giornata e dovevi sfogarti in qualche modo.
    Ciao

  117. 1137
    Matteo says:

    Arioti, il solo link di Bertoncelli al n°1129 giustifica abbondantemente tutti gli altri interventi passati e futuri.
     
    Ripeto: sarebbe bello se tutti i sostenitori della vaccinazione per tutti, del truffaldino obbligo che non è proprio un obbligo, del sorveiller et punir, del dagli-al-no-vax, facessero un minimo di autocritica.
    Ma non avverrà

  118. 1136
    Andrea Parmeggiani says:

    Caro Arioti, quando uno inizia un commento con 

    Riflessioni da cassoneto dell’indifferenziata.

    mi sembra ipocrita poi invocare che i commenti inizino con “Vi sottopongo questo contributo, parliamone”. Cosa che farei volentieri. Senza nessun problema. Ma qui il dileggio e gli insulti mi sembrano più da parte di coloro che si sentono dalla “parte del giusto”… Io personalmente non credo di aver insultato nessuno, né di avere dileggiato altri per le proprie opinioni,  ma potrei sbagliarmi.
    Forse se tu per qualche motivo ti fossi sentito discriminato, limitato nelle tue possibilità, e cosi’ come te la tua famiglia, a causa di tue convinzioni, ora parleresti diversamente. 

  119. 1135
    Antonio Arioti says:

    1131 Esistono però comportamenti agevolanti.

  120. 1134
    lorenzo merlo says:

    Non c’è solo un’introduzione che garantisca il fare presente.
    Esportare cultura fa paura come esportare democrazia.

  121. 1133
    Antonio Arioti says:

    1128 No, se fosse solo un far presente non ci sarebbero i contorni che ben conosciamo, fatti di battutine, punzecchiature continue, sottintesi e quant’altro di cui anche te sei un illustre esponente.
    Far presente per me significa, per esempio, accompagnare un articolo linkato con un “vi sottopongo questo contributo, parliamone”. Dopodiché, chi vuole, argomenta pacatamente ma le cose non vanno esattamente così perché i toni di chi linka nascondono già la presunzione che chi commenterà contro è dalla parte del torto.
    Ammetto che mi capita pure di farmi delle gran risate leggendo gli scambi, più che altro gli insulti veri e propri, che spesso vengono condivisi ma ribadisco che questo non è il modo di far cultura o forse lo sarà ma molto sui generis.
    Però ribadisco, chi si accontenta gode, non è mia intenzione rompere l’idillio dei commentatori seriali. Fra moglie e marito non mettere il dito.

  122. 1132
    Fabio Bertoncelli says:

    Ascoltate e riflettete.
     
    Video del professor Roy De Vita:
    https://m.youtube.com/watch?v=6dfJm9mD2Q0

  123. 1131
    lorenzo merlo says:

    Il blog non è teleologico.
    Si riempie giustamente di libere espressioni.
    Che non vogliono convincere ma fare presente.
     

  124. 1130
    Antonio Arioti says:

    Bypasso sui sentimenti, non voglio nemmeno entrare nel merito da tanto è fuori luogo l’affermazione di Andrea Parmeggiani (mi pare fosse lui).
    Il punto è un altro. Sono stati superati i 1.100 commenti e si è arrivati a ciò attraverso un numero imprecisato di rilanci tesi a mantener vivo che cosa? Il dialogo? Lo scontro? L’affermazione delle proprie idee? Il tentativo (vano) di far cambiare idea all’interlocutore? L’annientamento dell’interlocutore? Fatico a comprendere. Forse Pasini, esperto a suo dire di comunicazione, può essermi d’aiuto.
    Certo, potrei non leggere, ma questo non mi farebbe cambiare opinione. Cassonetto dell’indifferenziato è il termine corretto perché non ci sono i presupposti per poterlo definire cofanetto della cultura. Qui non si fa cultura, si fa cultura quando ci si mette d’impegno a ragionare sulle cose senza pregiudizi, quando informazione e controinformazione non vengono valutate sulla base dei  propri preconcetti bensì per il grado di adesione ad una realtà per sua natura multiforme, realtà che contempla una visione di carattere generale che spesso si scontra con le storie personali dei singoli individui.
    Non si tratta di cercare delle attenuanti ma di provare a comprendere anche immedesimandosi, e qui esce fuori quell’empatia che fino a quando non si tocca con mano rimane un pour parler. Ho visto gente cambiare dalla sera alla mattina a seguito della modifica del proprio ruolo. Superficialmente si può parlare di tracotanza del potere e a volte c’è anche questa ma non va sottovalutata la dinamica della responsabilità. Ne è un esenpio la differenza fra la Meloni spiritata del convegno di Vox e quella melliflua intenta a rassicurare il mondo sulla posizione dell’Italia, perché quando sei lì non puoi più nasconderti dietro un dito, lo sai che il nostro paese conta come il due di coppe con briscola denari.
    Se poi uno mi chiede se provo più empatia per un ragazzo morto per effetto avverso da vaccino o per il ministro Speranza la risposta mi pare scontata ma ciò non significa che quest’ultimo lo sbatterei in galera, mi basterebbe non doverlo più vedere in ruoli apicali perché non lo ritengo un criminale ma un incompetente sì.
    Siamo sempre lì, a parole siam bravi tutti e a lamentarci siamo l’asso di briscola ma quando poi si tratta di fare cambiano le carte in tavola. Quindi, per quanto possiamo lamentarci in merito a una presunta o reale gestione scellerata della pandemia in galera non finirà nessuno salvo non si configurino ipotesi di reato a mio modesto avviso piuttosto difficili da dimostrare. Certo rimarrà il giudizio storico peraltro già manifestatosi in questo giro elettorale.
    Ma il punto del mio intervento non è questo bensì quello di non rassegnarsi all’idea che persone di 60 anni abbiano comportamenti da ragazzini. Siamo (personalmente il giusto e a tempo perso) su un blog relativamente al quale il proprietario si vanta di far cultura (come riportato in una intervista) e poi ci ritroviamo come ci ritroviamo, ad azzuffarci senza costrutto. Che dire, beati coloro che si trovano a proprio agio perché raggiungeranno il regno dei cieli.

  125. 1129
    Corrado Luci says:

    No, non avverrà.
    Non si può mai dire “abbiamo sbagliato”, bisogna sempre tenere la barra a dritta, anche contro gli scogli.
    Nonostante qualcuno talvolta osi alzare la testa:
    https://www.ilsole24ore.com/art/gas-francia-inaccettabile-che-usa-facciano-utili-forniture-all-europa-AEkvx27B
     

  126. 1128
    Matteo says:

    Quello che non va bene Pasini, è che “il panico per il collasso dei sistemi sanitari” oltre ad aver condotto a una gestione “muscolare” unicamente vaccinale con leggerissime forzature del processo democratico, causa la devastante e onnicomprensiva propaganda che l’ha supportato, non mi pare che possa portare a un processo critico e quindi a un miglioramento per la società.
    Anzi.
    E’ di questi giorni la notizia che l’Italia è decisamente sotto la media OCSE circa la spesa pro capite per la sanità e l’ultima nel gruppo dei G7 (gli USA sono esclusi perché la loro sanità è ovviamente imparagonabile).
    Il governo Draghi (uno dei peggiori governi mai avuti, a mio parere) a fronte del grande successo italiano nella lotta alla pandemia (siamo nella parte alta della classifica infettati/popolazione e morti/infettati) ha abbassato l’investimento sanitario ai livelli del 2018.
    Oltre ad aver abituato tutti al governo a colpi di Decreti e senza Parlamento, cosa che son pronto a scommettere gioverà alquanto alla sorella d’Italia.
     
    Mala tempora currunt e mi piacerebbe che coloro che, per convinzione o circonvenzione, sono stati fieri sostenitori di mascherine dovunque, blocco degli spostamenti, polizia sulle spiagge o in montagna e obblighi comunque imposti a causa dell’emergenza facessero un minimo di autocritica.
    Ma non avverrà.

  127. 1127
    lorenzo merlo says:

    Questo non vede neppure il dito.
     

  128. 1126
    Giuseppe Balsamo says:

    @1116
    Bertoncelli, non è cinico è logico. Ovvero, neutro. Come tanti concetti tecnico/scientifici, che riguardino vaccini o tostapane.
    A proposito, sai che si può morire anche di tostapane ?
    Se un conduttore, un elemento scaldante o l’interruttore va in perdita d’isolamento e il salvavita (se ce l’hai) è inchiodato (tanto lo so che non lo testi mai), al prossimo utilizzo… zot!
    Pensaci, domattina, prima di preparare la colazione 🙂
    (Goditi pure le tue fette tostate, la probabilità che succeda è estremamente bassa. Ma non zero. Consciamente o inconsciamente, si accetta il rischio in cambio di una colazione gustosa. Questa scelta rischio/beneficio ti ricorda qualcosa ?
    E testa regolarmente il salvavita. Se non lo testi, non sai se funziona o no).
     
    @1117
    Parmeggiani, ti chiedo gentilmente di non trarre giudizi nei miei confronti riguardo alla sfera dei sentimenti (“A me pare che di queste persone a voi non importi alcunché”) da concetti espressi in ambito tecnico/scientifico.
    Potresti dire, ad esempio, che non m’importa alcunché degli Ucraini se scrivessi che “sto con Putin in virtù del suo ruolo anti-atlantista” (o qualcosa di simile). Ma non è il mio caso.
     
    P.S. Qualche altro concetto cinico (e baro): non esistono prove certe, non esiste la sicurezza al 100%, non esistono medici in grado di curare il 100% dei pazienti (COVID compreso), nessun farmaco è privo di effetti avversi.
    Benvenuti nel mondo reale, dove le scelte rischio/beneficio, consapevoli o inconsapevoli, sono pratica quotidiana 🙂

  129. 1125
    lorenzo merlo says:

    Telegram | Effetti collaterali | Oggi | 18:18
    Farabutti, vigliacchi e schifosi.
    Ora più di prima.

  130. 1124
    lorenzo merlo says:

    Il 118 è per il 115.

  131. 1123
    Roberto Pasini says:

    Riflessioni da cassoneto dell’indifferenziata. Ho fatto una rapida ricerchina e ho visto che la stampa internazionale da’ più rilievo in relazione all’audizione Pfizer alla questione dei contratti negoziati in modo opaco con la motivazione della riservatezza per motivi competitivi. Di questo da noi mi sembra non si sia proprio parlato e non va bene perché spesso seguendo i soldi si trova il bandolo della matassa, come per il gas russo. 
    È evidente che la motivazione di vendita “diminuisce la circolazione” era probabilmente un misto tra “overselling” e “ignoranza” da fretta che però per ragioni di impatto sociale non è stata dichiarata esplicitamente. Dire “speriamo” “forse” sembrava troppo poco. Il panico per il collasso dei sistemi sanitari, ben illustrato nella serie inglese che ho già citato (This England), ha portato i governi a buttarsi sulla ciambella delle vaccinazioni di massa, da realizzare ad ogni costo, senza andare troppo per il sottile, ed ha funzionato, con danni collaterali di vario genere, materiali e sociali, come sempre quando si decide un bombardamento a tappeto su una città per far fuori il nemico. Cosa e chi si è disposti a sacrificare per salvare vite umane che probabilmente si perderanno se non si agisce subito e in modo deciso? È stato giusto, ne valeva la pena? Forse è ancora presto per un bilancio finale e ci siamo ancora dentro. Infine: ma chi mandano le aziende a rappresenterle? Veramente sconcertante. Questa era nel pallone Guardate qualche video.
    “Regarding the question around did we know about stopping immunization before it entered the market…No”
    “We have to really move at the speed of science to really understand what is taking place in the market.”

  132. 1122
    Andrea Parmeggiani says:

    @Arioti
    Se tu pensi che nei commenti a questo post si parli di aria fritta, nulla ti obbliga a leggere. Io provo empatia per chi ha sofferto e sta soffrendo per tutto questo. Tu no. La differenza è qui

  133. 1121
    lorenzo merlo says:

    Hai dimenticato che erano slogan.
    Sempre utili per sottrarsi dall’agghiaccianza.
     

  134. 1120
    Andrea Parmeggiani says:

    @Balsamo, Arioti, etc.
    Il fatto che non ci fosse nessuna prova certa del fatto che il vaccino impedisse la trasmissione (questo è quello che ha dichiarato il PdC nella famosa e infelice frase) e che ha dato il la all’obbligo vaccinale, mi sembra sufficiente per richiedere un procedimento contro chi ha messo in opera prima i ricatti (no lavoro, no mezzi pubblici, no “entertainment” ) per chi non voleva vaccinarsi.
    Trascuriamo poi le centinaia di persone morte ufficialmente, e migliaia ufficiosamente, grazie a questo “vaccino”, che è arrivato alla quarta dose, e poi vedremo a quante arriverà. A me pare che di queste persone a voi non importi alcunché. Ma qualcuno deve pagare per questo.
    Dimentichiamo anche il fatto che qualche tempo fa la Danimarca ha fatto dietro front sulla vaccinazione ai bambini, e lo stato della Florida lo ha sconsigliato per le persone fino a 39 anni. Ma l’importante è che il 99% delle persone vaccinate stiano bene, e non hanno avuto effetti collaterali gravi, tanto, dell’1% chisseneimporta

  135. 1119
    Fabio Bertoncelli says:

    Giuseppe, la frase virgolettata è agghiacciante perché oltremodo cinica. Si sta parlando di esseri umani, non di tostapane.
     
    Per di piú chissà quanti, fiduciosi nelle autorità sanitarie, sono morti per effetti collaterali causati dal vaccino? Già, quanti sono?
     

  136. 1118
    Giuseppe Balsamo says:

    Ma, Bertoncelli, intendi agghiacciante alla Conte (l’allenatore, vedi imitazione di Crozza – più o meno – agghiaggiandeeeeaaa), o invece proprio agghiacciante agghiacciante ?
     
    Il punto non è la dichiarazione in sè, che non fa che ribadire quanto già noto dagli studi clinici di due anni fa, ma le sue interpetazioni capziose (queste si, da chicchessia).
    Quale sarebbe il fatto nuovo oggetto d’indignazione ?
     
    Forse non ti ricordi, ma che il vaccino fosse stato testato solo nei confronti di malattia sintomatica, grave e decesso e non nei confronti dell’infezione asintomatica fu a suo tempo già oggetto di polemiche.
    La posizione di Pfizer di allora fu l’impraticabilità (e il costo) di tamponare 40k persone ogni giorno per tutta la durata del trial (più o meno la quantità di tamponi dell’intera Lombardia).
    Pertanto, all’entrata in commercio questa informazione non era nota. Lo è divenuta successivamente.
    La posizione, invece, di chi se l’è fatto inoculare ugualmente è che il 95% di protezione nei confronti di malattia grave e decesso potesse andare bene lo stesso, e magari riuscire a non intasare i reparti ospedalieri fosse ugualmente utile.
     
    Mi viene il dubbio che per “non testato” tu abbia inteso che il vaccino non sia stato testato affatto. Non è così, vero ? O invece si ? 🙂
    Ma poi, perchè metti vaccino fra virgolette ?
    P.S. Mi piace, inoculare. Perchè i vaccini non si iniettano, si inoculano. Rigorosamente senza dimenticare la “o” 🙂

  137. 1117
    lorenzo merlo says:

    Vai a farglielo capire. Per quanto riguarda il riconoscerlo siamo ancora a “vigliacchi e schigosi”. 

  138. 1116
    Fabio Bertoncelli says:

    Non si tratta né di un articolo né di un commento di chicchessia.
    Si tratta della dichiarazione di uno dei direttori della Pfizer al Parlamento Europeo.
    … … …
    “Non testato non implica necessariamente che non funzioni, ma semplicemente che non si sa (se funziona o no).
    Agghiacciante.
     
    N.B. Non si sta parlando dell’ultimo modello di aspirapolvere o di un tostapane, ma di un “vaccino” inoculato a miliardi di essere umani, per una, due, tre o quattro volte.

  139. 1115
    Antonio Arioti says:

    Senza dignità ormai è diventato il cassonetto dell’indifferenziato del Gogna Blog. Non è nemmeno necessaria la tessera per aprirlo, si va alla vecchia. Quando non si sa che fare ci si butta dentro un articolo o un commento tanto per passare il tempo, a prescindere dall’autorevolezza e nella logica che uno vale uno.
    Ma va bene così, il Blog non può mai languire.
    Sulle pene direi che l’impiccagione e i falò non sono più tollerabili in una società molle come la nostra. Proporrei l’inoculazione forzata di tante dosi Pfizer o Moderna, in base al ceto sociale, fino all’infarto/arresto cardiaco dei condannati, ovviamente senza processo perché i conti pubblici sono in vacca, anche se a mio parere i rei si sono dimostrati più incapaci che cattivi.
    P.S. anch’io ero e rimango assolutamente contrario all’obbligo vaccinale e alla porcata del green pass

  140. 1114
    lorenzo merlo says:

    Non “dentro”. Durante.
    Diticeo sconfortato.

  141. 1113
    Giuseppe Balsamo says:

    Ma infatti, loro sono tutti dei farabutti. Dentro. E a prescindere.
     
    Giusto un paio di concetti.
    Non testato non implica necessariamente che non funzioni, ma semplicemente che non si sa (se funziona o no).
    Di studi real world sull’efficacia dei vaccini nel prevenire contagio e trasmissione, successivi all’entrata in commercio, ce n’è in abbondanza.
     
    Benchè ne comprenda (credo) le ragioni, non giustifico l’imposizione dell’obbligo vaccinale, che per me era e rimane cosa moralmente sbagliata, ma leggere argomentazioni capziose come in quanto proposto @1107 mi sconforta.
    Che poi il fatto che Fauci si sia ammalato dopo quattro dosi venga portato come prova di alcunchè è l’apoteosi.

  142. 1112
    lorenzo merlo says:

    Farabutti da sempre. Allora.
     

  143. 1111
    Giuseppe Balsamo says:

    Ma perchè aspettare i processi, che poi i poteri forti (TM) li pilotano come vogliono: galera subito.
    Anzi no, che poi ci tocca anche mantenerli: impiccagione nella pubblica piazza.
    O preferisci un bel falò, magari preceduto da un autodafè ?
     
    P.S. Qualcosa di arcinoto da due anni diventa una improvvisa sconvolgente ammissione.
    Più che dal divano qui si cade dal pero… 🙂

  144. 1110
    Andrea Parmeggiani says:

    https://www.sabinopaciolla.com/una-colossale-bugia-distrutta-dalla-pfizer-cade-presupposto-giuridico-obbligo-vaccinale/
    Una altro tassello va al proprio posto. Attendo con ansia processi e patrie galere per gli interessati

  145. 1109
    Giuseppe Balsamo says:

    @1105
    Prego Matteo.
    L’ho fatto (leggere Limes), per la parte accessibile (il resto è in paywall).
    Non è mia abitudine fermarmi ai titoli o a poche righe riassuntive per prendere qualcosa come riferimento, tuttavia, francamente, non capisco a cosa ti riferisci con “forse non è proprio così”.
     
    Limes scrive “in termini assoluti” e questo è coerente con i dati nella pagina di UNHCR (questi più aggiornati: Limes parla di 5M totali a inizio settembre, UNHCR di 7,6M a inizio ottobre – sono i grandi risultati della missione per conto di dio).
    Ma, in termini percentuali, siamo a 38% verso est (Russia+Bielorussia) e 62% verso ovest (resto d’Europa). Piuttosto lontani dal tuo 80-20 (poi corretto in 63-37).
    Non serve che ti spieghi la differenza fra assoluto e percentuale, vero ?
     
    Peraltro, Limes individua diverse ragioni perfettamente logiche e pragmatiche per spiegare il fenomeno, senza bisogno del trito dualismo Russi = cattivi, Ucraini = buoni (o viceversa, a seconda della tifoseria coinvolta) nè del fatto che bisogna essere immacolati per avere diritto alla difesa.
    A parte che, semmai, quelli problematici sono i governi, non i popoli.
     
    E ti ripeto che, almeno per me, che parte degli Ucraini avesse riparato in Russia era un fatto noto. Da mò.

  146. 1108
    Matteo says:

    Grazie Giuseppe.
    Adesso vai a leggerti Limes linkato dalla foca monaca (grazie) e verifica che forse non è proprio così. Testualmente:
    “In termini assoluti, il principale paese di destinazione è proprio lo Stato aggressore: la Russia (1,3 milioni).”
     
    E, ripeto, scommetto che fino a ieri non lo sapevi. E come te non lo sapeva praticamente nessuno a ovest del Dniepr.
    Perché la Russia è una dittatura oligarchica che ha proditoriamente aggredito un paese libero e democratico, perché tutti i russi sono barbari assetati di sangue e gli ucraini santi difensori dei valori occidentali.
     
    Ma forse anche perché siamo sottoposti a un’informazione leggermente di parte. Forse.

  147. 1107
    Giuseppe Balsamo says:

    @1101
    Matteo, mi fa un pò strano trovarmi a spiegare delle tabelle a un ingegnere, ma tant’è, ci provo 🙂
     
    La prima tabella rappresenta le cifre relative ai Paesi (confinanti) coinvolti nel piano di risposta per i rifugiati.
    La seconda ha cifre analoghe per gli altri Paesi confinanti (Russia e Bielorussia).
    Queste due tabelle hanno 6 colonne: Paese, data di aggiornamento, rifugiati registrati per la protezione temporanea, rifugiati complessivi e numero di transiti alla fontiera nei due versi (queste due ultime entità non rappresentano un numero di individui ma un numero di passaggi).
    La terza tabella mostra le cifre per gli altri Paesi europei, e ha 4 colonne: Paese, data di aggiornamento, rifugiati registrati per la protezione temporanea, rifugiati complessivi.
     
    Per i totali devi sommare tutte e tre le tabelle.
    Così facendo il totale dei rifugiati (somma delle quarte colonne) viene di 7,6M (come mostrato in grande in alto a destra nella pagina).
    Suddividendoli fra Russia+Bielorussia vs. tutto il resto, vengono le percentuali che ti ho indicato.
     
    P.S. Che ci fossero rifugiati anche in Russia è un fatto noto da tempo (il governo Ucraino invece li chiama deportati).
    Mi sorprende che sorprenda 🙂

  148. 1106
    Matteo says:

    mankalink! 🙂

  149. 1105
    foca monaca says:

    Volevo dire la stessa cosa: una parte è già tornata a casa…
    Qui un link con una spiegazione un po’ diversa da quella che è venuta subito in mente a me (e mi pare anche a Matteo).
    Comunque un dato di cui si parla molto poco.

  150. 1104
    Matteo says:

    Balsamo, ammesso e non concesso che tu abbia ragione (secondo la Data Explanatory Note del report, le prime due tabelle registrano i passaggi effettivi della frontiera ucraina, l’altra è una stima dei rifugiati temporanei e no nei vari paesi, che non si capisce bene come ci siano arrivati…) il discorso non cambia molto.
    Di solito si scappa davanti a un esercito invasore, non indietro.
    E comunque verso O il bacino di potenziali fuggitivi è tutta l’Ucraina (più o meno), verso E al massimo il 20% della popolazione, cioé quella delle aree contese.
     
    La cosa notevole in ogni caso è che scommetto che tu fino a ieri ignoravi completamente che ci fossero rifugiati anche in Russia. Come me d’altronde, fino a quando non sono andato un po’ più in la della propaganda che ci pervade, che poi era il senso dei miei interventi.

  151. 1103
  152. 1102
    Giuseppe Balsamo says:

    @1089
    “le percentuali corrette dei rifugiati sono del 63% verso est e del 37%, verso ovest”
     
    Lungi da me distrarre dalla luna 🙂 , ma, Matteo, temo che tu ti sia dimenticato di conteggiare i rifugiati negli altri paesi Europei (la terza tabella nel sito di UNHCR), che sono oltre 3 milioni!.
     
    Le percentuali effettive sono del 38% verso est e del 62% verso ovest (ovvero, le proporzioni sono in pratica invertite rispetto a quanto hai scritto tu).
    Forse è per questo che il “fatto” è “passato sotto un assordante silenzio”…

  153. 1101
    lorenzo merlo says:

    Non trattengo i dati, distraggo dal tenere in mira la luna.

  154. 1100
    Matteo says:

    “La risposta non è fuori di te. La risposta è dentro di te.
    Epperò è sbajata”

  155. 1099
    foca monaca says:

    Merlo n. 93: questo è il mio oroscopo della settimana (sono una foca-scorpione): https://www.internazionale.it/oroscopo/2022/10/06/scorpione-6-12-ottobre-2022 – l’oroscopo per me è un po’ come certi tuoi commenti: lo leggo volentieri anche se lo catalogo tra le cazzate. Curiosamente, anche il mio oroscopo di questa settimana si conclude con la frase “solo tu conosci la risposta” – la risposta a un paio di domande di cui non m’importa niente. Se vuoi introdurre un argomento basato sui dati, metti un link, come per esempio ha fatto Matteo, altrimenti il tuo argomento vale zero. Io non sono qui per vincere o perdere, non ho una reputazione da difendere (la reputazione di un animale estinto?): tira fuori i dati, così magari imparo qualcosa, no?
     
    Pasini n. 95: capito!

  156. 1098
    Roberto Pasini says:

    PS. Cara Foca, quando dico che mi accontento, non intendo che si devono accettare le cose come stanno. Dico che personalmente mi accontento di pochi valori e principi di riferimento per orientami nelle grandi scelte di schieramento. Tipo questo, proprio della cultura dei Cipputi delle mie parti che ti traduco in italiano perché non so se conosci il dialetto della Padania”È meglio avere un uccello in mano che cento che volano”. Praticamente è la versione longobarda del famoso Rasoio di Occam che non sarebbe male applicare ogni tanto a certe diatribe sui social. Te saludi 😀 

  157. 1097
    Roberto Pasini says:

    Focamonaca. Quella generazione di leader socialisti e comunisti ha visto cose e ha dovuto fare scelte che noi neppure ci immaginiamo durante la guerra fredda e quelli prima di loro durante  la seconda guerra mondiale. Qualcuno cerco’ di far fuori Berlinguer mentre era ospite dei cari compagni, come lui racconto’ poi ai suoi figli. E perché Bettino sia l’unico leadere della prima Repubblica ad aver pagato duramente un giorno o l’altro qualcuno lo scoprira’ quando noi purtroppo non ci saremo più. Bentornato nel Paese dei Campanelli e delle Cicale che però è tanto bello. 

  158. 1096
    lorenzo merlo says:

    Non nel senso di cercarla. In quello piû sottile che sarà solo quella che attribuirai di atendibilità ad essere la risposta. Per alcuni è quella fornita dall’Onu. 

  159. 1095
    foca monaca says:

    Matteo n. 89: grazie, è un dato interessante. Lo interpreto così: il conflitto si è spostato nelle regioni russofone, dove il separatismo è forte (e passa sotto silenzio, per non turbare il tifo organizzato). I profughi della prima ora sono tornati a casa. Per tutto il resto che scrivi, sono d’accordo dalla prima all’ultima parola. D’accordo anche dove scrivi “azione, non reazione”. Grazie ancora.
     
    Merlo n. 90: “la dimostrazione la troverai tu” >> per adesso sto benone – gesto scaramantico – e non sono bravo a far ricerche (chiedi a Matteo).
     
    Pasini n. 91: bellissimo commento: “dignità critica e attributi” mi sembra che siano spariti dalla scena, però è anche vero che, come dici, hanno dovuto “pagare un prezzo” – l’interferenza dell’ombrello, quando, ehm, lo prendi dalla parte della punta. Io comunque l’Italia l’ho vista eccome da fuori, ne ho avuto nostalgia e quando, infine, sono tornato, ho capito che ci sarebbe molto da fare, che non va bene per niente accontentarsi. Ciao

  160. 1094
    Roberto Pasini says:

    Focamonaca. Altan esprime l’amara consapevolezza di Cipputi che l’ombrello tocca sempre a lui per primo. Forse un giorno non sarà più così. Viviamo di speranze. Quello che può fare Cipputi è decidere il tipo di ombrello. Non sono tutti uguali. Io, dopo qualche sbandamento giovanile, preferisco l’ombrello occidentale, perché, come tanti compagni comunisti, ho visto l’ombrello russo e sovietico da vicino. Ognuno ha i suoi gusti. Però è un ombrello che va preso con l’orgogliosa dignità critica di Berlinguer e gli attributi di Bettino Craxi a Sigonella. Entrambi hanno accettato i rischi e probabilmente ne hanno anche pagato il prezzo, in modi diversi. Ciao. 

  161. 1093
    lorenzo merlo says:

    Preferisco cazzata.
    La dimostrazione valida la sola la troverai solo tu.

  162. 1092
    Matteo says:

    Cara la mia foca, mi sa che la tua tecnica di ricerca sia proporzionale alla tua leggiadria di movimento a terra…a meno che sia dovuto alla difficoltà di digitazione con le pinne 😊

    https://data.unhcr.org/en/situations/ukraine

    By-the-way, ammetto di aver citato a braccio e quindi di aver sbagliato: le percentuali corrette dei rifugiati sono del 63% verso est e del 37%, verso ovest e me ne scuso. Ma il senso non cambia.

    Non sono poi sicuro di aver capito bene il tuo intervento, però ci tengo a sottolineare che quella che tu definisci reazione “Burioni”, di tipo autoritario e che appiccica etichette in base alle quali cataloga e demonizza, in realtà a me pare sia più un modo di comunicare e governare evitando di doversi confrontare con il dissenso.

    Più azione che reazione.

    Fondamentalmente verticista, autoritario e antidemocratico.

    E’ questo metodo che mi ha fatto arrabbiare e ho combattuto (si, vabbé…) nella gestione della pandemia e che credo si sia riproposto, pari-pari se non migliorato, con l’Ucraina.

    Non ho mai creduto che ci fosse grafene nei vaccini (ekekazzé?) o che questi causassero cataste di danni e intollerabili probabilità di terribili conseguenze nel futuro. Però ho ritenuto e ritengo che la gestione dell’emergenza Covid sia stata semplicemente pessima e basta andare a confrontare i dati percentuali delle morti con altri paesi europei, Germania in primis.

    Da notare che qualcosa del genere l’ha infine ammesso con molto e molto colpevole ritardo anche Burioni…che infatti è sparito dai palinsesti televisivi e dai giornali, mentre il governo Draghi ha già abbassato nel DEF il finanziamento della sanità a livelli inferiori a quelli pre-covid

    Ora sostengo che Putin sia un fottuto bastardo, ma non ha tutti i torti ed è stato a lungo e intenzionalmente provocato. E continua ad esserlo (bastardo ma provocato).

    Sostengo anche che l’Ucraina non difende nemmeno un po’ i sacri valori occidentali e democratici, anzi se ne batte proprio la ciolla.

    E che inviare aiuti militari ed armi sia una vera e autolesionistica follia.

  163. 1091
    foca monaca says:

    Merlo n. 86: fuori i dati però, altrimenti è la solita cazzata. (al 99,9% è la solita cazzata, ti do uno 0,1% a condizione di poterlo dimostrare)

  164. 1090
    foca monaca says:

    Ciao Roberto Pasini,
    mentre leggevo il tuo ultimo commento, si è come materializzata davanti ai miei occhi una vignetta (tipo Altan): c’è un italiano che “guarda l’Italia da fuori”. E c’è l’ombrello della NATO: non ti dico in che posizione.
    (scusa, non sono riuscito a trattenermi)

  165. 1089
    lorenzo merlo says:

    L’Italia vista da fuori ha il più alto –o giù di lì – numero europeo di problemi cardiovascolari confrontanto periodo vaccinato e no.

  166. 1088
    Roberto Pasini says:

    La discussione sulle motivazioni ideali di una guerra per bande tra gruppi dirigenti in crisi di legittimazione non mi attira particolarmente. Mi preoccupa questo sì. Ma per orientarmi mi basta il vecchio discorso di Berlinguer sull’ombrello della Nato. Mi accontento di poco. Quello che segue invece mi coinvolge,  perché c’è ancora carne viva nelle mie ferite. Se volete, guardate la docuserie “This England”. Io sono stato male ma mi ha fatto pensare. La durezza anglossassone è spietata e non fa sconti. Ci vuole un certo fegato a continuare a guardare le scene realistiche negli ospedali e nelle RSA. Io l’avevo solo sentito raccontare da persone che conosco e ci lavorano.  Si possono trovare tre cose: la crisi della leadership nei paesi occidentali rappresentata da un personaggio come Boris Johnson (a me fa paura non gioia) e le responsabilità dell’opacita’ del “dispotismo orientale”,  la ricostruzione di quei giorni di terrore e di lutto (per chi li ha vissuti in prima persona con suoi cari, io personalmente, senza prendermela con nessuno, dico “grazie vaccino” forse il caro amico e compagno di corda sarebbe ancora con me e grazie uomini e donne del Servizio Sanitario Nazionale per quello che avete fatto per noi rischiando la vita); L’ltalia vista da fuori (ogni tanto fa bene invertire la prospettiva e guardare la nostra casetta con gli occhi degli altri, con le sue miserie e le sue virtù, ridimensiona e relativizza). Saluti e buona continuazione. 

  167. 1087
    foca monaca says:

    Andrea (n. 83), 
     
    Vaccini: io ho fatto che mi sono fidato, 3/3 come recita il pass che mi è servito per viaggiare all’estero, perché questo, tra l’altro, è parte del mio lavoro. Sono anche convinto che la campagna di vaccinazione sia stata risolutiva, efficace. MA: la comunicazione è stata confusa, contradditoria: i timori, di conseguenza, comprensibili – e vergognoso chi ci è passato sopra col dileggio e i lasciapassare, mentre nulla era fatto per intervenire su problemi e carenze di sanità, scuola e sicurezza sul lavoro (occhio però, di stregoni e cure alternative non voglio neanche sentir parlare).
     
    Crisi ucraina: odio Putin da sempre, questo voglio che sia chiaro fin da subito. Putin è cinico e crudele, ed è mosso da spinte imperialiste, o da squallidi interessi di parte. Putin è un figlio di puttana che tortura e ammazza i suoi dissidenti. Nondimeno potrei chiudere gli occhi su: 1) ruolo giocato da USA/NATO nel favorire il precipitare degli eventi (USA/NATO che non rappresentano, ai miei occhi, la “democrazia occidentale”, ma solo imperialismo/colonialismo capitalista, monopolista, distruttore); 2) ruolo giocato da nazionalismi e odio di lunga data, che sono tipici di quasi tutti i paesi dell’ex Patto di Varsavia, a maggior ragione tipici di fuoriusciti dall’URSS stessa. La propaganda pro-Russia mi fa schifo. Il Donbass fino a qualche mese fa non sapevo neanche dov’era.
     
    Spero di essermi spiegato: è comunque un commento complementare al mio precedente.

  168. 1086
    Matteo says:

    Cara la mia foca, mi sa che la tua tecnica di ricerca sia proporzionale alla tua leggiadria di movimento a terra…a meno che sia dovuto alla difficoltà di digitazione con le pinne 😊
    https://data.unhcr.org/en/situations/ukraine 
    By-the-way, ammetto di aver citato a braccio e quindi di aver sbagliato: le percentuali corrette dei rifugiati sono del 63% verso est e del 37%, verso ovest e me ne scuso. Ma il senso non cambia.
     
    Non sono poi sicuro di aver capito bene il tuo intervento, però ci tengo a sottolineare che quella che tu definisci reazione “Burioni”, di tipo autoritario e che appiccica etichette in base alle quali cataloga e demonizza, in realtà a me pare sia più un modo di comunicare e governare evitando di doversi confrontare con il dissenso.
    Più azione che reazione.
    Fondamentalmente verticista, autoritario e antidemocratico.
    E’ questo metodo che mi ha fatto arrabbiare e ho combattuto (si, vabbé…) nella gestione della pandemia e che credo si sia riproposto, pari-pari se non migliorato, con l’Ucraina.
     
    Non ho mai creduto che ci fosse grafene nei vaccini (ekekazzé?) o che questi causassero cataste di danni e intollerabili probabilità di terribili conseguenze nel futuro. Però ho ritenuto e ritengo che la gestione dell’emergenza Covid sia stata semplicemente pessima e basta andare a confrontare i dati percentuali delle morti con altri paesi europei, Germania in primis.
    Da notare che qualcosa del genere l’ha infine ammesso con molto e  molto colpevole ritardo anche Burioni…che infatti è sparito dai palinsesti televisivi e dai giornali, mentre il governo Draghi ha già abbassato nel DEF il finanziamento della sanità a livelli inferiori a quelli pre-covid
     
    Ora sostengo che Putin sia un fottuto bastardo, ma non ha tutti i torti ed è stato a lungo e intenzionalmente provocato. E continua ad esserlo (bastardo ma provocato).
    Sostengo anche che l’Ucraina non difende nemmeno un po’ i sacri valori occidentali e democratici, anzi se ne batte proprio la ciolla.
    E che inviare aiuti militari ed armi sia una vera e autolesionistica follia.

  169. 1085
    Andrea Parmeggiani says:

    Ogni opinione personale che esce su questo blog, in qualunque giornale, e in qualunque chiacchera da bar davanti ad una birra, nasce seguendo probabilmente una predisposizione interna, ma che non è innata, ma frutto di quanto si è assimilato fino a quel momento.
    Vaccini: io fino ad agosto 2021 non ero contrario, avevo anche preso appuntamento per la prima dose. Poi… ho iniziato a sentire notizie – vere – di effetti avversi, in numero troppo elevato per essere la norma. E ho iniziato a sentire un “accanimento” al voler vaccinare tutti quanti, bambini compresi, nonostante primi studi – forse non ufficiali – iniziavano a farmi capire che questo accanimento era frutto forse di una mancanza di volontà di perseguire strade più difficili, ma forse più concrete, come facevano già quei medici che intervenivano sui pazienti con cure precoci, salvandoli. Tutto questo mi ha convinto che QUESTO vaccino era la strada sbagliata. Guerra in Ucraina: ho vissuto con preoccupazione, in gennaio e febbraio, alle notizie che anticipavano quello che sarebbe successo. E non ero favorevole a quel che è successo. Non lo sono nemmeno ora. Ho provato rabbia e paura quando è iniziata.Ma poi ho iniziato ad informarmi, a sentire fonti ufficiali e non ufficiali. L’insieme di tutto questo mi ha convinto che pur essendo SEMPRE sbagliata una guerra, forse la Russia non ha potuto fare a meno di farlo, a causa di quello che è successo nel Donbass. E, per rispondere a Giuseppe, ho letto gli articoli di Butac su Rangeloni (che non è l’unico). Sicuramente i suoi servizi sono sempre su “Ucraina cattiva”, “Russia buona”, ma quello che mostra è vero. Quindi una Ucraina “cattiva” esiste. E i mezzi che ha messo in campo la Russia per combattere quello che stava succedendo forse sono eccessivi. Ma hanno una loro motivazione che posso in parte condividere.
     

  170. 1084
    lorenzo merlo says:

    Compassione è ciò che leggo.
    La compassione è il luogo in cui stanno gli opposti senza più la necessità di sopraffarsi, senza più un’invasiva importanza personale che ci faccia dimenticare – o mai sovvenire – che siamo incarnazioni differenti di un solo proncipio.
    Dunque non un commento in senso stretto come richiesto, ma qualche parola in senso lato. Un  abbraccio spirituale, al quale nessuno è straniero.

  171. 1083
    foca monaca says:

    Lorenzo, Andrea e Matteo, grazie per avere letto e commentato l’articolo di Taras Bilous. Ho una domanda per Matteo: da dove viene il dato sui rifugiati? Ho cercato ma non trovo niente, neanche dal sito di UNHCR.
     
    Poi, più in generale, ho una riflessione da proporvi.
     
    Partiamo da questo: ogni teoria, anche la più avventurosa, inizia da un disagio vero, un nucleo di verità, un dissenso che meriterebbe di essere coltivato, sviluppato. Il deragliamento arriva dopo. Arriva quando qualcuno si mette alla ricerca di prove, che non sono più fatti verificati ma solo puntelli alla propria stessa teoria. A quel punto si è già formata una bolla attorno a te, e non hai più modo di accorgertene: sei dentro.
     
    Esempio: Big Pharma (dato di fatto, nucleo di verità) >> i farmaci fanno male >> mio zio ha preso un’aspirina e si è strozzato.
     
    La reazione a questa sequenza di cose non si fa attendere. Prima arrivano gli esperti di smontaggio, e fin qui niente di male. Poi arrivano le prese per il culo. Di tutti i passaggi di questa storia, quest’ultimo è di gran lunga il più odioso, col Burioni di turno e  tutta la sua corte di sapientoni che si danno di gomito, sghignazzando, mentre lui blasta
     
    Esempio: mio zio ha preso un’aspirina e si è strozzato >> dammi le prove che lo ha strozzato l’aspirina >> non hai le prove, stai mentendo >> sei un ignorante e devi tacere. La scienza non è democratica (!). Risate e applausi.
     
    Naturalmente anche la seconda parte della storia contiene un deragliamento. Le due sequenze procedono, similarmente, verso due poli che si allontanano sempre più tra loro.
     
    Con una sostanziale differenza. Mentre lo slancio iniziale è venuto dal basso, dal dissenso, la reazione che ne consegue è di tipo autoritario, appiccica etichette (“negazionista”, “no-vax”, “pro-Putin”) con incomparabile forza mediatica, e naturalmente ha l’endorsement dei governi, perché li protegge dal dissenso che le loro azioni generano.
     
    Ovviamente, se devo scegliere da che parte stare, scelgo la prima: il dissenso. E mi dispiace quando vedo tutta questa energia dissipata, a rincorrere piccole notizie – probabilmente messe in circolo dalla propaganda stessa – anziché andare dritti al punto. Perché i miei compagni di strada siete voi. E qualche volta è faticoso…
     
    La lettura di Bilous, per concludere – a parte le legittime, anche condivisibili considerazioni sui contenuti – mi ha fatto venire in mente Renato Serra: “non voglio né vedere né vivere al di là di questa ora di passione” (Esame di coscienza di un letterato), perché non è forse anche questo che ci insegna l’alpinismo? Certo ci sono tante cose che si possono dire, ma al posto di quest’uomo, cosa farei io?
     
    “Laggiù in città si parla forse ancora di partiti, di tendenze opposte; di gente che non va d’accordo; di gente che avrebbe paura, che si rifiuterebbe, che verrebbe a malincuore.
    Può esserci anche qualche cosa di vero, finché si resta per quelle strade, fra quelle case.
    Ma io vivo in un altro luogo. In quell’Italia che mi è sembrata sorda e vuota, quando la guardavo soltanto; ma adesso sento che può esser piena di uomini come son io, stretti dalla mia ansia e incamminati per la mia strada, capaci di appoggiarsi l’uno all’altro, di vivere e di morire insieme, anche senza saperne il perché: se venga l’ora” (sempre Serra).

  172. 1082
    Andrea Parmeggiani says:

    E’ pieno di personaggi che hanno “cambiato opinione”…

  173. 1081
  174. 1080
    lorenzo merlo says:

    Ho letto il pezzo di Bilous.
    Risolvere il movente russo con un presunto suo imperialismo è roba da mercato, lo stesso al quale hanno fatto la spesa tutti i nostri giornalacci.
    Sostenere la garanzia di sicurezza della Russia senza fare cenno all’intento Nato di accerchiamento (in prospettiva annientamento militare commerciale/assoggettamento all’egemonia Usa) appare un passo falso.
    Il resto funziona ed è rispettabile. Tutti avremmo quegli argomenti sotto attacco.

  175. 1079
    Alberto Benassi says:

    E anche per evitare nel modo più assoluto le imbecillità alla Govi.

    ma voi vedè che Govi lavora in qualche base americana in Italia.
    Quindi c’ è da capillo, mica può sputare nel piatto in cui magna.

  176. 1078
    Matteo says:

    Mi sono preso una notte per pensare prima di commentare l’articolo di Taras Bilous per rispetto all’esperienza che sta vivendo e che traspare dall’articolo.

    E anche per evitare nel modo più assoluto le imbecillità alla Govi.

    Secondo me, dal punto di vista socialista, Bilous commette alcuni errori.

    Primo, non riconosce che l’oppressione e lo sfruttamento del popolo in Russia e in Ucraina sono assolutamente speculari e del medesimo tipo e che il contrasto nasce da questo. In altre parole non è che una rissa tra due cosche mafiose rivali: non c’è un buono e un cattivo; al massimo (forse) ci può essere un meno peggio.

    Secondo, pretende di interpretare i sentimenti del popolo ucraino e che siano ignorate le opinioni del popolo ucraino, il che potrebbe essere vero ma solo se con “popolo ucraino” si intende quello dell’Ucraina occidentale, mentre sono molto meno sicuro che i sentimenti e le opinioni delle persone delle zone contese siano quelle che pensa lui. A meno che in realtà quelle persone vengano considerate “non ucraine”…il che è uno dei motivi scatenanti il conflitto, che dura, voglio ricordare, dal 2014.

    A tal riguardo e per prevenire le scontate reazioni degli imbecilli, segnalo che l’Alto Commissariato ONU per i Rifugiati (UNHCR), stima che l’80% dei profughi della guerra si sia rifugiato in Russia e solo il 20% verso l’Ucraina o l’Europa: sarebbe curioso se qualcuno invaso da un esercito ostile e temuto si rifugiasse prevalentemente sotto la sua protezione! Peraltro il fatto è passato sotto un assordante silenzio, il che vorrà ben dire qualcosa.

     

    Sulla base di questi due errori lui giustifica la sua scelta, peraltro giustificata e comprensibile.

    Io penso che però questa scelta sia in realtà dettata dal suo sentimento di appartenenza nazionale e c’entri ben poco con il socialismo. Cercare di giustificarla con il socialismo porta verso il nazional-socialismo, che proprio da quelle parti ha celebrato i suoi fasti maggiori e commesso le peggiori atrocità.

    Sono assolutamente certo che nessuno -o quasi, tipo brigata Azov- voglia veramente andare in quella direzione e tantomeno Bilous, ma la direzione generale è chiara. Ignorare, nascondere, negare le posizioni degli altri o addirittura imporre per legge l’impossibilità di un negoziato, come ha appena fatto Zelensky, sono un sintomo evidente.

    In conclusione vorrei rivolgere a Bilous il suo stesso appello “i socialisti internazionalisti dovrebbero valutare ogni conflitto basandosi sugli interessi della classe operaia e della sua lotta per la libertà e l’uguaglianza”

    Finora l’Ucraina dall’occidente ha ricevuto in armamenti almeno 35-40 miliardi di dollari, che vogliono dire circa 1000 $ per abitante (uomini, donne, vecchi e bambini; compresi i russi ucraini dell’est!) e tutto quello che ne ha ricavato sono morti e distruzione, per lo più a carico dei più poveri, che di certo i 1000$ non li hanno visti né mai li vedranno.

    In ogni caso, buttare benzina sul fuoco è un pessimo modo di spegnere un incendio

     

  177. 1077
    Matteo says:

    Mi sono preso una notte per pensare prima di commentare l’articolo di Taras Bilous per rispetto all’esperienza che sta vivendo e che traspare dall’articolo.
    E anche per evitare nel modo più assoluto le imbecillità alla Govi.
     
    Secondo me, dal punto di vista socialista, Bilous commette alcuni errori.
    Primo, non riconosce che l’oppressione e lo sfruttamento del popolo in Russia e in Ucraina sono assolutamente speculari e del medesimo tipo e che il contrasto nasce da questo. In altre parole non è che una rissa tra due cosche mafiose rivali: non c’è un buono e un cattivo; al massimo (forse) ci può essere un meno peggio.
    Secondo, pretende di interpretare i sentimenti del popolo ucraino e che siano ignorate le opinioni del popolo ucraino, il che potrebbe essere vero ma solo se con “popolo ucraino” si intende quello dell’Ucraina occidentale, mentre sono molto meno sicuro che i sentimenti e le opinioni delle persone delle zone contese siano quelle che pensa lui. A meno che in realtà quelle persone vengano considerate “non ucraine”…il che è uno dei motivi scatenanti il conflitto, che dura, voglio ricordare, dal 2014.
    A tal riguardo e per prevenire le scontate reazioni degli imbecilli, segnalo che l’Alto Commissariato ONU per i Rifugiati (UNHCR), stima che l’80% dei profughi della guerra si sia  rifugiato in Russia e solo il 20% verso l’Ucraina o l’Europa: sarebbe curioso se qualcuno invaso da un esercito ostile e temuto si rifugiasse prevalentemente sotto la sua protezione! Peraltro il fatto è passato sotto un assordante silenzio, il che vorrà ben dire qualcosa.
     
    Sulla base di questi due errori lui giustifica la sua scelta, peraltro giustificata e comprensibile.
    Io penso che però questa scelta sia in realtà dettata dal suo sentimento di appartenenza nazionale e c’entri ben poco con il socialismo. Cercare di giustificarla con il socialismo porta verso il nazional-socialismo, che proprio da quelle parti ha celebrato i suoi fasti maggiori e commesso le peggiori atrocità.
    Sono assolutamente certo che nessuno -o quasi, tipo brigata Azov- voglia veramente andare in quella direzione e tantomeno Bilous, ma la direzione generale è chiara. Ignorare, nascondere, negare le posizioni degli altri o addirittura imporre per legge l’impossibilità di un negoziato, come ha appena fatto Zelensky, sono un sintomo evidente.
     
    In conclusione vorrei rivolgere a Bilous il suo stesso appello “i socialisti internazionalisti dovrebbero valutare ogni conflitto basandosi sugli interessi della classe operaia e della sua lotta per la libertà e l’uguaglianza
    Finora l’Ucraina dall’occidente ha ricevuto in armamenti almeno 35-40 miliardi di dollari, che vogliono dire circa 1000 $ per abitante (uomini, donne, vecchi e bambini; compresi i russi ucraini dell’est!) e tutto quello che ne ha ricavato sono morti e distruzione, per lo più a carico dei più poveri, che di certo i 1000$ non li hanno visti né mai li vedranno.
     
    In ogni caso, buttare benzina sul fuoco è un pessimo modo di spegnere un incendio
     

  178. 1076
    lorenzo merlo says:

    Nato così.

  179. 1075
    Giacomo Govi says:

    Io aggiungerei:
     

    Arresto immediato, cui segue processo, dei funzionari Nato nelle basi italiane
    Sconti sull’acquisto di nuovi yacht agli oligarchi
    Immediata re-immissione dello Spartak alla Champions League

     
    Per chi firma, in regalo un colbacco con la stella. In estrazione 10 viaggi premio a San Pietroburgo

  180. 1074
    lorenzo merlo says:

    1) STOP immediato sanzioni alla Russia;
    2) STOP immediato armi all’Ucraina;
    3) telefonata immediata a Putin e incontro bilaterale per concordare il ruolo dell’Italia come mediatore per la PACE;
    4) congelamento immediato di TUTTE le bollette;
    5) scala mobile totale;
    6) 200 miliardi di investimenti pubblici all’istante utilizzando la liquidità già in cassa e l’emissione straordinaria di titoli di Stato.
    Che dite? Non si può fare perché siamo nell’Unione Europea? Non so se l’avete capito che la scelta è fra Europa e la fine del Paese: DECIDETE!
    https://appelloalpopolo.it/?p=74713
     

  181. 1073
    Giuseppe Balsamo says:

    @1058
    Parmeggiani, grazie dal profondo del cuore per le tue parole di stima.
     
    Io non penso nulla: in assenza di informazioni ho fatto solo una (logica) ipotesi che, in zona di guerra, ci possano essere limitazioni nei confronti di (palesemente) stranieri a favore dei residenti.
     
    Sulla stampa sono d’accordo con te. Ma non ritengo negativo a priori mettere nei pezzi le opinioni personali, purchè venga reso ben chiaro al lettore che di opinioni si tratta, e senza omettere informazioni essenziali (come invece è stato fatto nel caso di specie).
     
    Se ti interessano i pezzi su BUTAC su Rangeloni, questi sono i link:
    butac.it/tag/vittorio-rangeloni/
    butac.it/paradosso-rangeloni-2-narrazioni-contrapposte/
    (una ricerchina con google potevi anche farla, però 🙂 )
     
    Ma che vi si parli di Rangeloni, a mio parere rileva solo in parte.
    Ciò che ritengo utile portarsi a casa da questi articoli è come identificare un ben preciso modus operandi e come imparare a difendersi da esso e da chi ne fa uso, main o contro che sia.
     

  182. 1072
    Giuseppe Balsamo says:

    @1058
    Parmeggiani, grazie dal profondo del cuore per le tue parole di stima.
     
    Io non penso nulla: in assenza di informazioni ho fatto solo una (logica) ipotesi che, in zona di guerra, ci possano essere limitazioni nei confronti di (palesemente) stranieri a favore dei residenti.
     
    Sulla stampa sono d’accordo con te. Ma non ritengo negativo a priori mettere nei pezzi le opinioni personali, purchè venga reso ben chiaro al lettore che di opinioni si tratta, e senza omettere informazioni essenziali (come invece è stato fatto nel caso di specie).
     
    Se ti interessano i pezzi su BUTAC su Rangeloni, questi sono i link:
    http://www.butac.it/tag/vittorio-rangeloni/
    http://www.butac.it/paradosso-rangeloni-2-narrazioni-contrapposte/
    (una ricerchina con google potevi anche farla, però 🙂 )
     
    Ma che vi si parli di Rangeloni, a mio parere rileva solo in parte.
    Ciò che ritengo utile portarsi a casa da questi articoli è come identificare un ben preciso modus operandi e come imparare a difendersi da esso e da chi ne fa uso, main o contro che sia.
     

  183. 1071
    Giuseppe Balsamo says:

    @1058
    Parmeggiani, grazie dal profondo del cuore per le tue parole di stima.
     
    Io non penso nulla: in assenza di informazioni ho fatto solo una (logica) ipotesi che, in zona di guerra, ci possano essere limitazioni nei confronti di (palesemente) stranieri a favore dei residenti.
     
    Sulla stampa sono d’accordo con te. Ma non ritengo negativo a priori mettere nei pezzi le opinioni personali, purchè venga reso ben chiaro al lettore che di opinioni si tratta, e senza omettere informazioni essenziali (come invece è stato fatto nel caso di specie).
     
    Se ti interessano i pezzi su BUTAC su Rangeloni, questi sono i link:
    http://www.butac.it/tag/vittorio-rangeloni/
    http://www.butac.it/paradosso-rangeloni-2-narrazioni-contrapposte/
    (una ricerchina con google potevi anche farla, però 🙂 )
     
    Ma che vi si parli di Rangeloni, a mio parere rileva solo in parte.
    Ciò che ritengo utile portarsi a casa da questi articoli è come identificare un ben preciso modus operandi e come imparare a difendersi da esso e da chi ne fa uso, main o contro che sia.

  184. 1070
    Andrea Parmeggiani says:

    (e Bilous conclude giustamente chiedendo di non “rinnegare solidarietà agli oppressi”);

    D’accordo con questo. Ma non dimentichiamoci che gli oppressi sono stati, in quel contesto, gli abitanti del Donbass russofoni dal 2014 al 2022.
    E nonostante tutto continuano ad essere bombardati “ad cazzum” da parte dell’esercito Ucraino.
    Ripeto quanto io ho interpretato da quanto letto in questi mesi: se Putin riesce a mettere in sicurezza le nuove province russe del Donbass, la guerra può finire. MA Zelensky ha messo per statuto l’impossibilità di negoziare con la Russia (https://tass.com/politics/1517513)
    Se mi sbaglio, chiederò mea culpa per la mia dabbenaggine. Ma se non mi sbaglio, dubito che altri siano disposti a farlo.
     

  185. 1069
    foca monaca says:

    Una precisazione: l’articolo di Taras Bilous da me linkato 
    https://jacobinitalia.it/ecco-perche-da-socialista-ucraino-resisto-allinvasione-russa/
    contiene un paio di ottimi, condivisibili  spunti, insieme a un’affermazione che invece non posso condividere:
    1) è giusto affermare che “quasi tutte le guerre presentano più livelli”, che “la guerra in Ucraina è una guerra per procura come lo fu il Vietnam” (USA contro URSS >> NATO contro Russia), ma è anche una guerra di resistenza del popolo ucraino (e Bilous conclude giustamente chiedendo di non “rinnegare solidarietà agli oppressi”);
    2) è interessante dove Bilous offre uno spaccato sulla politica interna dell’Ucraina, affermando che “Zelensky è il politico più moderato (!) che avrebbe potuto salire in Ucraina”, e che se cadesse Zelensky “il paese sarebbe trascinato ancora più a fondo da una tempesta perfetta di nazionalisti e reazionari” (benedetti dalla NATO, aggiungo io);
    3) penso infine che l’affermazione “l’Occidente non voleva questa guerra” sia troppo superficiale, perché l’Occidente è fatto di molte componenti, a questo punto: c’è la NATO, che si tiene dentro
    – Turchia, stato ambizioso e aggressore,
    – Polonia, governo autoritario della peggior risma che ha sete di rivincita (nei confronti della Russia ma anche nei confronti della Germania),
    c’è l’Unione Europea, e c’è infine il Partito Democratico di Biden e Clinton che avevano, com’è noto, un conto in sospeso con Putin.
    Affermare che nessuno tra questi volesse, se non altro, far cadere Putin in trappola, mi sembra molto semplicistico.

  186. 1068
    lorenzo merlo says:

    Più che disperato, Putin – incomprensibile per l’Occidente – è in missione per conto di dio. La dimesnione spirituale del cuore russo non è per me fuffa per il popolino.
    Per la domanda cruciale resta in lizza l’eventualità che appena se ne dovesse verificare l’occasione per mettere giù le armi, non sarà lasciata scappare.

  187. 1067
    lorenzo merlo says:

    Anche io non ero andato la quarta. Vedi autolink in Salto dal divano.
    Con una scusante.
    Vedevo il momento buono per gli americani di mettere definitivamente il lazo al collo dell’Europa a mezzo indebolimento tedesco.
    La tua versione resta possibile. Nel caso, universitaria.

  188. 1066
    foca monaca says:

    Merlo n. 60: sì, ho letto. Che dire? Di Battista come sempre non va oltre il compitino da quarta superiore. Gli sfugge per esempio un particolare: che il sabotaggio convenga a Polonia e c. è evidente, ma è anche vero che una possibile, conseguente spaccatura tra Germania e USA potrebbe far comodo ai russi. Forse una mossa disperata – molto “russa”, in un certo senso – ma è chiaro, se fosse responsabilità dei russi, che a questo punto bisogna prenderli veramente sul serio.
     
    Gavi n. 61: dopo avermi fatto rientrare nello spettro del “bislacco, chiacchierone, perditempo e affetto da insanabile pregiudizio”, torni sbrodolando grassetto e continui a usare l’espressione – converrai, non simpaticissima – “non ti entra” . Questa è la mia ultima replica – dopo di che, in cuor mio, ti manderò a quel paese.
    1) Il deterrente russo è la minaccia di ricorrere alle armi atomiche: è un deterrente per definizione e sbarra la strada, di fatto, all’intervento risolutivo in soccorso agli ucraini. Con un’aggravante, a questo punto: forse Putin è disperato.
    2) Per quanto riguarda l’andar mano nella mano col nazionalismo e tutto l’assortimento di estremismi di destra che ci offre, al giorno d’oggi, l’Est Europa, propongo questa lettura, interessante perché è la prospettiva di un ucraino che, come me, dice no alla NATO, no a Putin, eppur combatte:
    https://jacobinitalia.it/ecco-perche-da-socialista-ucraino-resisto-allinvasione-russa/
    Interessante e fa riflettere, ma la domanda finale – a cui non so rispondere – resta sempre la stessa: fino a dove ci si può spingere, con questa strategia? fino a che punto possiamo “tirare la corda”?

  189. 1065
    Fabio Bertoncelli says:

    Evidentemente non vi entra -qui entra in gioco il retroterra culturale anti-americano che in Italia ha attecchito sia a sinistra che nell’estrema destra, Bertoncelli docet . La scelta e’ evidentemente disponibile nei bar dell’Emilia Romagna; lo e’ meno in Finlandia, in Lituania, in Romania ecc.  (1048)
     
    Govi, vedo che sei passato a roba pesante, eh? Male! Perché poi te ne esci con queste idiozie che vanno solo a tuo discredito e ci fanno capire il tuo grado di tolleranza nei confronti di chi osi pensarla in modo diverso.
     
    P.S. Estremista di destra e avventore di bar: mai in vita mia mi era capitato che mi fossero rivolte simili scempiaggini. Govi è il primo: da ciò si deducono tante cose…

  190. 1064
    Andrea Parmeggiani says:

    e l’Ucraina ha il diritto di difendersi, deve essere accettabile, giusto che la Nato mandi aiuti militari. 
    E perchè? La Nato ha mai mandato aiuti militari in altri casi, parlando di conflitti in paesi non Nato? 

  191. 1063
    Fabio Bertoncelli says:

    “I Nazionalisti/Sovranisti, per quanto delle solenni teste di c. (politicamente).”
     
    Chi piú nazionalista/sovranista degli USA?
    Chi piú nazionalista/sovranista della Russia?
     

  192. 1062
    lorenzo merlo says:

    Dai un’occhiata alla guerra in Serbia per la difesa del Kosovo.
    Per installare la più grande base militare americana del sud est europeo.
    Sussidiario utile.
     

  193. 1061
    Giacomo Govi says:

    @1056 
    “In questo caso mi pare che la forza deterrente del russo criminale possa aver la meglio”  Non so se ti sei incasinato con i termini, ad ogni modo scambi i ruoli, Putin e’ entrato per davvero in Ucraina, altro che forza deterrente.  Forza distruttiva  e devastante. Forse vuoi dire che l’Ucraina si puo’ sacrificare, nel timore che facesse per davvero “la pazzia”? Piu’ che un deterrente, una minaccia…
     
    Riguardo alla formula che (qui) va per la maggiore, “No Nato no Putin”: l’ho già’ detto, e’ un lettura illogica, forzata ad uso e consumo del teoremino anti-atlantista.. Si tratterebbe di scegliere tra Ucraina e Russia. Se l’Ucraina ha il diritto di difendersi, deve essere accettabile, giusto che la Nato mandi aiuti militari. Anche consistenti, meglio decisivi per le sorti del conflitto.  E’ un’opinione troppo mainstream? Per chi ha l’ansia dei condizionamenti c’e’ effettivamente l’imperdibile opzione dell’informazione “alternativa”, la moderna pozione magica dell’intelligenza. Per me coincide ( perlomeno nel caso di quanto posta regolarmente Merlo )
    con la peggiore spazzatura disponibile sulla rete – ad ogni modo, liberi di abbeverarvene a piene mani
     
    P.S. Altra cosa che non ti entrerà’ mai. I Nazionalisti/Sovranisti, per quanto delle solenni teste di c. (politicamente) non per questo non hanno il diritto di difendersi/cautelarsi per le operazioni speciali di Putin. Sulle altre questioni, e in altri terreni, si combattono.

  194. 1060
    lorenzo merlo says:

    Prima dei prossimi commenti, scrivere SI oppure NO, prima del commento stesso.
    Le premesse riferiranno se si è letto il pezzo di Corrado o meno.
    Tutto si farà chiaro.

  195. 1059
    Corrado Luci says:

    “Chi non l’ha ancora capito, purtroppo, lo capirà nei prossimi vent’anni.”
    https://www.lindipendente.online/2022/10/04/chi-ha-sabotato-il-nord-stream-se-troppi-indizi-fanno-una-prova/

  196. 1058
    Andrea Parmeggiani says:

    @1057
    Giuseppe, sei una persona colta, informata e reputo intelligente, quindi immagino che tu non stia pensando veramente che a quel gruppo di ebrei fosse stato vietato l’ingresso per via di razionamenti, dato che invece altre persone “normali” entravano tranquillamente… 
    Sono d’accordo sul fatto che ti stanno suggerendo cosa pensare… esattamente come fa tutto il resto della stampa. Non credo esistano giornalisti o comunque “scriventi” che riescono a buttare giù un pezzo senza metterci la loro opinione personale. Sta a chi legge mettere insieme i pezzi trovati qua e là e farsi una propria opinione
    Mi citi quali sono i pezzi di Butac su Rangeloni?

  197. 1057
    Alberto Benassi says:

    Allora anche io sono un : “italiano bislacco, chiacchierone e sostanzialmente perditempo” perchè NO Nato e NO Putin e aggiungo anche NO Cina.
    Madonna che italiano di merda che sono:
    – non mi so schierare.
    – non so scegliere il padrone.
     

  198. 1056
    foca monaca says:

    In questo caso mi pare che la forza deterrente del russo criminale possa aver la meglio, al punto in cui si trova, perché lui è credibile quando minaccia fare una pazzia (noi ci limitiamo a sanzionare il suo popolo e armiamo soldati che sparano ad altri soldati, quelli che non sono riusciti a disertare). Certo la sua sconfitta sarebbe l’esito più augurabile e tu dici, mi sembra di capire, che andrà a finire proprio così: rispetto la tua opinione – anzi, spero proprio che tu abbia ragione.
    Ultima cosa (ultima veramente): io sarò anche assimilabile ad una “immagine di italiano bislacco, chiacchierone e sostanzialmente perditempo”, e forse sono anche condizionato da un pregiudizio anti-americano (è nel mio dna?), ma ti prego di notare che, se scrivo “no NATO, no Putin”, significa proprio quello che ho scritto; non significa pro-Putin. Questo tienilo a mente per la prossima volta che incontrerai sulla tua strada una persona, diciamo, libera da condizionamenti mainstream (e leggi Merlo n. 52 se vuoi capire meglio a cosa alludo).
    PS: lo hai detto ai tuoi amici polacchi che li butteresti volentieri fuori dall’UE?

  199. 1055
    Giacomo Govi says:

    @foca monaca (fatico a prendere sul serio il tuo “nome” ma a te piace cosi…)
    L’anti-americanismo e’ un atteggiamento culturale, se e’ impresso, non scompare  e non c’entra nulla con il poter vivere anche serenamente negli stati uniti. Suona un po’ come una excusatio non petita…
    Comunque, io vi lascio volentieri alle  tue/vostre elucubrazione teoriche su come fermare una guerra e/o ottenere una pace, in casi come questo, pero’- sia mai – senza sembrare troppo filo Nato, troppo filo nazionalisti, senza assecondare gli Usa  – e Trump nel tuo caso. L’egemonia americana mette ansia e va bene, meglio pensare che sia tutta una loro montatura, e che Putin sia solo una simpatica canaglia che si e’ fatto fregare.
    Io lavoro in un gruppo con collaboratori di varie nazioni.  Tra le nazioni dell’est , c’e’ una signora estone, un finlandese con un paio di studenti, diversi studenti lituani che si susseguono in visita, polacchi, slovacchi.   Andiamo a pranzo su base settimanale, ormai i loro discorsi li conosco. Le storie sui loro genitori. 
    Mi piacerebbe vedere la loro reazioni sentendo opinioni come queste “no nato no putin”. Credo si confermerebbe l’immagine di noi italiani, chiaccheroni bislacchi e sostanzialmente perditempo. Ma in questo caso non troppo simpatici.
    Per chiudere. Non so cosa (cazzo)  intendi per intervento diretto. Io sono per combattere l’invasione russa dell’Ucraina, e fermare nuove “operazioni speciali” di Putin con tutta la forza deterrente disponibile. Se non fosse stato chiaro.

  200. 1054
    Roberto Pasini says:

    “Noi russi e voi occidentali abbiamo guadagnato un po’ di tempo con la caduta dell’URSS e la fine della Guerra Fredda. Dovremo usarlo bene prima che il gatto cinese ci mangi come un involtino fritto. Il conflitto con l’Islam che vi fa tanto tremare è un diversivo secondario”. Così mi disse il brillante manager russo, conosciuto per lavoro, islamico e tartaro, cresciuto nelle scuole dell’elite sovietica e mandato in Italia dal suo oligarca di riferimento, insieme ad altri, a gestire l’acquisizione di un famoso produttore di acciaio sull’orlo del fallimento. Ho ripensato molto alle sue parole in questi mesi. Forse ad un certo punto, dopo la luna di miele, qualcuno ha pensato di fregare l’altro per salvarsi,  invece di mettersi d’accordo. Chi ha fregato chi? Bella domanda. Temo che se vanno avanti così rimarranno fregati tutti e due e noi con loro purtroppo. Per ora l’Islam è passato in secondo piano. Per ora. Arriva l’inverno, come dice Cominetti. Prepariamo la legna e la maglia pesante, che non uso più da molti anni per fare il fighetto, ma forse la devo cercare nell’armadio insieme ai pantaloni di ruvida lana Gino Trabaldo, made in Biella. Saluti e buon letargo, vigile però. 

  201. 1053
    foca monaca says:

    Govi n. 48:
    Guarda, fino a che parliamo delle “ragioni della guerra”, come giustamente puntualizza Merlo, la mia posizione è quella che ho scritto: pacifista, né da una parte né dall’altra (schematico? boh).
    E per quanto riguarda il pregiudizio anti-americano, per carità, quando facevo l’università ero sicuramente anti-americano, e senza dubbio lo ero per partito preso (mentre poi ero un grande fan di musicisti e autori americani, nello stesso tempo).
    In seguito, da adulto (da padre di famiglia), ho avuto l’opportunità di vivere, per anni, negli Stati Uniti (gli ultimi tempi dell’amministrazione Obama e tutta la presidenza Trump, dal primo all’ultimo giorno).
    Oggi penso che il futuro dei miei figli sarà negli Stati Uniti (il mio futuro, o per meglio dire la mia decadenza 😬, sarà qui in Dolomiti).
    Non credo, a questo punto, di essere condizionato da alcun pregiudizio, se presumo, per esempio, che i Democratici americani sognassero di prendersi una rivincita, in particolare Hillary Clinton che a Putin aveva augurato, precisamente, di andare a impantanarsi, come dici tu. E non credo vi sia alcun pregiudizio se mi limito ad osservare che negli ultimi anni dell’amministrazione Trump si parlava moltissimo di Ucraina, negli Stati Uniti.
    Molti americani hanno paura di perdere l’egemonia sul resto del mondo – è psicologico, secondo me – basta dirgli che la Cina sta facendo passi da gigante per vederli vacillare. L’Ucraina era una possibilità per fargliela pagare cara, a quel russo che aveva osato interferire nei loro affari interni. Quel “comunista” che non aveva abbassato la testa.
    Poi quando hanno detto che la NATO non sarebbe intervenuta, in caso di aggressione russa, a me era parso come un invito a nozze (sbaglio?), e zac, dopo è scattata la trappola.
    Se tu dici che si può negoziare la pace solo quando c’è un vincitore chiaro, stai già parlando di un conflitto che io disapprovo per principio (schematico!), dove non trovo una parte buona con la quale idealmente schierarmi, ma stai anche dicendo che, implicitamente, sei disposto anche all’intervento diretto (altrimenti il sostegno alla resistenza Ucraina cosa cazzo significa).

  202. 1052
    lorenzo merlo says:

    Critica al vaccino ai diritti fondamentali all’oltraggio della costituzione alla gestione del covid ha creato i no vax. Pari critica alla posizione americaneuropeangovernativa i pro Putin. fattelo da solo il dileggio. Ditista. 

  203. 1051
    Giuseppe Balsamo says:

    @1032
    Per “fuori contesto” non intendevo insinuare che avessero intenzioni ostili, ma sapere cosa ci facessero lì (pare che partecipassero a un pellegrinaggio annuale e che le autorità ucraine avessero pregato di non prendervi parte – per ovvie ragioni), e il motivo per cui non siano stati fatti entrare (forse a causa di razionamenti ?).
     
    Omettere queste informazioni (come fa AD) rende impossibile comprendere il senso degli avvenimenti. Ma permette, invece, di indignare.
    In pratica, Parmeggiani, articoli di questo tenore ti stanno dicendo cosa pensare.
     
    Quanto a “la Russia ha iniziato la guerra perchè non ne poteva più di quello che stava succedendo nel Donbass”, senza dubbio Putin saprà il perchè ha avviato questa guerra – pardon, operazione speciale – e noi possiamo solo fare ipotesi, ma permettimi di dubitare del suo ruolo di difensore degli oppressi.
    Per capirlo basta guardare quello che ha combinato in Cecenia e come tratta le minoranze e l’opposizione nel suo Paese (solo per fare qualche esempio).
    Come dice Govi, i suoi vicini lo conoscono molto, molto meglio di noi.
     
    Su Rangeloni (@1035), ti consiglio di leggere i due articoli su BUTAC in merito a questo argomento.
     
    E adesso, commento dileggiante di Merlo in 3, 2, 1… 🙂

  204. 1050
    Roberto Pasini says:

    Mi sa che ancora una volta a risolvere la questione sarà il generale inverno. Se arriveranno alla conclusione che gli interessi dei rispettivi sponsor sono troppo danneggiati forse gli esemplari alfa alzeranno la testa dalla feroce divisione del pasto del giorno. Agli altri, ai comprimari, alle riserve in panchina e agli spettatori penso convenga stare in campana, come sempre quando si procede di conserva, a prescindere dalla fiducia nel compagno di corda che uno si è scelto. Perché comunque devi scegliere quando tuona il cannone e a stare in mezzo si finisce come il famoso gatto in tangenziale, anche se sarebbe certamente più confortevole, almeno apparentemente. Solo per ragioni tecniche io metterei in letargo questa sequenza “millenaria” e ne aprirei una nuova. Troppo tempo ogni volta per andare il fondo se magari uno ogni tanto vuole intervenire. 

  205. 1049
    lorenzo merlo says:

    Mischiare le ragioni della guerra con le modalità di uscita, fa danno.

  206. 1048
    Giacomo Govi says:

    @1044
    Dire ne’ con Putin ne’ con la Nato e’ pure uno schematismo, e assume in modo semplicistico che tale opzione sia disponibile. Evidentemente non vi entra -qui entra in gioco il retroterra culturale anti-americano che in Italia ha attecchito sia a sinistra che nell’estrema destra, Bertoncelli docet . La scelta e’ evidentemente disponibile nei bar dell’Emilia Romagna; lo e’ meno in Finlandia, in Lituania, in Romania ecc. 
    Riguardo ai tuoi 2 punti: Il numero 2 non capisco bene in cosa consista: che dovremmo considerare l’opzione di non liberare l’Ucraina? E’ quanto sostengono Orsini e i suoi fans. Roba buona, di nuovo, al calduccio di un caffe’ italico. A Helsinki, a Riga e Varsavia ti fanno una pernacchia ( nel caso loro fossero i prossimi da sacrificare ).
    Il punto 1 contiene gia’ un bias: che la Nato sia in conflitto. Non lo e’ ed e’ vero il contrario: se Putin avesse previsto che i paesi Nato avrebbero armato l’Ucraina, non sarebbe passato all’azione.  Ha sbagliato i calcoli. Ed ora e’ impantanato. Il negoziato di Pace non potra’ cominiciare se non con un chiaro vincitore, oppure incoraggiato come “via d’uscita” a Putin da un paese terzo (Cina).  Ma non verra’ certo favorito da un disimpegno negli aiuti all’Ucraina.

  207. 1047
    Roberto Pasini says:

    Come ne usciranno? Un pensiero/emozione mi inquieta. Nelle manifestazioni per il Vietnam mi sono trovato a prendere botte insieme a compagni che gridavano “Viva il compagno Giuseppe Stalin, terrore dei fascisti, terrore dei borghesi”.  Mi venivano i brividi, ma stalinisti e filosovietici, almeno quelli che conoscevo, ci credevano davvero che l’URSS fosse un baluardo per il riscatto degli oppressi e che i danni collaterali fossero accettabili. Dall’altra parte della barriccata, i filoamericani erano altrettanto convinti che in Vietnam si difendesse la causa della Libertà anche con il napalm. Ho conosciuto poi più tardi dei colleghi e coetanei americani, persone democratiche e idealiste, che erano andati volontari e mi sembrava pazzesco, visto a posteriori. Quello che oggi mi colpisce è che nell’epoca post-moderna il conflitto è esplicitamente e dichiaratamente basato sugli interessi e sull’uso strumentale di sottili coperture ideologiche a cui pochi in realtà credono davvero. Da entrambe le parti. È la fine del “primato della politica”. Le classi dirigenti non devono più confrontarsi con le loro tradizioni valoriali, il comunismo da un lato, il liberismo dall’altro, ma solo render conto  ai loro gruppi di sostegno di breve periodo. Una guerra per bande con interessi contrapposti. Inizialmente pensavo che la “secolarizzazione” dei conflitti fosse meglio. Più facile accordarsi sugli interessi che sui principi, ma ora un po’ mi sono ricreduto. Non è che questo terreno molto terra terra può spingere i giocatori a fare mosse ardite, senza ritorno, più che non in passato, quando comunque ci si doveva confrontare con il proprio “bagaglio” di riferimento? In fondo anche nella vita privata ci si azzanna più sui piccoli e meschini interessi che sui principi e i più incarogniti e pericolosi sono proprio quelli attaccati ai loro piccoli interessi. Un fenomeno che contrasta con il luogo comune che è più facile accordarsi quando non ci sono di mezzo i principi. Paradossi di Homo Sapiens. Molto pericolosi. 

  208. 1046
    lorenzo merlo says:

    44&45 salvifici.

  209. 1045
    Fabio Bertoncelli says:

    Come segno di approvazione nei confronti della foca monaca per il suo intervento (NO a NATO e NO a Putin; SÍ a negoziati di pace), propongo la sua promozione a Gran Tricheco del GognaBlog.
     
    P.S. Ragazzi, cerco di sorridere per dimenticare almeno per un poco.

  210. 1044
    foca monaca says:

    Giacomo, non mi pare che Merlo predichi lo schematismo, ma forse sbaglio (i suoi scritti non sono, ehm, così accessibili). Certo escluderei, almeno a giudicare dal suo curriculum, un condizionamento da retroterra italico. Se poi qualcuno – qualcuno con retroterra limitante e frequentazione assidua di siti di disinformazione – accoglie l’articolo che stiamo commentando come un invito a fare dietrologia, forse è perché, per l’appunto, Merlo è sempre un po’ criptico.
    Se posso, ti dico che secondo me i punti deboli del tuo ragionamento sono due:
    1) non accetti l’ipotesi che proprio NATO ed USA abbiano favorito l’escalation, e lo stiano tuttora facendo; 
    2) non vedi alternativa alla liberazione dell’Ucraina (è una possibilità? a che prezzo?).
    Io dico NO a NATO e NO a Putin. Penso che la via d’uscita sia un negoziato di pace, che vorrei potesse iniziare al più presto.
    (A scanso d’equivoci, odio Putin con tutto il mio cuore almeno dai tempi dell’assassinio di Anna Politkovskaja, detesto ogni tipo di nazionalismo e nel mio entroterra ci sono molti anni di vita trascorsa negli Stati Uniti: sono tornato per amore delle Dolomiti).

  211. 1043
    lorenzo merlo says:

    Nato.

  212. 1042
    Giacomo Govi says:

    Non e’ con lo schematismo ossessivo  che piace a Merlo “o con la Nato o con Putin” che si vedono le cose in modo equilibrato.  Ragionate con il vostro retroterra tutto italico, che viene dal pesante lascito della tradizione  comunista. Provate a mettervi nei panni di chi, nella storia di questo secolo, i Russi non ha mai avuto il piacere di trovarli dei buoni vicini.  Non bisogna certo essere degli ultra nazionalisti per sentire le cose in questo modo. Beh purtroppo l’Europa da sola, non puo’ far molto. Dal mio punto di vista, la sostituirei volentieri alla Nato. Ma la Nato c’e’ e l’Europa no. Aggiungo che io penso che se la Nato fosse intervenuta con azioni di deterrenza ai tempi di Crimea e Donbas, probabilmente non saremmo a questo punto. Putin e’ sensibile esclusivamente ai rapporti di forza.
    P.S. Anche a me Polonia e Ungheria mi verrebbe voglia di sbatterle fuori da UE…ma anche l’Italia dove andra’ a parare?
     

  213. 1041
    foca monaca says:

    Giacomo, scusa se intervengo nel batti e ribatti.
    La Polonia è in piena deriva autoritaria, impregnata di subdolo, estremo nazionalismo. Non esattamente il partner ideale, ma è chiaro che USA e NATO la vedono di buon occhio. L’imperialismo di Putin è criminale, su questo non ho dubbi. Ma non riesco altresì a sentirmi schierato dalla parte della NATO che benedice i nazionalismi retrogradi dell’Est Europa (e ci costringe a combattere nel loro nome, che chiamiamo libertà, democrazia occidentale: io invece i polacchi, e tutti quelli come loro, li sbatterei fuori dall’Europa a calci nel culo). Del resto non capisco dove ci stia portando questa strategia: alla liberazione ucraina o all’escalation atomica?

  214. 1040
    lorenzo merlo says:

    Dagli al fascista. Prima.
    E alla Russia imperialista. Dopo.
    Nato così o hai studiato?
     

  215. 1039
    Giacomo Govi says:

    Esci dalla tranquilla Emilia Romagna  e guarda qui:
    https://www.president.pl/news/joint-statement-of-presidents-of-central-and-eastern-europe,59400?fbclid=IwAR3PrVxUw6neT9knTfQf_cqms1XYd_J-Ucg-Bn1QqhWZafGY2_fU1493Dc4
    Guarda chi ha detto SI senza se e senza ma all’ingresso dell’Ucraina nella Nato: sono tutti paesi confinanti con la Russia o precedentemente nella zona d’influenza russa. Forse non leggono l’antidiplomatico – poveri schiavi del regime. Glielo spieghi tu che cosi’ acutizzano lo scontro? Che devono stare tranquilli, perche’ Putin vuole solo difendere il Donbas? 

  216. 1038
    Giacomo Govi says:

    @Parmeggiani
    Apri gli occhi, il cambiamento “delle nostre istituzioni” ( come se quello che contasse qui fosse la nostra italietta ) segue il cambiamento dei paesi vicini della Russia, e della Nato che da trattato e’ tenuta a proteggerli. Cambiamento che e’ conseguenza dell’invasione russa iniziata questo Febbraio. Quello e’ il nodo e continui a cercare di farlo passare sotto tono con gli argomenti pretestuosi che ti sono forniti come fumo negli occhi. Contento tu.
    La verita’ e’ che Putin aveva in mente la ripresa del dominio regionale russo da anni.  Lo ha detto chiaro e tondo, lui non ha mai accettato la Russia uscita dalla disgregazione dell’URSS del 90-91. L’Ucraina per lui e’ interamente roba russa, cosi’ come i paesi Baltici.  Per te, per “non acutizzare lo scontro”, dovrebbe  smettere di difendersi e consegnarsi. Che razza di ragionamento 

  217. 1037
    Andrea Parmeggiani says:

    @Giacomo
    non un commento sul voltafaccia effettuato dai nostri leader negli ultimi anni sulla situazione in Ucraina… pazienza
    Il piano logico quale sarebbe? Che secondo te è stato tutto programmato da Putin da anni? L’invasione dell’Ucraina, e la futura invasione dell’Europa (che dai tuoi discorsi sottindendi)? Io credo che il discorso di Putin sia stato fatto per come sono andate le cose nel corso della guerra di questi mesi. E’ noto a tutti ormai che l’esercito Ucraino è stato affiancato da svariati mercenari occidentali, più o meno ufficiali. Quindi quello che lui pensava di risolvere in poco tempo (ovvero la messa in sicurezza del Donbass) non gli stia riuscendo benissimo. 

    Stai (state) trasformando la realta’ per piegarla alla vostra logica “anti”

    La realtà è che l’atteggiamento occidentale sta spostando un conflitto che doveva essere “interno” al problema Donbass, ad un conflitto Nato-Urss.
    Per quale motivo l’Ucraina, ora dotata dei missili Himars che hanno una precisione millimetrica, colpisce obiettivi civili e che nulla hanno a che fare con obiettivi militari? A me sembra che ci sia solo una spiegazione: ovvero che viene “spinta” a provocare il nemico per acutizzare lo scontro.

    Tra l’altro dovresti spiegare quale delle mie affermazioni ti dovrebbero indicare che quanto da te ripetuto sia a me ignoto

    Se non ti è ignoto, dammi una motivazione valida e logica del perchè c’è stato questo cambiamento di mentalità da parte delle nostre istituzioni

  218. 1036
    Giacomo Govi says:

    @Parmeggiani  
    Tentavo di rimanere su un piano logico, ma ti e’ difficile. La raccomandazione di consultare fonti alternative a quelle “tue preferite” si basa su affermazioni come:
    “Ho detto che l’intervento russo in Ucraina fosse “giustificato” dal fatto che per oltre 8 anni le popolazioni russofone del Donbass sono state “trattate male” –
      Il punto e’ che quello che per te e’ il motivo dell’invasione dell’Ucraina, NON lo e’ per Putin, e lo capiresti bene se avessi sentito il suo discorso. Stai (state) trasformando la realta’ per piegarla alla vostra logica “anti”
    Tra l’altro dovresti spiegare quale delle mie affermazioni ti dovrebbero indicare che quanto da te ripetuto sia a me ignoto.  Ma ovviamente non importa…

  219. 1035
    Andrea Parmeggiani says:

    @Govi
    Non hai letto bene il mio ultimo commento. 
    Ho detto che l’intervento russo in Ucraina fosse “giustificato” dal fatto che per oltre 8 anni le popolazioni russofone del Donbass sono state “trattate male” – non so come definire quando ci sono schedature, torture, uccisioni, bombe da parte del governo del tuo paese su una parte della popolazione .
    E in questi anni sono stati fatti diversi appelli da parte di tutti (anche da parte del nostro Presidente della Repubblica, e della stessa Meloni) perché questo terminasse.
    Lo sai vero che che Mattarella qualche anno fa ringraziò Putin per il ruolo di mediazione che stava cercando di avere nel conflitto in Donbass? Lo sai che negli anni scorsi molti giornali dichiaravano che in Ucraina la matrice nazista era molto forte. Ora, tutto sparito. Ora il cattivo è solo Putin.
    Dovresti provare tu a informarti in fonti alternative, ad esempio freelance che hanno vissuto in Donbass in questi anni (Giorgio Bianchi ad esempio, o Vittorio Rangeloni), e provare a ragionare in modo critico su quello che dicono.

  220. 1034
  221. 1033
    Giacomo Govi says:

    @Parmeggiani 1032
    Faccio fatica a mettere insieme i “tasselli” nel tuo intervento. Questo “esserci qualcosa di strano” per te spiega l’invasione dei russi? O la giustifica? Riguardo alle tue altre affermazioni, credo che nella foga di evitare l’informazione da te giudicata “di regime” ti stai perdendo dei pezzi per strada. Cerca una buona traduzione del discorso di Putin di Venerdi e vedi se ti torna. Giudica sulla base di quanto dice se Paesi Baltici, Finlandia e magari pure Polonia e Svezia non abbiano qualche motivo per chiedere l’adesione alla Nato. Certo che nella nostra tranquillita’ e’ comodo fare gli anti-atlantisti, ci fa sentire intelligenti. Ma dovresti sentire altre campane, possibilmente non di fonte italiana…

  222. 1032
    Andrea Parmeggiani says:

    @1021
    Beh, in effetti hai ragione. 
    Qui in Italia, se trascuriamo i non vaccinati in periodo di Green pass, se a qualcuno fosse impedito di esercitare le normali funzioni da cittadino come entrare in un supermercato, finirebbe su tutti i giornali. 
    Il fatto che sia “fuori contesto” non mi convince, non mi sembravano persone armate, tra l’altro gli ebrei ortodossi direi che siano persone pacifiche. 
    Questo, da solo, ovviamente non prova nulla. Pero’ è un tassello da mettere assieme agli altri… di chi ovviamente “vede” qualcosa di strano in quel paese.
    @1023
    Io penso che in questa situazione, probabilmente la Russia ha iniziato la guerra perchè non ne poteva più di quello che stava succedendo nel Donbass dal 2014… Ma è una mia opinione ovviamente
    Quindi se vuoi ti rispondo “SI”, e penso che abbia fatto bene ad annettere le provincie russofone. E credo anche  che una volta che ne avrà il pieno controllo si fermerà.

  223. 1031
    Salvatore Bragantini says:

    Non siamo mica gli americani. Che loro possono sparare agli indiani (Citazione Vasco Rossi)

  224. 1030
    lorenzo merlo says:

    Quando vedi una scia nel cielo continua a ridere dei ciarlatani, non pensare agli americani. 

  225. 1029
    Salvatore Bragantini says:

    @1020
    Zelensky è ebreo, come lo sono molti dei suoi più stretti collaboratori. Branco di nazisti!
    Lorenzo et alii, quando commmenterete dite qualcosa su questo specifico fatto; per favore non tirate in ballo -36, divani e dita al posto della Luna coi quali dileggiate, quando non offendete, chi non è nel mondo del vostro piccolo mainstream.
    Dai che domani si scala, Pax et bonum

  226. 1028
  227. 1027
    lorenzo merlo says:

    Guerra aperta.
    Finora c’era uno scontro relativamente chiuso, dove ancora ci si appellava a regole, leggi e precedenti.
    Ora la guerra è aperta.
    https://www.luogocomune.net/16-geopolitica/6083-sabotaggio-al-nord-stream-chi-%C3%A8-stato

  228. 1026
    lorenzo merlo says:

    Veggente.

  229. 1025
    Giacomo Govi says:

    Attendiamo uno straccio di risposta tua, di tuo pugno, da tempo. Finora non pervenuta, a parte le tue scemenze sulla luna, i divani,  i -36 e  i copia-incolla dei siti dove trascorri il tuo tempo 
     
     

  230. 1024
    lorenzo merlo says:

    La voce del divanista. 
    Fa la domanda e si da la risposta. “Ovvio”. 

  231. 1023
    Giacomo Govi says:

    Giusto per capire il ragionamento, Parmeggiani. Quindi, sulla base di questa attendibilissima notizia tu che concludi? Che “tieni” per la democraticissima Russia di Putin?
    Questa gara tra cervelli con Merlo e’ qualcosa di sublime…

  232. 1022
    lorenzo merlo says:

    ‘Ngnela fà. 

  233. 1021
    Giuseppe Balsamo says:

    Ma certo, perchè un Paese intero si giudica in base alle azioni di un addetto alla sorveglianza di un supermercato.
    Naturalmente senza alcun contesto, senza dire cosa ci facevano lì (è un Paese in guerra, dopotutto) nè il motivo per cui non sono stati fatti entrare, ad esempio.
    Fulgido esempio di giornalismo, per nulla schierato. Brava, redazione!
    Speriamo che quelli di AD non vadano mai a Predappio (o, invece, ci vanno ? 🙂 )

  234. 1020
    Andrea Parmeggiani says:

    Stavolta anticipo Merlo:
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-video_ingresso_vietato_agli_ebrei_in_un_negozio_ucraino/45289_47453/
    La democraticissima Ucraina di Zelensky

  235. 1019
    Andrea Parmeggiani says:

    @Giuseppe
    Sui “convintamente convinti” non mi riferivo a te 🙂 ma in generale a molti commenti che si leggono in giro.
    Per quanto riguarda i punti:
    1) e 2) Può essere che non siano una prova, ma ascoltarlo ora suona diverso, soprattutto “abbiamo i mezzi per farlo”
    3) Non è concreto, ma mettendo insieme tutti i pezzi mi sembra che un disegnino dietro ci sia… se poi non lo si vuole vedere… 
    4) In zona NATO mi sembra più probabile che risulti strana venga intercettata la presenza di una nave russa piuttosto che di una nave USA, non ti sembra?
    5) E quindi il fatto che non siano più utilizzabili i gasdotti russi sicuramente giocherà a favore dell’utilizzo del nuovo gasdotto (e delle navi di GNL USA)
    6) “Sarebbero stati inutilizzabili comunque”: e perchè? Nessuno più pensa che sia possibile recuperare una posizione europea più neutrale? O meglio, che badi ai propri interessi piuttosto che a quelli USA?
    Perchè ora… dimmelo tu! Potrebbe essere perchè si dice che la Germania avesse rincominciato ad acquistare gas russo, perchè è una delle più danneggiate dalle sanzioni, e per lo stesso motivo ad avere posizioni più morbide nei confronti delle stesse… Potrebbe essere un buon motivo? 

  236. 1018
    lorenzo merlo says:

    La guerra ha unito l’Europa agli americani nella condanna a Putin.
    Dunque Europa contro Russia.
    L’energia è un cappio al collo europeo.
    Dunque aiuti Usa necessari.
    Cioè servizio al pil americano.
    Sabotaggio (o aspettiamo l’Onu che ce lo confermi o forse lo sconfessi?) gasdotti, strozza l’Europa (Germania) che finalmente potrà essere ridotta cane da compagnia di piccola taglia degli americani. Fino a prima solo cane ammaestrato.
    A meno che si voglia sostenere che l’Europa forte – quindi necessariamente rivolta anche a est – fosse nei progetti e nelle aspirazioni americani.
     

  237. 1017
    Giuseppe Balsamo says:

    @1012
    “Le prove, se salteranno fuori, saranno sicuramente contraffatte”.
    Si, soprattutto se le prove andranno contro le nostre convinzioni.
    Posizione un pò preconcetta, non ti pare ?
     
    Comunque, chiedo di non annoverarmi fra i “convintamente convinti”.
    Anzi, detto tra noi, se proprio dovessi scommettere dei soldi, punterei sul fatto che siano stati gli USA (e spero che questa affermazione non sconvolga troppo Merlo 🙂 ).
    Perchè mi sembra la lettura che porta a decodificare in modo più chiaro il possibile messaggio (nei confronti di Russia, UE e – forse – Cina).
     
    Cionostante, proverò lo stesso a fare qualche considerazione/domanda di tenore opposto sulle tue c.d. informazioni:
    1) Lo ha dichiarato insieme a Olaf Scholz, e infatti NS2 non è mai stato messo in servizio dai tedeschi. Inoltre è stato sabotato anche NS1.
    2) Vedi 1.
    3) Un politico polacco ringrazia. E sticazzi! 🙂 Qualcosa di + concreto no ?
    4) Le navi USA sono dappertutto. E in quella zona ci sono anche i russi.
    5) E quindi ?
    6) Sarebbero stati inutilizzabili comunque. A parte che erano entrambi già fermi, pensi che il processo di scollegamento della UE dal gas russo sia reversibile ?
     
    Ma, più che adottare posizioni ideologiche, credo sarebbe utile farsi qualche domanda.
    Ad esempio: perchè ora ?

  238. 1016
    lorenzo merlo says:

    L’atlantista Rampini, butta là con disinvoltura, che l’opera potrebbe essere dovuta all’opposizione russa contro Putin.
    Il crollo è puntellato con creatività.

  239. 1015
    Fabio Bertoncelli says:

    Domanda: a Putin non sarebbe bastato chiudere semplicemente il rubinetto?Avrebbe avuto mille scuse, giustificazioni, ragioni. A che scopo il sabotaggio?
    Per di piú non aveva alcuna necessità di mascherarsi dopo aver minacciato di ricorrere addirittura alle bombe nucleari!
     
    Di piú, alla Russia non conveniva affatto sabotare il gasdotto. Il sabotaggio le ha precluso la possibilità di poter riaprire i rubinetti in caso di sblocco delle sanzioni (e quindi di incassare altro denaro).

  240. 1014
    Corrado Luci says:

    Sostengono sia stata Gazprom per non pagare le penali.
    Come dire che avrebbe senso dare una martellata al televisore per non pagare il canone.
    Siamo nell’epoca delle forze ondulatorie (cfr Lamorgese), non ci si preoccupa neppure di inventarsi scuse che siano poco sopra il ridicolo.

  241. 1013
    Andrea Parmeggiani says:

    Tutti sapevano chi era Al Capone, ma ci è voluta una denuncia per evasione di tasse per metterlo in galera

  242. 1012
    Andrea Parmeggiani says:

    @1010 Giuseppe
    Le prove, se salteranno fuori, saranno sicuramente contraffatte. Pero’ ci sono qua e là diverse informazioni:
    – Biden che dichiara in febbraio che se la Russia avesse invaso l’Ucraina avrebbe fermato per sempre il North Stream 2, e “abbiamo i mezzi per farlo” –
    – Victoria Nuland che afferma più o meno le stesse cose
    – Un politico polacco ringrazia gli USA con la foto della fuoriuscita del gas sotto
    – Una nave USA era presente a 30 km dal luogo degli incidenti il giorno dopo gli stessi
    – E’ stato da pochi giorni inaugurato un gasdotto dalla Norvegia alla Polonia
    – I due NS 1 e 2 sono costati 12 miliardi alla Russia, e rischiano di diventare inutilizzabili per sempre
    Se “due indizi non fanno una prova”, 4 forse lo sono

  243. 1011
    lorenzo merlo says:

    Sì, e la guerra russa è imperialista e contro l’Ucraina come dicono i giornalacci.
    Per la verità meglio aspettare la parola dell’Onu.
    Vorrei mai si pensasse, quando non credesse, ci sia di mezzo l’intento egemonico mondiale americano.
    Meglio attendere.

  244. 1010
    Giuseppe Balsamo says:

    Ci sono diversi attori coinvolti, con diversi possibili ruoli.
    In assenza di maggiori informazioni (non trattenere il respiro mentre le si attende), fissare una scena in base alla propria ideologia (come fa l’articolo su AE o gli articoli speculari sulle testate main), impedisce di comprendere sia chi ha effettivamente compiuto l’azione sia il messaggio a questa allegato.
    Messaggio che, al contrario, risulterà ben chiaro all’effettivo destinatario.

  245. 1009
    Andrea Parmeggiani says:

    C’è chi è “convintamente convinto” che sono stati i Russi. Mamma mia

  246. 1008
    lorenzo merlo says:

    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/autosabotati
    Quando trovo le parole le scrivo.

  247. 1007
    lorenzo merlo says:

    Telegram | Giorgio Bianchi Photojournalist | 13:17
    “8 anni fa, prima che venisse evirato e trasformato in uno strumento della propaganda liberal e atlantista, il Guardian pubblicava un articolo dell’ottimo John Pilger dal titolo “In Ucraina gli USA ci stanno trascinando verso una guerra con la Russia”. Se si prova a condividere questa immagine su Twitter, essa viene oscurata con l’avvertenza che contiene “materiale sensibile”. Per vederla bisogna cliccare sul link. Ecco lo stato dell’informazione oggi.                       
    Quello che si poteva liberamente pubblicare e condividere un tempo, ora nella migliore delle ipotesi viene ritenuto pericoloso e controverso, nella peggiore viene censurato e gli autori silenziati”.

  248. 1006
    lorenzo merlo says:

    Il dito e la luna.
    https://www.bitchute.com/video/0xk9ztS448kt/
    Dignità situazionista.

  249. 1005
    lorenzo merlo says:

    Allora gira nel badile.

  250. 1004
    Giuseppe Balsamo says:

    Non ho telegram (e me ne guardo).
     
    P.S. Ho sbagliato a scrivere. Non è barile, è “la merda che si rivolta al badile“.
    Non che nei confronti di quanto scritto dall’AD cambi qualcosa, eh 🙂

  251. 1003
    lorenzo merlo says:

    Qualcuno può aiutarlo?
    Telegram | Effetti collaterali | oggi | 1756

  252. 1002

    Propongo a Gogna di fare una t-shirt celebrativa con una grafica più o meno così:
    1000
    VAI CON L’ONU! GENIO
    da mettere in vendita.
     

  253. 1001
    lorenzo merlo says:

    Tieni. Verifica. Non perderti il dito. E gira nel barile.
    Telegram | Non siamo invisibili | oggi | 13:53

  254. 1000
    lorenzo merlo says:

    Vai con l’Onu.
    Genio

  255. 999
    Fabio Bertoncelli says:

    Questo mio commento è un passaggio perfetto a Lorenzo che, rispondendo a Giuseppe, andrà in rete col commento n. 1000!  🏆🏆🏆

  256. 998
    Giuseppe Balsamo says:

    Dalle mie parti in questi casi si usa un detto: “la merda che si rivolta al barile”.
     
    Comunque, questo è quello che succede quando senza verificare si prende per buoni video di youtube o post sui social (come telegram ad esempio 😉 ) fatti da laqualunque.
    Meno male che ci sono “veri e competenti factchecker come il Comitato per il Donbass Antinazista” che, dal nome, danno proprio l’idea d’esser privi di pregiudizi.
    E, naturalmente, essendo sull’AD questi non sono assolutamente nel Club-36, no-no 🙂

  257. 997
  258. 996
    Andrea Parmeggiani says:

    Caro Lorenzo, 
    credo che la sensibilità di vedere dove molti altri non vogliono vedere sia un dono, o più spesso, una dannazione.

  259. 995
  260. 994
  261. 993
    lorenzo merlo says:

    Oltre a odiare i populisti ovvero tutti quelli che avete sfruttato, deluso, tradito, lasciato in braghe di tela per poi passare ad altro, guardatevi in giro. Élite.
    Telegram | Non siamo invisibili | oggi | 12:53

  262. 992
    lorenzo merlo says:

    Non dubitavo non sapessi dove si trovasse la strada per “risalire la china”. E il tuo commento non lascia dubbi.
    I vigliacchi e gli schifosi affibbiano proprietà per tentare di avere un argomento.
    La solita creatività limitata a dagli al fascio.
    Meglio dedicarsi svendere l’Italia in nome del progresso.
     
     
     

  263. 991
    Salvatore Bragantini says:

    Lorenzo,
    il tuo reiterato “Vigliacchi e schifosi” individua così bene i fatti da condannare e le relative responsabilità, si riferisce a fatti precisi, non fa d’ogni erba un fascio, discerne tanto bene i particolari del panorama. Insomma è così mirabile che merita di essere registrato come marchio: “V&F”, by Lorenzo Merlo. Oltre ad essere raffinatissimo, infatti, indica la strada per risalire la china. Grazie dunque Lorenzo, continua così che arrivi al commento numero 1000. Evidentemente le due belle paroline del tuo marchio non sono più un’offesa?

  264. 990
    lorenzo merlo says:

    E poi i vigliacchi e gli schifosi si offendono. Hanno massacrato l’Italia. Hanno offeso un popolo. Intero, hanno storpiato una cultura, hanno svenduto totto dalla sanità alla bellezza. Fascisti.

  265. 989
    Andrea Parmeggiani says:

    “Il mio ultimo articolo” sono le parole di Laura Ruggeri che lo ha scritto

  266. 988
    Andrea Parmeggiani says:

    “Mentre l’intero paese veniva messo in lockdown, ufficialmente per proteggere la salute degli italiani, arrivava a Sigonella un biolaboratorio militare americano del quale non si doveva sapere nulla”. Il mio ultimo articolo per L’Antidiplomatico.” https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-i_biolaboratori_militari_traslocano_e_uno__gi_a_casa_nostra/45289_47309/

  267. 987
    Corrado Luci says:

    Con il previsto cambio di governo e la conseguente annunciata modifica di gestione pandemica anche la scienza si adegua. Curiosa inversione tra causa ed effetto.
    https://www.agi.it/salute/news/2022-09-07/covid-chi-ha-avuto-virus-non-ha-bisogno-di-vaccino-17973525/

  268. 986
    lorenzo merlo says:

    Telegram | Effetti collaterali | oggi | 07:15
    Votate.

  269. 985
    Andrea Parmeggiani says:

    Ultim’ora. Dopo Repubblica, anche il sito Open di Enrico Mentana rilancia il video, anch’esso fornito di icone per la condivisione sul web.

    Gli acclamati debunker. Ho la nausea

  270. 984
  271. 983
    Andrea Parmeggiani says:

    Bollette salate per colpa di Putin. È l’ultima carta che si giocherà l’informazione mainstream

    E’ già da tempo che sta succedendo

  272. 982
    lorenzo merlo says:

    Avranno la dignità di riconoscerlo? Per ora non sta accadendo. Così si vede l”attendibilità e lignominia dei media.
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-lultima_fake_news_di_un_regime_mediatico_alla_canna_del_gas/6119_47207/

  273. 981
    Fabio Bertoncelli says:

    Caro Alberto, ti ringrazio per le informazioni sulla tua situazione familiare, i viaggi e le sciate. È tutto assai interessante.
    Tienici aggiornati.

  274. 980
    lorenzo merlo says:

    Apprezzo molto Alberto.
    La sua dignità è rara.
    Spero – illuso – coinvolga quella di tutti gli altri, silenti, progressisiti di destra e di sinistra.

  275. 979
    Alberto says:

    Io e mia moglie abbiamo fatto la quarta dose il 18 luglio. Grazie allae vaccinazioni e al green pass ho potuto sciare tutto l’inverno senza fare stupidi tamponi. Ho viaggiato sia nel 2020 sia nel 2021, quest’anno sono andato negli Usa e se non fossi stato vaccinato non avrei potuto. Grazie vaccino per avermi dato una vita libera da impedimenti e aver potuto fare tutto quello che desideravo fare. A ottobre farò antinfluenzale come sempre e anche il nuovo vaccino

  276. 978
    Fabio Bertoncelli says:

    Il traguardo del millesimo commento sarà storico. Mai si era arrivati a tanto.
    Se io fossi l’amministratore del forum, stabilirei immediatamente regole ferree: il gombloddo è sempre in agguato, specie a cavallo di Ferragosto quando la vigilanza latita.
    Mi preoccupa la tenuta democratica del GognaBlog. Temo un golpe delle forze oscure della reazione caiana.

  277. 977
    Mario says:

    …Bertoncelli 976 @ se non sbaglio  si narra che una cordata di 5 si slego’ per trasformarsi in 3 cordate (??? fa a pugni con la matematica!) ed aggiudicarsi la 998\999 e millesima ascensione…Ma noi abbiamo i piedi per terra, dopo quanto letto qui sotto mai e poi mai vedrei Lorenzo legarsi con Giuseppe  dacche’ non esiste che poi debbano slegarsi di soppiatto per accaparrarsi il commento nr. 1.000.  Si scherza..ma la suspence e’ reale e l’ansia da prestazione tangibile….. 🙂

  278. 976
    Fabio Bertoncelli says:

    Ricordatevi che cosa si tramò, all’epoca, per accaparrarsi la millesima ascensione del Campanile Basso di Brenta. 😂😂😂

  279. 975
    Mario says:

    Attendo con una certa apprensione  di leggere il commento nr. 1000 ed auguro ai contendenti un sereno agosto. 🙂

  280. 974
    Giuseppe Balsamo says:

    @972
    “Se il caso vorrà, ti offrirò abbondante vino per la tua sana caparbia”
     
    E io accetterò più che volentieri.
    In vino veritas è una delle mie preferite tra le tante verità disponibili, la cui esistenza i lunatici regolarmente ricordano a noi ditisti 🙂

  281. 973
    lorenzo merlo says:

    Come già detto scientista non è colui che usa malamente la scienza, ma chi crede che essa contenga la sola verità disponibile.
     

  282. 972
    Umberto Pellegrini says:

    Giuseppe, ammiro davvero in maniera incondizionata il tuo spirito dialettico, assolutamente fuori luogo qui sulla luna. Se il caso vorrà, ti offrirò abbondante vino per la tua sana caparbia.
    Suggerisco, ma mi rendo conto sia come il letame per il cemento, la lettura del bellissimo libricino di Marco Ciardi “Breve storia delle pseudoscienze” (Hoepli), illuminante compendio su cosa sia la scienza, i suoi limiti e la sua comunicazione, e sulle pseudoscienze e la loro traiettoria nella storia.

  283. 971
    Giuseppe Balsamo says:

    @968
    Parmeggiani, tu (@961) parli di “aumento delle morti improvvise” e io (@961) ti avevo chiesto qualche cifra su questo “aumento delle morti improvvise”.
    Che cosa c’entrano su questo le statistiche di Euromomo sui morti in eccesso per tutte le cause ?
     
    Inoltre, Euromomo (se proprio vuoi discutere di questi dati) assomma Paesi con situazioni anche molto diverse fra loro. Ad esempio come copertura vaccinale.
    Come fai a correlare la c.d. vaccinazione di massa (che si è sviluppata in modi e con esiti diversi nei Paesi cumulati in queste statistiche) con dati aggregati così eterogenei ?
     
    @969
    Sono (in parte) d’accordo, e quanto evidenzi è uno dei motivi per cui sono (personalmente) contrario all’obbligo vaccinale.
    Tuttavia, con un approccio a mio parere più equilibrato, ci si dovrebbe anche chiedere quante vite, invece, sono state salvate dal vaccino.
     
     
    Per il singolo l’esperienza personale è tutto, ma (purtroppo), in medicina (e in statistica), l’anedottica non rileva e contano i grandi numeri.
    Se vuoi approfondire questo concetto, ti segnalo queste (brevi) considerazioni:
    gabrielebernardini.it/funzionato-caso-aneddotico-metodo-scientifico/

  284. 970
    lorenzo merlo says:

    C’è solo una luna.
    Ovvero. I vigliacchi e gli schifosi avranno mai coraggio?
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/guardate-attentamente-i-volti-di-questi-bambini

  285. 969
    Andrea Parmeggiani says:

    Ultima mia considerazione: anche se fossero solo 29 le persone che ufficialmente sono morte a causa del vaccino, sono persone che non sarebbero dovute morire. Persone che molto probabilmente non avrebbero avuto impatto da una eventuale malattia. Vedi Camilla Canepa, 18 anni.

  286. 968
    Andrea Parmeggiani says:

    @Balsamo e Vegetti
    Per quanto riguarda le morti, è abbastanza guardare le statistiche Euromomo, in particolare i dati di morti in eccesso a partire dalla metà del 2021, che è più o meno l’inizio della vaccinazione di massa, in particolare nelle fasce più giovani. 
    Oppure, https://ourworldindata.org/covid-deaths
    L’Italia, pur essendo uno dei paesi più vaccinati, è quello con il maggiore rapporto morti/milione di abitanti… perchè?
    E poi, Marco, la mancanza di segnalazioni ufficiali è data da diversi fattori,
    – La difficoltà intrinseca- La scarsa predisposizione di molti medici (molti hanno dissuaso le persone a farlo)- Il fatto che è correlabile una segnalazione da 15 giorni a 60 giorni (o 45, non ricordo bene)- I 29 su oltre 900 sono il risultato di un algoritmo che determina se c’è correlazione “ufficiale”Non esistono studi (perché non c’è stato il tempo materiale per farlo) che determinano l’effetto del vaccino a lungo termine. 
    Ma francamente mi lascia di sasso che tu pensi che chi fa le segnalazioni ad associazioni senza scopo di lucro – vedi ad esempio http://www.comitatoascoltami.it/ che raccoglie migliaia di segnalazioni, prova a leggere un po’ – lo faccia per manie di grandezza? Un po’ di pubblicità? 
     

  287. 967
    lorenzo merlo says:

    Non sbaglio: la luna è sempre la setessa.

  288. 966
    Fabio Bertoncelli says:

    “Prenoterò la quarta dose per il 25 settembre e mi recherò al seggio con la siringa ancora piantata nel braccio.Nel frattempo ho ordinato un container di mascherine.Ne ho anche per te, se vuoi.FFP2, naturalmente ”
     
    Bravo, Giuseppe! Fede cieca, pronta, assoluta. 😂😂😂

  289. 965
    Giuseppe Balsamo says:

    @961
    Parmeggiani, le 800 (916 per la precisione) sono SEGNALAZIONI di decessi preceduti da vaccinazione. Preceduto non implica causato da.
    Sorvolo sulle “migliaia di testimonianze” (cfr. Vegetti), ma ti chiedo qualche cifra (e relativa fonte) sull’ “aumento delle morti improvvise” da te citato.
    O si tratta di una tua percezione qualitativa ?
     
    @963
    Prenoterò la quarta dose per il 25 settembre e mi recherò al seggio con la siringa ancora piantata nel braccio.
    Nel frattempo ho ordinato un container di mascherine.
    Ne ho anche per te, se vuoi.
    FFP2, naturalmente 🙂

  290. 964
    marco vegetti says:

    E’ proprio dall’ISS che ho preso i numeri. E smettila di vagare su Odessa: svagli persona

  291. 963
    lorenzo merlo says:

    E a Odessa non sono stati i nazi. L’ha detto l’Onu.
    Leggi i rappporti ISS e vota in maschera.
    Vi riconoscerete tutti.

  292. 962
    marco vegetti says:

    Comunque sia, 800 su 140.000.000 di dosi. Sulle “migliaia” di “segnalazioni” (private?) mi chiedo solo perché non fatte alle ASL, ai medici, all’ISS, agli Ospedali, o, al limite, alla Procura della Repubblica. Mio cugino mi ha detto che un amico di suoi amici è stato male dopo il vaccino… Ecco… Sui “famosi” studi, condivido con Balsamo. Chi, dove, quando? Pubblicati e controllati? Quanto a Ippocrate.org ricordo a Merlo che faceva anamnesi via mail telefono, Skype. E’ il modo cui si riferiva Ippocrate, vero?

  293. 961
    Andrea Parmeggiani says:

    Balsamo,
    io non sto speculando su nulla.
    Sto solo prendendo atto che a seguito di
    – svariati effetti avversi gravi e morti UFFICIALI (le 800 di cui ti parlo le ho viste segnalate in un rapporto ISS: poi forse l’ “algoritmo” ha deciso che solo 29 sono correlativi)
    – Migliaia di testimonianze, di cui molte lette o viste personalmente – molte delle quali non sono neanche state inviate agli enti preposti
    – altre migliaia di morti non correlativi, perchè fuori tempo massimo – Vedi l’aumento delle morti improvvise, certificate in diverse nazioni
    a fronte di tutto questo mi sembra che ti stai attaccando a nulla. E semplicemente che chi ci governa ignora bellamente tutto a questo, e anzi propone quarte, quinte dosi di vaccini preparati per un virus che non esiste nemmeno più.
    Senza rancore ma a me sembra questo.

  294. 960
    Giuseppe Balsamo says:

    Parmeggiani, gli studi scientifici non c’entrano nulla con l’empatia.
    Se uno studio è fatto male, è fatto male, punto.
    L’aspetto umano sta su un altro piano, e ti chiedo di non speculare sul mio grado di empatia nei confronti dei (presunti) danneggiati da vaccino (che qualcuno lo conosco anch’io).
    Leggi per intero l’ultimo rapporto ISS: i decessi correlabili con la vaccinazione sono 29 (e non oltre 800).
     
    P.S. Doppio cieco con lo studio citato non c’entra nulla.
    Io ho scritto di caso-controllo e di cieco (il doppio cieco in questo caso è inapplicabile).
    Il minimo del rigore avrebbe previsto l’analisi anche di analoghi campioni prelevati da non-vaccinati, con lo stato vaccinato/non-vaccinato ignotoall’esaminatore (cieco).
    Questo per ridurre i bias più ovvi: eventuale contaminazione nei prelievi, nei vetrini, nei reagenti, nel microscopio, parzialità dell’esaminatore, ecc…
    Nota che non sto dicendo che lo studio ha ragione o no, ma che è fatto male.
    Quindi non dice NULLA.
    E dato che l’argomento è molto delicato, proprio per quell’empatia da te citata mi girano i coglioni nel vederlo trattato in modo così cialtronesco.

  295. 959
    lorenzo merlo says:

    Già che ci sei fammi anche il doppio cieco della crescita infinita.
     

  296. 958
    Andrea Parmeggiani says:

    E non mi venire a parlare di doppio cieco, perchè per questi eventi non c’entra nulla. Le testimonianze ci sono, e sono vere. Le morti pure.

  297. 957
    Andrea Parmeggiani says:

    @Balsamo
    Credo che tu non capisca il punto di vista degli altri, che hanno empatia per coloro che a causa del vaccino hanno avuto problemi gravi o sono morti (nell’ultimo rapporto ISS si parla di oltre 800).
    Ci sono migliaia di testimonianze spontanee di persone la cui vita è stata rovinata dal vaccino, ma questo pare non importare a te o alla stragrande parte della popolazione. Ma a qualcuno importa e ci fa caso, e mette in relazione questo alla volontà di portare tutti alla vaccinazione, anche con ricatti veramente ripugnanti. 
    Molti vaccinati lo hanno fatto per ricatto. Molti al ricatto non si sono piegati. 
    Tutto qui

  298. 956
    lorenzo merlo says:

    I morti si mostrano senza cacciarli.
    Lo vedo che non capisci.
    Il pil crescerà.

  299. 955
    Giuseppe Balsamo says:

    Certo, non ci sono più le mezze stagioni e si stava meglio quando si stava peggio signora mia.
    Ma che c’entra tutto ciò con gli articoli ad mentula canis sui vaccini ?
    E qual’è il senso (se ce l’ha) di questa caccia al morto ?

  300. 954
    lorenzo merlo says:

    Draghi  soci non hanno  svenduto l’Italia, il sistema sanitario è sato rinforzato, la disoccupazione si ridurrà, i giornalisti veri sono quelli che vedi dal divano.
    Se a questo punto chiedi argomenti la luna è tramontata.
     
     

  301. 953
    Giuseppe Balsamo says:

    @952 A proposito di slogan.
    Argomenti, invece, ne abbiamo ?

  302. 952
    lorenzo merlo says:

    Inetto alla luna. Oltre a butac non perdere mentana e amici. Vota, vaccinati e stai in macchina mascherato. 

  303. 951
    Giuseppe Balsamo says:

    @948
    “Studi inoppugnabili” (ma non citati, vuoi mai che qualcuno li vada a leggere davvero) e “ricerche Google” ?
    Ma di cosa stanno parlando ?
    Questo articolo è basato sul NULLA.
     
    @949
    Questo sì che è più serio: un agopuntore, un dentista e un otorino scrivono un importante studio su un supplemento di una rivista sconosciuta (che si occupa di turismo ?), effettuato con assoluto rigore metodologico.
    Ah, davvero ?
    E dov’è il caso-controllo ? E perchè non è stato effettuato in cieco ? Dov’è la revisione paritaria ?
    Che poi gli stessi autori scrivono che sono necessari “ulteriori studi” per determinare la vera natura di quanto osservato (e lo credo bene…).
     
    Merlo, per evitare di farsi prendere (troppo) per il culo servirebbero almeno le basi.
    Altrimenti non resta che continuare a bersi gli slogan preferiti e fare cherry-picking della qualunque, purchè soddisfino la nostra pancia.
    Ma secondo me non si fa un gran favore a sè stessi, eh.
     
    P.S. Per maggiori dettagli, dello studio del magico trio si è occupato oggi anche BUTAC:
    butac.it/coaguli-sangue-grafene/

  304. 950
    Andrea Parmeggiani says:

    La “nuova normalità”. Va tutto bene

  305. 949
    lorenzo merlo says:

    Va tutto bene, “sono slogan”.
    https://comedonchisciotte.org/sangue-dopo-la-vaccinazione/

  306. 948
  307. 947
    Giuseppe Balsamo says:

    @944
    “Come ti arrampichi sugli specchi tu non si arrampica nessuno”
    E avresti dovuto vedermi sulla roccia… 🙂
     
    Comunque, puoi considerare ciò che ho scritto come argomenti su cui riflettere, oppure come un’arrampicata sugli specchi e continuare ad autoconvicerti di essere stato ingannato dal quel cattivone del capo del governo.
    Tipo come fanno i bambini quando pestano i piedini e urlano “la maestra mi ha ingannato” quando questa gli ha promesso di farli giocare in giardino, ma poi è venuto a piovere e li ha riportati in classe altrimenti si prendono un raffreddore.
    It’s up to you.
     
    P.S. Nulla sulle notizie che ti hanno fatto cambiare idea sull’efficacia del vaccino.
    Peccato, avrei letto volentieri: dev’essere roba “inoppugnabile”, come piace a te 🙂

  308. 946
  309. 945
    lorenzo merlo says:

    La svolta: “Sono slogan”. Ripugnante.
    E se non sei scassato ma tanto guarisci al 100 per 100.
    Oltre agli stupidi e ai viscidi ho imparato che ci sono anche i farabutti.

  310. 944
    Fabio Bertoncelli says:

    Giuseppe, ebbene sí, lo confesso: mi hai sfiancato. Come ti arrampichi sugli specchi tu non si arrampica nessuno. 😂😂😂
    Mi arrendo: non ne vale la pena.

  311. 943
    Giuseppe Balsamo says:

    @941
    Bertoncelli, quelli pronunciati dal capo del governo e da te evidenziati sono slogan.
    Ovvero, scorciatoie per far arrivare a tutti in modo rapido un concetto in realtà più complesso.
    Nonostante possano essere detti anche in buona fede, io li considero delle fallacie e un modo scorretto di comunicare (soprattutto da chi ricopre certi ruoli).
    Imparare a essere impermeabili agli slogan, purtroppo piuttosto diffusi, ritengo sia parte importante della crescita di una persona.
     
    Gli antivirali sono efficaci, ma anch’essi non privi di effetti collaterali e certamente non lo sono (efficaci) al 100%.
    Anche qui si tratta di rapporto rischio/beneficio, tant’è che mi pare che vengano somministrati solo a chi viene considerato a rischio e sotto stretto controllo (per un discorso più preciso dovresti specificare a quali antivirali ti riferisci).
     
    Quali sarebbero le notizie per cui hai capito che anche la protezione dalla malattia grave era una panzana ?
     
    P.S. Quella del condizionatore vs pace è un’altra fallacia logica chiamata del falso dilemma.
    Anche questa va alla grande: “per un bambino meglio essere vivo in dittatura che morto sotto le bombe”.
    Ricorda qualcosa ?

  312. 942
    Fabio Bertoncelli says:

    “E Fabio, il piu’ furbacchione di tutti, pur essendo panzane, ha pensato bene di crederle ( non si sa mai che non fossero panzane ).Che limpidezza, che rigore, che esempio per tutti! Grande Fabio”
     
    Giacomo, non cambiare le carte in tavola! Io non “ho pensato bene di credere”, come scrivi tu. Io sono stato ingannato dal capo del governo (limitatamente a ciò che ho creduto).
    Un po’ di onestà intellettuale, per favore!

  313. 941
    Fabio Bertoncelli says:

    “Comunque, se qualcuno ti ha detto che la vaccinazione rende immuni al 100%, non contagiosi al 100% e non ci sono effetti collaterali al 100% davvero ti ha detto una serie di balle.”
    Lo ha detto il capo del governo in conferenza stampa. Vedi commento 940, ai punti 1) e 2).
    … … …
    [Balle] non diverse da quelle di chi dice che dalla COVID si guarisce al 100% a casa con le c.d. terapie precoci.”
    Però ammetterai che gli antivirali assicurano probabilità di guarigione un tantinello piú elevate rispetto alla tachipirina e alla vigile attesa di speranzosa memoria. Dico bene?

  314. 940
    Fabio Bertoncelli says:

    1) Il capo del governo:I vaccinati non sono contagiosi”.
    2) Il capo del governo: “Il Green Pass è una misura con cui gli italiani possono continuare ad esercitare le proprie attività, a divertirsi e andare al ristorante, a partecipare a spettacolo all’aperto o al chiuso con la garanzia, però, di ritrovarsi tra persone che non sono contagiose. In questo senso è una misura che, nonostante abbia chiaramente delle difficoltà di applicazione, è una misura che dà serenità, non che toglie serenità”.
    3) Il capo del governo: “L’appello a non vaccinarsi è appello a morire. Sostanzialmente, non ti vaccini, ti ammali e muori; non ti vaccini e contagi”. 
     
    Giacomo, pur essendo ingenuo, ti confesso che a queste panzane non ho creduto nemmeno un po’. Tu sí, vero? E ci credi tuttora, eh?
    Invece a quella del vaccino che rendeva meno grave la malattia ho creduto, almeno all’inizio. Poi sono arrivate le notizie su chi era in rianimazione e chi moriva. E ho capito che pure questa era una panzana. Sono stato ingannato dal capo del governo, “il migliore”. 
     
    N.B. Il termine panzana forse non descrive correttamente quanto accaduto. Il termine esatto è il seguente: menzogna.
    P.S. Ultima idiozia (fuori tema): Preferisce la pace o il condizionatore acceso?“.

  315. 939
    Giuseppe Balsamo says:

    E il parallelo fra ISS e ONU/Odessa sarebbe un argomento ?
    Andiamo bene…
     
    Ne farei volentieri a meno (come per le precedenti), ma farò la quarta dose se lo riterrò opportuno per me e per chi mi sta accanto.
    Cercando di informarmi al meglio (quindi niente CDC, Arianna, ByoBlu, RadioRadio e cialtroneggiante compagnia, sorry… 🙂 ), valutando il mio personale rapporto rischio/beneficio e prendendomi la responsabilità della mia scelta.
    Oppure la farò se mi obbligheranno (ma spero vivamente di no).

  316. 938
    lorenzo merlo says:

    Oltre che dell’ISS sono buoni anche quelli dell’Onu sul rogo di Odessa.
    Come al solito nessun argomento.
    “Chi non si vaccina muore”. “Chi si vaccina è libero di andare dove vuole” più o meno testuale. Ma da oggi è “chi ti ha mai detto che il vaccino è sicuro al 100%” e simili.
    Continua con i “veri giornalisti”, fatti la quarta e le seguenti.
     

  317. 937
    Giacomo Govi says:

    E Fabio, il piu’ furbacchione di tutti, pur essendo panzane, ha pensato bene di crederle ( non si sa mai che non fossero panzane ).
    Che limpidezza, che rigore, che esempio per tutti! 
    Grande Fabio

  318. 936
    Giuseppe Balsamo says:

    @932
    I fatti stanno nei rapporti dell’ISS. Basta andarseli a leggere senza bias cognitivi.
    Il resto sono chiacchiere.
     
    Comunque, se qualcuno ti ha detto che la vaccinazione rende immuni al 100%, non contagiosi al 100% e non ci sono effetti collaterali al 100% davvero ti ha detto una serie di balle.
    Non diverse da quelle di chi dice che dalla COVID si guarisce al 100% a casa con le c.d. terapie precoci.
    Ma tu, sei sicuro di aver capito bene o invece hai qualche bias cognitivo ?

  319. 935
    Giacomo Govi says:

    Luci e Merlo. A parte film nella vostra testa, non c’e’ alcuna novita’. Ne’ ora, ne’ un mese fa. Ogni tanto venite fuori con fantomatici nuovi report, ci annunciate trionfali gli aumenti degli infarti, forse sperate pure di vedere vaccinati che schiattano, per dare consistenza alla vostra protesta. E’ patetico. Aspettate con ansia il fatidico momento che qualcuno vi debba chiedere scusa: ma non succedera’. 
    Del resto, continuando a grufolare in siti improbabili, non sapete neppure voi di cosa state parlando. I farmaci hanno sempre controindicazioni, questa l’hai detta bene Luci. Il caso dei vaccini non e’ diverso, e  nessuno mai ha detto il contrario.
    Quanto al dito e alla luna, finche’ Merlo indicherai il neon del bar, sara’ difficile non fartelo notare

  320. 934
    Fabio Bertoncelli says:

    “In caso di coraggiosi filogovernativi prego evitare di concentrare tutta l’attenzione alla cosiddetta prima fase.”
     
    Lorenzo, sei troppo severo. Orsú, concediglielo, almeno fino alla prima fase e mezzo. Cosí avranno piú margini per le loro panzane e noi ci faremo quattro risate come con Totò quando voleva vendere la fontana di Trevi.

  321. 933
    lorenzo merlo says:

    Ecco.
    Sarebbe bello sentire qualche argomento. Non è stata un ignobile sequela di bugie? Perché?
    Temo fughe a raggiera, schifose e vigliacche.
    In caso di coraggiosi filogovernative prego evitare di concentrare tutta l’attenzione alla cosiddetta prima fase.

  322. 932
    Corrado Luci says:

    Le bugie. Dall’immunità, alla non contagiosità, all’assenza di qualunque effetto collaterale.Le bugie. Dette ben sapendo di dirle. Ed i vigliacchi ricatti per costringere alla vaccinazione.È questo che deve accendere le coscienze, altro che lampadine. Ogni farmaco ha potenziali effetti collaterali, negarlo significa essere in malafede. Non sono I 900 morti, è il metodo perseguito che fa schifo. E paura, visto l’avvallo di chi per bias cognitivi rifiuta di vedere i fatti. E dopo tre dosi coi contagi siamo punto e a capo, anzi peggio.Ma di cos’altro avete bisogno per vedere la montagna di balle che hanno raccontato per spingere la campagna vaccinale?Poi potete essere convinti sulla bontà complessiva del vaccino, scelta vostra, ma non potete negare l’ignobile sequela di bugie raccontate. I fatti sono qui da vedere.

  323. 931
    lorenzo merlo says:

    Ammettere cosa? Scusarmi per cosa?

  324. 930
    Giuseppe Balsamo says:

    @929
    Chiacchiere.
    Sei stato molto scorretto, punto e basta.
    Potevi ammetterlo e scusarti ma non l’hai fatto, solo chiacchiere.
    Per me faccenda chiusa, ormai priva di qualsiasi interesse.

  325. 929
    lorenzo merlo says:

    La lampadina è il “punto di svolta”.
    Non le ho attribuite a te le attribuisco a quelli come te.
    Non mi risulta che qualcuno abbia finora ammesso che non la pensa più come prima quando distribuiva consigli di ragionevolezza suppportati da “medici attendibili”.
    Oppure ho inteso male, non sei mai stato del gruppo?
    De Donno è un pacco?
    Ippocrateorg?
    E tutti gli altri che hanno portato studi e osservazioni?
    La questione non sta nelle virgole tra prima, seconda, terza, quarta, ecc.
    Per le provocazioni arrangiati. Non provoco nessuno, non m’interessa, non l’ho mai fatto, scrivo lo schifo che penso.
    Sull’onestà intellettuale ti lascio giudicare, mi fido solo della mia ignoranza.

  326. 928
    Giuseppe Balsamo says:

    @927
    Merlo, facciamo a capirci.
    IO non ho mai detto (scritto) nè pensato “Vaccinati o muori” “I Vaccini sono sicuri” (definisci sicuro…), “non hanno controindicazioni”.
    Ti chiedo, quindi, nei tuoi interventi di risposta (e non solo) di non attribuirmi concetti che non ho mai espresso e che non mi appartengono.
    Credo che sia un minimo di onestà intellettuale dovuto a chiunque, a prescindere dal fatto che si possa o no concordare con quanto esprime.
    Sempre che si voglia instaurare un dialogo.
    Se invece sei qui solo per provocare a tutti i costi, dillo chiaro.
     
    P.S. Vedo che la lampadina non ti si è accesa. Speriamo in qualcun altro 🙂

  327. 927
    lorenzo merlo says:

    Il punto di svolta.
    Da Vaccinati o muori e I Vaccini sono sicuri, non hanno controindicazioni a Segnalazioni ridotte tra prima e seconda e terza.
    Riciclo di vergogna sporca.

  328. 926
    Giuseppe Balsamo says:

    @924
    In effetti, considerato il numero di dosi somministrate, 916 non sono tante (anche se trattandosi di persone che non ci sono più, eviterei di utilizzare il termine bazzecole).
    Se poi si escludono quelle che con la vaccinazione non c’entrano nulla, scendono a 29 (dato presente nel report AIFA, ma che l’Indipendente stranamente si è dimenticato di riportare).
     
    Ma, a parte questo, che il tasso di segnalazione cali drasticamente fra prima, seconda e terza dose non accende una lampadina a nessuno ? 🙂

  329. 925
    lorenzo merlo says:

    Ocio che se si sveglia di colpo, nel buo dell’esclissi permanente, ti morde il dito.

  330. 924
    Andrea Parmeggiani says:

    Decessi e nesso di causalità
    Complessivamente, dopo aver verificato la presenza di duplicati, ovvero di casi per cui è stata inserita più di una segnalazione, 916 segnalazioni gravi hanno avuto esito fatale, indicato al momento della segnalazione o come informazione acquisita successivamente al follow-up, indipendentemente dalla tipologia di vaccino, dal numero di dose e dal nesso di causalità.

    Bazzecole

  331. 923
    Corrado Luci says:

    https://www.lindipendente.online/2022/07/29/una-reazione-ogni-mille-dosi-il-18-gravi-il-nuovo-report-aifa-sui-vaccini-covid/
    nell’articolo c’è il link al rapporto Aifa, per chi ritenesse che l’articolo sia dei soliti komplott!sti

  332. 922
    lorenzo merlo says:

    Eclissi di luna permanente. Votante.

  333. 921
    Giuseppe Balsamo says:

    In parte d’accordo.
    Difatti l’articolo su CDC da te segnalato @915 non è male come esempio di viscidume.
    Non trovi ?

  334. 920
    lorenzo merlo says:

    Credo che oltre agli stupidi esistano i viscidi.

  335. 919
    Fabio Bertoncelli says:

    Quelli che credono in qualsiasi cosa, purché provenga dalla nomenklatura della loro parte politica. Oh, yeah!
    (Enzo Jannacci, Quelli che…).

  336. 918
    Giuseppe Balsamo says:

    Diccelo tu.
    Ma già il fatto che tu ti sia sentito tirato in ballo è interessante…

  337. 917
    lorenzo merlo says:

    Cosa crederei? Vitgola indicizzata. 

  338. 916
    Giuseppe Balsamo says:

    Quelli che credono in qualunque cosa, purchè sia contro e soddisfi il loro pregiudizi.

  339. 915
    lorenzo merlo says:

    Quelli che si occupano cose concrete.
    Quelli che vanno a votare perché la storia non si ferma.
    Quelli che vogliono eliminare chi ha detto cose che non capiscono.
    Quelli che sono per il progresso.
    Quelli che se una virgola messa male mentre crolla tutto segnalano alla virgola.
    Quelli che parlano senza dire mai niente.
    Quelli che se non sei d’accordo con l’opionione che hanno di loro stessi citano Freud, il narcisismo e i castelli di sabbia.
    Quelli che quando dici viglacchi e schifosi non sono in grado una volta che sia una di sostenere ragioni diverse se non che dire frocio è razzismo, come dire spazzino.
    Quelli che non hanno chiesto scusa e tempo non lo faranno neppure in futuro perché medici attendibili mi hanno confermato che il vaccino è sicuro.
    Quelli che ci hanno portato dove siamo.
     
    https://comedonchisciotte.org/un-anno-senza-de-donno-lo-scienziato-che-sconfisse-la-covid-e-sfido-big-pharma/
     

  340. 914
    Corrado Luci says:

    Il fiume inizia a portare i primi cadaveri, serve solo pazienza:
    https://www.lafionda.org/2022/07/22/la-dignita-della-persona-e-del-lavoro-prima-di-tutto/

  341. 913
  342. 912
    lorenzo merlo says:

    Brigatista terrapiattista piegati e taci.
    Sii anche tu un vigliacco, entra nella maggioranza, ti troverai bene.

  343. 911
    Corrado Luci says:

    Per chi crede che la Scienza sia sempre  e solo Bene:
    https://www.vittimetalidomideitalia.it/la-nostra-storia/
     

  344. 910
  345. 909
    Andrea Parmeggiani says:

    @906 e a seguire
    L’informazione è veramente vomitevole. Rilancia senza un minimo di check ogni “notizia”. Ma non è una novità…. è lo stesso con le persone indagate, ecc.
     

  346. 908
    lorenzo merlo says:

    Sembrava un modo di dire, soprattutto di esprimere il prorpio disappunto, invece no!
    Dire che un sortilegio domina il pensiero dei senza dignità non è per niente un modo di dire.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/presto-tutti-radiati

  347. 907
    lorenzo merlo says:

    Il carnefice era già pazzo e certamente malato nel 2007.
    E poi, ridicolo, parlava di disarmo. Idiota.
     
    https://comedonchisciotte.org/putin-costruiamo-un-ordine-mondiale-giusto-e-democratico-per-tutti-e-non-per-pochi-eletti/

  348. 906
  349. 905
  350. 904
    lorenzo merlo says:

    GIORNALISMO.

  351. 903
    lorenzo merlo says:

    Per chi davanti alla sconcertante e faziosa comunicazione Rai sulla narrazione pandemica, è rimasto tramortito.
    Per chi sulla criminalizzazione di chi si fa domande e non vede cenni di risposta se non del tipo citato.
    https://www.youtube.com/watch?v=L5JGg2HMWIQ

  352. 902
    lorenzo merlo says:

    “Il Corriere non pubblica nulla che non corrisponda ad un interesse della proprietà”.
    Non riferisco la fonte interna.
    Non serve a chi è già fuori dall’incantesimo.
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-il_corriere_della_sera_e_quellimbarazzante_silenzio_sulla_lettera_del_giornalista_in_donbass_maurizio_vezzosi/45289_46677/

  353. 901
    lorenzo merlo says:

    Altrove scrissi che diversi amici risolvono con facilità la situazione da guerra civile in cui ci troviamo da anni. Sostengono che siamo in mano a persone impreparate, più cialtrone dei farabutti, più ignoranti di chi non sa niente. Ogni volta che me lo sono sentito dire, non ero stato in grado di dare credito a quella risoluzione. Ma, non dando credito neppure a me stesso – sostengo stiano seguendo oculati progetti di controllo sociale allo scopo del mantenimento dell’egemonia occidentale sul mondo – allucinato pensavo: “Forse hanno ragione”.
    [Tratto da un canale Telegram – 190622]“Mi è arrivato un msg da un mio amico che si è beccato il vairus (ora anche estivo) che mi fa… Per colpa vostra che non vi siete vaccinati noi ci stiamo prendendo il covid!
    Ma se io sto benissimo, come ho fatto a contagiati?
    Beh si xche siete asintomatici!!
    Ma tu non dovresti essere protetto?
    Si ma, se fossimo tutti vaccinati il virus non circolerebbe e invece voi lo portate in giro e noi ci ammaliamo!!
    Beh chiediti perché voi vi ammalate.
    Non posso competere con tanta intelligenza”.
    anonimo della strada[Da medesimo canale Telegram – 110622] – Il richiamo della foresta rossa“Ascolto e leggo – ogni giorno, da più di tre mesi – affermazioni strabilianti sull’invasione dell’Ucraina. L’infamia – come vogliamo chiamarla? – vien taciuta; le responsabilità sfumate; l’orrore, addolcito. Poiché quelle opinioni arrivano anche da persone intelligenti, mi domando: c’è qualcosa che mi sfugge? (…) Esiste un comun denominatore? Forse sì, ed è biografico. Ho la sensazione che quanti , in gioventù, hanno guardato con fastidio all’America e con speranza al comunismo, oggi fatichino a giudicare un regime che dice d’ispirarsi all’Unione Sovietica. Sanno che Putin è un tiranno, certo. Ma il richiamo della foresta rossa agita il pensiero”.
    Beppe Severgnini
    Vicedirettore – Corriere della SvasticaSe il primo argomento è da riferirsi a un comune ipnotizzato della strada, il secondo ha del ciclopico. Dopo averci pensato e ripensato ha trovato che il credito alle ragioni russe, in risposta all’attacco Nato, ha radici biografiche. Emblema del giornalismo e della sua direzione. I miei amici hanno ragione, senza dubbio alcuno. Se quanto attribuito a Severgnini fosse confermato siamo sicuramente in una Seaheaven.

  354. 900
    lorenzo merlo says:

    Dite voi che sapete come stanno le cose.
    https://www.facebook.com/Pubbleart/videos/583351536427654/

  355. 899
    Roberto Pasini says:

    Balsamo. Il Fattore Umano. Purtroppo non si possono allegare immagini. Per anni ho tenuto appesa in ufficio una vignetta inglese. C’era un direttore del personale alla scrivania, circondato da uccellini, gatti, scimiette, animaletti vari. Il fumetto diceva “Con gli uomini ci abbiamo provato ma siamo riusciti a combinare poco. Adesso proviamo con questi”. Di solito, quando qualche cliente non la smetteva di lamentarsi e di dire che era stufo di avere a che fare con i suoi collaboratori che rallentavano l’applicazione di nuove mirabolanti tecnologie o riorganizzazioni  indicavo la vignetta e dicevo“ Perché non prova anche lei questa strada, invece di chiamare noi. Spende sicuramente meno”.  Altre volte, quando volevo perdere il cliente, perché a volte è meglio perderli, se te lo puoi permettere ovviamente, usavo storpiandola una frase di Gogna sulla roccia e gli alpinisti “ Non ci sono cattivi collaboratori e buoni collaboratori, ma bravi leader e cattivi leader” In realtà è un po’ una balla e anche un po’ una carognata, ma quando ci vuole, ci vuole. Quelli che continuano a dare la colpa agli altri dei loro insuccessi e limiti, dopo un po’ rompono e fanno perdere la pazienza anche agli animi più disponibili e una sculacciata può servire per ripartire nell’interazione su basi più realistiche. Per il loro bene s’intende 😀 Buona notte.

  356. 898
    Giuseppe Balsamo says:

    @894
    Infatti, per questo ero piuttosto curioso. In particolare in merito al motivo.
    Vabbè.
    In bocca al lupo per la tua risposta minacciosa 🙂
     
    @895
    Nonostante viva nella regione c.d. virtuosa (E.R.), confermo i problemi con il FSE.
    E dire che gli standard in questo ambito esistono da tempo (il DICOM, ad esempio, risale ai primi anni ’90).
    L’informatica è strumento potente, ma strumento è e strumento rimane: nessun cacciavite avvita le viti da solo.

  357. 897
    lorenzo merlo says:

    Si potrebbe, Alessandro condividendo.
    Ma è stata messa per scuotere. Fa il suo lavoro.
    Preferivi un professionista dell’informazione con le corna come nelle foto del liceo?
     

  358. 896
    Fabio Bertoncelli says:

    Dite quel che volete, ma la fotografia che accompagna l’articolo mi inquieta. Lorenzo, non si potrebbe togliere?

  359. 895
    Roberto Pasini says:

    Balsamo. Ho fatto una ricerchina ma non ho trovato niente e la frase ministeriale in burocratese citata tra virgolette è priva di senso comune. Non mi meraviglierebbe comunque una qualche pastetta, di fatto magari, più che di diritto, per pacificare gli animi in vista delle prossime elezioni. Passata la peste… Tutto s’aggiusta. Tradizione spagnola e capitolina. A differenza di quello che altri anche qui pensano, il nostro Stato è debole, salvo qualche periodica fiammata persecutiva a scopo dimostrativo o nei momenti di panico. È la quotidianità delle regole che non regge. La cosa tuttavia ha alcuni vantaggi secondari, come ogni patologia. Ci sono tanti spazi di negoziazione e di interpretazione dove infilarsi che stimolano la creatività individuale (infatti mediamente abbiamo personalità accentuate) e permettono buoni margini di manovra personali che altri non si sognano neppure. PS.Sulla dimensione di facciata di alcune sceneggiate che potrebbero suscitare timori di controllo anche in campo sanitario consiglio di leggere il pezzo della Gabanelli sul famoso fascicolo sanitario. L’ho sperimentato di persona per un mio familiare. Alla faccia della “Trasformazione Digitale” della PA.

  360. 894
    lorenzo merlo says:

    Se vera penso interessi tutti.
    Se falsa, anche. Personalmente ho ricevuto solo l’avviso di esproprio al quale ho risposto con una minaccia. 

  361. 893
    Giuseppe Balsamo says:

    Scusate, ma questa notizia di revoca del provvedimento sanzionatorio da dove arriva ?
    Si tratta di un caso isolato o coinvolge un numero significativo di sanzionati ? Quanti ?
    E qual’è / quali sono i motivi della revoca ?

  362. 892
    Roberto Pasini says:

    Matteo. Ho messo la condanna del Fatto per non fare due post. Il tema unificante e’ comunque la diffusione della mancanza di dignità.  Per far presente che le macchine del fango funzionano a pieno regime, da tutte le parti. A parte i soldi (50, 100, 1000) c’è la dignità personale. Nessuno si è scusato con Vendola, politico che non ho mai apprezzato e persona che ha fatto scelte private  che non condivido, ma che non si era messo a ridere sui morti, come una merda umana. Stessa cosa per altri numerosi diffamati, compresi i “putiniani”, ben lontani dalle mie posizioni, che probabilmente non vinceranno cause ma sono stati ugualmente trattati in modo indegno dalle due walkirie. Per quanto riguarda la mancanza di dignità dello Stato di Pulcinella  (altro che dittatura)Non c’è nulla di peggio che minacciare e non agire. Tanto valeva chiedere per favore, con il cappello in mano, contando sui sensi di colpa che sono incistati nella gran parte degli umani (non tutti, alcuni non sanno cosa siano e non percepiscono neppure il dolore altrui). Non voglio risprire ferite, visto che forse stiamo uscendone fuori. Conosco molti che non si sono vaccinati per opportunismo, stando a vedere come andava a finire e contando sul fatto che si vaccinavano gli altri e che ciò avrebbe contenuto gli accessi ai servizi sanitari. Ma è acqua passata, ognuno di noi rimarra’ fermo sulle sue posizioni e sui suoi giudizi, probabilmente fino alla fine dei suoi giorni e se pure finirà in terapia intensiva, fatto sempre possibile ma ormai decisamente improbabile per fortuna (toccandosi sempre accuraramente per prevenzione). Quasi nessun uomo infatti riesce a reggere a lungo la dissonanza tra agire, pensare e sentire. 

  363. 891
    lorenzo merlo says:

    Lucido e cristallino.
    Mercix.

  364. 890
    Matteo says:

    Per prima cosa Il Fatto è stato condannato per 50 k€, non 500 k€.
    Per seconda una sanzione è cosa ben differente da una tassa.
    Per terza mescolare condanne per condanne passate, sanzioni ed evasori per sminuire opinioni su argomenti completamente differenti mi pare un ben povero argomento. Anche se magari efficace.
     
    Infine, considerando che quanto riportato (tutto da verificare) non parla di revoca del procedimento sanzionatorio, ma recita che “il procedimento sanzionatorio …non avra’ ulteriore seguito tenuto conto dei dati acquisiti da questo ministero  successivamente alla predisposizione della comunicazione di avvio del medesimo procedimento”, mi pare piuttosto probabile l’ipotesi che il ministero sappia perfettamente -e abbia sempre saputo- che la sanzione non è mai stata legale, come a suo tempo detto da molti critici, ma avendo ormai ottenuto il suo scopo (bollinare la stragrande maggioranza degli italiani) voglia evitare qualunque contenzioso.
     
    Il che, credo, possa configurare diversi reati, ma sopratutto mi pare la conferma ex-post di quello che più mi ha fatto inkazzare e deprimere di tutta la faccenda: il lento e continuo sgretolarsi delle regole democratiche basilari.
     
    Un ministero che emette sanzioni non giustificate o illegali per indirizzare l’opinione o il comportamento delle persone, è figlio di un governo che adotta una legge elettorale non costituzionale per vincere le elezioni e padre di un comitato parlamentare che fa indagini sulle persone contrarie alle politiche decise a Roma.
     
    Mala tempora currunt!

  365. 889
    lorenzo merlo says:

    Segnalazione per i filociarlatani: https://societaitalianamedicina.it/
     
    Firmando si può scarficare il documento: 50-DOMANDE-PRETENDONO-RISPOSTA-2

  366. 888
    Roberto Pasini says:

    Revoca del provvedimento sanzionatorio ? Lo stato che getta la spugna con gran dignità. Lo aveva già cantato con ironia De Andre’. Niente di nuovo.  Anche gli evasori se la cavano quasi sempre. Basta aspettare. Tanto le tasse le pagano gli altri e quando vanno in ospedale non versano neppure il ticket. Il Fatto Quotidiano deve pagare a Vendola 250.000 euro per averlo diffamato manipolando una registrazione. Se va avanti a perdere cause per diffamazione Travaglio porterà alla rovina il suo giornale. Come gli ricordo’ un noto mentitore seriale e infatti sgnignazzavano complici nel siparietto di Santoro. 

  367. 887
    lorenzo merlo says:

    Ma sì, ragazzate.
    Accondiscendenti ripugnanti.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/copasir-contro-copasir

  368. 886
    lorenzo merlo says:

    Se non sono male informato pare che le anzioni agli over 50 per mancata intrugliazione, siano revocate.
    “Ciao a tutti, volevo comunicare che mi e’ arrivata risposta alle memorie difensive, da parte di “obbligovaccinale@sanita.it. La risposta dice: la informiamo che il procedimento sanzionatorio x inadempienza dell’ obbligo vaccinale, di cui al documento nr….., non avra’ ulteriore seguito tenuto conto dei dati acquisiti da questo ministero  successivamente alla predisposizione della comunicazione di avvio del medesimo procedimento”.
    Mi chiedo cosa diranno i vigliacchi e schifosi della stampa e tutti i loro sodali.

  369. 885
  370. 884
    lorenzo merlo says:

    Aprire bocca e superare se stessi. Ogni giorno più in basso.
    “Uno studio” basta per confermare che gli allercici a qualche cibo sono più protetti del resto del mondo.
    Non sono bastati decine di studi, innumerevoli testimonianze, morti e feriti per far dire a questi viglaicchi e schifosi che forse c’era qualche problema con il vaccino.
    https://www.repubblica.it/salute/2022/06/06/news/covid_allergia_alimentare-352310998/

  371. 883
    Roberto Pasini says:

    In ogni branco c’è qualcuno che dissente da come il branco è gestito. Per motivi vari. Il dissenso per qualcuno può anche diventare rancore e odio. I motivi di questo sentire possono essere così radicati che nessun discorso lo potra’ mai cambiare. Il dissenso può dar luogo a comportamenti diversi: dall’opposizione interna, all’emigrazione, all’isolamento, alla controdipendenza fino alla violenza e alla collaborazione con gli avversari del branco. Il tema di cui si discuteva è quello di come le diverse forme di questo dissenso vengono gestite. Su questo si misura la sicurezza di se’ di chi dirige il branco e la maturità del branco stesso. Il tema diventa duro nei momenti di crisi e di difficoltà quando il branco si sente minacciato all’interno e all’esterno, come abbiamo visto ad esempio per il SarsCov 2 e come vedremo presto se le cose non si aggiustano. E allora si vedrà con quali bussola si orientano governanti, giornalisti…suonatori  e cantanti, tapascioni e soloisti….

  372. 882
    Roberto Pasini says:

    Noi, la nostra stessa esistenza, la forza del nostro marchio siamo un pericolo per altri. Come hanno esplicitato brutalmente il patriarca e l’ex gestore ” “per conto di” e tanti altri. Poi ci mettiamo del nostro, perché facciamo un sacco di cazzate a causa del loto oscuro,dei piccoli Napoleone, dei cowboy dal grilleto facile, dei petrolieri texani,dei nostalgici dell’Impero con la croce di San Giorgio e di Faccetta Nera…… Ma così stanno le cose nel quadro generale di cui si parlerà tra 100 anni, a prescindere dai dettagli dei singoli accordi e trattati violati e da chi. Poi ovviamente la storia di questa nostra epoca sarà scritta in modo diverso a seconda di come andrà a finire. In fondo se non avessimo vinto la battaglia di Lepanto grazie ai soldi dei banchieri genovesi oggi saremmo islamici e il pericolo sarebbe forse quello del terrorismo cristiano.

  373. 881
    lorenzo merlo says:

    Sì. Ma si tratta dello strato pubblico, di superficie, da rotocalco.
    Chi ha sostenuto Osama bin Laden? Chi lo ha formato? Chi ha acceso le primavere arabe? A chi serve l’islamismo se non all’applicazione di un maggior controllo? Se non a mettere mano e piede in aree del mondo che è meglio avere come alleati? A che servono alleati se non per il mantenimento dell’egemonia?

  374. 880
    Roberto Pasini says:

    Lasciamo per un monento la discussione sull’Ucraina e le sue controverse origini. Siamo stati attaccati in casa nostra dal terrorismo islamico e lo saremmo ancora se non ci fosse un’opera continua e decisa di prevenzione e non sappiamo quanto continuerà a funzionare in futuro. Non dimentichiamolo. Anche qui una cosa è convertirsi all’Islam e considerare il cristianesimo una religione corrotta e decadente o criticare anche duramente Israele un’altra collaborare cou terroristi islamici. È poi logico e comprensibile che i servizi di sicurezza nazionale vadano a “ravanare” in chiave preventiva in certi ambienti. Sarebbe colpevole se non facessero il loro mestiere.

  375. 879
    lorenzo merlo says:

    “si dichiara nemico dell’Europa fino a volerla attaccare militarmente”.
    Avrebe attaccato senza la Nato alle costole?
    Senza il colpo di stato del 2014?
    Senza la repressione della cultura russofona?
    Senza l’attacco al Donbass lungo otto ani?
    Senza la prevaricazione nazistoide a modulare la politica ucraina?
    Si vuole sostenere l’idea imperialista di Putin?

  376. 878
    Roberto Pasini says:

    La storia dell’Europa ha un lato solare e un lato oscuro. Da sempre al suo interno ci sono correnti di pensiero e uomini che vedono prevalentemente il lato oscuro e vanno alla ricerca di alternative e alleanze politiche, sociali e spirituali, spesso guardando ad Oriente. Questa tendenza unisce filoni libertari e di sinistra che vorrebbero più libertà, eguaglianza, fraternità (i sacri valori dell’ 89 traditi) e filoni conservatori di destra che vorrebbero più tradizione, patria, fede e famiglia. Da qui nascono certe strane confluenze rosso brune che sono emerse negli ultimi tempi e che vediamo sulla guerra in Ucraina. Chi vede il lato solare e a questo si ispira dovrebbe accettare questa opposizione interna come parte della dialettica democratica, almeno fino a quando rimane entro forme legali e non di collaborazione attiva e illegale con chi si dichiara nemico dell’Europa fino a volerla attaccare militarmente. Anche in passato una cosa era essere comunisti, un’altra fare spionaggio per l’URSS. Oppure in Inghilterra durante la guerra una cosa era criticare il colonialismo dell’impero un’altra fare spionaggio per la Germania nazista. Il primo è un elemento di dibattito anche aspro, il secondo un fatto penale e di alto tradimento in caso di guerra. Ma ci vogliono le prove e un tribunale.

  377. 877
    lorenzo merlo says:

    Putiniani.
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-ecco_chi_sono_i_pacifisti_di_italia/34145_46533/
     
    [Lo scambio è partito per l’866, ma tanto vale, se non di più, l’863]

  378. 876
    lorenzo merlo says:

    L’antiatlantismo c’è.
    La questione è, perché criminalizzarlo?
    Si ritorna al punto d’origine del problema.
    Sono cialtrono che scopiazzano?
    Sarebbe bello. Triste ma bello. Sarebbe il male minore.
    Non stanno consapevolmente eseguendo un progetto? Bene. Dubito, ma bene.
    Non resta allora che convalidare l’incantesimo.
    E per vederlo è necessario allargare lo spettro.
    Seguendo il denaro – giusta pista di ogni incantato dalla vanità – personalmente arrivo alla questione dell’intento egemonico americano-occidentale.
    Come Putin messo all’angolo ha reagito.
    Così gli americanoistanno operando per non perire di un’obbligata autarchia prossima futura.
     

  379. 875
    Giacomo Govi says:

    “le ragioni del russo” “alzare le bandiere”
    In questi termini parlare di “putiniano” potrebbe anche starci. Ci calzerebbe Berlusconi, forse Salvini. Invece molti di quelli nella lista sono prima di tutto anti-atlantisti. Non lo ammetteranno mai, ma in sostanza il nemico del loro nemico e’ il loro amico.  Per usare le tue parole, Lorenzo, hanno inconsapevolmente ciarlatanizzato  quanto di condivisibile c’era nell’anti-atlantismo. Sarebbe stata una buona prova di onesta’, e credibilità’. Invece l’odio per gli yankees viene prima di tutto. Sulla pelle degli Ucraini. Che in fondo, a ben pensarci, “so’ nazisti”…

  380. 874
    Roberto Pasini says:

    Per quanto riguarda i media italiani io francamente non vedo alcun progetto. A parte i militanti, che una volta chiamavamo militonti, manipolatori e falsificatori per mestiere, vedo prevalentemente trascuratezza, improvvisazione, provincialismo, dovuta in parte a cialtroneria naturale e in parte a carenza di mezzi (fare buon giornalismo costa e costa tanto, tempo, soldi, uomini). Con poche, poche eccezioni. E questo vale a 360 gradi. Se uno legge un po’ di stampa internazionale, si rende conto ogni giorno che copiano di brutto, notizie, temi, recensioni, come a scuola i furbetti che non volevano far fatica o non erano capaci. Spesso sono dei rivenditori di macchine usate e un po’ taroccate, spacciate come nuove. Gli va bene perché giocano solo in casa, non devono confrontarsi con concorrenti che giocano in Champion League e hanno qualche “benefattore” che poi rimette a posto il conto economico, in qualche modo. Ma raramente purtroppo i pasti sono gratis. 

  381. 873
    lorenzo merlo says:

    Tutti i putiniani sono tali soltanto in quanto il loro aver fatto presente le ragioni del russo, poi non considerato in nome dell’ignoranza storica per i più puri e in quello del filoatlatismo politico per i più (non so che parola prendere), li ha costretti ad alzare le sue bandiere. Diversamente in uno scambo dialetto senza criminalizzazioni nè razzismi europei ben diversamente sarebbe andata. 

  382. 872
    lorenzo merlo says:

    Io vedo i principi giornalistici democratici dialettici negati. Trovo la situazione grave e mai vista a questo livello di degrado uniformizzato. L’Ordine tace. Roba da impazzire. Attaccaci il great reset e capisci che c’è un nitido progetto di cui ho scritto più volte. 
    Se qualcuno non condivide giudizio e timore forse vivo in un altro universo. 

  383. 871
    Giacomo Govi says:

    Questione di punti di vista. Tra l’articolo del corriere e quelli (molti, ultimamente quasi tutti) di Travaglio ho dei seri dubbi su quale sia peggiore giornalismo. Una bella competizione comunque. Trovo curioso poi che si consideri tanto insultante essere dei “putiniani”, date le rispettive opinioni tanto strombazzate, perlomeno di alcuni dei citati nella lista di proscrizione. A voi darebbe fastidio?  Merlo?

  384. 870
    Roberto Pasini says:

    Bertoncelli. Ma la conosci la storia del Corriere e di RCS ? Lo sai cosa c’era la’ dentro in certi periodi o credi alla favola di Cappuccetto Rosso ? E la recente condanna per diffamazione contro Vendola del Fatto insieme a Libero e al Giornale attraverso la manipolazione di una sua telefonata all’Ilva ? Vendola, che non è un santo, ma di cui hanno distrutto l’immagine. Niente giustificazione perché tutti i gatti sono neri nella notte, ma solo ricordare che prima dell’uso bisogna sempre leggere il bugiardino e poi comunque andarci cauti confrontando le fonti ed elaborando, per quanto possibile, un proprio giudizio. Non so tu, ma io ho scoperto abbastanza presto che non esisteva Babbo Natale, ma dopo qualche lacrimuccia di delusione, ho imparato a non disperarmi e a coltivare ogni Natale la bella fiaba nel mio cuore. 

  385. 869
    lorenzo merlo says:

    Certo.
    Argomenti buoni per un giornalismo scadente e fuorviante che potrebbe meritare accondoscendenza e indulgenza se si trattasse di altro tema.
    E la dimensione parlamentare, la magistratura, il loro immobilismo?
    E poi accondiscendenza fa rima con rana bollita.
    Ma dove siamo finiti?
    Ma dove vogliono arrivare?

  386. 868
    Fabio Bertoncelli says:

    E quindi? Tutti sono colpevoli e pertanto nessuno è colpevole? Eh, no! Troppo comodo! Ora si sta parlando del Corriere della Sera ed è il Corriere della Sera a essere colpevole.
    … … …
    Questo “articolo” è all’altezza di Mario Appelius col suo “Dio stramaledica gli Inglesi”. Per di piú non si tratta certo di voce dal sen fuggita di due sbarbatelle, indegne del mestiere, che scrivono per la Gazzetta di Casalpusterlengo. Responsabile è anche il direttore responsabile: è ovvio!

  387. 867
    Roberto Pasini says:

    Non c’è bisogno di tirar giù il cielo. L’articolo del Corriere è pessimo giornalismo, anzi non è proprio giornalismo. Il direttore probabilmemte chiede un pezzo su un tema caldo.  Le due, note per la loro ambizione, lo confezionano in quattro e quattr’otto: sentono qualche retrobottega romano, come sono solite fare, mettono insieme qualche velina, raccolgono un po’ di pettegolezzi che girano nell’ambiente, magari usano un povero disgraziato di stagista per fare ricerchine in internet e voila il pezzo è fatto: superficiale, pieno di errori, fuorviante, ispirato al modello classico, buono per tutte le stagioni e tutti i colori dell’arcobaleno “Sbatti il mostro in prima pagina”. E così un tema importantissimo come quello delle influenze straniere (americane, russe, cinesi, framcesi….) sui media nostrani e non solo finisce in vacca. Non sono le uniche a lavorare così. Anche nella galassia opposta spesso si lavora così. Un colpo e via,poca spesa, rendimento garantito,  magari condito da qualche insulto, che serve sempre ad alzare l’attenzione.  Ormai su quell’organo di stampa le firme leggibili a mio parere non sono più di tre/quattro. Su altri ancora meno. Non resta che “scegliere le ciliege”. 

  388. 866
    lorenzo merlo says:

    CAZZO!
    Dite qualcosa.
    Dite che siete d’accordo. Che è giusto, doveroso. Dite 10, 100, 1000 Corriere della svastica.
    Urlatelo.
    Fateci capire chi siete.
    Cosa volete.
     
    Anche i vigliacchi e gli schifosi un passo alla volta arrivano dove vogliono.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/quella-sporca-dozzina

  389. 865
    lorenzo merlo says:

    Funziona.

  390. 864
    antoniomereu says:

    Servi con stipendi da laureati?

  391. 863
  392. 862
    lorenzo merlo says:

    State alla larga, leggete Giannini e Riotta, ascoltate Mentana e Formigli, non fate una piega sulla connivenza dell’ordine dei giornalisti e soprattutto votateli ancora.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/i-dubbi-su-bucha

  393. 861
    Andrea Parmeggiani says:

    Dubito che ne abbiano parlato in telegiornali e tolcscio’

  394. 860
  395. 859
    lorenzo merlo says:

    Niente, neanche un argomento.
    L’avevi già dimostrato.
    M’ero illuso.
     

  396. 858
    Giuseppe Balsamo says:

    @856
    Non ritengo che ci sia molto da spiegare oltre alle parole di Cecilia Strada e quanto scritto da Parmeggiani (che ringrazio per il commento).
     
    @857
    Parmeggiani, ciò che tu evidenzi al punto 1 fa parte della guerra. Per combattere una guerra nessuno si mette i guanti bianchi, compreso chi si difende.
     
    Quanto al tuo punto 2 (ma riguardo anche a scudi umani e ospedali bombardati) mi permetto di suggerire quest’altro spunto
    internazionale.it/opinione/neve-gordon/2022/03/21/mariupol-bombardamenti-ospedali
     
    Tutto quello che sta accadendo servirà almeno ad alzare il livello generale di consapevolezza ?

  397. 857
    Andrea Parmeggiani says:

    @Giuseppe
    Le parole di Cecilia Strada sono irreprensibili. Le vittime vanno protette, sempre. Pero’ mi permetto alcuni appunti:
    1) “C’è un aggressore, la Russia, che ha invaso l’Ucraina e ne massacra i civili.” questo è parzialmente non vero: è la propaganda che lo dice; i civili morti lo sono soprattutto quando l’esercito Ucraino e gli “eroi Azov” si nascondono a combattere tra i civili, se non addirittura se ne fanno scudo (fatto questo incontestabile e dimostrato da diversi filmati di “civili” intervistati2) Se l’assunto iniziale è giusto “le vittime vanno protette”, allora – mi ripeto ancora, sembra di essere un disco rotto – lo sono anche i Palestinesi uccisi dagli Israeliani, gli Yemeniti massacrati, gli Iracheni uccisi e usati come in un videogame, etc. etc… Perchè nessuno si indigna per questo?

  398. 856
    lorenzo merlo says:

    Spiegati.

  399. 855
    Giuseppe Balsamo says:

    Appunto.

  400. 854
    lorenzo merlo says:

    E dove o come?
    Ma soprattutto che c’entra?

  401. 853
    Giuseppe Balsamo says:

    Condizioni necessarie (ma non sufficienti) per (provare a) capire (l’altro): volerlo fare, ascoltare e affrancarsi dai propri pregiudizi.
    Non facile.
     
    Forse questo ti può aiutare
    ilfoglio.it/piccola-posta/2022/04/30/news/faccio-mie-le-parole-di-cecilia-strada-su-aggressori-e-aggrediti-3958222/

  402. 852
    lorenzo merlo says:

    Tacete? Scappate? Ridete?
    Non vi capisco.
    Datemi una ragione per farlo.
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-inferno_ucraina_il_primo_documentario_de_lantidiplomatico/45289_46312/

  403. 851
    lorenzo merlo says:

    Non è crollato.
    Azionista.

  404. 850
    Giuseppe Balsamo says:

    Ma infatti!
    L’ospedale dev’essere crollato da solo, forse per un errore di progetto.

  405. 849
    lorenzo merlo says:

    Superare se stessi e seguitare a sorprendere tutti.
    Fuoriclasse.
    Al momento dei fatti la ragazza è stata costretta dagli ucraini a dire che l’attacco all’ospedale era stato russo.
    Tempo dopo in una libera intervista rilasciata a Giorgio Bianchi ha dichiarato come erano andate le cose. E che i russi non c’entravano.
    A momento dei fatti i servi passacarte avevano urlato contro i russi che pure l’ospedale bombardavano.
    Gli stessi passacarte non so che risalto abbiano dato all’intervista di Giorgio bianchi in cui la ragazza spiegava come si erano sviluppati i fatti, probabilmente prossimo allo zero.
    Adesso la Revenduta riprende la notizia sostenendo che iò male deriva dalle minacce mandate dai russi alla ragazza stessa.
    https://www.repubblica.it/esteri/2022/05/17/news/ucraina_marianna_mariupol-349925939/?ref=RHTP-BH-I347279517-P6-S2-T1
    Vigliacchi e schifosi.

  406. 848
    Andrea Parmeggiani says:

    Corriere della Sera, Repubblica, la Stampa.
    Difficile dire chi sia peggio

  407. 847
  408. 846
    Andrea Parmeggiani says:

    Ci dovremmo vergognare, come popolo.

  409. 845

    Giusto Merlo! Ma copiamolo qui di seguito così si “vede” meglio.
    Vado a dormire, buonanotte.
     Fonte: Luca Pinasco
    L’Arabia Saudita invade lo Yemen dal 2015 causando un numero di vittime stimato per difetto a 380.000. Come denuncia il rapporto dell’agenzia per lo sviluppo dell’ONU (UNDP) nel 2021 in Yemen è morto un bambino di meno di 5 anni ogni 9 minuti. Oggi l’Arabia Saudita vuole annettere un territorio dello Yemen grande circa la metà dell’intero paese.
    Israele, paese invasore in Cisgiordania, ha ucciso ieri per mano dei suoi militari la giornalista Shirin Abu Akla mentre stava documentando sul campo le violenze sui civili nei campi profughi di Jenin. Nonostante fosse insieme ad altri quattro giornalisti, vestita con elmetto e giubbotto antiproiettile in dotazione alla stampa con la scritta “press”, i militari hanno continuato a sparare fino a colpirla in un punto vitale.
    Probabilmente, dato che non lo dicono al TG della sera, in molti non sanno che in entrambi i casi noi stiamo dalla parte degli invasori e a loro diamo armi di ogni tipo.

  410. 844
    lorenzo merlo says:

    Se vigliacchi e schifosi non vi va bene trovatevi da soli l’aggettivo giusto.
     
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/invasori

  411. 843
    lorenzo merlo says:

    Preghiera: cosa c’è da salvare, che non sia “vai a vivere in Russia?”
    Se qualcuno ha un’idea, me la regali.
    Con riconoscenza.
    https://www.giornaledelribelle.it/index.php?option=com_content&task=view&id=3526&Itemid=10

  412. 842
    lorenzo merlo says:

    Siate felici la Stampa di Giannini è con voi.
    Gedi e Washington non c’entrano niente.
     
    https://www.luogocomune.net/27-media/5999-cancel-culture-all-italiana

  413. 841
    Andrea Parmeggiani says:

    Una delle tante fake news smascherate da fonti indipendenti e chissà perchè non rilanciate nella stampa “ufficiale”

  414. 840
    lorenzo merlo says:

    Sempre che qualcuno non lo trovi affensivo e inaccettabile per qualche sua fisima eletta a ordine cosmico.
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-smaschera_la_fake_news_delle_fosse_comuni_a_mariupol_controcorrente_travisa_il_suo_servizio_la_denuncia/45289_46116/

  415. 839
    albert says:

    Il reparto che ha fatto strage a Bucha, prima premiato con encomio e medaglie e poi..rispedito in zona di combattimento  dove la controparte risponde e ammazza , non e’ formata da pensionati in bicicletta o massaie con le sporte.( intenzione ipotizzata…che siano tutti fatti fuori cosi’ non testimonierebbero a commissione inchiesta crimini di guerra). Senza dignita’, abbondanza di munizioni e vodka.

  416. 838
    Lusa Mutti says:

    Non pagando in rubli però è un bel dispetto.
    E’ come quello che per far dispetto alla moglie si taglia le palle e se ne vanta pure con gli amici al bar. 🤣🤣🤣🤣

  417. 837
    Andrea Parmeggiani says:

    Potevano pagare in rubli, no?

  418. 836
    Lusa Mutti says:

    Chiusi i rubinetti del gas a Polonia e Bulgaria.
    Non è una fache nius. Sono gli apri pista.
    Come se la caveranno e quali stratagemmi useranno?
    Certo è che non sarà un futuro caldo.
     

  419. 835
    lorenzo merlo says:

    C’è ancora chi vota.
    Creda quel che creda.
    E volendo anche che vota a favore di ciò che produce quanto nel video e, perché no, molto altro.
    Bravi.
    Almeno vi sentirete rappresentati.
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-fossa_comune_di_9_mila_morti_a_mariupol_smascherata_lennesima_fake_news_dei_media_filo_nato/45289_46081/

  420. 834
    lorenzo merlo says:

    Pensierone.

  421. 833
    Giuseppe Balsamo says:

    Prima di parlare dei nazisti (o fascisti) altrui, credo che sarebbe meglio badare prima a quelli di casa propria.

  422. 832
    lorenzo merlo says:

    https://www.ideeazione.com/verificando-i-verificatori-perche-lucraina-sembra-avere-cosi-tanti-nazisti-al-giorno-doggi/
    Non scherziamo, non l’ha scritto l’Onu e non compare su Wikipedia. Cestinare.
    Raba da “miserabili del web”.

  423. 831
  424. 830
    albert says:

    Assurdità nei piccoli dettagli: i combattenti hanno piu’ o meno gli stessi colori di tuta mimetica , che in ambiente urbano non mimetizza ma anzi evidenzia il “target” ,ma neppure serve se lo sfondo e’ bianco di neve o di vegetazione di altra stagione.Usano anche stessi armamenti ;allora la grande pensata: un giro di nastro adesivo colorato diversamente a  seconda dello schieramento, per altro facilmente copiabile  consentendo di infiltrarsi  fingendosi camerati.  Allora cambia la zona ..al braccio destro o sinistro, alla coscia .Fanno compassione gli inviati con la scritta PRESS O  TV …illusione di avere una specie di salvacondotto per razzi e mine, anzi per i cecchini e’ come un invito.  Conclusione : diverso nastro = diversa razza umana= licenza di uccidere il”nastrato” o di essere uccisi come spie.  Altro particolare :l ‘elmetto di kevlar e’ uguale in tutti gli eserciti del mondo  e ha la foggia di quello nazista.. il famigerato stahlelm…non sarebbe da meravigliarsi che sia fabbricato e commercializzato dalla stessa ditta multinazionale…con scelta dello spessore e resistenza custom, come pure le munizioni, i telefonini , i tattici computer.Eppure la polemica tra le parti e nel resto del mondo e’ raffinata…storia, religione, filosofia..tutto entra in gioco. Quando Gino  Strada  operava  i combattenti di ogni schieramento, sforacchiati o sbrindellati e gementi di dolore,  li unificava nel termine COGLIONI.

  425. 829
    albert says:

    “Conoscere la Storia ha una funzione principale, quella di servire a comprendere il tempo presente. Non è purtroppo vero, come pure alcuni sostengono, che serva a non ripetere gli errori del passato. Infatti Hegel scriveva che la Storia ci insegna una cosa soltanto, e cioè che l’uomo non ha mai imparato nulla da essa. Tanto è vero, che l’umanità si è sempre auto-condannata a ripetere gli stessi errori e le stesse dinamiche.”
     Rileggerò con calma….Ho messo  in archivio  segnalibri i vari link suggeriti.

  426. 828
    lorenzo merlo says:

    Nessun “tu quoque”.
    Rileggi.

  427. 827
    albert says:

    https://elearning.unipd.it/scuolaamv/pluginfile.php/17228/mod_resource/content/3/PISANI_2.1_CFU_Vantaggio_Comparato.pptx.pdf
    Bella e asettica la teoria, poi in pratica  le dinamiche dello scambio avvengono FORZATE, i beni non si scambiano, si depredano e si concentrano in poche tasche, quelle dei …( chiamali capitalisti, oligarchi, valorizzatori…specialisti infinanza e contrattazione..)Nell’esempio si parla della segretaria abile nella dattilografia rapida a 10 dita che lascia tempo all’abile avvocato con recirpoco vantaggio., ma a volte  sitratta di dstinguere tra negoziatori e alte sfere della politica e dei manovali massacratori che servono la classe dirigente dalla pigiatura di un pulsante al coltello , con strage finale  inferta o subita( medaglie e alzabandiere assicurate).

  428. 826
    albert says:

    In pratica , il “tu quoque” ovvero anche tu hai fatto ( disastri,stermini , deportazioni ecc) e perciò lo faccio anch’io ( anzi lo faccio fare ai manovali  plasmati alfanatismo e me ne sto al sicuro in un super bunker)regola la politica mondiale e anche locale…per annullare i risentimenti tra gruppi etnici, bisognerebbe eliminare lo studio della storia e censurare tutto il passato..ma non si  può.L’ INFODEMIA, dovuta ai moderni mezzi ma anche al passaparola tra generazioni,perpetua le antiche divisioni. Alla scuola elementare fino anni 50, ancora la grande guerra veniva insegnata instillando  istinti di rivalita’ con gli austriaci… rinfocolato dalle vicende della seconda guerra mondiale, annessioni,poi venne il turismo  balneare loro, quello sciistico e alpinistico nostrano. Qualcosa covera’ ancora sotto la cenere?Il nocciolo sembra l’appropriamento di  risorse e  braccia lavorative  con la forza dei piu’ deboli, i quali entrano in campo avverso sobillati da propagandisti, religiosi,parole come onore gloria …guai a cedere per primi ecc.ovvero lotte tribali amplificate da mezzi di distruzione potenziati.( abbiamo diverse pasque , natali, ramadan, ..e anzichè  festeggiare contenti , troviamo rogne)
    https://www.youtube.com/watch?v=lu_0URk5iao
     

  429. 825
  430. 824
    lorenzo merlo says:

    Non avete scelta.
    Voglio sentirvi dire che sono tutte bugie.
    Vigliacchi e schifosi.
    https://www.luogocomune.net/16-geopolitica/5983-ucraina-l-altra-verit%C3%A0-documentario-completo

  431. 823
    albert says:

    818)https://www.fasda.it/impronta-ecologica/
    per saperlo non c’e’bisogno di una  nuova guerra, e’ noto da tempo…ed anche che siamo pure zona di “importazione “di altri modelli…in ogni campo del vivere(  religioni, vestiario , cibi, usanze matrimoniali, rapporti uomo donna),alcuni dei quali innocui , altri  in contrasto con le nostre leggi ma sopportati per quieto vivere o per un malinteso senso di accoglienza, di dimostrazione di essere tolleranti, politicamente corretti.Una frase di ammirazione per il sistema Italia e’stata”che bello, qui si va dal medico e non si deve dovere pagare mancia a..questo, poi a quello e poi..al farmacista”seguita da “io non compro Fiat,pfui!, io vado a vivere in villetta, non come voi in condomio”” io cerco di andare in Germania, là piu’ assistenza e contributi”.
     

  432. 822
    albert says:

    ” in supermercato russo toglie le etichette dei prezzi e appiccica mini etichette con slogan antiguerra…rischia 10 anni..di galera o “campodilavoro”, avra’ trovato un delatore??
     Nel blog, reti tv e giornali, QUA si deborda , si dibatte ci si accapiglia e poi…tutti ” a magna’ e beve”.

  433. 821
    lorenzo merlo says:

    Sento un boato
    entra dalle porte e dalle finestre
    è giù in strada
    riempie le piazze
    è la levata di scudi del prode popolo antifascista.
    Quello che se dici frocio sei alla forca.

  434. 820
    Andrea Parmeggiani says:

    “L’informazione” sta toccando il fondo

  435. 819
  436. 818
    Andrea Parmeggiani says:

    @816
    Certo. Noi stiamo indubbiamente meglio che in altri posti. Ma che per questo nostro “benessere” dobbiamo “esportare” il nostro modello facendo danni immani ad altri paesi questo non è accettabile

  437. 817
    lorenzo merlo says:

    Un peccato confondere il tentativo di mantenimento dell’egemonia con ciò che in occidente è disponibile.
    Peccato grave.

  438. 816
    albert says:

    “…prostrazione alla versione e all’interesse occidentale – non dichiarato – che fa ribrezzo.”..
     Pieno di difetti e contraddizioni ,proprio ribrezzo  totali non fa..se in occidente  economie asiatiche emergenti ambiscono a VENDERE e ACQUISTARE,    a molti  profughi..forse fa solo ” meno ribrezzo ” della situazione in cui si trovano…qualcosina avremmo pur azzeccato…anche se  occorre continua manutenzione e sorveglianza, dato che regredire e’ un attimo.

  439. 815
    Alberto Benassi says:

    814)
    Appunto a dimostrazione che NON si vuole la pace.

  440. 814
    Andrea Parmeggiani says:

    La sintesi del trogloditismo di chi si arroga il diritto di definirsi civile è l’affermazione di Madeleine Albright, morta di recente, che alla domanda di un giornalista che le chiedeva se la morte di 500.000 bambini iracheni (1996), a causa delle sanzioni, fosse stata una cosa di cui pentirsi, rispose: “E’ stata una scelta dura ma ne è valsa la pena”. Certamente.

    Per chi non ha tempo di leggere, questa è un’ottima sintesi

  441. 813
    Andrea Parmeggiani says:

    La semplificazione infantile delle vicende: Putin il sanguinario eccetera. Ma la cosa più usata per spingere i popoli europei verso il bellicismo ed il coinvolgimento in quella che viene definita la “nostra” guerra, è di rimarcare che sia in Europa: la prima guerra in Europa dal 1945.
     
    Così vuole Biden, così ha ribadito Kamala Harris e così, per ubbidienza, si è espresso il nostro Mattarella, forse volendo far dimenticare che quando bombardavamo la Jugoslavia coi proiettili all’uranio impoverito lui era vice primo ministro.

     Già. Questo e anche l’ipocrisia che a me fa ribrezzo.

  442. 812
    lorenzo merlo says:

    Ma non si tratta di verità, di cercare verità. Si tratta della prostrazione alla versione e all’interesse occidentale – non dichiarato – che fa ribrezzo.

  443. 811
    albert says:

    https://www.google.com/search?channel=trow5&client=firefox-b-d&q=campo+prigionieri+austriaciasinanara
     se non ci cadi per caso o qualcuno ti informa…non ne sai niente, figurarsi se a scuola….toccano questi dettagli. Di Gadda si esaltano alcune opere ma”diario  e giornale di guerra e di prigionia ” bisogna proprio andarseli a cercare.
    https://museodellaguerra.it/wp-content/uploads/2021/08/Marco-Abram-Prigionieri-di-guerra-lavoro-coatto-e-popolazione-civile-in-Trentino-1915-1918.pdf
    https://museodellaguerra.it/wp-content/uploads/2022/01/Catalogo-pubblicazioni-2022.pdf
     son passati piu’0 di 100 anni e ancora c’e’da scoprire..

  444. 810
    albert says:

     Come  sarebbe  possibile vera informazione sui fatti,a caldo,  se a decenni di distanza certi fatti sono controversi anche sotto la lente di storici ?
    Vedi “armadio delle vergogna”, “Italiano brava gente??”, “prigionieri italiani nella grande guerra”, “arcipelago gulag.””il massacro di Nanchino “eccc e la lista è lunga..quasi infinita… se  si crede in qualche verità mai renderla assoluta  incrollabile e definitiva..

  445. 809
  446. 808
    Fabio Bertoncelli says:

    ———  LA  SAI  L’ULTIMA?  ———
     
    “Se il pane è aumentato cosí tanto, che gli italiani mangino brioche.”
     
    Ah, no, scusate: mi sono confuso. Questa non è l’ennesima battuta cabarettistica di Draghi, ma assomiglia tanto a quella di una tipa che poi finí male.

  447. 807
    lorenzo merlo says:

    Argomenti e domande insopprimibili.
    Ho scritto le cose che dici proprio ieri. Prima o poi dovrebbe comparire qui.
     

  448. 806
    Fabio Bertoncelli says:

    Lorenzo, ammettilo: nonostante le apparenze, il vecchio drago avrebbe ancora un futuro come cabarettista. Come spara le battute lui, non le spara nessuno.
    … … …
    Peccato però che lo faccia come capo del governo, sulla nostra pelle.
    Beninteso, capo NON eletto dal popolo, grazie alla Costituzione piú bella del mondo. Cosí almeno la definí un altro cabarettista, noto costituzionalista ad honorem, del quale si sono perse le tracce in questi ultimi due anni di libertà. Che sia ammutolito?

  449. 805
  450. 804
    lorenzo merlo says:

    Su la mano chi ci ha creduto.
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-quel_sondaggio_su_bucha_che_spaventa_il_governo_dei_migliori/6119_45917/
    Furiclasse dell’informazione dei professionisti.

  451. 803
    lorenzo merlo says:

    Basta che ti giri un attimo e succede l’impensabile.
    Ma che giornale è?
    https://www.inchiostronero.it/cantastorie-e-cacciaballe/

  452. 802
    Andrea Parmeggiani says:

    Molto interessanti. 

  453. 801
    lorenzo merlo says:

    Siamo al collezionismo dei “professionisti dell’informazione”.
     
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-le_4_fake_news_di_open_scandalizzano_anche_i_media_mainstream/39130_45912/

  454. 800
    lorenzo merlo says:

    Immagini forti. Dedicate a un pubblico [inserire qui di seguito l’aggettivo favorito] ………………
    https://nicoforconi.it/fact-checking/
     

  455. 799
    lorenzo merlo says:

    https://www.inchiostronero.it/un-ignobile-terrorismo-informativo/
    C’è scritto come prepararsi all’esame di Repubblica. Info utili per chi non è già predisposto di suo.

  456. 798
    Fabio Bertoncelli says:

    Su una cosa però il mio giudizio è categorico: “Lorenzo, esprimiti in modo chiaro!”.

  457. 797
    Fabio Bertoncelli says:

    Il nostro Lorenzo sta ricevendo le prime lodi internazionali, a dispetto di chi qui lo critica perfino se scrive: “Forse domani pioverà”.
    … … …
    Io non sono d’accordo su alcuni suoi giudizi, ma su altri sí. In ogni caso, anche se a mio parere a volte eccede in pessimismo o complottismo, Lorenzo dimostra una mente anticonformista cioè libera da pregiudizi e dalla vulgata imperante. Non è cosa da poco.

  458. 796
    anglijatoday says:

    your article look unique and i am happy after reading

  459. 795
    lorenzo merlo says:

    C’è di tutto e vale un po’ tutto.
    Per chi non ha tempo segnalo dal 25’40”
    https://rumble.com/vzudao-vero-giornale-05.04.2022-il-telegiornale-di-federazione-rinascimento-italia.html

  460. 794
  461. 793
  462. 792
  463. 791
    Andrea Parmeggiani says:

    Molto vero, purtroppo

  464. 790
  465. 789
    lorenzo merlo says:

    Ancora meno. Senza niente.
    https://comedonchisciotte.org/una-serata-in-tv/

  466. 788
    lorenzo merlo says:

    Bravo Marco, sei spesso una luce nella tenebra giornalistica d’Italia.
    Tuttavia il Fuck the Eu made in Nuland ricorre da molti giorni nelle pagine dei “Miserabili del web” made in Giannini. Forse non si conoscono ma già – giocoforza – si amano.
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-marco_travaglio__victoria_nuland_lamica_geniale/39602_45674/

  467. 787
  468. 786
    lorenzo merlo says:

    Gianninesco.

  469. 785
    Giuseppe Balsamo says:

    Dopo che negli ultimi due anni si è assisitito ad ogni tipo di decontestualizzazione da parte delle fonti che spesso vengono citate qui, questa denuncia, che non posso che condividere pienamente come principio, m’appare come tragicamente ipocrita.
     
    Dalle mie parti c’è una metafora molto efficace per descriverlo: “la merda che si rivolta al badile”.

  470. 784
    Andrea Parmeggiani says:

    Una faccenda penosa e imbarazzante per tutta la stampa italiana che vuole fregiarsi dell’attributo “informazione”.

  471. 783
    lorenzo merlo says:

    Se non ancora chiaro, se qualcuno aveva ancora qualche riserva di credito nei confronti dei progressisti, il signor Giannini chiarisce le idee definitivamente. 
    “I miserabili del web” sono quelli che stanno dalla parte che una volta era proprio dei progressisti.
    La spaccatura con tutto ciò che è popolo è chiara e dichiarata.
    Come è chiaro che ancora prenderanno i vostri voti, godranno della vostra solidarietà e vivranno sulla vostra genuflessione permanente, quando non della vostra gianesca ipocrisia.
    Bevi Gruber e se non ti piace, prendi un Giannini.
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-quando_la_toppa__peggio_del_buco_limbarazzante_risposta_di_giannini_sulla_prima_pagina_della_vergogna_de_la_stampa/45289_45643/

  472. 782
  473. 781
    lorenzo merlo says:

    Qualcuna delle testate dei Veri Menzognisiti ne ha parlato?
    https://www.ideeazione.com/armi-biologiche-in-ucraina-a-washington-ce-il-panico/

  474. 780
  475. 779
    Andrea Parmeggiani says:

    Su Telegram Giorgio Bianchi, fotoreporter e autore dell’articolo, ha aperto un canale molto interessante. Ora lui è a Donetsk e invia queste informazioni in diretta e praticamente in tempo reale.

  476. 778
    lorenzo merlo says:

    Professionisti, esperti. Fidati. Mica ciarlatani da fakeblog.
    Compra e vota sotto il segno di Gruber.
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-la_stampa_e_la_prima_pagina_della_vergogna_un_appello_allordine_dei_giornalisti/45289_45621/

  477. 777
  478. 776
  479. 775
  480. 774
  481. 773
  482. 772
    Andrea Parmeggiani says:

    @771
    “Alberto”, lei ha la semplicità e l’ingenuità di un bambino. Bianco. Nero. E tutto il mondo gira intorno a quello che c’è nella sua testolina. Ma non è cosi’. Se non fosse che le persone come lei rendono il mondo pieno di ipocrisia e di menzogne, la compatirei.

  483. 771
    Alberto says:

    Commento 768- Sig.Parmegiani, Israele si di fende da terroristi, io sarò illeggibile lei è complice di un criminale assassino se non lo condanna  “senza se e senza ma” come dicevano le femministe a senso unico. Merlo lei non ho ancora capito cosa fa nella vita se non distruggere il mondo occidentale. probabilmente vuole vendicarsi per prori problemi.
    Putin è un criminale, ogni altra voce contraria è complicità e qui ne vedo tanta. se non vi va l’Occidente, andatevene nessuno vi rimpiangerà

  484. 770
  485. 769
  486. 768
    Andrea Parmeggiani says:

    I commenti di “Alberto” non li tengo neanche in considerazione.
    Ricordiamo che Israele sta bombardando continuamente da anni la Siria e nessuno dice nulla.
    Ricordiamo che il Donbass è stato oggetto di una “guerra a bassa intensità” dal 2014 e a nessuno importava niente. 
    Ci vorrebbe un po’ di coerenza

  487. 767
    lorenzo merlo says:

    Mi ricordo. L’avevi detto anche per l’Iraq, l’Afghanistan, la Libia, Il Kossovo, La Serbia, La Bosnia, il Vietnam, Hiroshima, Nagasaki.
    Equo.

  488. 766
    Alberto says:

    La maggior partedei commenti qui sono immondi.Già solo tentare di giustificare un criminalew come Putin è un crimine contro l’umanità. VERGOGNA

  489. 765
    Andrea Parmeggiani says:

    La guerra psicologica è in corso c’è sempre stata, ed è diventata palese negli ultimi 2 anni

  490. 764
    lorenzo merlo says:

    Per chi non ci avesse fatto caso, distratto dal coro dei passacarte.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/attenzione-in-corso-guerra-psicologica

  491. 763
    lorenzo merlo says:

    In caso fosse sfuggito nonostante le denuncie dei passacarte.
    http://www.circolovegetarianocalcata.it/2022/03/09/litalia-e-un-boccone-prelibato-per-la-grande-finanza/
    Votateli. Votateli. Votateli.
    Ancora. Ancora. Ancora.

  492. 762
    lorenzo merlo says:

    Onest’uomini.
    Votateli.
    Votateli.
    Votateli.
    https://rumble.com/vwwd81-31-marzo-e-nuovo-dpcm-cosa-aspettarsi.html

  493. 761
  494. 760
  495. 759
    Andrea Parmeggiani says:

    Stiamo tornando verso un medioevo culturale

  496. 758
    lorenzo merlo says:

    “Chi ignora questo problema è parte del problema”.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/la-battaglia-odierna

  497. 757
    Lusa Mutti says:

    A me interesse essere informata e aggiornata più sul covid che sulla guerra e di covid non ne parla più nessuno.

  498. 756
    Fabio Bertoncelli says:

    1) La Russia ha invaso l’Ucraina.
    2) Questo è un fatto, non un’opinione.
    3) Ed è un fatto di gravità eccezionale.
     
    Poi si può discutere dei precedenti, per esempio la richiesta dell’Ucraina di entrare nella NATO. Ma il fatto piú grave – la guerra e l’invasione – rimane quello.

  499. 755
    Alberto Benassi says:

    Il covid ad un tratto  è sparito…?

  500. 754
    Mario says:

    La guerra suscita  emozioni violente. I popoli nostri potrebbe rendersi conto della manipolazione in atto. E forse qualcosa potrebbe cambiare nella percezione delle cose, ma credo che la propaganda vincera’ ancora. Quale sara’ il risultato…dipende…da quale interesse dovra’ prevalere. 

  501. 753
    lorenzo merlo says:

    Canto del cigno della Nato, della egemonia Usa, della Ue?
    Multipolarismo possibile?
    O probabile costrizione all’autarchia degli çUsa?

  502. 752
    Lusa Mutti says:

    La Russia non è più un Paese socialista e in Ucraina il Partito Comunista è messo al bando. Questa è una guerra tra Paesi capitalisti per ragioni di influenza economica-geopolitica.
    Si ritorna al clima precedente la 1^ guerra mondiale, ma all’epoca non vi erano armi atomiche.
    Da notare il fatto che i media non parlano più di Covid, di vaccini e di No Vax.

  503. 751
    Andrea Parmeggiani says:

    Considero Letta uno dei peggiori leader politici del PD nella sua storia, e in generale tra tutti i partiti. Le parole hanno il loro peso e bisogna sapere, quando sei un leader politico, quali pronunciare. 
    Putin non è uno stinco di santo ma è stato sicuramente provocato, e gli 8 anni di battaglie nel Donbass ne sono una prova

  504. 750
    lorenzo merlo says:

    L’opera d’arte in forma di menzogna del vergognoso giornalismo si sta ripetendo con la narrazione del mostroputin.
    Chi sospetta siano solo stupidi sbaglia. Sono parte del degrado e sono anche parte delle sue élite. Le parole di Letta sulla vicenda Ucraina ne sono lo schifoso faro.
    Votate pure il nuovo ordine e immondi salite sul putrido barcobe dei vincitori.
    Gli altri, non si credano soli.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/una-guerra-nata-dalle-troppe-bugie

  505. 749
    lorenzo merlo says:

    Credete a tutto, pagate il canone, vaccinatevi, votate. La guerra è vicina.
    Sono La Feccia il vostro giornale di veri giornalisti. Sostieni il vero giornalismo.
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-la_propaganda_di_guerra_contro_la_russia__la_caporetto_dei_mass_media/39602_45214/
     

  506. 748
    Roberto Pasini says:

    Merlo.,Fai il tuo giochino preferito con qualcun’altro che abbocca. Che è meglio. Io non ti faccio da spalla. Buona continuazione. 

  507. 747
    lorenzo merlo says:

    Sprolqui gergo inglese.
    E capisci che non è il caso.
    Ti appelli al sapere e alla razionalità.
    Scopri che le questione è emozionale e giù spiegazioni.
    Ti appelli alla ragionevolezza del vaccinismo.
    Poi abbandoni facendo finta di niente.
    Riversi banalità come una tramoggia.
    E non te ne accorgi.
    Argomenti la normalità del marketing giornalistico.
    Inconsapevole che stai avvallando questo sistema di cose.
    E alla fine batti i pugni perché le cose non vanno secondo il tuo buon senso.
    Ciao.

  508. 746
    Roberto Pasini says:

    È ovvio che ogni Stato si preoccupa dei suoi confini. È una banalità e le banalità non mi soddisfano molto.,Ho trovato interessante la ricostruzione storico geografica del perché proprio quel confine tra gli enormi confini che ha la Russia e non ad esempio il confine baltico. Comunque chiudiamo qui. Mi sono stufato. Il dialogo è impossibile su questo tipo di media. 

  509. 745
    Matteo says:

    Roberto, tu hai scritto ““leggendo un libro di geografia ho capito perché i russi sono così intrippati da sempre sull’Ucraina””
    Io ho scritto che mi pare che sia una banalità capire il perché i russi si preoccupino di cosa succede ai loro confini immediati, visto che lo fa ogni stato (ho citato gli USA, ma avrei potuto citare Francia, Germania Italia per limitarmi a noi).
    Tu ti sei sentito aggredito, giudicato e insultato ma non era certo mia intenzione.
    (E francamente, rileggendo, stento a trovare qualcosa in tal senso)
     
    Direi che con ciò, basta.

  510. 744
    Roberto Pasini says:

    Matteo. A me non mi ha convinto proprio nessuna propaganda di nessuno. Sforzati di ascoltare, invece di aggredire e fare interpretazioni sugli altri, poveri fessi che si fanno abbindolare come allocchi. È l’autore del libro che parla di “ossessione” “preoccupazione” dei governanti russi da 400 anni per il controllo della pianura ucraina, porta di ingresso da cui sono passati quasi tutti gli invasori perché di più facile accesso che non il corridoio Nord e ci sta, ha un senso. Che cavolo c’entra l’illazione che io mi sarei fatto convincere dalla propaganda atlantista ? Si trattava poi di esempio che aveva a che fare con tutt’altro e cioè proprio con la necessita’ di essere attenti e prudenti con ciò che passa nel mercato delle news sui media e in Rete, nessuno escluso, perché esistono sempre risvolti economici, diretti e indiretti. Ci vuole veramente una gran pazienza per non perderla ogni tanto. Se avete bisogno ogni volta di un avversario immaginario per giocare a fare rissa, io sono la persona sbagliata. Sono stato troppo addestrato a gestire l’aggressività altrui, anche se mi costa ancora fatica, dopo tanti anni.

  511. 743
    Matteo says:

    Mi sono meravigliato perché in realtà non c’è nessunissima ossessione ucraina di Putin, ma, ormai da anni, è in corso un’aggressione (o una minaccia, se preferisci) americana alla Russia. E Putin ha risposto che riterrà una aggressione l’ingresso dell’Ucraina nella NATO. (come ha affermato anche Sergio Romano, non un pericoloso comunista)
    Solo la propaganda  a cui siamo sottoposti ti ha convinto di altro. 

  512. 742
    Roberto Pasini says:

    Matteo. Perché ti sei meravigliato che io abbia citato un libro di geografia quale fonte di nuovi stimoli, come se non sapessi dove si trova l’Ucraina e il terrore russo dell’adesione dell’Ucraina alla Nato. Il libro mi ha ricordato la storia della Russia degli ultimi 400 anni e il perché di alcune ossessioni degli Zar e di chi si ritiene un loro erede. C’è sempre qualcosa da imparare che magari ti fa scattare un pensiero e una connessione. Comunque lasciamo perdere e vediamo come va a finire confrontando le fonti ed evitando di berci tutto quello che passano le diverse osterie come vino di ottima annata. Ma questo è il prezzo che si paga per l’esistenza di un “mercato” delle news. Inutile scandalizzarsi, a parte il comportamento di alcuni osti davvero scandalosi. L’alternativa è peggio. 

  513. 741
    Matteo says:

    Caro Roberto, non capisco perché dovrei pensare ignorante, idiota o sprovveduto o da dove si evinca.
    Ribadisco che al momento attuale Putin non è preoccupato dall’assenza di montagne ucraine quanto dalla possibilità che dopo Polonia, rep. Ceca, Ungheria, Estonia, Lettonia, Lituania e Romania, la NATO (cioé gli USA) arruoli anche l’Ucraina.
     
    Vegetti, quanto a questo, la repubblica dell’Ucraina è (formalmente) indipendente da 1918…ma comunque non c’entra proprio nulla 

     

     

  514. 740
    lorenzo merlo says:

    Siate ragionevoli atlantisti, non cercate peli nell’uovo, anche il governo lo dice.
    —–
    Contro i vigliacchi senza dignità della tv e della stampa.
    —-
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/stavolta-l-atlantismo-e-nudo-come-il-re

  515. 739
  516. 738
    Roberto Pasini says:

    Vegetti. È appunto quello che spiega Marshall, utilizzando il punto di vista geografico e quello storico. Negli ultimi 500 anni la Russia è stata invasa più volte da Ovest. Da Napoleone fino alle due guerre mondiali i russi hanno combattuto mediamente ogni trentatre’ anni nella pianura nordeuropea o nelle sue vicinanze. Ma questo non c’entra qui. Si trattava di un esempio per dire che ci sono implicazioni che a volte non sono così evidenti e che prescindono dalle volontà (anche dalle buone volontà) degli attori. Esattamente quello che succede quando noi ci mettiamo in quel mare non sempre chiaro che è il mondo della rete, dove pochi davvero hanno la chiave per capire come funziona il retrobottega, salvo meravigliarsi quando magari riceviamo un messaggio pubblicitario o un avvertimento che la nostra password o identità e’ stata violata e ci chiediamo: ma dove è avvenuto il contagio, come è stato possibile? E poi magari scopriamo ad esempio con meraviglia che guarda caso Telegram è stata fondata e controllata da due russi e che è molto meno sicuro di Whatsapp del famigerato Zuckerberg. Senza essere paranoici ma un po’ di sana attenzione e diffidenza non guasta e non si tratta di offendersi. In fondo la diffidenza verso i media mainstream non è proprio quello che è stato più volte raccomandato qui? Perché non dovrebbe valere a 360 gradi ogni volta che navighiamo?

  517. 737
    marco vegetti says:

    No Matteo. Esempio sbagliato. Cuba, anche quando governata da un dittatore piazzato lì dagli americani, era pur sempre uno Stato indipendente (per qualche anno un Protettorato USA). L’Ucraina no, faceva parte dell’URSS  e prima dell’impero zarista (con alcune eccezioni)

  518. 736
    Roberto Pasini says:

    Matteo. Inserto pubblicitario (non a pagamento).
    Tim Marshall, Prisoners of Geography, traduzione italiana: Le 10 mappe che spiegano il mondo” Garzanti 2017
    Capitolo 1. Russia 
    dalla Prefazione : “Vladimir Putin dice di essere un uomo religioso. Se è così forse ogni sera, quando va a dormire, recita le sue preghiere e chiede a Dio: perché non hai messo un po’ di montagne in Ucraina? ps. Perché pensi che io sia un ignorante, un idiota e uno sprovveduto, oltre a non conoscere la grammatica latina? Saluti

  519. 735
    Matteo says:

    “leggendo un libro di geografia ho capito perché i russi sono così intrippati da sempre sull’Ucraina”
    Gesù Roberto, mica ci vuole un gran libro: i russi sono piuttosto sensibili a quello che succede in Ucraina per lo stesso motivo per cui gli statunitensi sono sensibili a quello che avviene per esempio a Cuba

  520. 734
    Roberto Pasini says:

    Caro Fabio, ti sbagli di grosso. Sui temi della fisicità, delle sue meraviglie e delle sue miserie, siamo molto più ipocriti, omissivi e pieni di pruderie e paure noi maschi delle donne, anche se a volte il linguaggio truce da caserma dei gruppi maschili potrebbe far pensare il contrario. Parlane con qualunque operatore sanitario, medico, infermiere, terapeuta che ha a che fare quotidianamente con questa dimensione e ne troverai conferma. E su questo chiudo, perché oggi ho già toccato troppi argomenti “sensibili”, alla faccia delle accuse di democristianita’. 

  521. 733
    Fabio Bertoncelli says:

    Ragazzi, problemi di prostata? emorroidi? incontinenza notturna? pannolone? Alla vostra giovane età?
    Non ditemi di sí, perché ci sono ragazze che vi leggono e poi svengono. 😂😂😂

  522. 732
    Roberto Pasini says:

    Benassi. Il togliersi la mascherina si riferiva esattamente al fatto di parlarsi chiaro e diretto, senza ipocrisia, tra persone e non tra “personaggi”, proprio per evitare quel fenomeno che ho chiamato di “zanzarizzazione”, nel quale ogni tanto secondo me si avvita il blog. 

  523. 731
    Alberto Benassi says:

    Anche il blog avrebbe bisogno di aria fresca e di togliersi le mascherine che nascondono spesso  i veri volti delle persone. Ciao.

    Allora caro Roberto vacci piano con queste frasi. Non fare di tutta l’erba un fascio.
    Qui oltre che anziani , con emorroidi, prostata ect. ci sono anche dei permalosi.

  524. 730
    Roberto Pasini says:

    Benassi. Caro Alberto, una delle caratteristiche dello stile democristiano è l’ipocrisia: gestire un bordello e far finta di essere santi, puri e timorati di Dio. Io ho un mare di difetti, uno peggio dell’altro, ma non l’ipocrisia. Anzi è la cosa che mi infastidisce di più e mi fa diventare brutale, aggressivo e irriverente. Quindi non è a me che ti devi riferire, almeno per questo aspetto. Ciao

  525. 729
    Roberto Pasini says:

    Jaron Lanier. La frase “Se il servizio è gratis il prodotto sei tu” è sua. Lanier è uno dei creatori della “virtual reality” e nei suoi recenti libri ha portato alla luce alcuni arcani dell’impero. È inoltre uno degli autori del documentario illuminante “The social dilemma”. E così ho fatto un po’ di propaganda a lui e ho contribuito (poco e indirettamente) al pagamento delle sue bollette.

  526. 728
    Roberto Pasini says:

    Gogna. Non ho capito. Ma non importa. È un limite mio. Non è così scontato che tutti si rendano conto delle implicazioni anche economiche di cio’ che succede. Io stesso ho imparato a capirlo molto tardi, nonostante il culto marxiano della giovinezza. Certamente non è l’unico criterio di analisi della realtà però è uno dei tanti strumenti,ciascuno  imperfetto con cui cerchiamo di farci una ragione del mondo. Per esempio da poco leggendo un libro di geografia ho capito perché i russi sono così intrippati da sempre sull’Ucraina.  Sul funzionamento spesso occulto della Rete personalmente ho molto da imparare e ogni giorno resto colpito da qualcosa quando parlo con chi conosce gli arcani dell’impero.

  527. 727
    Alberto Benassi says:

    Visto che qualcuno ha parlato di maschere da calare.

  528. 726
    Alberto Benassi says:

    Meglio essere ingenui ma genuini che democristiani.

  529. 725
    GognaBlog says:

    Pasini. Sono d’accordo sulla differenza tra implicazioni e finalità economiche. ma nel momento stesso in cui si afferma che OGNI cosa ha implicazioni economiche, che senso ha affermarlo quando si descrive o si commenta la cosa stessa? Perché esternare una proprietà che si dà per implicita?

    Come dire che ogni notte è scura… Una notte è una notte: ed è ovvio che è scura, l’aggettivo è del tutto inutile. Si vuole dire che che è senza luna? Si dica allora “senza luna”.

    E, per tornare al discorso iniziale, quando tu scrivi “Nel mondo della Rete bisogna diffidare di ciò che è gratis. Se è gratis vuol dire che il prodotto sei tu. Basta saperlo”, questo tuo invitare “a non essere ingenui” travalica l’implicazione “intrinseca” e, secondo me, si spinge nel campo più proprio di quella famosa affermazione per la quale “tu non sai perché picchi la moglie, ma lei certamente lo sa benissimo”.

    Noi tutti siamo sempre dei prodotti, almeno se non ci si descrive da un punto di vista evangelico e tralasciando che non siamo solo quello. E lo siamo comunque, sia che siamo ingenui sia che non lo siamo. La notte è sempre scura…

  530. 724
    Roberto Pasini says:

    Ps. Ho parlato di implicazioni economiche e non di finalità economiche. Sono due cose ben diverse. La prima è una realtà la seconda implica una volontà.

  531. 723
    Fabio Bertoncelli says:

    «Però la vita e i miei genitori mi hanno fatto cosí […].»
     
    Mi sono scordato di una terza cosa: l’alpinismo. Il mio cuore si è plasmato a sedici anni leggendo Tra zero e ottomila di Kurt Diemberger e poi sui libri del grande Gaston Rébuffat, tutti pieni di poesia. Da allora il mio spirito non è cambiato: lo considero una rara fortuna.
    … … …
    P.S. Come vedete, gira e rigira, in un articolo che si occupa del degrado del mondo e di squallide vicende, siamo infine ritornati a parlare delle amate montagne: la ragione d’essere del GognaBlog.

  532. 722
    Roberto Pasini says:

    Caro Gogna, lo so perfettamente e lo anche detto. Tutto quello che facciamo ha comunque indirette implicazioni economiche, anche se scriviamo poesie e non le teniamo solo per noi: quando segnaliamo un libro, una località, un’iniziativa, un corso, un professionista che fa certe cose, un’associazione che raccoglie fondi e iscrizioni….non c’è nulla di male e di perverso in tutto questo, nulla di cui vergognarsi. Visto che hai citato il matrimonio, anche il matrimonio ha implicazioni economiche, perché la coppia e la famiglia sono una realtà economica, pure se c’è un grande amore. È parte della vita.  😻 

  533. 721
    Fabio Bertoncelli says:

    Caro Roberto, credo di essere tra le persone adulte piú ingenue che esistano sulla faccia della Terra. Quindi in vita mia ho patito numerose fregature.
    Ciò nonostante, in un mondo che trabocca di individui infidi, ipocriti e mentitori, sono fiero di esserlo.
    … … …
    A questo punto tu obietterai: «Non essere ingenui non significa essere infidi». È vero. Però la vita e i miei genitori mi ha fatto cosí e, dovendo scegliere tra ingenuità e spregiudicatezza, continuo a preferire la prima.

  534. 720
    GognaBlog says:

    Mi permetto di scrivere io il 720° commento a questo post. E mi rivolgo a te, Pasini. Ci sono degli oggetti che sono facilmente classificabili, altri difficilmente classificabili, altri ancora impossibili da classificare. Dopo di che, fatto lo sforzo, dovrebbe almeno rimanere il dubbio che si potrebbe aver sbagliato la propria analisi, quindi la propria classificazione… perfino da dubitare che il classificare stesso abbia una qualche utilità o qualche senso.

    Perciò, a difesa dell’ingenuità (anche se “finta”), mi sento di affermare che GognaBlog (e a maggior ragione Totem&Tabù) esulano da qualunque discorso commerciale, diretto o indiretto.

    Me lo rimprovera (sia pur con grande dolcezza) anche mia moglie.

  535. 719
    Roberto Pasini says:

    Bertoncelli. Beata (finta) ingenuità. Tu pensi che usare la rete sia gratis. Non ci sono pasti gratis, a meno che tu viva di rendita. Ci sono sempre implicazioni commerciali, magari piccole e indirette, ma ci sono. Questo però scandalizza solo le verginelle, o almeno quelle che tali vorrebbero sembrare. Non significa che non ci sia passione e coinvolgimento. Dopo i sedici anni di solito si sviluppa una certa consapevolezza, anche se ultimamente noto un certo prolungarsi delle adolescenze, un positivo segno di vitalità e vivacità, ma con qualche implicazione. Saluti.
     

  536. 718
    Fabio Bertoncelli says:

    «E se in vita tua non hai mai provato passione, allora non sei vissuto.»
    … … …
    Cosí parlò Fabio Bertoncelli.

  537. 717
    Fabio Bertoncelli says:

    Quando frequento il GognaBlog sono in rete e non pago nulla. Stai forse insinuando che Gogna mi vende come prodotto? Ah, Alessandro, sei un birichino!
     
    N.B. Ma non è vero! Almeno qui non esistono né pubblicità né secondi fini. C’è passione: pura passione di un’intera vita!

  538. 716
    Roberto Pasini says:

    Ps. Nel mondo della Rete bisogna diffidare di ciò che è gratis. Se è gratis vuol dire che il prodotto sei tu. Basta saperlo.

  539. 715
    Roberto Pasini says:

    Parmeggiani. L’ultimo lavoro professionale che ho fatto prima di chiudere bottega tre anni fa è stato proprio in quel mondo. Non hai idea a quale livello di sofisticazione è arrivato quello che chiamano Media Marketing. C’è una tracciatura analitica dei comportamenti dei consumatori quasi minuto per minuto. Lo stesso per i social. Del resto vivono di introiti pubblicitari diretti o indiretti e vendono noi agli inserzionisti. L’alternativa è l’eremitaggio e la chiusura rispetto al mondo. Ma anche se ti limiti all’analogico e al cartaceo non sfuggi. Anche qui, dove gli intenti di Gogna non sono certo di business, di fatto passano cose che hanno indirette implicazioni commerciali: segnalazioni, libri, linkaggi, contatti….io non mi indigno. Che cento fiori sboccino e cento scuole gareggino diceva Mao. L’alternativa che abbiamo visto finora sono i media controllati dallo stato, modello sovietico. Basta esserne consapevoli, non farsi troppe illusioni e gestire noi il flusso facendo scelte personali e adulte sui banchi del mercato, se si riesce,

  540. 714
    Andrea Parmeggiani says:

    Purtroppo devo dare ragione a Pasini. E’ puro, freddo marketing. Non c’entrano le idee, le opinioni, e nemmeno la verità.
     

  541. 713
    lorenzo merlo says:

    Rinuncio pure qui.

  542. 712
    Roberto Pasini says:

    Se vado da McDonald non mi devo meravigliare se non trovo il carrello di bolliti misti con salsa verde. La TV commerciale è pagata dagli inserzionisti. I programmi sono costruiti in funzione del target che si vuole raggiungere. Rete 4, nella attuale gestione è tornata,dopo alcuni tentativi diversi che avevano dimezzato gli ascolti,  ad essere la rete più “tradizionale”di Mediaset. Si rivolge ad un pubblico di maschi over 50 con orientamento molto conservatore (lo stesso target del Giornale e Libero) e offre cosa interessa a questo target. È inutile meravigliarsi. Basta non guardarla. Anche questo blog si rivolge ad un certo target, offre giustamente cosa interessa a noi e raccoglie ciò che semina, a parte qualche intrusione ogni tanto di corpi estranei che vengono infatti massacrati. Molti pezzi non hanno alcun interesse per altri target, anche del mondo“montagna”. Così funziona. Poi uno sicuramente può mettere in discussione la tv e i media commerciali ma allora è un altro discorso e si torna agli anni ‘80. Lo scientismo non c’entra niente. È marketing dei media. 

  543. 711
    lorenzo merlo says:

    Non è per competenza (tutta da verificare).
    È per cittadinanza.
    Non serve scienziati per vedere gli ideologicizzati dallo scientismo.

  544. 710
    Roberto Pasini says:

    Capisco che uno se è giornalista di indigni per il comportamento di alcuni “colleghi”. Succede anche a me per la consulenza. Ma è roba interna alla specifica corporazione e con venature personali. Io dall’esterno francamente me ne catafotto di chi lavora per confezionare schifezze destinate ad un pubblico di anziani destinato a sparire. Mi inquieta di più Tik Tok e dedicherei tempo e attenzione a cose di quel genere che non a questioni residuali, di breve durata.

  545. 709
    lorenzo merlo says:

    Se un giornalista non fa giornalismo e va bene così. Non faccio parte della squadra.

  546. 708
    Roberto Pasini says:

    Quello non e’ giornalismo. È infotaiment. Costruito così. Conviene mantenere la giusta carica di indignazione per altre cose e non mancano, ce ne sono in abbondanza, perché non viviamo certo nel migliore dei mondi possibili, anche se qualcosa rispetto al passato è stato portato a casa.  A meno che uno abbia un surplus di indignazione da spendere, ma allora il problema è suo. 

  547. 707
    lorenzo merlo says:

    Parlo dell’assenza di indignazione nei confronti del giornalismo.
    Parlo che senza indignazione, altro di peggio seguirà.
    Parlo di chi non s’indigna, quale invincibile supporto a ciò che abbiamo.
     

  548. 706
    Roberto Pasini says:

    È un po’ come provare delusione perché si scopre che un rapporto a pagamento non c’era vero amore ed erano tutte balle ben confezionate. L’Avvocato, che ben se ne intendeva, disse una volta a chi gli chiedeva perché non frequentasse più Forte dei Marmi: “Caro signore, io ci andavo quando le contesse si divertivano a fare le zoccole, adesso che ci sono le zoccole che fanno le contesse non mi diverto più e mi annoio”. Suvvia, siamo uomini di mondo, abbiamo fatto il militare a Cuneo. E vale anche per le zoccole alpinististiche. Uno, ad un certa eta’, dovrebbe sapere cosa compra, con realismo e senza aspettative adolescenziali. Un attimo e via. Saluti

  549. 705
    Roberto Pasini says:

    702/703 ma perché guardate quella roba? Ha uno share abbastanza basso (5% meno di un milione di spettatori) ed è costruita apposta per un certo pubblico, volutamente finalizzata a sfrugugliare certe emozioni da parte di gente che fa quel mestiere antico con cinismo senza porsi troppi problemi di coscienza. Gente che c’è sempre stata e sempre ci sarà. A mio parere anche se la guardate con un occhio da antropologo sociale non è così rappresentativa. Dal punto di vista sociologico allora è meglio Sanremo: un bel catalogo della contemporaneità italiana, dei suoi miti e delle sue leggende. E lì c’erano dieci milioni. 

  550. 704
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 702
     
    Non entro nel merito sui Talebani: chi meglio del popolo afghano (e delle donne afghane, in particolare) può conoscere la reale situazione ?
     
    Ma la notizia dell’odissea di Charlotte Bellis mi sembra che sia stata ripresa dai giornali in Italia.
    Qualche esempio:
    repubblica.it/esteri/2022/01/31/news/la_nuova_zelanda_respinge_le_accuse_della_giornalista_incinta_accolta_dai_talebani-335861012/
    ilmessaggero.it/salute/storie/charlotte_bellis_reporter_incinta_talebani_nuova_zelanda_cosa_e_successo-6471831.html
    tg24.sky.it/mondo/2022/01/30/afghanistan-giornalista-incinta-talebani
    ilgiorno.it/mondo/giornalista-incinta-nuova-zelanda-talebani-1.7307302
    ilgazzettino.it/salute/storie/charlotte_bellis_reporter_incinta_talebani_nuova_zelanda_cosa_e_successo-6471831.html
     
    E’ inoltre notizia non recente che la donna potrà rientrare in Nuova Zelanda. Un dettaglio omesso nel pezzo su ariannaeditrice:
    ilpost.it/2022/02/02/charlotte-belli-giornalista-incinta-talebani-nuova-zelanda/
     
    Non per difendere il giornalismo italiano, che, salvo qualche eccezione, personalmente considero arrivato a livelli infimi (e Rete4 è da decenniottimo esempio di decadenza), ma perchè tacciare gli altri di raccontare balle per poi comportarsi allo stesso modo ?

  551. 703
    Andrea Parmeggiani says:

    Anche io ieri sera, stranamente, ho visto mezz’ora di quella specie di arena di gladiatori in cui si dà in pasto qualche malcapitato alle belve feroci, per il divertimento della folla. Uno spettacolo indegno.

  552. 702
    lorenzo merlo says:

    Ieri un giornalista di Rete 4 interrompeva avvocati novax e lasciava scorrere il profluvio di parole di Bassetti, zuppo di inopportuni e demagogici “non dice niente di scientifico”.
    Nel frattempo aveva sul viso un moto di derisione verso le avvocate e di compiacimento per gli altri.
    Giornalismo zero.
    Neppure inettitudine, ancora meno.
    Schifo.
    E come lui molti, la maggioranza, di quelli che contano.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/le-balle-sull-afghanistan

  553. 701
  554. 700
    lorenzo merlo says:

    Più che tut gli anni luce possibili. 

  555. 699
    marco vegetti says:

    Meno male che non bisogna giudicare, perché dai giudizi nascono i pregiudizi 😀

  556. 698
    lorenzo merlo says:

    tut pirl

  557. 697
    marco vegetti says:

    Mieux si tu edutes le francais aussi avec l’Histoire. On dit: j’abandonnes. Arrand, il n’existe pas. 😀

  558. 696
    Giuseppe Penotti says:

    Je m’arrand. 

    Era ora. Spero per sempre.

  559. 695
    lorenzo merlo says:

    Je m’arrand. 

  560. 694
    marco vegetti says:

    Non avevo dubbi che avresti sorvolato sui giudizi che tu dispensi a dritta e a manca. Mi piacerebbe tu andassi a farti una gita a Sant’Anna di Stazzema, a Marzabotto, a Boves e chiedessi alla gente dei loro giudizi (o pregiudizi) sui fascisti e nazisti. Certo che ne sono consapevoli, ma loro han subito cose che per te (per noi) sono addirittura difficili da immaginare. E come potrebbero mai non farlo? E non ha condotto a nessuna guerra, il loro dolore e la loro autoreferenzialità, ma a una coscienza della propria Storia, del proprio vissuto, e al rifiuto (basato su solide basi) di una ideologia di morte come quella ancor oggi sostenuta da CasaPound. Pregiudizi? Certo. Chissà come mai… 

  561. 693
    lorenzo merlo says:

    Non avevo anniluceschi dubbi.
    È la consapevolezza o meno della propria arbitraria posizione che genera la differenza.
    Identificarsi con il proprio pregiudizio, ruolo o identità o essere consapevoli della loro autoreferenzialità allude a mondi diversi.
    In uno si crede alla propria verità. Fino alla guerra.
    Nell’altro se ne ride. Fino alla libertà dal conosciuto.
    Continua tu. Se ce la fai.

  562. 692
    marco vegetti says:

    Merlo, ma con che faccia di tolla parli? Sei sempre lì a giudicare gli altri… Non te ne accorgi nemmeno? Rileggiti la marea di sarcastici aggettivi con i quali apostrofi chiunque non la pensi come te… Se non sono giudizi quelli… 
    Comunque sia, sì caro Merlo: l’antifascismo comporta un giudizio. Il pregiudizio lo crea quello che il fascismo ha fatto, fatto vivere, combinato in 20 anni al potere. Per cui, se qualcuno si rifà a quella ideologia, cancella la Storia dell’Italia e di mezza Europa. 

  563. 691
    lorenzo merlo says:

    Mai una volta che prendi il concetto. L’ideologia comporta una morale. La morale un giudizio.
    Il giudizio morale è un pregiudizio  
    Per il resto vai avanti tu.Ma se non ci sei arrivato finora, non so.
     
     

  564. 690
    marco vegetti says:

    Fabio. Davvero:  sui singoli problemi specifici evitando di giudicare sulla base delle ideologie e delle direttive di partito
    Allora possiamo dire, che senza giudicare sulla base delle ideologie e delle direttive di partito, Hitler ha risolto il problema della disoccupazione tedesca post-bellica? Io non seguo “direttive di partito”, ho smesso anni e anni fa. Ma seguo, eccome, una logica antifascista, proprio perché è alla base della Costituzione e perché è una discriminante che, per me, ancora vale. Indi per cui, ribadisco, Casa Pound è un movimento fascista e chi lo segue ne accetta la logica (e l’ideologia), avvocato Mori compreso.

  565. 689
    Fabio Bertoncelli says:

    @ 688
    No, Lorenzo, ca**o! Non scrivere cosí, ché poi Marco dà la colpa a me! 😉😉😉

  566. 688
    lorenzo merlo says:

    Ottenebrato. 

  567. 687
    Fabio Bertoncelli says:

    @ 684. Marco, per me la Costituzione è sacra. Perciò, visto che mi sento chiamato in causa, ora ti risponderò.
    Mi sento democratico; in gioventú ho studiato la Costituzione per conto mio e la amo tuttora (e per tale motivo mi disgusta l’andazzo attuale); sono cresciuto nel rispetto assoluto dei diritti civili del vecchio Partito Radicale (ovvero prima dell’impazzimento di Pannella per Cicciolina e Toni Negri). Pertanto, essendo democratico, sono contro TUTTI i totalitarismi, neri, rossi o verdi che siano. Tu, di ideologia comunista, lo sei?
    Lorenzo, ritiene di no (685).
     
    In parole povere, per essere democratico è ovvio che si debba detestare il fascismo, ma NON basta. Bisogna essere contro TUTTI i totalitarismi: comunismo, integralismo islamico, colonialismo, ecc. E ci aggiungo pure il capitalismo selvaggio.
    … … …
    Inoltre, come Andrea (682), in vita mia ho sempre ritenuto che, se le persone si confrontassero sui singoli problemi specifici evitando di giudicare sulla base delle ideologie e delle direttive di partito, nella maggior parte dei casi si troverebbe un accordo. L’ideologia, in politica come altrove, ottenebra la mente.
     

  568. 686
    marco vegetti says:

    Sì, certo, come i bambini: tu sei peggio di me… 
    La differenza è che io non “insulto” te, cerco di spiegare perché un fascista NON può essere il paladino dei diritti costituzionali, visto che si lega alla ideologia di chi quei diritti ha soppresso per vent’anni e contro la cui ideologia c’è stata una guerra in Europa, non solo in Italia. Ma evidentemente non interessa, a te interessa solo, ancora una volta, sembrare più bravo, accorto, intelligente, superiore. Superiore perché di una razza altra, diversa da noi pecoroni imbesuiti e strumentalizzati. Eppure è grazie alla lotta contro quella ideologia che oggi parli parli parli parli parli. 

  569. 685
    lorenzo merlo says:

    La peggiore stirpe di fascisti è la tua.

  570. 684
    marco vegetti says:

    Andrea. è la stessa logica di “Mussolini ha fatto anche cose buone”, Complimenti. Lorenzo, CasaPound è quello che è, e lo è dichiaratamente. Se per te è nulla, non ti riempire la bocca di democrazia, violazione dei diritti, ecc ecc.
    Mi piacerebbe sentire qui i difensori della Costituzione, cosa ne pensano di un avvocato legato a CasaPound paladino della democrazia e dei diritti costituzionali.

  571. 683
    lorenzo merlo says:

    La stirpe peggiore di fasciti è la vostra.

  572. 682
    Andrea Parmeggiani says:

    Vegetti, io sono sempre stato di centrosinistra. Ora sono apartitico. 
    Non mi interessa se Mori è l’avvocato di Casa Pound, sono abituato a guardare i fatti e le scelte una per una, un base al valore assoluto che hanno secondo me. 
    E secondo me la denuncia all’attuale e al precedente governo per come hanno gestito la pandemia e quello che ci sta attorno ci sta, eccome

  573. 681
    Fabio Bertoncelli says:

    ———  CACCIA  AI  NON  VACCINATI  ———
     
    Sileri, viceministro della Salute: “Vi renderemo la vita difficile, come stiamo facendo, perché chi non sta alle regole, e non si vaccina, è pericoloso. Punto”.

  574. 680
    marco vegetti says:

    Va bene Marcello. Ognuno fa quello che crede. Io personalmente, ripeto, personalmente, non firmerei nemmeno la carta igienica proposta da un avvocato che ha a che fare con CasaPound. Tutti questi discorsi sulla “libertà” e la “perdita di democrazia” e poi voilà, un avvocato legato a un gruppo fascista che in realtà quella stessa democrazia nega, che a legami con i neonazisti del Battaglione Azov in Ucraina, con Alba Dorata in Grecia, i cui leader sono in galera per l’assalto alla CGIL. Magari ad altri no, a me questo basta. Comunque sia, a mio modo di vedere, l’antifascismo rimane uno dei pilastri della tanto citata Costituzione e della sua storia.

  575. 679

    Vegetti 671 ti sbagli perché io la denuncia l’ho fatta, mia moglie pure e così molte persone che conosco. E non mi pare siano in pochi a farla. 
    Vedi, se io abitassi in città probabilmente scenderei spesso in piazza, ma vivo lontano dalla città, quindi sottoscrivere questa denuncia mi è sembrato un modo per dissentire da quanto sta accadendo. Mi sembra che tutto sia però molto pericolante, il grinpas, l’obbligo vaccinale e tutte queste cose. Sono sempre di più i locali pubblici che non chiedono volontariamente il grinpas, per esempio. Cosa significa? Mi pare che i nodi stiano venendo tutti al pettine. Chi vivrà vedrà. 

  576. 678
    lorenzo merlo says:

    Senza dignità allo stato puro.

  577. 677
    marco vegetti says:

    CasaPound, quella i cui leader sono in galera per l ‘assalto alla CGIL, ricordate? E questo avvocato così vicino a loro e a VOX. Ora riuscita a spiegarvi perché merlo linka sempre ariannaeditrice? Però, scusate, risponde solo enne perché ha trovato sul web un video di tre giorni fa a Bologna di qualche decina di persone che portano in caserma dai CC la denuncia di Mori. Non lui, ovviamente, altri. Che è esattamente quello che fanno i Fiore e Castellino: non eravamo noi ad assaltare la CGIL, eravamo lì (dentro ai locali ndr) per caso… 

  578. 676
    lorenzo merlo says:

    con tante enne

  579. 675
    marco vegetti says:

    Primo: l’hai compilata e firmata? Secondo: l’avvocato di CasaPound? Eccovi svelato Lorenzo Merlo…

  580. 674
    lorenzo merlo says:

    Mancava una enne.
    Ma non qui,ripugnante.
    https://www.youtube.com/watch?v=7uWXFIuS9vo
     

  581. 673
  582. 672
    lorenzo merlo says:

    Hai una dote. C’azzecchi sempre, ma dico sempre.
    https://www.youtube.com/watch?v=9JTyj-NSywc

  583. 671
    marco vegetti says:

    Per Lorenzo Merlo. Invece di chiacchierare e indicare i cattivi, denunciali. Basta una carta bianca alla Procura della Repubblica. Abbiate le palle, se davvero credete che sono una banda di mostri assassini. Altrimenti siete solo dei chiacchieroni da tastiera che non si espongono più di tanto perché esporsi vuol dire documentare quello che si afferma. Non con i link a un preprint (sai cos’è un preprint in campo scientifico?) ma con fatti, testimonianza, studi. Tutti buoni a parlare e lanciare epiteti, poi però il passo dopo non lo fa nessuno. NESSUNO.

  584. 670
    Roberto Pasini says:

    Parmeggiani. Non mi offendo. Quelli che volevano estirpare il male dal mondo (non gestirlo e contenerlo) magari anche con la fratellanza sono poi storicamente spesso finiti per identificare un “capro” portatore del male, eliminando il quale si eliminerebbe il male dal mondo. Anche quelli che gridano e insultano non si rendono conto di applicare lo stesso meccanismo di coloro che criticano. Posso solo sperare che prima o poi lo comprendano, ma ho molti dubbi. Troppo potente è mister Hide se non impari,con fatica, a farci i conti. Noi non ci accorgiamo ma gli altri da fuori lo vedono. Così siamo fatti. Saluti.

  585. 669
    Andrea Parmeggiani says:

    Pasini, 
    senza nessuna offesa, ma le tue argomentazioni hanno un tono – e lo hanno sempre – come se la presenza del “male” sia una cosa fisiologica, da accettare, o da “sopportare” perchè fa parte della natura umana. 
    Io personalmente non lo accetto

  586. 668
    lorenzo merlo says:

    Il male non è il male.
    È non ammettere il proprio.
    Nessuno lo sta facendo.
    Come già detto si popolano gli specchi piuttosto che ammetterlo.
    È questo il male.
    Esso così perdura.
    Non è emancipato.
    Lo si ripeterà tale e quale.
    Ripugnante.
    Pusillanimi ripugnanti.

  587. 667
    Alberto Benassi says:

    Vero Pasini c’è sempre stato, è latente come lo zoster. Ma se abbassi le difese immunitarie si ripresenta. Ognuno di noi ha un lato oscuro, ma se hai buone difese immunitarie lo tieni fermo. 
    Oggi invece avanza. 
     

  588. 666
    Andrea Parmeggiani says:

    @Matteo
    I link di balsamo in realtà sono 2 link diversi

  589. 665
    Roberto Pasini says:

    Benassi. Il lato oscuro non avanza. C’è e c’è sempre stato. Noi ogni tanto facciamo finta e lo ignoriamo. Non contiene solo demoni ma anche angeli, che fanno meno notizia e sono decisamente più noiosi e meno interessanti. Alcune circostanze tendendo ad attivarlo di più, in gergo si dice renderlo meno “latente”. Alcuni mestieri poi, come le professioni sanitarie, sono più esposte, avendo a che fare quotidianamente con la Vita e la Morte. Non a caso, sono tra le più studiate dalla psicologia sociale e del lavoro. Io non mi sono meravigliato di certi comportamenti pubblici, avendo ravanato abbastanza a lungo per ragioni professionali nel retrobottega del sistema sanitario. Ciao.
    ps. Fabio Bertoncelli. Il diritto sacrosanto di critica non c’entra con quello che ho cercato di dire. Però se ritieni giusto proseguire nel catalogo dei dannati, lo capisco. 

  590. 664
    Matteo says:

    “Il fatto che Pregliasco abbia ritirato la circolare, peraltro notizia già di ieri, non sposta i termini della questione.”
    Come no? Al netto di tutto se di fronte alle contestazioni la ritira subito dopo averla emessa, tanto buona o giustificata o difendibile non doveva poi esserlo!
    Un vago sospetto di ballon d’essay, di proviamo a tirare ancora un po’ la corda, di “se le hanno bevute finora…” mi pare più che giustificato. Direi anzi dovuto.
     
    Cmq “giornalettismo-2 non funziona nemmeno con www

  591. 663
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 657
     
    Bertoncelli, mi dispiace constatare che il senso di quanto volevo sottolineare nel mio intervento non sia stato compreso.
    Peccato.
    Il fatto che Pregliasco abbia ritirato la circolare, peraltro notizia già di ieri, non sposta i termini della questione.
    Ovvero come questa sia stata presentata e contestata mostrandone solo una versione parziale, senza dare voce al diretto interessato, senza approfondirne le ragioni (che si ritengano condivisibili o no) ma soprattutto senza entrare nel merito di come vorremmo che fossero prese decisioni così delicate.
    Riducendo tutto a una risibile (e ormai trita) polemica vax/no vax.
    Pazienza, sarà per un’altra volta.
     
    Commento 658
     
    Matteo, ci devi mettere la tripla w davanti. Se ce la metto io, il commento non passa.

  592. 662
    Fabio Bertoncelli says:

    Roberto, si tratta di informarsi, sentire tutte le campane, esaminare, valutare e stabilire meriti e colpe. In questo caso ci sono in gioco le nostre vite.
     
    Ho io il diritto di sapere e di criticare?
    Oppure vale il detto: «Credere, obbedire, crepare»?

  593. 661
    Alberto Benassi says:

    Pasini. 
    Roberto, anche io sto dal lato dove c’è il sole, dove c’è luce.
    Ma questo non mi impedisce di vedere il buio che avanza.
    Sarò stato contagiato dal Signore degli Anelli??
     

  594. 660
    Roberto Pasini says:

    Cari tutti, ma davvero pensavate che questa vicenda non tirasse fuori alcuni dei peggiori istinti che risiedono nella nostra specie, da tutte le parti, nessuna esclusa ? Oggi è il giorno della memoria. Come non ricordare la “banalità del male”che sta sotto le peggiore porcherie della storia e come non ricordare le pagine definitive del cattolico Manzoni e del laico Camus sugli effetti del pericolo e della malattia sugli uomini ? Possiamo andare avanti per altri 600 commenti ad elencare infamie e miserie, ognuno per la parte che preferisce. Ne capisco profondamente le ragioni e il bisogno. Però c’è anche un lato positivo della nostra specie, che è fatto da tante persone di buon senso e di decente moralità ( ho detto decente non santi) che anche in questa circostanza non hanno perso completamente la testa e che alimentano quell’ottimismo della volontà che sostiene la speranza, senza la quale la vita è davvero dura e oscura. Dopodiché se volete continuare e ne sentite il bisogno, a futura memoria, assolutamente liberi di farlo. Io preferisco con prudenza cercare progressivamente di spostarmi verso il lato solare della strada, senza dimenticare mister Hide, ma senza esserne ossessionato o negarlo.  Amen. Saluti. 

  595. 659
    Alberto Benassi says:

    povero Pregliasco gli hanno fatto totò sulle manine….

  596. 658
    Matteo says:

    E’ curioso come non mi funzioni nessuno dei link di Balsamo: è un caso o sono un incapace?

  597. 657
    Fabio Bertoncelli says:

    Fabrizio Pregliasco ha appena ritirato la disposizione di rinviare le operazioni chirurgiche ai pazienti non vaccinati dell’ospedale Galeazzi di Milano. Si dichiara dispiaciuto per i disagi arrecati.
     
    Evidentemente si è dimostrata vera la cosiddetta tesi giornalistica”.
    È come un teorema di analisi matematica: ipotesi, tesi, dimostrazione. Olé.

  598. 656
    lorenzo merlo says:

    Illuminante.
    Neessuna farà ammenda.
    Ripugnante.

  599. 655
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 653
     
    Definisci medico responsabile.
     
    Parmeggiani, le autopsie sono state fatte da chi doveva farle e nelle sedi opportune. E i risultati sono stati pubblicati, e hanno aiutato eccome a capire meglio la patologia.
    Qui da noi come nel resto del mondo.
    Ciò che era sconsigliato era l’attività routinaria, in sale non sufficientemente attrezzate, a fronte della presenza di un patogeno del quale si sapeva ancora poco.
    La circolare era un atto dovuto.
     
    E non mi interessa se Fabio è pro-vax o no-vax, vaccinato o non vaccinato, o che diavolo altro, sono scelte sue.
    Io, ad esempio, sono contro l’obbligo vaccinale, guarda caso. Embè ?
    Ma io chiedo spiegazioni, a chiunque, se leggo qualcosa che non mi torna (e se ho tempo: stasera ho tempo 🙂 )

  600. 654
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 651
     
    Grazie Bertoncelli, ma i punti [2] e [3] sono invece necessari per comprendere il significato della circolare, e mi pare inoltre evidente che non hai seguito i collegamenti che avevo suggerito @646
    Te li ripropongo:
    giornalettismo.com/mario-giordano-contro-pregliasco-circolare-galeazzi/
    nextquotidiano.it/pregliasco-galeazzi-rifiuta-non-vaccinati-fuori-dal-coro-video-smentita/
     
    Qualora tu avessi problemi ad accedere, riporto per tua comodità:
    ASA 1: Paziente sano;
    ASA 2: Paziente con malattia lieve senza limitazioni funzionali;
    ASA 3: Paziente con malattia grave con modica limitazione;
    ASA 4: Paziente con malattia grave con limitazione importante.
     
    Poi, come per quella sulle autopsie, nella circolare di Pregliasco sei libero di vedere quello che vuoi.
    Ma il significato, per gli addetti ai lavori, è chiaro.
     
     
    Credo che il servizio di Mario Giordano possa entrare con pieno diritto a far parte del giornalismo a tesi.
    Ennesimo esempio del fatto che in Italia abbiamo grossi problemi di informazione.

  601. 653
    Andrea Parmeggiani says:

    Giuseppe, tornando sulla faccenda delle autopsie, su cui sorvoli elegantemente, ti faccio notare che sono state fatte perchè qualche medico responsabile si è preso la responsabilità di farlo andando contro le direttive che erano state emanate, e quindi a suo rischio e pericolo.
    Allo stesso modo con cui molti medici responsabili, che sanno come si esercita questa professione, hanno curato e salvato vite umane senza farle andare all’ospedale e quindi forse al creatore. E poi sono stati sospesi dalla professione. 
    Inoltre ti faccio notare che il buon Fabio non è un no-vax perché si è vaccinato, ma forse ha gli occhi più aperti dei tuoi, e la sensibilità di capire le ingiustizie che si stanno commettendo.

  602. 652
    Fabio Bertoncelli says:

    Giuseppe, sei sconfortante nelle tue arrampicate estreme sugli specchi.
     
    Ti rendi conto che mi hai appena confermato, nero su bianco, che al Galeazzi i medici ritengono giusto rimandare a tempo indeterminato l’attività chirurgica se il paziente non è vaccinato? e che invece i pazienti vaccinati saranno operati come da programma?
    Sei al corrente che già alcuni pazienti sofferenti, in lista d’attesa da tempo immemorabile, hanno subito questa porcheria che tu ti OSTINI a non vedere o, ancor peggio, a non ammettere?
     

  603. 651
    Fabio Bertoncelli says:

    Giuseppe, mi sorprendi: uno come te non è in grado di scovare sulla rete una circolare dell’illustre Pregliasco?
     
    Comunque i due punti omessi non hanno alcuna attinenza col nostro tema (e infatti prima non li ho trascritti per brevità). Però, visto che sei avvocato difensore, eccoli qui:
    2) pazienti con rischio anestesiologico inferiore ad ASA 3.
    3) pazienti che non necessitano di riabilitazione sia interna che esterna.
    … … …
    Et de hoc satis (spero).
     

  604. 650
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 646
     
    Bertoncelli, al punto [1] ti sei dimenticato un ulteriore pezzo :
    “si ritiene necessario rivedere la programmazione degli interventi elettivi
     
    Interventi elettivi, non qualsiasi operazione chirurgica.
     
    sef.care/la-chirurgia-elettiva-che-cose/
    “La chirurgia elettiva può essere ritardata e programmata fino a ottimizzarne la preparazione e consente al paziente e al medico di determinare il momento e il luogo migliori per esso”

  605. 649
    Fabio Bertoncelli says:

    ———  A  PROPOSITO  DI  PROTOCOLLI  ———
     
    La famiglia di mio fratello (otto persone) agli inizi di gennaio è stata contagiata dal Covid (Omicron). Il piú grave è lui, che ha telefonato al suo medico di base:
    – Esistono farmaci per la cura a domicilio?
    – Sí.
    – Me li può prescrivere?
    – No. Prenda la tachipirina.
    … … …
    Dopo due giorni, con saturazione dell’ossigeno a 87,  ha dovuto chiamare il 118. È finito in ospedale con l’ossigeno.
     

  606. 648
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 646
     
    Tocca anche fare l’avvocato di Pregliasco… 🙂
    Cosa c’è nei punti [2] e [3] ?
    giornalettismo.com/mario-giordano-contro-pregliasco-circolare-galeazzi/
    nextquotidiano.it/pregliasco-galeazzi-rifiuta-non-vaccinati-fuori-dal-coro-video-smentita/

  607. 647
    Fabio Bertoncelli says:

    Mia moglie lavora come volontaria alla Croce Blu. Qualche mese fa ha  trasportato un malato di Covid al Policlinico di Modena.
    Infermiere all’accettazione: – È vaccinato?
    – No. 
    – Allora deve morire.
     
    N.B. Mia moglie non disponeva al momento di videocamera (e ci mancherebbe altro…), quindi non esiste registrazione audiovisiva. Tuttavia oso sperare che non spunti qualche incredulo degno di san Tommaso…
     

  608. 646
    Fabio Bertoncelli says:

    Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano (circolare dei primi di gennaio ai responsabili di  Chirurgia):
    “Alla luce della situazione epidemiologica ingravescente riguardo al Covid 19, dal 10 gennaio p.v. si ritiene necessario rivedere la programmazione degli interventi riservando l’attività [ovvero le operazioni chirurgiche] a pazienti: 1) che possiedono il green pass rafforzato; 2) […] 3) […].
     
    Olé.
     

  609. 645
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 642
     
    Bertoncelli, di questo argomento ne avevamo già discusso tempo fa.
    Il significato della circolare, per gli addetti ai lavori, è chiaro.
    Estrapolarla dal contesto (e riportarla in parte) per sostenerne che ne abbia altri (di significati) mi sembra una perdita di tempo.
     
    Commento 644
     
    Se l’hai letta, avrai anche compreso come la risibile dicitura tachipirina e vigile attesa sia quanto meno riduttiva.

  610. 644
    Fabio Bertoncelli says:

    Giuseppe, la circolare l’ho letta. Comprese le virgole.
    Perciò, con me, non tentare risibili battute che si ritorcono su chi le ha pronunciate. Confrontati sui contenuti.

  611. 643
    Giuseppe Balsamo says:

    Tieni un diario di tutte le dichiarazioni contro i cosiddetti novax ?
    Sono questi i soggetti che dovrebbero fare ammenda, quelli dello squadrone del dito a cui accennavi (@624) ?

  612. 642
    Fabio Bertoncelli says:

    Giuseppe, tu non hai capito ciò che ho scritto.
    Io NON ho affatto scritto di divieti! Mi sono semplicemente limitato a riportare una circolare ministeriale, che ora, per tua comodità, ti trascrivo di nuovo: “[…] non si dovrebbe procedere all’esecuzione di autopsie o riscontri diagnostici”.
    In lingua italiana si chiama raccomandazione di NON fare qualcosa. In parole povere, il ministero della Salute raccomanda di NON eseguire autopsie.
    … … …
    N.B. Ciò che è davvero sconfortante sono i morti che si sarebbero potuti evitare con meno arroganza e meno inettitudine.
     

  613. 641
    lorenzo merlo says:

    Campi di sterminio per chi non si vaccinaGiuseppe Gigantino, cardiologoMi divertirei a vederli morire come moscheAndrea Scanzi, giornalista

  614. 640
    lorenzo merlo says:

    Se fosse per me costruirei anche due camere a gasMarianna Rubino, medicoI cani possono sempre entrare. Solo voi, come è giusto, resterete fuoriSebastiano Messina, giornalistaVagoni separati per non vaccinatiMauro Felicori, assessoreEscludiamo chi non si vaccina dalla vita civileStefano Feltri, giornalistaI no vax fuori dai luoghi pubbliciEugenio Giani, Presidente Regione ToscanaPotrebbe essere utile che quelli che scelgono di non vaccinarsi andassero in giro con un cartello al colloAngelo Giovannini, sindaco di BomportoStiamo aspettando che i no vax si estinguano da soliPaolo Guzzanti, giornalista

  615. 639
    lorenzo merlo says:

    Verranno messi agli arresti domiciliari, chiusi in casa come dei sorciRoberto Burioni, virologo.Non chiamateli no vax, chiamateli col loro nome: delinquentiAlessia Morani, deputatoVorrei un virus che ti mangia gli organi in dieci minuti riducendoti a una poltiglia verdastra che sta in un bicchiere per vedere quanti inflessibili no-vax restano al mondoSelvaggia Lucarelli, giornalistaI rider devono sputare nel loro cibo.David Parenzo, giornalistaI loro inviti a non vaccinarsi sono inviti a morire.Mario Draghi, Presidente del ConsiglioGli metterò le sonde necessarie nei soliti posti, lo farò con un pizzico di piacere in più.Cesare Manzini, infermiereGli bucherò una decina di volte la solita vena facendo finta di non prenderlaFrancesca Bertellotti, infermiera

  616. 638
    lorenzo merlo says:

    Provo un pesante odio verso i no vaxJ-Ax, cantanteSe riempiranno le terapie intensive mi impegnerò per staccare la spinaCarlotta Saporetti, infermieraNon siete vaccinati? Toglietevi dal ca**o!Stefano Bonaccini, Presidente Regione Emilia RomagnaUn giorno faremo una pulizia etnica dei non vaccinati, come il governo ruandese ha sterminato i tutsiAlfredo Faieta, giornalistaIl greenpass ha l’obiettivo di schiacciare gli opportunisti ai minimi livelliRenato Brunetta, ministroE’ giusto lasciarli morire per stradaUmberto Tognolli, medicoPrego Dio affinché i non vaccinati si infettino tra loro e muoiano velocementeGiovanni Spano, vicesindaco

  617. 637
    lorenzo merlo says:

    Bisogna essere duri e discriminare chi non si vaccina, in ospedale, a scuola, nei posti di lavoroFilippo Maioli, medicoServe Bava Beccaris, vanno sfamati col piomboGiuliano Cazzola, giornalistaMandategli i Carabinieri a casaLuca Telese, giornalistaGli renderemo la vita difficile, sono pericolosiPiepaolo Sileri, ViceministroE’ possibile porre a loro carico una parte delle spese mediche, perché colpevoli di non essersi vaccinatiSabino Cassese, costituzionalistaNon sarà bello augurare la morte, ma qualcuno sentirà la mancanza dei novax?Laura Cesaretti, giornalistaSe arrivi in ospedale positivo, il Covid ti sembrerà una spa rispetto a quello che ti farò ioVania Zavater, infermieraI novax sono i nostri talebaniGiovanni Toti, presidente regione LiguriaSono dei criminali, vanno perseguitati come si fa con i mafiosiMatteo Bassetti, infettivologo

  618. 636
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 628
     
    Lieto di averti fatto sorridere (buontempone), ma, Merlo, chi ha detto di lasciar perdere “quelle governative” ?
    Io ho detto che nel video ci sono tante cose che non mi tornano.
    In che modo questo dovrebbe farmi lasciare perdere “quelle governative” lo sai solo tu.
    Ho anche scritto che non capisco perchè qualcuno (chi ?) dovrebbe fare ammenda.
    Cosa ci hai visto in quel video lo sai solo tu.

  619. 635
    Giuseppe Balsamo says:

    Davvero, ancora con la vigile attesa ?
    Dopo due anni è sconfortante quasi come essere ancora a discutere di autopsie vietate
    Ma leggere tutta la circolare no ?

  620. 634
    Fabio Bertoncelli says:

    MINISTERO DELLA SALUTE. CIRCOLARE DEL 26/4/2021
     
    Nei soggetti a domicilio asintomatici o paucisintomatici viene espresso il concetto di “vigile attesa”. Inoltre, in caso di febbre o dolori articolari o muscolari, si consiglia di utilizzare paracetamolo.
    Insomma, “tachipirina e vigile attesa”.

  621. 633
    Giuseppe Balsamo says:

    Davvero, ancora con le autopsie vietate ?
    Talmente vietate che ne sono stati pubblicati i risultati ?
    Dopo due anni è sconfortante quasi come essere ancora a discutere di morti “con” Covid o “per” Covid…

  622. 632
  623. 631
    Andrea Parmeggiani says:

    E’ la prima delle – chiamale come ti pare – bufale? Castronerie? Fesserie? In questi due anni ne hanno dette di tutti i colori.. Regolarmente smentiti.
    Ma quella delle autopsie una delle cose che grida più vendetta

  624. 630
    Fabio Bertoncelli says:

    Giuseppe Conte, all’epoca presidente del Consiglio dei Ministri, dichiarò alla televisione in merito al Covid (27/1/2020): 
    “Non c’è alcun motivo di preoccuparsi. […]. Siamo prontissimi. Continuiamo costantemente ad aggiornarci con il ministro Speranza. L’Italia in questo momento è il Paese che ha adottato misure cautelative all’avanguardia rispetto agli altri, ancora più incisive. Abbiamo adottato tutti i protocolli di prevenzione possibili e immaginabili”.

  625. 629
    Fabio Bertoncelli says:

    MINISTERO DELLA SALUTE – CIRCOLARE DEL 1/4/2020
     
    Punto C.1: “Per l’intero periodo della fase emergenziale non si dovrebbe procedere all’esecuzione di autopsie o riscontri diagnostici nei casi conclamati di COVID-19, sia se deceduti in corso di ricovero presso un reparto ospedaliero sia se deceduti presso il proprio domicilio.”
    … … …
    All’epoca eravamo travolti da una pandemia di cui non si sapeva quasi nulla. Perciò era vitale studiarla. L’autopsia è uno dei piú classici metodi per indagare su una malattia.
    E il Ministero della Salute che fa? “[…] non si dovrebbe procedere all’esecuzione di autopsie o riscontri diagnostici nei casi conclamati di COVID.”

  626. 628
    lorenzo merlo says:

    Ma certo, non c’è problema.
    Fai notare le incongruenze del video di due minuti e lascia perdere quelle governative di due anni.
    Buontempone.

  627. 627
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 624
     
    Merlo, non ho capito chi esattamente dovrebbe fare ammenda ma soprattutto per quale motivo.
    Nel video da te segnalato ci sono tante incongruenze, ma immagino che porle in evidenza sia considerato guardare il dito, quindi non mi ci metto neanche.
    Sono sicuro che chi possiede spirito critico possa vederle benissimo anche da solo.
    Pertanto, mi limito a ribadire che purtroppo in Italia abbiamo (tra gli altri) grossi problemi di informazione.
    Cosa potrebbe mai andare storto ?

  628. 626
    lorenzo merlo says:

    Con la menzogna stanno distruggendo quanto ci ha cresciuti. Per logica, hanno deciso di buttare a mare una generazione per loro improduttiva, superflua. Contemporaneamente stanno educando i bambini che da adulti troveranno in nuove punture le emozioni dell’infanzia.
    Una tra le molte vergogne e tradimenti di cui si sono macchiati, basterebbe per screditarli, ma non accade nonostante le loro reiterazioni. Viva i traditori, viva i bugiardi, viva i criminali governativi.
    Come loro rappresentano gran parte dei votanti, i votanti sono da loro degnamente rappresentati. Per logica.
    Per gli altri, digitare: NTC04368728
     
     

  629. 625
    Andrea Parmeggiani says:

    Lorenzo, sai vero che nessuno terrà conto di questo, vero? :-/

  630. 624
    lorenzo merlo says:

    Argomento vecchio per i giornalisti ciarlatano-complottisti.
    Ma che fu sufficiente a criminalizzare loro e chi li seguiva.
    https://www.youtube.com/watch?v=5gtq4miO_D0
     
    Qualcuno dello squadrone del dito vuole inziare a fare ammenda?
    O continuare ad arrampicare specchi?

  631. 623
    lorenzo merlo says:

    Certo Marcello. Non pubblico per il battaglione del dito.
    Pubblico per segnalare aspetti estranei ai canali canaglia e per chiunque sia interessato.
     

  632. 622
    marco vegetti says:

    Si Marcello, molte sostanze oscure. Ma come ho già detto, nessuno, nemmeno Montaigner che dovrebbe avere le entrature giuste, ha preso una fiala di vaccino e l’ha fatta analizzare da un ente indipendente per scoprire davvero e finalmente cosa c’è dentro.
    Ho anche letto una ricerca di Yale, in pre-print e dunque andrà confermata, che fa un po’ ridere: in un gruppo di testati -vaccinati in parte e placebo agli altri- persino quelli cui hanno iniettato il placebo, che è una soluzione salina e basta che a corpo non fa NULLA, hanno lamentato “effetti avversi” in una percentuale intorno al 35% mi pare… Forza della persuasione di una narrativa anche questa?

  633. 621

    Merlo 619, è inutile (o quasi) mostrare fonti diverse da quelle ufficiali a chi si è fatto 3 dosi di vaccino perché non le leggerà e se lo farà ti verrà a dire che sono le solite baggianate da cospiratori di cui non se ne può più.
    Non so se ci sono studi in merito ma penso da un po’ di tempo che nei vaccini ci sia pure una qualche sostanza che oscura la mente e non  fa porre più domande a te stesso.

  634. 620
    Fabio Bertoncelli says:

    ———  UN PASSO ALLA VOLTA ———
    Per ritirare la pensione alle poste da febbraio servirà il lasciapassare. 
     
    P.S. Corre voce che da marzo sarà obbligatorio pure per farsi impiantare una dentiera. Speranza ha tuonato contro i novantenni: “No Green Pass, no dentiera”.

  635. 619
    lorenzo merlo says:

    «Il che… va bene, lasciate che si raccontino tutto ciò di cui hanno bisogno per il bene della loro vanità o della loro reputazione di giornalisti investigativi, di celebrità della Sinistra o di rivoluzionari di Twitter. Se pensate che questi membri ”in fase di guarigione” del Culto Covidiano riconosceranno mai pubblicamente tutti i danni che, dal marzo 2020, hanno fatto alla società, alle persone e alle loro famiglie o che, almeno, potrebbero chiedere scusa per tutti gli insulti che hanno riversato su quelli di noi che stavano riportando i fatti … beh, non lo faranno. Hanno intenzione di rovesciare la frittata, equivocare, razionalizzare e mentire spudoratamente; qualsiasi cosa serva per convincere loro stessi e il loro pubblico che, quando la merda aveva colpito il ventilatore, non avevano sbattuto i tacchi come invece avrebbe fatto un vero, “Buon Tedesco.”»
     
    Prego, ragionevoli, cacciatori di -36 e annilucisti, ci sono un sacco di dita da guardare.
    https://comedonchisciotte.org/gli-ultimi-giorni-del-culto-covidiano/
    E anche un sacco di modi per lasciare lo squadrone, anzi, il barcone.

  636. 618
    Fabio Bertoncelli says:

    ———  SE  QUESTO  È  IL  MIGLIORE  ———
     
    Gennaro Migliore (20/1/2022): È inaccettabile salvare una categoria [i non vaccinati] che in maniera ignorante sostiene di aver paura del vaccino”.
     

  637. 617
    Fabio Bertoncelli says:

    Grazie, Lorenzo.

  638. 616
    lorenzo merlo says:

    353

  639. 615
    Fabio Bertoncelli says:

    Agli inizi di gennaio la famiglia di mio fratello è stata tutta contagiata dal Covid (otto persone). Il piú grave è lui. Quando ha incominciato a sentirsi male ha telefonato al proprio medico di base:
    – Esistono farmaci per curarsi a casa?
    – Sí.
    – Me li può prescrivere?
    – No. Prenda la tachipirina.
    Dopo due giorni le condizioni di salute erano talmente peggiorate che ha dovuto chiamare il 118. Ora è in ospedale con l’ossigeno.
    … … …
    Ricordate, cittadini della Repubblica Italiana: «Tachipirina e vigile attesa».
    N.B. Ci prendono per il c**o anche di fronte alla morte.
     
    P.S. Voi che dite: l’esimio professor Galli si è curato con la tachipirina o con gli anticorpi monoclonali?

  640. 614
    lorenzo merlo says:

    La traduzione è disponibile su whatsapp.
    https://www.youtube.com/watch?v=KXOyPQGG9us

  641. 613
    Andrea Parmeggiani says:

    @612
    Questo è lo step 1 a cui si spera seguiranno gli altri

  642. 612
  643. 611
    lorenzo merlo says:

    Il cibo di oggi di Anniluce e i suoi fratelli:
    Corriere della Sera https://www.corriere.it/cronache/22_gennaio_15/montagnier-follie-antiscientifiche-premio-nobel-non-vaccinati-salveranno-l-umanita-3b0bb6b6-764c-11ec-abfd-24fbe216e2ae.shtml
    “Montagnier, le follie antiscientifiche del premio Nobel: «I non vaccinati salveranno l’umanità».

    Repubblica https://www.repubblica.it/cronaca/2022/01/16/news/il_booster_ti_salva_la_vita_nei_no_vax_70_volte_piu_alto_il_rischio_di_morire_di_covid-334006605/
    ”Il booster ti salva la vita”. Per i No Vax rischio di morte 70 volte più alto“. E quello di sempre:“Per la maggior parte dei vaccinati il contagio si risolve senza grandi problemi, salvo eccezioni”.“La popolazione dei non vaccinati ha una probabilità (non la certezza), più elevata di sviluppare la malattia in forme gravi e di dover ricorrere al sistema ospedaliero”.“La gran parte delle persone magna, beve, consuma farmaci, sostanze dopanti etc senza porsi tanti problemi (vedi corsa agli antibiotici di questi giorni o il consumo di antidolorifici)”.“[Draghi] Non ha detto una bugia rispetto a quello che si sapeva nella fase uno. Ha solo venduto un po’, omettendo di dire “Sulla base di cio’ che sappiamo oggi questa è una soluzione disponibile che……però attenzione la situazione potrebbe evolvere””. Degni panchinari di Mentana, Severgnini, Gruber, Vespa, Formigli, Gabanelli e molti altri.

  644. 610
    lorenzo merlo says:

    Dopo il dito c’è la luna.2. Ma sei ad anniluce. 

  645. 609
    lorenzo merlo says:

    Dopo il dito c’è la luna. Ma sei ad anniluce. 

  646. 608
    marco vegetti says:

    Bild si è scusato per la paura guidata dell’outlet? Bild, un’altra fonte autorevole tra calciatori e modelle seminude in prima pagina… Un tabloid danese?
    Non sapete più dove andare a pescare le fregnacce che diffondete!
    Blondet quello che ricicla i tweet catastrofici sulla miocardite scritti da un otorinolaringoiatra e da un ARCHEOLOGO? Quello che dice che per prelevare al bancomat serve il green pass? Ancora con ‘sta gente?
     
     

  647. 607
    lorenzo merlo says:


    Ad agosto, il principale quotidiano tedesco, Bild, si è scusato per la copertura Covid guidata dalla paura dell’outlet – con un messaggio speciale ai bambini, a cui è stato detto “che avrebbero ucciso la nonna”.
    Ora, un giornale in Danimarca si è scusato pubblicamente per aver riportato le narrazioni del governo sulla pandemia di Covid-19 senza metterle in discussione.
    Abbiamo fallito“, si legge nel titolo dell’articolo del tabloid Ekstra Bladet , che prosegue ammettendo che “Per QUASI due anni, noi – la stampa e la popolazione – siamo stati quasi ipnoticamente preoccupati dai dati quotidiani delle autorità sul coronavirus “)”.
    maurizioblondet.it (l’idiota terrapiattista)
     
     

  648. 606
    Andrea Parmeggiani says:

    “Da questo punto di vista, sì, tutti gli studi si possono mettere in discussione.Ed è un bene farlo.”
    D’accordo con te su questo. 
    Peccato che sembra che mettere in discussione il vaccino di Pfizer, Moderna e C. sia tabù. @VegettiImmagino che chi ha portato avanti lo studio abbia preso in considerazione questo farmaco per motivi validi. Il punto è comunque che una CURA (cioè un farmaco che assumi quando ti ammali) potrà avere anche effetti collaterali, ma deve essere assunta solo da chi ne ha bisogno. Questo vaccino invece deve essere assunto da TUTTI, sotto ricatto.

  649. 605
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 600
    “…mi fa pensare che tu non VUOI credere…”
    Stai forse insinuando che io abbia dei pregiudizi ? 🙂
    E’ molto probabile, chi non ne ha ?
    Ma magari non così tanti su questo argomento, dato che sarei felicissimo se oltre ai vaccini ci fossero anche cure efficaci.
    A differenza dell’autrice dell’articolo, non considero affatto cure e vaccini come in contrapposizione. Anzi.
     
    Quanto allo stesso diritto di uno studio di essere preso in considerazione di un altro, spiace contraddirti ma la ricerca scientifica non funziona col diritto. Nè con il credere.
    E proprio la discussione nel merito è uno degli strumenti più importanti della ricerca.
    Da questo punto di vista, sì, tutti gli studi si possono mettere in discussione.
    Ed è un bene farlo.

  650. 604
    marco vegetti says:

    Omeprazolo. Non serve essere medici. Vai sul sito dell’Humanitas e cerca il nome. Spiegazione chiara e semplice. Serve a trattare il reflusso gastroesofaceo. Ha una quantità di effetti collaterali e un bel tot di controindicazioni.

  651. 603
    marco vegetti says:

    Certo preso in considerazione. Ma va anche preso in considerazione chi lo fa. Basta una ricerchina su Internet. Bellavite sostiene che i vaccini a mRNA non sono sperimentati, dimenticandosi che sono in uso da circa 30 anni. E si lancia ad affermare che, testuale (Bolzano, 10 novembre 2021), “vaccini sperimentati su tre ratti e due topi”. Complimenti.

  652. 602
    Andrea Parmeggiani says:

    @Giuseppe
    Non sono un medico. Non so darti una spiegazione della presenza dell’omeprazolo, né quale potrebbe essere il motivo della tua osservazione in merito. Tu sei forse un medico? Hai fatto ricerche o pubblicazioni scientifiche?Mi limito ad osservare che uno studio pubblicato penso che abbia lo stesso diritto di essere preso in considerazione di un altro. E la risposta alla tua domanda è: sarebbe giusto, anche se ora in ritardo, che si prendessero in considerazione studi più ampi riguardo a questo argomento. Ma si parla solo di vaccini. E il fatto che tu metta in discussione il merito dello studio, beh, mi fa pensare che tu non VUOI credere che sia fatto in modo scientificamente corretto. E a questo punto si potrebbero mettere in discussione tutti gli studi. 

  653. 601
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 598
     
    Non mi sembra che tu abbia risposto alla domanda.
     
    Comunque.
    La questione non è se lo studio sia “scientificamente valido” oppure no (che vuol dire ?), quanto la sua rilevanza statistica e correttezza metodologica.
    L’osservazione sulla piccola dimensione del campione (@597) è la prima che viene in mente.
    Ma non è l’unica e forse nemmeno la più significativa.
    E se il risultato dello studio fosse l’artefatto di un bias di selezione, ad esempio ?
     
    Non credi che prima di dedicare tempo e risorse (che sono limitate) e intraprendere una strada, sarebbe meglio chiarire se questa è promettente o viziata in partenza ?
    (Poi c’è anche un discorso etico nei confronti dei malati, naturalmente).
     
    P.S.
    Quanto alla discussione FANS/Tachipirina, non è che Tachipirina = male e FANS = bene in senso assoluto.
    Entrambi hanno vantaggi e svantaggi, ed è normale che ci siano opinioni differenti sul risultato del rapporto rischio/beneficio. Soprattutto nelle situazioni in divenire.
    Avrai certamente notato che nella terapia proposta dallo studio è presente l’Omeprazolo. Ti dice niente ?
     
    P.P.S.
    La locuzione scienziati mainstream mi ha fatto sorridere 🙂

  654. 600
    Andrea Parmeggiani says:

    @596
    Se uno studio di 85 pazienti non è scientificamente valido (e chi lo dice?), dovrebbe essere di sprone alle istituzioni a farne di più ampie, per “ufficializzarlo”, no?E poi, guarda caso, ora anche gli scienziati mainstream iniziano a dire “la Tachipirina fa male, vanno bene gli antinfiammatori non steroidi”. Toh?
    @597 Non mi prendo la briga di commentare

  655. 599
    marco vegetti says:

    Scusate, ma vi riferite allo studio del prof. Bellavite? 85 – OTTANTACINQUE-casi testati?! Cosa rappresentano? E poi dopo miliardi di dosi di vaccino inoculate si sente ancora dire che “è sperimentale”?

  656. 598
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 595
     
    La domanda è quale rilevanza abbia sul significato dello studio in questione e riguardo a ciò che gli autori dovrebbero chiarire, il fatto che “per fare studi più ampi servono denaro, tempo, e la volontà di istituzioni più “grandi” di occuparsene”.

  657. 597
    Andrea Parmeggiani says:

    @GiuseppeQuindi non ho capito la tua ultima domanda

  658. 596
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 593
    Certamente. E quindi ?
     
    Commento 592
     
    Hai ragione. Potrebbe non essere malafede, forse è semplice incompetenza.
     
    La bizzarria invece mi sfugge.
    Mi sembra che sia possibile esprimere critiche ad un articolo senza dover necessariamente ficcarne l’autore in una lista di qualsiasi genere.
    O no ?

  659. 595
    Andrea Parmeggiani says:

    @Giuseppe
    Giusta osservazione.Ma in quale modo questa incide sul significato dello studio e sulle considerazioni fatte su di esso ?
    Forse ho capito male io, ma tu nel commento precedente non hai sottolineato il fatto che anche gli autori sostengono che sarebbero necessari studi più ampi ed approfonditi? 

  660. 594
    lorenzo merlo says:

    Ho letto di uno non interessato alla lista buoni/cattivi che aveva appena detto che certi erano in malafede.
    Bizzarro.

  661. 593
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 589
     
    Giusta osservazione.
    Ma in quale modo questa incide sul significato dello studio e sulle considerazioni fatte su di esso ?

  662. 592
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 588
     
    Sinceramente non sono mai stato molto interessato alle liste dei buoni e dei cattivi.
    Ma, se proprio una lista s’ha da fare, l’articolo citato sarebbe stato l’ultimo che avrei scelto per entrare a far parte di quella dei buoni 🙂

  663. 591
    Andrea Parmeggiani says:

    @Giuseppe @587Per fare studi più ampi servono denaro, tempo, e la volontà di istituzioni più “grandi” di occuparsene. Scommettiamo che non succederà?

  664. 590
    lorenzo merlo says:

    Per la buona fede vedi eleneco al 580.

  665. 589
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 586
     
    Non ai risultati dello studio, ma ai metodi con i quali sono stati ottenuti.
    Di conseguenza al reale significato (inteso in senso scientifico) dei risultati medesimi.
    Infatti, nello studio, sono gli autori stessi ad affermare (giustamente) che “larger studies with a prospective, multi-center, and controlled design are needed to confirm these results” (vedi: Discussion).
    L’articolo invece lo tratta come dimostrazione vera ed assoluta: scientismo.   
    P.S. Anche la presunta contrapposizione cure/vaccino è un chiaro indicatore della malafede con la quale l’articolo è stato scritto.

  666. 588
    Andrea Parmeggiani says:

    @Giuseppe
    Non mi è chiaro dal tuo post se hai posto solo critiche sull’articolo o anche sui risultati dello studio.

  667. 587
    Giuseppe Balsamo says:

    Commento 580
     
    Ho letto con curiosità lo studio: interessante, grazie per averlo proposto.
    L’articolo invece l’ho trovato di una faziosità imbarazzante.
     
    Lo studio ha diverse criticità di metodo e di merito, e sarebbe stato interessante se durante l’intervista di questi aspetti se ne fosse chiesto conto, dando a uno degli autori il modo di chiarire.
    Leggo, invece, che ci si è limitati a chiedere all’oste se il vino è buono e ad affermazioni scientiste come “lo studio dimostra”.
    Peccato.

  668. 586
    lorenzo merlo says:

    Profondo.

  669. 585
    marco vegetti says:

    Scegliete Cacciari e Freccero invece che indicono con la loro associazione una manifestazione a Torino e non ci vanno- Era meglio Toni Negri, che almeno non ci metteva solo parole ma la faccia. I due sono invece i tipici italiani, tiro il sasso e tolgo la mano. Complimenti!

  670. 584
    Fabio Bertoncelli says:

    AGGIORNAMENTO IN CORSO D’OPERA:
    “SUPERGREEN PASS MACHT FREI”.

  671. 583
    Andrea Parmeggiani says:

    Al di là delle opinioni su numeri, percentuali, il vaccino funziona, non funziona, funziona in negativo, ecc… credo che il punto della questione sia questo: perchè mai è stato applicato un protocollo medico per le terapie domiciliari precoci?

  672. 582
    lorenzo merlo says:

    Scegliete Repubblica, il Corriere, la Rai, Mediaset, Mentana, Formigli e la Gabanelli, giornalisti veri: non leggete https://comedonchisciotte.org/covid-ricoveri-abbattuti-drasticamente-se-curata-entro-tre-giorni-lo-studio-italiano-che-lo-dimostra/

  673. 581
    lorenzo merlo says:

    Guerra civile.
    C’è tutto per considerarla.
    E se c’è tutto non l’hanno messo in campo gli ultimi.

  674. 580

    Mi spiego meglio. Il covid l’ho fatto anch’io e ancora ne porto le conseguenze. Detto ciò (l’avevo scritto qui e mi ero beccato insulti vari), il fatto che il 90% degli italiani si sia vaccinato ha fatto comodo anche a chi vaccinato non si è,  perché inizialmente ha contribuito a frenare i contagi e comunque a ridurre la gravità stessa dei contagi. La più parte di chi si è vaccinato (la parte restante si è vaccinata riluttantemente per lavorare) l’ha fatto pensando di fare la cosa giusta e fidandosi delle bugie di Stato, favorendo anche i non vaccinati, che hanno sicuramente potuto giovare di una situazione a minor rischio di contagio. 
    Immunità di gregge, libertà,  immunizzazione, ritorno alla vita normale, sono state le menzogne del drago & C. eppure  c’è ancora chi lo considera il nostro salvatore. Tutto ciò è assurdo.
    Si stanno mettendo salde basi per una guerra civile. Bisogna preoccuparsi più di questo che del virus.

  675. 579
    Andrea Parmeggiani says:

    @Marcello
    Questa gran comodità io non l’ho vista, da non vaccinato…

  676. 578

    È lampante che oggi i veri untori siano i vaccinati. Persone che si sono fidate di istituzioni corrotte e che pensano così giustamente di avere fatto la cosa giusta. A differenza di quello che molti di loro provano nei confronti di chi non si fida del vaccino, io non ce l’ho con loro perché già mi sembrano abbastanza nelle canne. Provo un po’ di pena mista ancora alla meraviglia di avere ascoltato una sola campana senza porsi dubbi e domande. 
    Ma sicuramente verrò lapidato se dico che il vaccino, pur offrendo una minima protezione verso la forma grave della malattia Covid19, ha indotto la falsa sicurezza dell’immunizzazione che oggi è la principale causa di contagio. E comunque qui bisogna stare su con le orecchie, farsi tamponi a raffica e non adagiarsi sulle comodità.  Vaccinarsi è stata un’enorme comodità. Anche per chi non l’ha fatto.

  677. 577
  678. 576
    Andrea Parmeggiani says:

    Beh, passo il tempo dal letto al divano e viceversa… servito e riverito da mia moglie… cosa volere di più? 😉

  679. 575

    Infatti, se verremo rinchiusi di nuovo, sarà a causa della falsa sicurezza infusa nei vaccinati convinti di avere fatto la “cosa giusta” e, confortati dalle stupide parole del drago: “per tornare alla vita normale bisogna vaccinarsi” e “il grinpas (non riuscirò mai a scriverlo in inglese) rende liberi”.
    Parmeggiani riguardati.

  680. 574
    Fabio Bertoncelli says:

    Caro Andrea, resisti, resisti, resisti!
    … … …
    I vaccinati con regolare lasciapassare governativo si illudono di essere immunizzati e si assembrano, si affollano, si assiepano (“Tanto ho il Green Pass”). E contagiano, contagiano, contagiano.
    Pure io sono vaccinato, ma cerco di evitare le occasioni di contagio. Speriamo bene.

  681. 573
    Andrea Parmeggiani says:

    @570
    “Live and let  die” quella çhe conosco io è dei Guns and Roses;-)
    Sono da un paio di giorni positivo… contagiato da chi? Superman vaccinati, ovvio!

  682. 572
    albert says:

    566)  i cavoli a merenda, avanzati dal giorno prima,  li ho voluti mangiare ed erano buoni e senza conseguenze, pure il formaggio uno se lo mangia come”cavolo”gli pare.Tra tanti esperti e pareri..per tagliare corto e por fine a sfibranti dialettiche..Paul mcCartney&the wings” live and let die”  lyrics e canzone.Tanto ormai le percentuali sono quelle.

  683. 571
  684. 570
  685. 569
    lorenzo merlo says:

     Non fatevi impressionare. Non è vero niente.
    https://www.youtube.com/watch?v=nYhi3Ib2jN4

  686. 568
    Matteo says:

    “siamo cosi’sicuri di cosa ci sia dentro e come funzionino tanti altri prodotti?”
    Eggià, è vero!
    E dei cavoli a merenda, vogliamo parlare?
    Sono meglio con il formaggio o con le pere?
    E le foibe, allora?

  687. 567
    albert says:

     Distogliendoci  dalla querelle pro o no vax, siamo cosi’sicuri di cosa ci sia dentro e come funzionino tanti altri prodotti?Usiamo: abitazione, forniture acqua, GAS, energia elettrica ..elettrodomestici, auto,telefonini PC,BANCHE E FINANZA,   e tanto altro senza conoscere veramente “cosa c’e’ dentro”e che conseguenze abbiano a lungo termine.Men che  meno sappiamo quanto ci guadagnino i produttori..e alla bisogna dobbiamo fidarci di”esperti”di”consulenti” di “mediatori”. Anzi abbiamo un bel daffare a trovare quelli”affidabili”di cui diventare clienti, dopo che altri ci hanno”ammollato”servizi parziali..riparazioni inefficaci, bidonate  . Ad esempio dei TATOO SERVICE”che spuntano come funghi ormai anche in paesetti di campagna,VERAMENTE sappiamo se  i pigmentisono innocui(ehh sono certificati!!) a breve, medio termine? A”LUNGO” saremo tutti morti..

  688. 566
    Andrea1964 says:

    Dividi il popolo è puoi governare tranquillo anche se sei un politico ignorante ,  incapace,mafioso  ,scemo,ladro,parassita ,Pro-Vax che si fa dare tangenti dalle fabbriche dei vaccini anti-covid19 che vengono fatti in Italia  ! Avendo diviso il popolo italiano  anche con  l” aiuto  di Dottori  Ignoranti è criminali  Pro-Vax mafiosi che prendono soldi dalle case produttrici di vaccini PURE LORO ! Avendo terrorizzato con la storiella del “Terribile”  Covid19 che miete vittime ovunque  tutti gli italiani idioti,ignoranti  vigliacchi e senza cervello che gli serva a qualcosa e che  funzioni !  Bene a questi Pro-Vax  EGOISTI  FOLLI E VIOLENTI che   per la fifa di buscarsi una improbabile influenza da Covid19 sono pronti ad iniettarsi qualsiasi porcheria che gli viene spacciata per “miracoloso ” vaccino Anti-Covid19 e sono pronti ad uccidere la loro madre pur di farsi fare dalla paura subito un vaccino “miracoloso” anti-covid19 ! Ovviamente tutti i  vaccini  fatti in Italia sono SOLO STRANAMENTE   Made in USA & UE e costano questi vaccini miracolosi  ai cittadini italiani  un 40 % cento di costo del GAS in più e un” altro 40% cento  di bolletta Luce in più di TASSE IN ITALIA !  Perchè NON è STATO prodotto in Italia a basso costo su licenza gratuita il vaccino SPUNTINK5 RUSSO che costa produrlo solo 15 euro a flacone ? Perchè NON è stato USATO IN ITALIA IL VACCINO SPUNTINK5 CHE FUNZIONA VERAMENTE CONTRO IL COVID19 ? Perchè NON è stato usato il Spuntnik5 che NON UCCIDE I VACCINATI ????? Perchè NON è stato usato il Spuntnik 5 che basta fare 1 sola volta ???????????? Perchè quei schifosi è criminali giornalisti italiani DIFFONDO FALSE NOTIZIE  PRO-VAX CONTRO I NO -VAX E FANNO SOLO PROPAGANDA OSSESSIVA E VIOLENTA PRO-VAX CONTRO GLI ITALIANI CONTRARI A FARSI FARE UN CAZZO DI VACCINO INUTILE E MOLTO PERICOLOSO SPERIMENTALE ?? Perchè viene diffusa in Italia la FALSA NOTIZIA PRO-VAX OSSESSIVA E MOLESTA  DA PERSONE IDIOTE è IGNORANTI che i NO-VAX possono contagiare i Pro-Vax ? 
    Solamente un Pro-Vax deficente , folle e ignorante al cubo  diffonde queste BALLE a mezzo stampa ! Solamente un Pro-Vax può diffondere il COVID19 in Italia beato è candido poichè NON subisce nessuna RESTRIZIONE Nèp è obbligato a far TAMPONI di controllo ! 

  689. 565
    lorenzo merlo says:

    Sì, certo. Aspettavo.
    Tuttavia senza leader – ho scritto capo sapendo dell’equivoco, per combbattere il pensiero e la cultura globalista – anche un modesto partito niente potrebbe.
    Un grande astensionismo sarebbe – auspico – una svolta per le coscienze.
    E nuove consapevolezze implicherebbero – presto o tardi – nuovi capi.
    A quel punto, secondo questa ipotesi, saremmo al punto zero, “attrezzati” per aggiornare la politica. Sempre che un nuovo Satana vestito come Grillo non abbia orchestrato la mattaza.

  690. 564
    Matteo says:

    Lorenzo, stavolta sbagli in pieno:
    “Un parlamento eletto con la minima partecipazione al voto li costringerà a tirar fuori la polvere che hanno cacciato sotto il tappeto.”
    E perché mai?
    E’ proprio il sogno inconfessato di ogni politico: che votino in pochissimi (e rintracciabili)
     
    “sostenere un capo idoneo”
    Un capo è proprio l’ultima cosa che auspico…il mio sogno, semmai, è che infine non ci sia bisogno di alcun capo (tranne il Capo, ovviamente 🙂 ), perché le persone sono così civili da saper convivere umanamente. E che nessuno voglia più comandare qualcun altro se non se stesso.

  691. 563
    lorenzo merlo says:

    Un parlamento eletto con la minima partecipazione al voto li costringerà a tirar fuori la polvere che hanno cacciato sotto il tappeto.
    La dimensione dell’astensione già democraticamente preoccupante ora, deve a mio parere salire. Non vedo alternative democratiche, almeno finché le coscienze si smuovano fino a sostenere un capo idoneao, al momento purtroppo ancora addavenì.
    Diversamente siamo più che complici, siamo sostenitori, fautori e artefici del TINA.

  692. 562
    Andrea Parmeggiani says:

    @Lorenzo
    Con una sensazione addosso di ineluttabilità ti chiedo: qual’è l’alternativa, quando sarà il momento di farlo, all’andare a votare?

  693. 561
    lorenzo merlo says:

    Essì.
    Ma quanti anni fa è stato scritto: “La commistione tra politica e finanza, ancor di più in un mondo sempre più dominato dai fondi finanziari e dalle banche d’affari, rappresenta il maggior pericolo per la democrazia stessa”.
    A votar a votar andiam tutti a votar (ripete).

  694. 560
    Corrado Luci says:

    https://www.lindipendente.online/2021/12/15/le-porte-girevoli-tra-politica-e-finanza-colpiscono-il-paese-e-la-democrazia/
    Per chi ne ha ancora la capacità, si faccia delle domande e si dia delle risposte.

  695. 559
    lorenzo merlo says:

    Per tenerli in vita non serve tecnologia né scienza, basta andare a votare.

  696. 558
    Andrea Parmeggiani says:

    AIFA – Comunicato n. 674 – 1 dicembre 2021
    In merito all’inizio della vaccinazione fascia 5-11
    ….
    Infine la CTS sottolinea che “la vaccinazione comporta benefici quali la possibilità di frequentare la scuola e condurre una vita sociale connotata da elementi ricreativi ed educativi che sono particolarmente importanti per lo sviluppo psichico e della personalità in questa fascia di età”.
    Testuali parole riportate nel comunicato. Qualcuno ha commentato “Da manicomio criminale”… credo che abbia ragione… 
     

  697. 557
    Lusa Mutti says:

    https://it.sputniknews.com/20211215/natale-figliuolo-e-pronto-a-vaccinare-gli-italiani-casa-per-casa-14188566.html
    Vaccinare casa per casa è una buona soluzione. Servizio a domicilio, così si evitano code agli hub.

  698. 556
    Giuseppe Balsamo says:

    Certamente.
    Torto e ragione sono analoghi ai valori di uno stato quantico: la loro coesistenza è descritta in termini probabilistici da funzioni d’onda che collassano quando messe in relazione con un osservatore.

  699. 555
    lorenzo merlo says:

    Aiutoooooooo.
    N volte: non è questione di torto e ragione.
     

  700. 554
    Giuseppe Balsamo says:

    Farsi le domande e darsi le risposte.
    Il metodo migliore per avere sempre ragione.

  701. 553
    Andrea Parmeggiani says:

    E’ una lotta impari

  702. 552
  703. 551
  704. 550

    Dimostrare dissenso e far vedere da che parte si sta, senza nessun ritegno, lo trovo edificante.
    https://youtu.be/72VgOEdh3N4

  705. 549
    Andrea Parmeggiani says:

    La stampa italiana e non solo è in condizioni pietose. 
    Questo è solo un esempio di come possa essere il contrario di quello che dovrebbe essere: al servizio dell’informazione VERA e obiettiva.

  706. 548
    lorenzo merlo says:

    Votate la gloria del “mondo alla rovescia”. E sentitevi bene.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/quest-uomo-da-quasi-10-anni-non-vede-la-luce-del-sole

  707. 547
    lorenzo merlo says:


    Parole durissime sul ruolo dell’informazione italiana nel raccontare la vicenda. “Noi del Fatto Quotidiano abbiamo seguito la vicenda in modo fattuale prendendo la sentenza, assistendo all’udienza, seguendo tutto il procedimento. Oggi ho letto l’informazione di Repubblica. Sono indignata per lo stravolgimento sul caso”. Sui motivi della parzialità dei giornali italiani pochi dubbi: “Questo è per l’interesse degli Stati Uniti, che decidono molto carriere nel giornalismo e nel mondo degli affari. Oltre alla loro potenza c’è il sistematico inginocchiamento della maggior parte dell’informazione. L’ho visto nel corso di questi ultimi 10 anni”.
    Può spiegarlo sulla sua pelle Stefania Maurizi quanto afferma. “Nessun giornalista delle migliaia che ha scritto sul caso in questi anni ha cercato di ottenere i documenti. Mi sono ritrovata da sola a mettere in piedi una battaglia legale con 4 paesi. Come è possibile che un uomo che ha mostrato i crimini degli Stati Uniti in  Afghanistan e in Iraq ha perso la libertà? Nessuno cerca i documenti. C’è voluta una giornalista italiana da sola a mettere in piedi una battaglia legale su 4 giurisdizioni, perché nessuno l’ha fatto. Questo è lo stato della nostra informazione”, ha sottolineato”.
     
    Siate ragionevoli, usate il buon senso, andate a votare, chiudete un occhio, così fan tutti, firmate buoni contratti, tutto andrà bene.
     
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-intervista_esclusiva_a_stefania_maurizi_su_assange_la_stragrande_maggioranza_informazione_inginocchiata_agli_usa/5496_44321/

  708. 546
    albert says:

    537..”Naturalmente, essere anticonformisti non significa affatto essere dalla parte della ragione. Significa solo ragionare senza paraocchi mentali. Il che, in ogni caso, non è poco.”Puo’ anche servire a  far ragionare i troppo sicuri della vulgata ,specie se giornalisti tutto fare interrotti da spot.Per fortuna ci si possono procurare anche  lezioni e trattati e documentari sulle malattie infettive… roba seria e faticosa da prrendere.

  709. 545
    albert says:

    Ho tentato di assistere alla prima della Scala di quest’anno..ma dopo pochi minuti ho desistito…annoiato ,come del resto gli scorsianni,  cosa ho di sbagliato ? Tutti i  vip (generosamente esposti con le carni piu’ o meno toniche del braccio in fase di puntura alle telecameree greenpassati) invece a far gara a chi teneva di piu’ l’applauso .. vergogna  chi smette  prima, a meno che non sia un vertice della piramide a dare  lo stop..! a volte i testimonial sono stati controproducenti come avvene per  spot con campioni dello sport..I ni-vax non e’che forse ci hanno azzecato? Si annunciano nuovi vaccini piu’ distribuibili  e conservabili e meno costosi..non sempre chi arriva ultimo arriva male.Altra considerazione , dopo aver visto frotte di studenti recarsi a scuola: se fossi uno studente delle superiori con scarsa motivazione, con insuccessi, costretto magari a quel tipo di scuola contro voglia, che deve sorbirsi alzatacce e trasporti in pulman..astenendomi da mascherina, distanziamento ,ecc avrei una buona probabilita’ di finire in quarantena o Dad..alternativa allettante.Nessun deterrente mi sfiorerebbe, come non ha successo su parecchi  la dicitura sui pacchetti di sigarette o i corsi antidroga tenuti dal sistema scolastico  che poi mi rifila brutti voti o non mi motiva. Informare e’ un conto, convincere un altro. Ancora devo capire perche’mi devo sorbire decine di chilometri e ore di viaggio e attesa, quando un centro vaccinale potrebbe essere organizzato a portata di pochi chilometri..mi viene il sospetto che le sedi di hub  siano state decise non solo per considerazioni gestionali.

  710. 544
  711. 543
    lorenzo merlo says:

    Mentana non mente mai. (Si fa per dire).
     
    https://comedonchisciotte.org/cara-amica-ti-scriviamo/

  712. 542
  713. 541
    lorenzo merlo says:

    I costi del beneficio?
    Suerte.
    https://www.youtube.com/watch?v=q3rU3Ar3bew

  714. 540
    Fabio Bertoncelli says:

    Se poi, come già gli ho contestato altre volte, evitasse di esprimersi in lingua tardo ostrogota, sarebbe perfetto. O quasi. 😉😉😉

  715. 539
    Fabio Bertoncelli says:

    Qualsiasi sia il nostro giudizio su Lorenzo, ammetterete tutti che il suo pensiero  va contro il conformismo delle idee. Secondo il mio modo di vedere, ciò di per sé è un merito.
    … … …
    Naturalmente, essere anticonformisti non significa affatto essere dalla parte della ragione. Significa solo ragionare senza paraocchi mentali. Il che, in ogni caso, non è poco.

  716. 538
    lorenzo merlo says:

    Sii anche tu progressista, scientista, aggiornato, giusto, polticamente corretto, pensa anche tu come noi sostieni la donnologia.
    https://oltrelalinea.news/2021/12/03/greta-sei-il-mio-idolo/
     

  717. 537
    Andrea Parmeggiani says:

    Devo dire la verità… non ho capito dove l’articolo vuole andare a parare

  718. 536
    lorenzo merlo says:

    C’era una volta il giornalismo venduto.
    Quell’epoca è finita.
    La menzogna non serve più.
    Ora è spontaneo.
    https://appelloalpopolo.it/?p=68917

  719. 535
    lorenzo merlo says:

    No. Luoghi comuni al completo. Incollato a terra. 

  720. 534
    marco vegetti says:

    Lorenzo, concentrati su Draghi e fai finta che Montanari sia un Dio della virolgia applicata, delle nanoperticelle, delle scie chimiche, della pisocologia post-traumatica… Ho dimenticato qualcosa?

  721. 533
    lorenzo merlo says:

    Concentrati su Montanari e lascia perdere Draghi. Mortificante.

  722. 532
    Fabio Bertoncelli says:

    Mario Draghi: “SUPER GREEN PASS MACHT SUPER FREI”.

  723. 531
    marco vegetti says:

    Montanari. Nella pagina del video sul grafene, c’è la biografia del nostro eroe.  Dal 2004 consulente della FASE, una diramazione di Scientology.
    Non so a voi, ma a me basta questo, altro che grafene.

  724. 530
    Placido Mastronzo says:

    Sono d’accordo con Vegetti e Pasini: per fare gli sboroni in rete non c’è bisogno di tirare in ballo Goebbels, o il nazismo, o di accostare -come è stato fatto anche su questo blog- il green pass al mostruosamente beffardo motto di Auschwitz.
     

  725. 529
    Giuseppe Balsamo says:

    Giusto.
    Montanari ha ragione, è sicuramente una strada fallimentare:  l’anno scorso si stava indubbiamente meglio.
    E subito suffragio universale e diretto (articoli 56 e 58 della Costituzione).
     
     
    Suggerisco, dalla stessa collana, il video imperdibile “Vi spiego a cosa serve l’ossido di grafene nei vaccini”.
    Spoiler : fra tre anni, ciao ciao vaccinati con doppia dose (spiegare perchè 3 anni e non 2 o 4 è esercizio lasciato al lettore).
    P.S. Per chi ha visto o vedrà l’imperdibile video: la zuppa di colibrì seguita dalla lingua di alce è anche il mio piatto preferito.

  726. 528
  727. 527
    albert says:

     Gli esperimenti dei”medici”nazisti nei campi di sterminio erano di tutt’altro tenore e finivano quasi sempre  con la morte delle cavie umane.Invano testarono un” vaccino” anti tifo petecchiale( con lo scopo in caso di successo  di somministrarlo alle  proprie truppe, non certo gli internati), inoculando appositamente l’agente patogeno della malattia , Rickettsia prowazekii, batterio intracellulare obbligato, di piccole dimensioni in due gruppi distinti. Per tutti gli altri internati,  essi, al contrario, le condizioni igieniche erano tali da facilitare epidemie…poi come prevenzione ” Lo Zyklon B fu inizialmente usato nei campi di concentramento per lo spidocchiamento e il controllo del tifo… ” Vedi web” tifo esentemetico”  prevenzione e cure. Comunque un vaccino antitifo e’ arrivato non certo per merito di Mengelel& co, https://salute.regione.emilia-romagna.it/sanita-pubblica/vaccinazioni/le-principali-malattie-prevenibili-con-vaccinazione/tifoQuanto alla necessita’di elezioni politiche, e’ urgente ma suppongo   si avra’ ancora piu’ incertezza e chi vota non saprà  come poi si formerà un governo…ci saranno parecchi “aghi della bilancia”.

  728. 526
    Fabio Bertoncelli says:

    Enri, purtroppo tutti noi non siamo mai stati educati alla discussione. Il che implicherebbe, oltre ad argomentare le proprie opinioni, ad ascoltare quelle dell’interlocutore, ad analizzare le sue questioni. Chissà, forse potrebbe perfino aver ragione lui…
    Per esempio, io tento sempre di portare sulla retta via il buon Pasini, ma lui, zacchete!, dice che io “paragono” (nel senso di equiparare) l’Italia alla Germania nazista. Ma non è vero! Io “paragono” nel senso che “confronto” e da lí nascono alcune mie osservazioni nel merito. Mica penso che Draghi sia un novello Adolf! Però ha qualche difettuccio.
     
    Invece l’ingrato Pasini non ascolta le mie argomentazioni e cosí perde l’occasione di diventare Vecchio Saggio ancor piú di quanto sia. Ma io sono buono e continuo ad additargli il cammino. Perché, beninteso, è la mia via a essere retta, non la sua. 😂😂😂

  729. 525
    Enri says:

    500 e piu’ commenti sono la prova che, purtroppo, la nostra capacita’ di essere focalizzati sul problema e sulla sua soluzione e’ davvero scarsa. Nostra come popolo. Siamo bravi a reagire, con il colpo di reni, anche con lo slancio del cuore. Ma quando si tratta prima di analizzare poi di sintetizzare e risolvere, qui siamo deboli. E, come se non bastasse, prendiamo la tangente della discussione fine a se stessa, del tifo, della divisione in fazioni. Tutto molto bello e divertente, se non fosse che nel frattempo la realta’ corre e non la si prende piu’.

  730. 524
    Roberto Pasini says:

    Fabio. Come potete paragonare l’Italia di oggi alla germania nazista? Un paese dove uno dei candidati alla presidenza della Repubblica è Berlu? Dai non scherziamo. Che altri magari possano eccedere nella pratica del suffumigio, ma tu Fabio? Il suffumigio ha consentito dei progressi inimmaginabili nell’arrampicata ma va dosato con cautela scegliendo bene le sostanze che ci metti 😀 ps. Vi meravigliate delle uscite di Monti? Pensavate fosse un liberale? Monti è un cattolico conservatore tipo Opus Dei e forse non solo “tipo”, con una visione autoritaria del potere e della società giustificata dal “progetto salvifico” e da una visione pessimista delle masse popolari e una concezione aristocratica del potere. Credete che Napolitano non lo sapesse? Ha fatto la minestra con quello che c’era ed era presentabile a chi ci presta il grano. Stessa cosa Draghi, stesso ambiente. Questo è un paese dove è prevalente la destra e in certe zone ci sono pure anche un sacco di fasci mascherati. Altro che gatto-comunisti. I liberali sono in netta minoranza e uno che ha un ruolo al tavolo da gioco e nonostante tutto quello che si dice ha ancora legami col popolo che lavora cerca di fare quello che può per evitare il peggio, ma non pensate che gli eredi del glorioso partito (almeno alcuni)  siamo così stupidi da non sapere con chi hanno a che fare. La politica non è un pranzo di gala e non decidi tu i commensali. 

  731. 523
    Giuseppe Balsamo says:

    @518
    Per sperimentare la differenza nella pratica, suggerisco un soggiorno di studio per qualche anno in Corea del Nord.
    Chissà se toccar con mano porterebbe beneficio anche a coloro che oggi blaterano di dittatura sanitaria…
    L’esperienza non è trasmissibile.

  732. 522
    Fabio Bertoncelli says:

    Mario, chi governa in democrazia gode della forza del popolo, cioè ha vinto le elezioni, e accetta il dissenso. Chi governa in una dittatura gode della forza armata e rifila botte da orbi a chi alza il ditino per esprimere il suo dissenso.
     
    Cosí avevo imparato a scuola, ma ti confesso che negli ultimi tempi le cose si sono assai complicate: non esistono piú concetti chiari. Sono confuso: che fine ha fatto la democrazia di una volta? Bisogna che chieda lumi a Pasini, il Vecchio Saggio del GognaBlog.
     
    P.S. Roberto, perdonami per il “vecchio”: mi serviva per la battuta.

  733. 521
    Roberto Pasini says:

    Bertoncelli. Era per Merlo che vuole la Vita contro i grigi. E sai che la poesia orfica e alchemica e’ il suo forte. Ecco perché Faust. Io mi adeguo all’interlocutore, concavo e convesso, come il Candidato Cavaliere alla Presidenza (però odia i baffi anche corti e questo mette un po’ in discussione la vostra profezia). 

  734. 520
    Mario says:

    ” le democrazie come le dittature per   esistere richiedono il supporto o la non belligeranza della maggioranza del popolo”. E allora in cosa si differenziano?

  735. 519
    Fabio Bertoncelli says:

    ———  AVVISO  AI  NAVIGANTI  ———
     
    Con il commento 516 il nostro Pasini è partito per la tangente.
    Ed è entrato in orbita. 😉😉😉

  736. 518
    Roberto Pasini says:

    Vita e Pensiero (casa editrice cattolica). “Grigia è ogni teoria e verde l’albero della Vita” dice Mefistofele a Faust e con questo sogno gli compra l’anima e lo conduce per mano alla dannazione eterna ma alla fine non sarà così. Cosa lo salverà dalla malefica alternativa e con lui tutti noi? Non sicuramente la Fede..chissà continuazione alla prossima stagione solo per abbonati Premium) Fine della puntata. 

  737. 517
    lorenzo merlo says:

    “Ma!”  Disse. “Lo vedi come sono?”
    “Come sono chi?”
    “Ma come chi? Ma questi constestatori, no vax, che impediscono di tornare alla normalità, che non capiscono che la scienza non sbaglia – sennò di cosa devi fidarti? – e che è tutto fatto per il nostro bene”.

  738. 516
    Roberto Pasini says:

    Matteo. Le parole ovviamente non sono mie, povero famulo che tradi’ e abbandonò il tempio per cercare fortuna nel mondo. “Caro Pellegrini, la chiamo per cognome perché qui siamo un po’ formali, vedo che lei è brillante nell’esercitare il pensiero dialettico e nel cogliere connessioni tra elementi diversi e lontani nel tempo. Anche la sua passione le fa onore, ma mi consenta di farle osservare il rischio che essa comporta.  A volte di notte, tutte le mucche sembrano nere, ma se lei accende una luce, anche fioca, comincerà a vedere le sfumature e le differenze. E le differenze sono importanti per governare i momenti difficili. So che lei è un alpinista e sa bene che l’attenzione alle sfumature può fare la differenza tra la vita e la morte. E’ la stessa cosa quando parliamo di politica. Consideri che anche nella predicazione, che per sua natura sembrerebbe richiedere  la semplificazione,  le differenze contano. E lei dovrebbe saperlo visto che porta il nome di un evangelista che ha un’impronta ben diversa dagli altri tre e non è un caso. La chiesa la sa lunga. Quindi mi complimento per le connessioni audaci ma la invito ad apprezzare anche le differenze e ci rivediamo alla prossima sessione insieme al suo amico, l’impetuoso Bertoncelli che ogni tanto va dove lo porta il cuore.”

  739. 515
    Fabio Bertoncelli says:

    ——— ULTIMI  COMMENTI  DALLA  SAVANA ———
     
    Caro Roberto, apprezzo la tua vena ironica.
    E mi affretto a commentare qui nel GognaBlog casomai Draghi, Monti e compagnia imperante decidano che viviamo in troppa democrazia. E che quindi convenga ridurla, perché ci fa male alla salute. E poi… siamo in guerra.
     
    Magari ridurla molto gradualmente, come già stanno facendo, sulla falsariga del celebre esperimento della rana bollita… Già passa il concetto – questo sí è un  concetto nazista; alla Goebbels, per intenderci – che trattasi non di diritto connaturato in ogni cittadino, bensí di munifica concessione e in quanto tale revocabile dal regnante di turno. Insomma, il Re Sole.
     
    Rifletti, Roberto: venti mesi fa lo avresti mai immaginato? Avresti mai concepito che la società sarebbe stata suddivisa in due classi? Goebbels avrebbe parlato di Übermenschen e di Üntermenschen, ma io non voglio esagerare perché poi tu mi bocci. Non siamo certo a quel punto, ma la strada imboccata è esattamente  quella.
    Rammenti il presidente del Consiglio dei Ministri che, pochi giorni fa, dichiara bello bello che solo i vaccinati fanno parte della società? e che i non vaccinati, se vogliono tornare a farne parte, devono vaccinarsi?
     
    Tu, venti mesi fa, avresti mai sospettato che sarebbe stato necessario il lasciapassare di Stato per lavorare, frequentare l’università, viaggiare in treno, pranzare al ristorante, sorbire un caffè al bar, visitare un museo, ecc. ecc. (seguono cento eccetera)? 
     
    Dimmi, Roberto, che si sta facendo della Costituzione “piú bella del mondo”? e dei diritti costituzionali? Te lo dico io: sono stati gettati nel cesso da un volgare DPCM.
    Tu ne sei compiaciuto? O forse indifferente? Beh, io no.
     

  740. 514
    marco vegetti says:

    Ma voi i post su dittatura e diritti civili non li avete letti? A quelli mi riferivo. Se poi riuscite a tirare fuori Goebbels, forse non sono io a farneticare, fosse anche solo riguardo alla propaganda. La propaganda di Goebbels, ovvero delle SS era quella di indicare gli ebrei come razza da far sparire, era quella di picchiare a morte gli oppositori, era quella dei campi di sterminio come Terezin spacciato alla Croce Rossa come idilliaco luogo di ritiro degli ebrei, era quella dello Juden Freit. Era quella degli ebrei con il naso adunco, degli slavi untermenschen. Non ho parole.

  741. 513
    lorenzo merlo says:

    Professori e professorini il resto è vita.

  742. 512
    Matteo says:

    Caro Pasini, stavolta sbagli: non c’è alcun riferimento emblematico e tantomeno inconsistente.giornali e giornalisti.
    Goebbels fondava la sua propaganda sulla criminalizzazione e rimozione dei dissidenti, sopratutto.
    Oggi un ex primo ministro (sicuramente non fascista e nemmeno autoritario) auspica il controllo dell’informazione e nessuno si scandalizza.
    La propaganda, o se vuoi il pensiero unico, è a un livello di efficienza (ovvero bravura) decisamente superiore.

  743. 511
    Roberto Pasini says:

    Una volta, anche nel 1968, se facevi riferimenti storici inconsistenti e dicevi che però erano validi “emblematicamente” i professori ti buttavano fuori dalla porta e ti facevano rifare l’esame. Il mio amato prof. in Statale, che Vegetti ricorderà ( uno dei capi socialisti del CNL alta italia) avrebbe detto: “Veda, caro Bertoncelli, il suo paragone è ardito e accattivante, ma io le suggerirei di approfondire un po’ di più, per carità senza eccessi filologici, sicuramente inadeguati alla grande passione di questo tempo di rivolta, ma quel tanto necessario, in modo che la sua tesi non si presti alle obiezioni di rilievo che le potrebbero molto probabilmente essere rivolte e di cui lei sicuramente si rende conto. Ci rivediamo dunque alla prossima sessione”. Ma non c’erano i social. O tempora….

  744. 510
    Matteo says:

    Marco, il fascismo non è iniziato nel 1943 o nel 1938.
    Non è iniziato a causa di chi inventò la menzogna retorica del “la grande proletaria” o “della vittoria mutilata” e nemmeno a causa della retorica.
    Però se chi avversava questa retorica si fosse levato allora (1911 e 1919) forse il fascismo avrebbe avuto vita più difficile.
    Per cui forse non è poi così fuori luogo citare Goebbels se qualcuno afferma pubblicamente che l’informazione deve essere controllata o l’opinione pubblica “convinta” con qualunque metodo (=manipolata)…se non altro perché Goebbels sarebbe perfettamente d’accordo.
     
    Credimi, tutto ciò con il massimo rispetto e ammirazione per la tua storia famigliare.

  745. 509
    Fabio Bertoncelli says:

    Marco, il mio tema era la PROPAGANDA, l’INFORMAZIONE, tramite le quali i regimi manipolano l’opinione pubblica. Tutto ciò era lampante! E ho scritto che, sulla propaganda, il governo attuale non teme confronti con Goebbels.
     
    Tu invece hai creduto addirittura che volessi riferirmi alle stragi naziste. Mi riporti quelle notizie perché credi che io non sia a conoscenza dell’Olocausto? o non lo condanni? o non ne provi orrore? disgusto? ripugnanza? Soprattutto rabbia!
     
    La tua faziosità ti offusca la ragione e ti fa prendere lucciole per lanterne. È un tuo problema.
     
    Però quando rinfacci a me addirittura di ignorare o sottovalutare il nazismo, quello diventa anche un mio problema. E perciò io ora ti accuso: tu farnetichi.

  746. 508
    lorenzo merlo says:

    Il piano emblematico e quello storico, non si toccano.
    Non avvedersene fa partire tangenti strumentali a se stessi.

  747. 507
    Roberto Pasini says:

    Vegetti. Caro Marco, succede a volte che nei social e nelle conversazioni qualcuno usi concetti, definizioni e riferimenti con leggerezza, così, magari per epater le bourgeois, non necessariamente con malizia. Purtroppo parole, definizioni e citazioni hanno un retroterra storico pesante e sono ancora vive persone che quel retroterra e quelle storie le hanno vissute, direttamente o indirettamente,  e il loro uso superficiale, da talk show, fa male e irrita. Quando non ci saremo più noi,  forse tutto questi momenti ancora carichi di emotività andranno perduti, come “lacrime nella pioggia” ma ti seguo e ti appoggio nel rivendicare il senso delle proporzioni e dellla correttezza dei riferimenti storici. Non per pedanteria, ma per rispetto. Sarà magari un’impresa vana e ci si beccheremo anche dei rincoglioniti dalle sinapsi bloccate, come è capitato a me. Non importa, ne vale la pena, magari solo per qualcuno che condivide il fastidio per la sciatteria e la demagogia. Ciao. 
     
     

  748. 506
    marco vegetti says:

    502. Ovviamente il riferimento era al 486

  749. 505
    marco vegetti says:

    486/2 Mio nonno paterno, tra i fondatori del PCI nel 1921 e corrispondente da Milano dell’Ordine Nuovo di Gramsci, dopo la condanna a 5 anni del Tribunale Speciale non ha visto la sua famiglia per tre anni, per non farsi arrestare e mettere a repentaglio la vita dei familiari. Mio padre 18enne, arruolato e disertore, scappato dalle Casermette Rosse di Bologna dove i nazisti ammassavano i militari italiani da spedire in Germania, si è fatto a piedi di notte il crinale appenninico tra Bologna e il Forlivese. Prima nella Banda Corbari (ha visto il suo comandante e la moglie impiccati a Forlì), poi nella Stella Rossa (ha visto coi suoi occhi l’eccidio di Marzabotto pochi giorni dopo la strage), quindi nella 8° Brigata Garibaldi, ha rivisto i suoi familiari a metà del 1945, quando ha saputo che il suo compagno di banco al Cattaneo Geometri era morto a Dachau. Partigiano capo-squadra riconosciuto dal Generale Alexander, medaglia di bronzo al valor militare. Forse, quando si parla di dittatura e Goebbels, è meglio pensarci meglio un po’… 

  750. 504
    marco vegetti says:

    386. Mia nonna materna, una delle prime ingegnere in Italia, è stata licenziata dalla Montecatini in quanto di discendenze ebraiche. Lei e sua sorella, pediatra, si sono salvate dalla deportazione perché il prete della loro parrocchia ha versato inchiostro nero sulle liste parrocchiali. Il loro fratello, maggiore dei paracadutisti, dopo due giorni dall’aver detto ai propri superiori che aveva giurato fedeltà al Re e che non avrebbe mai obbedito ai Comandi tedeschi ha ricevuto due colpi di pistola nella schiena alla Stazione centrale di Milano ed è stato lasciato morire in un sottoscala dell’Ospedale militare di Baggio, senza cure. (parte 1. segue 2)

  751. 503
    Giuseppe Balsamo says:

    Anche credere è sopravvalutato.
     
    Ma io ai suffumigi ci credo, e anche alla vitamina D.
    Nell’olio di fegato di merluzzo ce n’è tanta, ma attenzione agli effetti indesiderati.

  752. 502
    lorenzo merlo says:

    La tangente dello scontro ha preso le attenzioni.
    Il progetto in corso è tenere l’egemonia economico politica dell’Occidente.
    Tutti i diversivi sono buoni per ridurre i costi allo scopo di farlo sopravvivere.
    Così osservando tutte le bugie perpetrate hanno una sola logica: cambiare il paradigma che ne avrebbe decretato la sopraffazione.
    La lotta con la Cina e la Russia è in corso da tempo.
    Ne vediamo solo ora qualche emersione accessibile a tutti.
    E chi non crede nei suffumigi, se gli sembra meglio creda alla vigile attesa.

  753. 501
    Giuseppe Balsamo says:

    @492
    L’opinione dei c.d. esperti (per non parlare di quella di chi esperto non è), per quanto legittima e -talvolta- interessante, è spesso sopravvalutata.
    La cosa triste è che c’è chi scambia per scienza quello che scrive puccettina69 su internet o che dice Bassetti in tv (esempi a caso).
     
    Comunque i suffumigi vanno vatti con il monossido di di-idrogeno.
    Quindi forse non sono così innocui come qualcuno vuol farci credere.
    Sappiatelo.

  754. 500
  755. 499
  756. 498
    marco vegetti says:

    Lorenzo: se lo avesse davvero saputo avrebbe detto CANDEGGINA per farsi capire da tutti. Invece no, usa un termine scientifico che incute timore, e sai che molti, moltissimi, si sarebbero fermati a quello senza fare una ricerchina su Google per capire davvero cosa sia… Ma dire candeggina, avrebbe fatto sorridere i più: la usano tutti, e spesso, nelle case… Ma Paragone è furbo, e conosce la sua platea…

  757. 497
    Alberto Benassi says:

    chi la vincerà la gara di chi agita lo spauracchio??

  758. 496
    lorenzo merlo says:

    Acuto.
    Cosa fa credere non lo sapesse?
    Ho molta paura di te.

  759. 495
    marco vegetti says:

    Esempio dell’uso delle parole. In un post del primo novembre il giornalista Paragone si scandalizza perché se una fiala di vaccino dovesse cadere a terra e rompersi bisognerebbe ADDIRITTURA  pulire con il temibile ipoclorito di sodio. E’ talmente a conoscenza di quello che dice e agita come uno spauracchio da non rendersi conto (o non lo sa nemmeno?) che il famigerato ipoclorito di sodio viene venduto al supermercato: si chiama CANDEGGINA. Se questo è il livello di chi agita spauracchi, beh, davvero è tutto fatto solo per qualche click (e, questo sì) per incutere paure e diffidenza.

  760. 494
    Alberto Benassi says:

     
     
     
     
     
     

    LONDRA – I vaccini contro il Covid potrebbero essere meno efficaci contro la variante Omicron: è la previsione di Stéphane Bancel, amministratore delegato di Moderna, una delle aziende farmaceutiche che hanno prodotto con successo un siero per il coronavirus. Il monito di Bancel, intervistato dal Financial Times nel quartier generale della sua società negli Stati Uniti, contraddice le affermazioni dei dirigenti della Pfizer, un’altra delle case farmaceutiche produttrici di un vaccino per il Covid, e del presidente americano Joe Biden sulla capacità dei rimedi attuali di combattere la mutazione emersa in Sud Africa. Le sue parole hanno fatto subito scendere le borse e il prezzo del petrolio, riporta il quotidiano finanziario britannico.

    tanto per fare un pò di ….chiarezza.

  761. 493
    Andrea Parmeggiani says:

    @Giuseppe
    Guarda, io non ho difficoltà di ammettere che a volte dico pisquanate… 
    Ma spesso quelle che dico io sono a vantaggio o svantaggio mio… quelle che dicono “gli esperti” coinvolgono milioni di persone… e generalmente non ammettono nemmeno di dirle o di averle dette

  762. 492
    Giuseppe Balsamo says:

    La pratica di dire pisquanate parrebbe essere piuttosto diffusa.
    Naturalmente solo gli altri dicono pisquanate, mai noi stessi.
     
    P.S. La c.d. stampa vuole vendere. Il senso critico potrebbero usarlo i lettori, ma vabbè: fantascienza.

  763. 491
    Matteo says:

    “ma la stampa non ci sta facendo una bella figura”
    Guarda che la stampa sta semplicemente riportando le affermazioni di esperti, virologi, epidemiologi, politici e tuttologi vari.
    I quali continuano a ripetere a pappagallo le medesime pisquanate che fin qui hanno funzionato benissimo.
    La colpa della stampa è di usare l’intelligenza e il senso critico proprio come i sullodati personaggi…ma in fondo loro sono l’Autorità e la stampa è sempre stata piuttosto sensibile.

  764. 490
    Andrea Parmeggiani says:

    Intanto, la stampa
    “Attenzione, sta arrivando la variante Omicron”
    “La Pfizer produrrà il vaccino specifico in 100 giorni”
    “La borsa di Tokio sta crollando a causa della variante”
    Dopo due giorni
    “Forse stiamo facendo troppo polverone sulla variante Omicron?”
    “Sembra che la variante Omicron sia più trasmissiva, ma è molto meno pericolosa delle altre” (un’influenza?)
    Oggi:
    “Dobbiamo accelerare la terza dose per fronteggiare la variante Omicron”
    “Forse è necessario un nuovo vaccino per la variante, forse no”
    Io non so voi, ma la stampa non ci sta facendo una bella figura

  765. 489
    Giuseppe Balsamo says:

    @480 Suggerisco di aggiungere ai suffumigi la radice di zenzero. Lo zenzero è putente.
    Non sono medico, ma l’ho letto su facebook.

  766. 488
    lorenzo merlo says:

    Meglio mettere in prima pagina e in prima serata il tifoso che fa un buffo sulla chiappa della giornalista. Con l’indignazione più elevata possibile. Oppure qualunque altra cosa.
    Votate e prendete la tessera.
    Che insieme al vaccino vi farà salvi.
    Aspettano solo che qualcuno reagisca.
    Lo metteranno in prima pagina e in prima serata.
    Votate e prendete la tessera.
    Che insieme al vaccino vi farà salvi.

  767. 487
    Fabio Bertoncelli says:

    Se Joseph Goebbels, ministro della Propaganda del Terzo Reich, fosse ancora tra i vivi, ammetterebbe sconsolato: «Ca**o, questi qui sono piú bravi di me».

  768. 486
    Andrea Parmeggiani says:

    Beh, un po’ di censura anche qui, ma che dire… forse me la sono meritata 😉

  769. 485
    Alberto Benassi says:

    Ha fatto sentire e stigmatizzato giustamente un Mario Monti che durante un’intervista ha praticamente detto che in periodi di “guerra” come questi è giusto che l’informazione sia controllata dal governo. Roba da matti

    piano, piano, un pò alla volta, un goccino alla volta.
    Così nessuno ci fa caso….

  770. 484
    lorenzo merlo says:

    Mi fai paura.

  771. 483
    marco vegetti says:

    Come per i vaccini, Ippocrateorg chiede al “paziente” (senza nemmeno visitarlo dal vivo: se io mi fingo donna di 80 anni loro ci credono?) di firmare una liberatoria per esentare il medico da eventuali problemi con i medicinali consigliati. Perché se son così sicuri di fare solo il “giusto”?

  772. 482
    marco vegetti says:

    Libertà di opinione? Mi pare che nessuno vieti ad altri di parlare. Libertà di manifestare? Nessuno lo vieta, come da sempre, per i cortei va chiesta l’autorizzazione (se si manifesta senza, ad oggi sono pochissimi i divieti, si va incontro a rischi che ci sono sempre stati, ne so qualcosa e parlo di già 40 anni fa).Libertà di non vaccinarsi? Non c’è alcun obbligo ma la stessa Costituzione prevede la tutela del bene superiore: la collettività. 

  773. 481
    lorenzo merlo says:

    ../. [da unire al precedente]
    🔶 “Bella notizia nr. 2- SuffumigiIl Coronavirus può rimanere “nascosto” dietro il seno paranasale del naso per 3-4 giorni. Dopo 4-5 giorni, questo virus che era nascosto dietro il seno paranasale raggiunge i polmoni. Allora hai difficoltà a respirare.Ecco perché è molto importante assorbire il vapore, che raggiunge la parte posteriore del seno paranasale. Devi uccidere questo virus nel naso con il vapore.- A 50° C, questo virus si “paralizza”- A 60° C, questo virus diventa così debole che qualsiasi sistema immunitario umano può combatterlo.- A 70° C questo virus muore.Questo è ciò che fa il vapore.Il Covid -19 può quindi essere ucciso inalando vapore attraverso il naso e la bocca. Quindi ecco una proposta:- Fare suffumigi, per una settimana, al mattino e alla sera (per 5 minuti)- Questa pratica non ha effetti collaterali.Che dite ? Provare, in questo caso, non costa davvero nulla🔶 Bella notizia nr. 3- Le CureNonostante ancora molti medici (sia di base che delle USCA) consiglino “Tachipirina e Vigile Attesa”, molti altri (anche delle USCA) stanno consigliando Aspirina, Ibuprofene, Zitromax, Anticoagulanti …Insomma, stanno curando la malattia già quando si presentano i primi sintomi (febbre, tosse, mal di testa, mal di gola …)Sarebbe stato bello lo avessero fatto già ad Aprile del 2020 (quando già si conoscevano diversi protocolli di cura efficaci) ma, in ogni caso, è comunque un’ottima notizia che lo stiano facendo adesso”.

  774. 480
    lorenzo merlo says:

    Inoltro.
    Anche per i filoburionici.
    Se la loro mente è preda dell’incantesimo il loro corpo è uguale a quello di tutti.
    🔶”Bella notizia nr. 1- Medici a Disposizione🔸Il gruppo di Medici delle Terapie Domiciliari Precoci, che per tanti mesi si è avvalso di un semplice Gruppo Facebook per dare la possibilità, alle persone che manifestassero sintomi riconducibili al Covid, di essere curate e seguite direttamente a casa, da pochi giorni ha a disposizione una Web APP.In pratica, semplicemente compilando una scheda di anamnesi direttamente dall’Applicazione Web (disponibile anche per Android o iPhone), si può inserire una richiesta di aiuto ed essere contattati dalle centinaia di medici, sparsi su tutto il territorio nazionale, che hanno aderito a questa iniziativa già nel 2020 ed hanno curato decine di migliaia di persone.Per usufruire di questo servizio ci si deve collegare al sito: https://www.terapiadomiciliarecovid19.org/Dopodichè, in alto a sinistra, si clicca sulla piccola icona a forma di casetta con una croce bianca al centro, ci si iscrive e si seguono le istruzioni per abilitare la Web App.In questo modo viene anche garantita la privacy che, sul gruppo Facebook che veniva utilizzato precedentemente (e che conta più di 600.000 iscritti), non poteva esserlo.🔸 In parallelo al gruppo delle Terapie Domiciliari Precoci è attivo anche i Medici del Gruppo Ippocrate contattabili sul seguente sito: https://ippocrateorg.org/ “.

  775. 479
    Andrea Parmeggiani says:

    @Fabio
    Infatti, è esattamente quello che ho sentito questa mattina… 

  776. 478
    Fabio Bertoncelli says:

    ——— PROVE DI FASCISMO ———
     
    Il 27 novembre scorso, durante la trasmissione In Onda su La 7, Mario Monti ha dichiarato che bisogna «dosare dall’alto l’informazione», perché «siamo in guerra». Ed è opportuno scegliere «modalità meno democratiche nella somministrazione dell’informazione» (sic!).
     
    Monti ha sbalordito perfino lo studio, a tal punto che la conduttrice, Concita De Gregorio, ha domandato: «Chi decide come dosare l’informazione?». Risposta di Monti: «Il governo, ispirato dalle autorità sanitarie».
     
    Dopo anni di fantasiose castronerie sul ritorno del fascismo, ci viene spiegato che converrebbe ripristinare il MinCulPop. Lo ha dichiarato un ex capo del governo, a suo tempo scelto da Napolitano. Ora è senatore a vita, a suo tempo nominato da Napolitano. Da brividi…
    … … …
    Avevano ragione: c’è il rischio che ritorni il fascismo. Ma non quello di colore nero.
     

  777. 477
    lorenzo merlo says:

    Roba da votanti.

  778. 476
    Andrea Parmeggiani says:

    Stamattina per 24 mattina (radio 24) un giornalista, solitamente forte delle sue convinzioni pro-max, nonostante non abbia giustamente detto niente contro in merito, si è lasciato andare in due affermazione un po’ scricchiolanti:
    – In merito alla variante Omicron “forse in questi ultimi 2 giorni è stato fatto troppo polverone mediatico”
    – Ha fatto sentire e stigmatizzato giustamente un Mario Monti che durante un’intervista ha praticamente detto che in periodi di “guerra” come questi è giusto che l’informazione sia controllata dal governo. Roba da matti

  779. 475
    Andrea Parmeggiani says:

    Severgnini: ‘eventuali dubbi vanno sollevati “non in televisione e non in prima serata”.’
    Ho visto il filmato in oggetto: come commentare?

  780. 474
    lorenzo merlo says:

    Ho denunciato Bruno Vespa con un esposto all’Ordine dei gionalisti del Lazio., dove è iscritto.
    A Porta a Porta, il giornalista aveva detto che non c’erano effetti collaterali o casi di morte – non ricordo – relativi a persone ultra 60enni causa vaccinazione. Se non sbaglio era il maggio scorso.
    A oltre 5 mesi dalla denuncia l’Ordine non mi ha risposto.
    Ho chiesto informazioni all’Ordine medesimo circa un mese fa e non ho avuto risposte.
    Continuate a non dire niente. Sono dalla vostra parte.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/non-in-televisione-e-non-in-prima-serata

  781. 473
    Fabio Bertoncelli says:

    Marco (n. 468), nella nostra società i diritti civili sono connaturati all’essere umano. Non sono negoziabili.
    La libertà di parola, la libertà di spostamento, la libertà di viaggiare, la libertà di protestare, la libertà di entrare in un ristorante NON possono essere deliberati da una maggioranza. NON sono una concessione.
     
    IN UN REGIME DEMOCRATICO I DIRITTI CIVILI FANNO PARTE DEL CITTADINO.
    NON ESISTE CHE UN DRAGHI O UN REFERENDUM DICANO: “TU, CITTADINO, DA OGGI NON SEI PIÚ LIBERO”.
    … … …
    Come puoi ignorare – o fingere di ignorare – questi concetti elementari di democrazia?!

  782. 472
    marco vegetti says:

    Però. la vaccinazione a tappeto contro il morbillo ha fatto calare notevolmente la mortalita infantile, in Africa del 91 per cento. E non erano malati… Il 467 era riferito alla sperimentazione. Quando ho usato quei farmaci in Italia erano circa 15 mila i pazienti trattati. Non 80 milioni di dosi come il vaccino, con circa 100mila reazioni avverse di cui l’85 per cento lievissime…

  783. 471
    Andrea Parmeggiani says:

    Marco, il mio commento era riferito al tuo #467 

  784. 470
    Andrea Parmeggiani says:

    @Marco
    Io credo che la differenza fondamentale sia prendere un farmaco che ti può salvare la vita quando HAI GIA’ una malattia, rispetto a fare assumere a tappeto alla popolazione mondiale un “vaccino” che dovrebbe proteggerti da una possibile malattia, anche se i rischi – certi – che possa avere degli effetti colleterali superano il rischio – possibile – che tu contragga il virus, sviluppi i sintomi, e che questi sintomi diventino gravi a tal punto da farti rischiare la morte… Soprattutto in fascia di popolazione come i giovani il cui rischio è estremamente basso… Tutto qui

  785. 469
    marco vegetti says:

    https://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Referendum-in-Svizzera-si-vota-sul-certificato-Covid-green-pass-f4bf1636-c463-4463-98dc-9903fdaedc1b.html?refresh_ce
     
    Chi “Il Green Pass lede la Costituzione”: raccogliete le firme e fate indire un Referendum, massima espressione della sovranità del popolo. Poi. vediamo un po’ l’effetto che fa….

  786. 468
    marco vegetti says:

    Quanto alla sperimentazione. 7 anni fa ero sempre debole. Esami su esami. Finalmente la risposta: epatite C, presa chissà dove e chissà quando ma rimasta inerte per 50 anni… Cure? Interferone o i nuovissimi medicinali, da meno di un anno sul mercato. Li ho presi. Sei mesi dopo tutto era tornato a posto. Nessun segno del virus, in nessuna analisi, nessun effetto negativo a tuttora, 7 anni dopo. Cosa avrei dovuto fare? Dire no perché di fatto era sperimentale e farmi distruggere il fegato con l’interferone, ben conosciuto e sperimentato? E, credetemi, non era stato somministrato in miliardi di dosi come il vaccino ora. Amen, tanto so che  è inutile. Ma volevo raccontarlo. Ah, mi raccomando, vaccinate i vostri animali domestici, poveretti. Tanto sono bestie e per loro il no vax non vale.

  787. 467
    marco vegetti says:

    Ma qualcuno l’ha mai visto il grafene? O chiacchierate per averlo letto su byoblu? Il grafene indica gli stati singoli di carbonio all’interno dei composti della grafite. E’ di colore scuro. Anche liquido. Dunque si dovrebbe vedere. Peccato che NESSUN laboratorio l’abbia trovato nei vaccini, e chi dice ci sia non mostra MAI analisi scientifiche che lo dimostrino: eppure ci sono nel mondo molti laboratori indipendenti. Basta rivolgersi a loro, dargli la fiala del vaccino, pagare e attendere i risultati. Se persino un Premio Nobel, Montaigner, non lo ha fatto (avendone possibilità e prestigio per chiedere) magari ci sarà un motivo…

  788. 466
  789. 465
  790. 464
    albert says:

    Ormai si e’ in pieno marasma:ipercontrollalti in certe azioni e opinioni , ma pure costretti a controllare di tutto e di piu’ per non essere impallinati o perdere diritti :leggi e decreti hanno sempre revisioni , decreti attuativi, …vedi reddito di cittadinanza, aliquote Imu, regolamenti per eta’ pensionabile, ecobonus 100%, dgtvv2, prima  la tassa  tv la paghi con la bolleltta energia, ma tra poco la toglieranno, ocio alla revisione auto,alla scadenza tessera sanitaria e carta identita’, decina di sms di offertetariffarie . Troppe leggi e regolamenti, troppe informazioni da classificare e cestinare la ridondanza e poi il cittadino fa come gli pare o come vede fare ed imita.  Quindi un taglio netto tra favorevoli e critici mai c’e’..si oscilla e si decide istantaneamente a seconda di dove si trova il pendolo…salvo poi arrovellarsi. Sembra di essere sotto una selezione occulta che muove il dito a destra o a sinistra. Siamo come nel secolo scorso , in guerra, e non lo sappiamo?
    https://www.corriere.it/esteri/21_novembre_23/europa-travolta-covid-prima-causa-morte-dramma-est-cc5c9eca-4c97-11ec-93ad-d9e7f28c53fe.shtml

  791. 463
    lorenzo merlo says:

    Non si è mai trattato di convincere nessuno. I consigli sono roba per macchine. Solo di fare presente alcune prospettive. https://www.databaseitalia.it/capitalismo-inclusivo-espropriazione-proprieta-privata/?fbclid=IwAR2ZVd3fRl_NFw4z8h2HiGLTwvQ8PEDlRw1jivPS9-QJhWFlHkLfvsjJ3SM

  792. 462
    Andrea Parmeggiani says:

    Ormai  si ha potere di convicere in un senso o nell’altro  entro la cerchia di famigliari ed amici.
    Purtroppo è vero. E’ il succo di un discorso tenuto anche dal Pasini.
    E non ci si può fare nulla. Purtroppo. Anche perchè se tenti di passare qualcuna informazione “avversa” all’altro gruppo viene come minimo ignorato, e in alcuni casi anche tacciato.

  793. 461
  794. 460
    albert says:

    Ormai  si ha potere di convicere in un senso o nell’altro  entro la cerchia di famigliari ed amici.I dibattiti tv ecc ormai ci hanno sfiniti…usano argomenti triti e ritriti.Semplice ed efficace un Ministro tedesco:” entro fine dicembre..saremo vaccinati artificialmente o guariti (e quindi immunizzati naturalmente ) o morti”.I vuoti sono pronti per essere riempiti da immigrati.( i quali anziche’subire la sorte loro inflitta decideranno se essere vaccinati, guariti morti a loro volta).Il supporto economico e organizzativo nelle cure o tiene o crolla.

  795. 459
    albert says:

     C’e’chi non si fida delle agenzie  governative e internazionali  , dei Presidenti,   Governanti e Infettivologi e poi..e poi.. “In Italia sono aumentate le richieste di importazione del Parvulan, un farmaco non in commercio. Di cosa si tratta? È un medicinale a base di Corynebacterium parvum, un batterio innocuo per l’uomo. Legalmente registrato e commercializzato in Brasile (ma non in Italia, né in altri Paesi), si ritiene abbia un’azione immunostimolante…”(  consigliato dall’amico col passaparola ? )Almeno  chi diffida , lo sia fino in fondo. Esiste una correlazione  tra   pratica sportiva- scialpinismo- all’aperto e cancro alla pelle? sembra di sì e quindi non si deve piu’ andare all’aperto.Ma  la vera correlazione causa effetto e’che   chi corre al’aperto spesso si ustiona con i raggi del sole..e quindi… ci si protegga dai raggi del sole e poi si vada pure all’aperto..  Se non si crede nel vaccino, per evitare infezione si indaghi in che modo il virus entra e si provveda minimizzando le probabilita’ di entrata. Se non si crede all’invisibile o alle fotografie ..allora o ci si compri un microsopio elettronico , si impari ad usarlo e si affronti ogni rischio  a cuor leggero evitando il prossimo che non e’ d’accordo e pure il pronto soccorso .Provar non nuoce: gargarismi con grappa alle pigne  di pino mugo..e poi inghiottire .. giu’nel gargarozzo..
    Il sociologo Domenico  de Masi..ha evidenziato che la campagna a base di testimonial che porgono il braccio..vorrebbe essere incentivante ed invece ‘sta siringa che entra ottiene l’effetto contrario e pure disincentivante  se il Vip per i tuoi parametri e’ un Nip  o pure Negatip.
    C’e qualcheManager o  Ceo che ..invece che a nuovi piani indiustriali,indagini di mercato ecc,  ricorre alla lettura dei Tarocchi ,decide e magari o fallisce o pure c’azzecca.

  796. 458
    lorenzo merlo says:

    Continua a vedere quello che ti pare. E non dimenticare il motto Viva Draghi, viva Mattarella, viva Burioni. È importante!
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/gibilterra-tutti-vaccinati-ma-natale-in-confinamento

  797. 457
    lorenzo merlo says:

    Vedi no 451
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/il-vaccino-non-evita-il-contagio-il-problema-non-sono-i-non-vaccinati-ma-il-fanatismo-vaccinale
    E vedi anche cosa dicevano i nostri esperti del -36 di ieri e di oggi, quando le medesime affermazioni le facevano mesi e mesi fa i siti ciarlanews. 

  798. 456
    Andrea Parmeggiani says:

    @453
    Alcuni politici e scienziati, persone che della lingua dovrebbero fare un uso corretto, si lasciano andare ad espressioni che lasciano esterrefatti, nei confronti di chi non si è vaccinato. E tutto passa in cavalleria.

  799. 455
  800. 454
    Antoniomereu says:

    TG2post;
    stasera ospite Antonio Cassone microbiologo A.A.M.
    “staneremo quei 7 milioni di non vaccinati” .Per essere uno scienziato usa un gergo molto comprensibile anche a chi non lo è !

     

  801. 453
    lorenzo merlo says:

    bibibi bibibi dadada dadada gnekgnekgnek frefrefre frefrefre diriddirididiridi veveve veveve veveve bibibi bibibi dadada dadada gnekgnekgnek frefrefre frefrefre diriddirididiridi veveve veveve veveve bibibi bibibi dadada dadada gnekgnekgnek frefrefre frefrefre diriddirididiridi veveve veveve vevev.
    Fate di tutto. Non ascoltate. Non è un vero tg.
    Vaccini, Bolgan “sta accadendo quello che temevo” – Il tg VERO GIORNALE | Video – Affaritaliani.it
     

  802. 452
    lorenzo merlo says:

    Vado d’anticipo.
    La Gismondo, ma se da piccola metteva le dita nel naso.
    Al liceo una volta è stata sospesa.
    All’università aveva una media categoria scarsi.
    Appena sposata ha detto “figo quello” guardando la tv.
    Ce n’é altre, non le ricordo, ma so per certo chi le scoverà.

  803. 451
    Andrea Parmeggiani says:

    https://www.iltempo.it/attualita/2021/11/18/news/maria-rita-gismondo-serve-paura-stato-emergenza-covid-inutile-oms-cina-virus-vaccino-29496684/
    Perchè quando qualcuno si espone in questo modo, le notizie vengono riportate da un solo giornale?

  804. 450
    lorenzo merlo says:

    Senza dignità. Fino in punta. Non dimenticate di votare e di pagare il canone.
    https://contro.tv/archivio/mercoledi-17-nov-2021

  805. 449
    lorenzo merlo says:

    Un altro coi consigli. Tra un pö giocate a pallone. 

  806. 448
    Enri says:

    Gengis,
    un consiglio, se posso. Non chiederti dove taluni vanno a parare, semplicemente evita di leggere i loro commenti, e’ tutto molto piu’ leggero e piacevole, oltre che comprensibile. Ci sono alcuni che scrivono qui non perche’ hanno qualcosa effettivamente da dire ma per mantenere il loro personaggio che hanno creato. A volte so gia’ cosa scrive il tizio o il caio senza dover nemmeno leggere cio’ che ha effettivamente scritto. Quanto allo stile con cui alcuni si esprimono, io ricordo sempre che Einstein diceva che chi non sa spiegare un pensiero in modo semplice vuol dire che non lo ha chiaro in testa. Direi una verita’ sempre piu’ valida a leggere anche qui alcuni scritti.
    Comunque, finche’ si scrive e con rispetto c’e’ spazio per tutti. 

  807. 447
    Gengis Khan says:

    cominetti,tu sei u a persona coerente e per questo ti rispetto
    quello che non si capisce è dove vuole arrivare merlo,quale sia il fine e la motivazione
    forse grande capo l’ha capito o forse no
    ho conosciuto merlo,si fa per dire,su poliscritture,un salotto,non me ne voglia il padrone di casa ma il livelli sono assai più alto,troppo per uno come me che si è limitato a leggere senza interagire
    me lo sono ritrovato su questo blog e per me continua ad essere un mistero che alimenta ad arte,forte di una parlatina sostenuta da una cultura che non passa inosservata
    vedi cominetti tu hai l’aria del randagio dentro,le tue scelte sono coerenti
    merlo è come se rocco siffredi desse attentamente ascolto a chi dice che i bambini li porta la cicogna,cercando poi di far passare l’interlocutore che vede le donne gravide per un idiota
    quindi la domanda è se lo è o se ci fa o in che misura lo è o ci fa
    il resto per me è secondario

  808. 446
    Roberto Pasini says:

    Cominetti. Anch’io ho pagato un sacco di guide. In montagna no perché ho avuto il privilegio di andarci gratis per amicizia e quindi ne ho approfittato magari con scambio di competenze. Forse c’era un pezzo di ligure inconscio in me che poi mi ha portato in Liguria. Belan costa palanche! 

  809. 445

    I “dati” ormai sono così tanti e variegati che ognuno può farsi un quadretto che sostenga le proprie idee. Quindi per il momento non consideriamone. È come saper fare l’oroscopo. Avete fatto caso che l’abilità di chi lo fa sta nell’accontentare tutti dicendo cose che si adattano a ogni situazione?! Bisogna avere comunque delle abilità.  A parte questo, ragazzi, ma L’ISTINTO ce l’avete? Sembrate perlopiù sterili e passivi, ma se raschiate il fondo del barile magari ci trovate quella parte animale sacrosanta che ognuno di noi ha dalla nascita.  Io me la sono sempre tenuta da conto e non mi ha mai tradito, quindi l’ascolto. 
    Pasini, non hai idea di quante volte abbia preso una guida pagandola  per conoscere posti, imparare arti, e via discorrendo. E non me ne sono mai pentito. Molti dovrebbero prendersi una guida pagandola. Credimi.

  810. 444
    lorenzo merlo says:

    “professorino che ero destinato a diventare”
    Nulla è andato perduto. Se non migliorato.

  811. 443
    Roberto Pasini says:

    Caro Gengis, non intervengo più nel merito di questo tema e vorrei dirti il perché, dal momento che provo simpatia per il tuo sostanziale buon senso, mascherato da finto selvaggio. Sono costretto ad usare il linguaggio di quel professorino che ero destinato a diventare se non avessi preso altre strade, ma spero mi scuserai. Ti assicuro che sono in buona fede. Noi uomini siamo complicati e non siamo così lineari. Non sono le convinzioni che guidano il nostro comportamento ma frequentemente il contrario. Le convinzioni vengono spesso dopo il comportamento. Prima fai una certa cosa per vari motivi che spesso neppure sai, perché ti piace, perché te lo hanno insegnato, perché appartieni ad un certo gruppo, perché hai paura o speranza o vai a sapere perché. Poi siccome noi uomini abbiamo bisogno di sentirci coerenti adottiamo una convinzione che sostiene quello che abbiamo fatto e la esprimiamo con le parole più o meno sofisticate che sappiamo maneggiare.  Se c’è troppa dissonanza tra il fare e il dire, ci sentiamo a disagio ed più facile cambiare la convinzione che il comportamento per attenuarla. La volpe è convinta che l’uva matura sia buona ma non riesce a raggiungerla e rinuncia. Questa rinuncia crea disagio. È più facile attenuarlo cambiando la convinzione: rinuncio non perché non riesco a raggiungerla ma perché non è ancora matura. Cambio la convinzione e sposto la responsabilità fuori da me. Cosa vuol dire? Che è molto difficile in certe situazioni cambiare il comportamento cercando di lavorare sulle convinzioni. Quando il comportamento è ormai radicato se le persone si trovano a disagio nel continuare a comportarsi così, cambiano eventualmente le convinzioni e trovano sempre un dato che le sostenga.  Quindi oggi, sia per vaccinati che non vaccinati, siamo andati troppo avanti e non sposti più il comportamento di entrambi lavorando sulle rispettive convinzioni. Forse si poteva fare all’inizio ma ormai i giochi sono fatti e la maggior parte delle persone deve giustificare le sue scelte. Ciò che potrebbe cambiare in parte il comportamento di entrambi potrebbero forse essere le conseguenze negative, ma per essere efficaci dovrebbero essere sperimentate di persona. Ecco perché mi astengo dal confronto tra convinzioni. Lo ritengo vano e poco efficace ormai, anche se ammiro chi ancora ci crede e si impegna.

  812. 442
    Gengis Khan says:

    comunque tranquillo,è probabile che per un po’ non mi sentirai,ho altro a cui pensare nell’immediato futuro
    forse quando torno avranno scoperto che il grafene…………….

  813. 441
    Gengis Khan says:

    andrea parmeggiani no e l’ho già spiegato e non voglio più tornarci sopra e basta con questa storia di chiedere nome e cognome ad alcuni e non ad altri solo per screditare alcuni e non altri
    io sono molto più rispettoso di tanti altri,non sono il piccolo lord o il cadetto dell’accademia che taglia l’arancia col coltello e la forchetta ma porto rispetoo più di altri che con parlar forbito e finto unorismo prendono per i sedere a mani basse
    anzi,se proprio vogliamo dirla ho ricevuto offese e dileggi gratuiti,quindi non metterla du questo piano
    dilettanti che cercano di farsi un’opinione e condividerla????forse qyulacunoc’è,se vuoi ti metto fra questi,ma vedo molti che vogliono IMPORRE un’opinione e che della condivisione non gliene frega un turacciolo
    poi se vuoi ti faccio anche nomi e cognomi
    faccio il buffnone,è vero,come altri fanno i professorini,i santarellini,i preti,i santoni,i tutto d’un pezzo e potremmo andare avanti con una carrellata bella corposa,non sono meglio ma nemmeno opeggio
    quindi non prendo lezioni da nessuno,neanche di bon ton,a meno che costui non dimostri di essere di una caratura superiore

  814. 440
    Andrea Parmeggiani says:

    Infatti Gengis, qui si parla tra dilettanti che cercano di farsi un’opinione e di condividerla con altri, che possono essere più o meno d’accordo. 
    La differenza tra questi dilettanti è che c’è chi lo fa con rispetto per gli altri, e chi, come te, no, pur tralasciando le risate sguaiate e il gergo da bar che fa parte del personaggio… 
    Ah… magari mettere nome e cognome no?

  815. 439
    Placido Mastronzo says:

    Leggo da più parti che il numero medio di deceduti vaccinati si eleva.

    “I dati”. Troppo divertente. [cit.]

  816. 438
    Gengis Khan says:

    informationlibertaion hahahahahahahahahahaha
    ha scoperto l’acqua calda,sono mesi che si dice che il vaccino non ferma il contagio ma la malattia grave e il ricovero PORCA PUTTANA hahahahahahhahah
    ma se i ricoveri aumentano ci sarà un nesso o no??????????
    se in ospedale sono percdentualmente più i non vaccinati dei vaccinati signifcia qaulcosa o no??????????
    aiutooooooo intervenga grande capo pasini,marco veggetti,lanzavecchia hahahahahahaha voglio lanzavecchia,datemi lanzavecchia

  817. 437
    Gengis Khan says:

    sapete la verità???che questo blog è come il bar sport,tutti parlano di sport ma solo qualcuno ha praticato a livello agonistico
    io da giovane ho tirato di boxe,come dilettante ma ero lento,grosso e pesante ma lento,per un pugno che tiravo me ne arrivavano 5,quindi bisognava che qukl solo pugno lo tirassi veramente bene
    ma se lo tiri a uno qualunque fai male se lo tuiri a uno che sa incassare è un po’ diverso
    quanti discorsi di boxe ho sentito fare al bar,discorsi da gente che non conosce neanche la differenza fra il pugno pesante e il pugno potente,differenza come tra il giorno e la notte
    qui è uguale,parliamo tutti ma non siamo medici,virologi,infettivologi,infermieri,nemmeno malati(meno male),leggiamo chi una cosa chi l’altra,unoil Sole24 ore e repubblica,l’altro arianna e don chisciotte
    nascono disccussioni insulse fra chi sostieen una cosa e chi l’altra,poi c’è il prendi culo,il matto,il complessato,chi deve leggfere qualcuno che gli lecca le aplle,il segaiolo,led donne si fanno giustamente gli affari loro perché penseranno che siamo dei mummificati
    ma è così è il bello della diretta,alla fine puoi dire quello che vuoi,è come andare a cercare un libro in una biblioteca disordinata,ti fai il mazzo a terovarlo ma poi la cacci dove capita hahahahaha
    che manica di personaggi,un blog così se non ci fosse bisognerebbe inventarlo

  818. 436
    Andrea Parmeggiani says:

    Pardon, l’ultimo link:
    https://www.informationliberation.com/?id=62660

  819. 435
    Andrea Parmeggiani says:

    Non c’è bisogno di aspettare.
    E’ già stato rilevato, tra l’altro visibile anche in uno degli articoli linkati da Lorenzo.
    Poi, se vogliamo, mettiamoci questo:
    https://t.me/nessuna_correlazione/4088https://www.informationliberation.com/?id=62660
    ecc.. ecc…
     

  820. 434
    Gengis Khan says:

    no,no,no non è semplicemente osservare,è osservare con criterio
    quello dice matteo non fa una grinza ma bisognerà vedere se l’eventuale eccesso di morti,per niente improbabile,sarà da attribuire al covid direttamente o indirettamente o agente che è morta di altro
    inoltre quanta gente era vaccinata l’inverno scorso???il 2021 non sarà un anno molto attendibile per fare questi raffronti,caso mai lo sarà il 2022
    si continuano a mischiare i pomodori con le banabe,alla fine hanno ragione tutti per il loro punto di vista,come i politici che non eprdono mai perché o vincono sul serio o perdono meno di quello che si pensava
    i dati istat,seeeeeeempreeeeeeee per chi ci crede,segnalano che è successo un evento frammatico che direttamente e indirettamente ha generato morti
    poi bisogna entrare nello specifico come in tutte le cose
    ma le discussioni che facciamo non puntano sull’osservazione nuda e cruda,se lo fosse altri sarebbero i contenuti e i toni,ma sui pregiudizi di ciascuno e tutti tirano l’acqua al loro mulino stiracchiando i dati a loro piacimento
    merlus è stao già assolutamente chiaro,per lui i vaccini fanno male PUNTO PUNTO PUNTO SU PUNTO!!!!!!di cosa volgiamo discutere???bisogna meraviglairsi di lui che continua a punzecchiare e di chi gli risponde quindi anche di me hahahahah

  821. 433
    lorenzo merlo says:

    Ecco. Semplicemente osservare.
    Grazie Matteo.

  822. 432
    Matteo says:

    però c’è anche una quarta possibilità: che venga rilevato un eccesso di mortalità nel 2021 (o nel 2022) rispetto al quinquennio 2015/19 non attribuibile al Covid.
     
    Con più dell’86% di vaccinati sarebbe proprio divertente…
     
    P.S.: eccesso di mortalità che sarebbe da confrontare poi con quello relativo al Covid per capire se si è fatto bene o male a usare il vaccino, particolarmente nella fascia d’età che non ha nulla da temere dal virus (0-49 anni)

  823. 431
    Gengis Khan says:

    però merlus,sai che forse hai ragione,si è appena staccata una graffetta da un bliocchetto di fogli e mi si è appiccicata in testa hahahahahahahahah

  824. 430
    Gengis Khan says:

    naaaaaaaaa,tanto quando sarà conclamato che il grafene non c’netra un cazzo mica ti mangerai la bombetaa come rockerduck,dirai che la maggioranza ha mentito,che i politici hanno entito,che big pharma mente……..
    solo tre ipotesi
    la prima che ci stai prendendo per i glutei e ti diverti così tanto che non riesci più a smettere
    la seconda che sei divnetato come un questurino che a forza di toccare il marcio lo vede anche dove non c’è
    la terza che sei fuori di cabeza
    don chisciotte e sancho panza
    vanno in giro per il mondo
    uno è lungo lungo lungo l’altro è corto corto corto
    hahahahahah
    merlus facce ride hahahahaha
     

  825. 429
    lorenzo merlo says:

    È come dici.
    Ma l’autore non sono io, sei tu.
    Dimostrazione: chi sarà sorpreso dall’emergere della verità del grafene e delle sue morti? Io o tu?
    Ovvero, chi si è sorpreso che il vaccino non era sicuro? Io o tu?
    E così via.

  826. 428
    Gengis Khan says:

    merlus,con le mani giunte,gli occhi al clielo e il cilicio sul pisello ti prego,ammetti che ci stai prendendo tutti per il culo
    lo capisco,ti capisco,lo farei anch’iolo ammetto
    sei intelligente e colto,hai pensato di divertirti con un gruppo di burini e meni ilcan per l’aia col sorrisetto sulle labbra e l’occhiovispo
    dimmi così e ti perdono,un vinello e un piattio di umbruicelli e ci rido sopra

  827. 427
    lorenzo merlo says:

    Non confondere il credere con l’ascoltare, sennò solo “i dati” possono salvarti.

  828. 426
    Gengis Khan says:

    la cosa che più mi stupisce è come una persona della tua intelligenza,merlus,possa credere a chiunque si discosti dalla maggioranza per il solo fatto che non rientra nella maggiroanza
    incomprensibile

  829. 425
    Gengis Khan says:

    ancora col grafene
    ecco stai in ascolto,magari senza proferir parola per quanto sia un tuo diritto,un minimo di dignità
     

  830. 424
    lorenzo merlo says:

    “I dati”. Troppo divertente.

  831. 423
    Gengis Khan says:

    alla fine prefersico un cominetti che dice HO PAURA DI VACCINARMI MA PENSO CHE IL VACCINO RISOLVERA’ IL PROBLEMA
    può sembrare un ragionamento assurdo ma almeno non mette in discussione i dati
    e poi da quello che dice il covid l’ha già avuto e quindi c’è poco da dire

  832. 422
    lorenzo merlo says:

    Leggo da più parti che il numero medio di deceduti vaccinati si eleva. Si tratta di malattie non Covid, ma dovute al vaccino.
    La moria autunno-invernale era già paventata in certi interventi da prima dell’estate.
    Personalmente attendevo questo periodo per accreditare o meno quelle voci.
    Al momento ci sono segni che le confortano. Purtroppo.
    Malattie che sarebbero relative al grafene presente nei vaccini o in uno di essi.
    Grafene non trovato da nessuno – non so se mai cercato – se non da qualche ricercatore privato.
    Parte delle bugie della narrazioni ufficiale sono divenute tali agli occhi di tutti, tranne di chi si dimentica che prima dicevano sicuro e poi che era ovvio avesse delle controindicazioni. Esempio emblema. L’elenco è corposo.
    Resto in ascolto.
     

  833. 421
    Gengis Khan says:

    come si fa a dire che la moria sis ta’ compiendo tra i vaccinati????????????
    valgono le percentuali,se poi non ci si vuole credere allora non crediamo a nulla,l’uomo non è mai stato sulla luna
    ragionanso per assurdo,se tutti fossero vaccinati morirebbero solo vaccinati,ovvio!!perché il vaccino non copre al 100%
    ragionando per assurdo 60.000.000 milioni di vaccinati,1% muore,600,000 muiono e i morti sarebbero tutti vaccinati
    merlus,mi sei simpatico anche quando dici delle cazzate

  834. 420
    Andrea Parmeggiani says:

    Lorenzo, spiega, enumera, documenta, altrimenti qui si passa per visionari 😉

  835. 419
    lorenzo merlo says:

    Ancora sfugge che la moria si sta compiendo tra i vaccinati.

  836. 418
    albert says:

    414) con la pandemia asiatica del ’57, avercene avuti di consiglieri mediatici e medici su:mascherine, lavaggio mani, distanziamento..( e poi vaccini, farmaci, postazioni come le moderne per rianimazione)..invece si continuava a fare la solita vita “libera e spontanea”e disinformati  si restava stesi con “influenza stagionale” con decessi classificati alla solita maniera  (collasso cardio circolatorio , grazie tante  ci vuole tanta scienza per arrivarci).Oggi si protesta avendo tutto e troppo.Se per puro esercizio fantastico, avessimo il 98% di vaccinati e un 2% sparso adottante le precauzioni, invece di vedere ogni giorno nuove proteste  per licenziamenti, fabbriche chiuse con un sms, avremmo capitali esteri che corrono qui ad investire , aumento dell’occupazione.Ma con i  Se ed i Ma non si combina niente, ci siarrovella e ci si divide , come per squadra di calcio.

  837. 417
    Roberto Pasini says:

    Cominetti. Auguro con sincerità a te e ai tuoi cari di non avere mai bisogno di una “guida”  che ti aiuti. Anch’io credo nel “  culo” o più pomposamente nella casualità della sorte ma mi fido anche delle buone “guide” in vari campi (anche se in montagna ci sono andato solo per amicizia e non professionalmente) .Non ce ne sono tantissime ma ci sono. Bisogna cercarsele. Forse io sono stato fortunato o ho minori aspettative o forse , lavorando duramente su di me, ho imparato che devo accettare di farmi guidare e di non voler essere sempre io la “guida” (tecnicamente si chiama “controdipendenza” sulle cui origini chi è curioso può cercarsi la documentazione). 

  838. 416

    Ci salverà il culo.
    Non Speranza, né il gognablog. 

  839. 415
    Roberto Pasini says:

    Andrea. Ognuno si “regola” a suo modo e ha le sue convinzioni. In ogni professione ci sono tre parametri di giudizio (sui quali ho sempre chiesto  anch’io ai miei clienti di giudicarmi): la competenza, generale e specialistica, l’etica professionale e l’ “umanità”. Il peso e l’importanza relativa dei tre parametri può variare a seconda di ciò che serve in quel momento in relazione al problema che si affronta. Per mia madre scelsi di differenziare, uno specialista stronzo e super competente  per la diagnosi e forse anche un po’ corrotto e una persona più modesta come competenze specialistiche ma di grande umanità ed etica per la quotidianità. Le professioni di aiuto sono professioni come tutte le altre, anche se trattando un bene primario come la salute è difficile accettarlo e siamo molto esigenti con chi le esercita, sicuramente più che non con il nostro commercialista ad esempio.  Dentro chi ha scelto di occuparsi per professione degli altri c’è di tutto, quindi si tratta di scegliere, fidandosi anche un po’ dell’istinto. Poi ovviamente ognuno è libero di farne a meno e di ritenere di essere in grado di fare da solo. Io no, soprattutto quando ci sono di mezzo persone che amo e verso le quali mi sento responsabile. Saluti e di nuovo auguri.

  840. 414
    Andrea Parmeggiani says:

    @Matteo
    E’ quello che direbbe il BUON SENSO

  841. 413
    Andrea Parmeggiani says:

    @Pasini
    Grazie per il parere.
    In settembre-ottobre, quando si paventava l’arrivo del Green Pass, ho chiesto parere appunto al mio medico di base e ad un cardiologo che è anche laureato in altre specializzazioni della medicina, e dove faccio un check-up ogni anno. Entrambi mi hanno rinnovato la loro fiducia nella scienza, nella ricerca, etc. etc. 
    Addirittura il secondo alla mia prima mail aveva risposto con un laconico e pure sbagliato “La legge ti obbliga a vaccinarsi”. Alla mia garbata ma sarcastica risposta ha risposto in modo più dettagliato e amichevole, ma con frasi di circostanza, tra cui”Dipendesse da me  farei prima il sierologico per capire quali sono i nostri concittadini sprovvisti di anticorpi , e su quelli punterei per la vaccinazione . Galli ultimamente sta ragionando in questo senso.
    Per i 12-20 aa gli studi danno l’Ok.
    Ora si sta verificando la situazione ante 12 .”
    Obiettivamente non mi ha rassicurato un granché…

  842. 412
    Matteo says:

    Continuo a non capire il senso logico, economico e tantomeno etico di vaccinare qualcuno per cui il Covid rappresenta un pericolo talmente minimo da far si che il lockdown del 2020 abbia avuto come conseguenza una diminuzione di mortalità (classe di età tra 0 e 49 anni secondo ISTAT, cioè più del 56% della popolazione italiana!)
     
    Dovrebbero essere vaccinati contro le automobili, le risse e le pastiglie del sabato sera piuttosto!
    Checché ne dica qualunque medico, politico o pisquano voglia si consultare 

  843. 411
    Roberto Pasini says:

    Ps. Mi sono dimenticato di esplicitare. La ragione del doppio parere è questa: il medico di fiducia di solito è un clinico e conosce il paziente da molti anni, il grande specialista conosce la patologia, alla quale ha dedicato tutta la sua vita. Poi ovviamente è il paziente a fare la sua libera scelta assumendosene tutta la responsabilità.

  844. 410
    Roberto Pasini says:

    Parmeggiani. Andrea, giustamente ti preoccupi della salute dei tuoi figli adolescenti. Immagino avrai un medico di fiducia che li segue. Cosa ti ha consigliato? Per gli adolescenti ai quali sono legato da parentela è stata adottata questa linea: due pareri, uno del medico di fiducia, e uno di verifica di livello più alto, possibilmente al top, poi basta, niente girare e niente fai da te o internet.  Ho vari legami con l’ambiente medico e ho sempre adottato per me e per le persone vicine fin da quando ero giovane questa linea del doppio parere di livello 1 e 2 che mi fu consigliata. Finora mi sono sempre trovato bene, anche di fronte a problemi  molto seri. Ciao e auguri anche per i tuoi figli.

  845. 409

    Purtroppo o per fortuna mi sono sempre fidato del mio istinto di sopravvivenza perché non mi ha mai tradito. Penso di essere una persona normale ma ho sempre fatto una vita all’insegna del selvatico e non mi è mai piaciuto nulla di ciò che si può ottenere facilmente. Diciamo che per natura mi sono sempre messo alla dura prova in tutto quello che faccio giornalmente, dalla prima colazione a quando mi addormentero. Ecco, ora il mio istinto mi dice di prendere le distanze da questa situazione e io lo ascolto, eccome se lo ascolto. I dati li guardo ma non mi baso solo su quelli. Guardo in faccia chi ci dice cosa dobbiamo fare e da lì nasce la mia sfiducia. Sarà sempre più dura vivere senza grinpas (perché è così che si scrive) ma so che sopravviverò e quindi guardo al futuro con ottimismo soprattutto per i miei figli ma pure per me, perché voglio godermi ogni momento senza perdermi l’opportunità di vivere, nel piacere e nel dolore, tutto il tempo che mi separa dalla morte. Fucilatemi pure.

  846. 408
    Andrea Parmeggiani says:

    I miei ultimi commenti non sono nell’ordine con cui avrei voluto scriverli, ma il blog li rifiutava anche se erano al di sotto di 1500 caratteri, quindi ho dovuto dividerli.

  847. 407
    Andrea Parmeggiani says:

    Oppure, dati a giugno:
    https://www.lapressa.it/articoli/societa/vaccini-eventi-avversi-in-italia-ad-oggi-328-segnalazioni-di-morte
    Riporto dal testo (dati ufficiali): 
    “In Italia, al 26 maggio 2021, sono state inserite 328 segnalazioni con esito “decesso” con un tasso di segnalazione di 1 su 100.000 dosi somministrate, indipendentemente dal nesso di causalità. In base alla tipologia di vaccino, 213 decessi sono stati segnalati dopo Comirnaty, 58 dopo Covid-19 Vaccino Moderna, 53 dopo Vaxzevria e 4 dopo COVID-19 Vaccino Janssen.”
    “L’età media delle persone che hanno avuto un sospetto evento avverso è 48 anni (range di età 0,1- 107 anni, età mediana di 48 anni). Come già osservato nei precedenti Rapporti, il tasso di segnalazione è maggiore e relativamente costante nelle fasce di età più giovani (fino a 60 anni), per poi diminuire nelle fasce d’età più avanzate. ”
     

  848. 406
    Andrea Parmeggiani says:

    @Marco. #398
    Guarda i grafici nell’articolo citato dal buon Merlo
    https://comedonchisciotte.org/leccesso-di-mortalita-e-la-prova-che-vogliono-il-depopolamento/
    Lasciando perdere il ragionamento su “vogliono il depopolamento” a cui non credo. Se uno non vuole credere o almeno sospettare su una correlazione tra questi eventi e la vaccinazione credo che voglia essere cieco e sordo. 
     

  849. 405
    Andrea Parmeggiani says:

    Marco, dai un’occhiata al sito https://www.eventiavversinews.it o iscriviti al canale Telegram “Nessuna correlazione”, anche solo per qualche ora, per curiosità.
     

  850. 404
    Andrea Parmeggiani says:

    – segue – 
    Non so se tu hai figli, ma io ne ho 3, tutti in età adolescenziale e ho una gran paura di questo vaccino, soprattutto per loro. Un’altra tabella che ora non ho il tempo di ritrovare ma che era stata pubblicata da “Il Tempo” indicava un’incidenza media dello 0,04% di casi avversi ufficiali post vaccinazione, per qualunque fascia di età, e per le fasce più giovani era nettamente superiori al loro rischio di ammalarsi in modo grave per Covid.
    Io credo e sostengo che vadano vaccinate le persone anziane e quelle con patologie esistenti che possano metterli a grave rischio Covid. Lasciamo stare le persone sane

  851. 403
    Andrea Parmeggiani says:

    @Marco. #398
    E’ abbastanza guardare i grafici nell’articolo citato dal buon Merlo
    https://comedonchisciotte.org/leccesso-di-mortalita-e-la-prova-che-vogliono-il-depopolamento/
    Lasciando perdere il ragionamento su “vogliono il depopolamento” a cui non credo. Se uno non vuole credere o almeno sospettare su una correlazione tra questi eventi e la vaccinazione credo che voglia essere cieco e sordo. 
    Oppure, dati a giugno:
    https://www.lapressa.it/articoli/societa/vaccini-eventi-avversi-in-italia-ad-oggi-328-segnalazioni-di-morte
    Riporto dal testo (dati ufficiali): 
    “In Italia, al 26 maggio 2021, sono state inserite 328 segnalazioni con esito “decesso” con un tasso di segnalazione di 1 su 100.000 dosi somministrate, indipendentemente dal nesso di causalità. In base alla tipologia di vaccino, 213 decessi sono stati segnalati dopo Comirnaty, 58 dopo Covid-19 Vaccino Moderna, 53 dopo Vaxzevria e 4 dopo COVID-19 Vaccino Janssen.”
    “L’età media delle persone che hanno avuto un sospetto evento avverso è 48 anni (range di età 0,1- 107 anni, età mediana di 48 anni). Come già osservato nei precedenti Rapporti, il tasso di segnalazione è maggiore e relativamente costante nelle fasce di età più giovani (fino a 60 anni), per poi diminuire nelle fasce d’età più avanzate. ”
    Marco, dai un’occhiata al sito https://www.eventiavversinews.it o iscriviti al canale Telegram “Nessuna correlazione”, anche solo per qualche ora, per curiosità.
    Io credo che anche solo 1 giovane morto a causa del vaccino NON SIA un danno collaterale accettabile. 
    – segue – 
     

  852. 402
  853. 401
    Fabio Bertoncelli says:

    Signori, ecco il nostro Cominetti sulla zattera della Medusa.
     
    P.S. Marcello, sorridi! 😅😅😅

  854. 400
    lorenzo merlo says:

    Se poi aggiungi il grafene e i danni che pare comporti, nonché la moria ad esso connessa e, la salita dei ricoverati e dei defunti – di cui al momento, guarda a caso, sono colpevolizzati i non vaccinati – necessariamente a maggior percentuale vaccinati, la burrasca diventerà uragano, i si salvi chi può si moltiplcheranno  perché, come non hanno ammesso uno sola delle menzogne che hanno finora perpetrato, così seguiteranno in seguito. [Se vuoi l’elenco, cercatelo].

  855. 399
    marcello cominetti says:

    Agli inizi dell’era covid, non appena avevo iniziato a sentir parlare di un vaccino mi ero immediatamente fatto l’idea che non avrei fatto da cavia e la cosa, pensavo, avrebbe riguardato il 99% delle persone perché tutti avrebbero avuto paura (terrore) a farsi fare l’iniezione del siero. Passando il tempo e scoperto il vaccino non è andata così, è andata come sappiamo. Mi sono meravigliato che poi la maggior parte delle persone si siano vaccinate senza pensarci su due volte e ne sono strabiliato ancor più oggi. Non voglio impelagarmi nel solito discorso sull’egoismo e la valenza sociale del vaccinarsi o meno, dello sfoderare dati,  perché sinceramente non ne posso più. Credo di informarmi a proposito più della media consultando varie fonti e soprattutto mi guardo intorno, penso molto, agisco di conseguenza. Sicuramente non sono infallibile. Non sono un terrapiattista, complottista o no vax che dir si voglia. Credo che i vaccini abbiano allungato e migliorato la vita dell’essere umano, ma questa volta, anzi oggi (!) mi sono fatto l’idea che vaccinarsi per il covid sia pura follia e che credere a quello che ci dice e impone il nostro governo incerto e zoppicante sia un pensare da criminali di noi stessi. E’ una mia idea che non voglio imporre a nessuno, figuriamoci, ma la deriva intellettuale che ho visto prendere a molte persone che conosco mi ha traumatizzato e mi fa sentire nella situazione del “si salvi chi può”. Rispetto l’agire e il pensiero di tutti ma (fortunatamente frequento uno sparuto gruppo di amici che la pensa come me) nella pratica mi sento come su una zattera in mezzo all’oceano in burrasca e spero di trovare terra prima o poi. 

  856. 398
    marco vegetti says:

    Andrea, numeri, grazie. Quanti su quante dosi? A meno che non sia tutto falsificato apposta, ma allora non c’è scampo: non bisogna credere a nulla, se non ai guru di turno che sono gli unici  ad avere la Verità… Ma poi, perché a loro?

  857. 397
    albert says:

    “Meglio intubato che vaccinato”.   suo  web nuova   cronaca attenzionata dai media : e’ un solo caso ripetuto e rimbalzato che diventa decine..centinaia???.Si legge che circa il 30% di non vaccinati e sopravissuti dopo rianimazione ( x numero grezzo del campione ??) con strascichi pesanti, rimane di questa opinione.Sono degni di rispetto anche se hanno sottoposto medici ed infermieri e costi sanitari ad una bella strizzata di risorse umane e finanziarie e se stessi ad una impegnativa sofferenza rischiosa .Si legge che la percentuale rimanente del 70%( la prendiamo per buona?? ognuno scelga)”si rende conto, man mano che sta in ospedale, di aver sbagliato i suoi calcoli. Tante persone hanno pianto e consigliato a parenti e amici di fare il vaccino. Persone provate che hanno avuto bisogno di un supporto respiratorio più o meno invasivo, hanno dovuto purtroppo subire il famoso Cpap, la posizione pronata o finire in rianimazione. Molti si rendono conto di aver sbagliato e molti sicuramente non lo rifarebbero. Con sfumature di maggiore o minor pentimento, o emotività». Questi hanno piu’o meno dignita’?? e’ piu’dignitoso e”onorevole”persistere o cambiare idea?? verranno minacciati tramite social o ascoltati? Speriamo almeno nella cura antivirale  assunta per via orale  annunciata, e se validata  prossima ad entrare nei protocolli ..ma di sicuro ci sara’ il movimento no-blister..In tal caso basterà firmare il rifiuto, meno dignitoso tenere la pillola in bocca e sputarla di nascosto in cesso o nel lavandino e poi accusare i medici o Big farma di averci imbrogliati, di inefficacia dell’antivirale. Almeno un  ditta produttrice di quest’ultima cura,  oltre che di  gettonato vaccino, annuncia di rinunciare alle royalties.( gruppo A : è recupero dignita’- gruppo B: solo marketing)

  858. 396
    albert says:

    c’e anche il vaccinato-intubato, nessuno lo ha mai escluso..le correlazioni vaccianato-nonvaccinato- sono parecchie.. con tante  altre patologie presenti..comprese quelle psichiatriche , di cui la statistica medica ha le percentuali totali e distinte per tipo( sono reperibili a meno che non sia tutto considerato dato fake di cui non fidarsi compresa la esistenza della malattia psichica o comportametale)).  Esiste  una sindrome di Munchausen , Ipocondria ,  pure https://bioetica.governo.it/media/3436/5-rifiuto-e-rinuncia-consapevole-al-trattamento-sanitario-nella-relazione-paziente-medico.pdf ( e anche inconsapevole.)Pero’a cose accadute poi non incolpiamo i medici a prescindere,anzi non chiederei piu loro zelo missionario e turno prolungato superefficiente da  superman/ wonder  woman, in quanto poi da stanchi   e stressati commettono errori e poi ci rimettono i loro famigliari che non vedono quasi mai se non gia’addormentati.    Calma e gesso , rispetto senza emozionarsi dei protocolli e come viene , viene…e dopo ore si smonta senza aspettare il cambio in corsia.

  859. 395
    Andrea Parmeggiani says:

    Albert: ci sono anche quelli che si pentono di essersi vaccinati: chiedilo a Kyle Warner, o ad altri la cui attività lavorativa/sportiva risulta compromessa a tal punto da non riuscire più a svolgere la propria attività. Danni collaterali accettabili? Accettabili da chi? 
    Senza parlare degli adolescenti che hanno perso la vita “casualmente” dopo pochi giorni dall’inoculazione.
    Ognuno vede le sfaccettature che più gli stimolano le emozioni…

  860. 394
    lorenzo merlo says:

    Dunque il binomio vaccinato-intubato è stato tolto dalla realta?

  861. 393
    albert says:

    Udito uno slogan (a meno che non sia notizia fasulla, ma ci si puo’ pensare ugualmente come puro esercizio  di dibattito): “MEGLIO INTUBATO CHE VACCINATO !” SE lo slogan lo urla un sano..tutto e’concesso nello stadio-arena . Vorrei capire se lo emetterebbe  o lo ha effettivamente  emesso  -con voce flebile -e rantolando un gia’intubato. Ora..i vaccini sono stati messi a punto in un anno(dato di fatto non importa se favorevoli o contrari )sulla base di esperimenti ricerca di base gia’effettuati  e impianti pronti o assemblabili in breve ….I macchinari per rianimazione si possono costruire ed acquistare anzi ne avanzano incellofanati in magazzino dal 2020 .INFERMIERI SPECIALIZZATI 3ANNI E ANCHE ALTRI 2 DI CORSI PARA UNIVERSITARI, MEDICI ANESTESIA   &RIANIMAZIONE 6 NNI PER CORSO DI LAUREA + 4 DI SPECIALIZZAZIONE..non ce ne sono di surgelati  o liofilizzati o precotti sottovuoto da mettere in campo..se si assumono specialisti esteri, li togliamo alla loro patria messa male e sempre peggio.
    CONSEGUENZA: ORA i rianimatori-pneumologi  SONO TUTTI SOTTOPOSTI A TURNI MASSACRANTI, SUPPLISCONO I COLLEGHI NON VACCINATI,MOLTI SI SCAZZANO SI  DIMETTONO IN QUANTO PURE PRESI A SBERLEFFO E MINACCE DAI DESCAMISADOS.  Allora ?si collega il malcapitato al tubo e poi fa tutto il computer..un’occhiatina ogni tanto.. quale scelgo se suonano contemporaneamente alcuni allarmi e sono solo? si fa quel che si puo’ , paga il bilancio..col deficit in aumento.Ultime parole famose”mi pento, avrei potuto vaccinarmi”(ameno che non sia fake pure qualche intervista a scampati pure sportivi di fama con ancora il fisico moscio.
     

  862. 392
    albert says:

     Se uno vuole , puo’trovare una correlazione tra epidemia di spagnola e malcontento che fece  da trampolino  a piccoli gruppi e farli affermare in movimenti totalitari vari in Europa.Se si va a pescare statistiche correlate vittime del conflitto seconda guerra mondiale.. si puo’stiracchiare il numero  a proprio  uso e consumo…specie se non si distingue tra civili, militari, morti in battaglia, per malattia, per camera agas , per fucilazione..e rassegnarsi a tesi di Malthus.

  863. 391
    Andrea Parmeggiani says:

    Preferisco un rischio 1/x di contrarre il virus, di cui un rischio 1/y di sviluppare sintomi, di cui 1/z che questi sintomi si manifestino in modo grave prima di intraprendere cure che già esistono. 
    Per me e per i miei figli questo 1/x*y*z è inferiore al rischio di effetti avversi del vaccino (e parliamo degli effetti che si conoscono ora, a circa 1 anno dall’inizio della vaccinazione di massa)
    Per ora sono disposto a correre il rischio

  864. 390
    Andrea Parmeggiani says:

    Albert: non implica, nemmeno lo nega… Il dubbio quindi, anche se solo dubbio, rimane. 
    E finché c’è questo dubbio, io non mi vaccino

  865. 389
    albert says:

     Certi sostengono che la mortalita’tra gli Armeni  deportati (altri con altre motivazioni soft  sostengono che gli Armeni erano stati reinsediati per motivi militari e non sterminati) e i NON  Armeni sottoposti alle restrizioni alimentari e sanitarie dovute alla Guerra 15-18, erano uguali e quindi..fu mal comune.La correlazione statistica e’da prendere con le pinze sia da Pro che da Contras https://www.scaifinance.com/blog/la-correlazione-e-il-legame-causa-effetto-un-esempio-su-alteryx/.Il finale di poche righe  recita”
    In conclusione, è bene andare sempre con i piedi di piombo nella ricerca dei legami di causa effetto e tenendo sempre a mente il problema della correlazione spuria bisogna ripetere: “la correlazione non implica il nesso di causalità”.

     
     

     

  866. 388
    lorenzo merlo says:

    Quanto la stampa ne parlerà?
    Trallalero trallallà.
    https://comedonchisciotte.org/leccesso-di-mortalita-e-la-prova-che-vogliono-il-depopolamento/
    [Molto utili commenti contrari].

  867. 387
    lorenzo merlo says:

    Parola di fascista (rassegna di  arianna che altro é?) alla quale mi associo.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/un-cumulo-di-menzogne

  868. 386
    albert says:

     tutto e’possibile, tutto puo’ fa male..anche gli antidolorifici..le anestesie..l’alta quota..l’umidita’..sul cervello abbiamo ancora molto da capire..anche  sugli additivi alimentari , sui conservanti.. l’ultima parola e’ ancor da scrivere, per scovare il virus della spagnola, hanno dovuto andare a cercarlo nelle salme sepolte per quella pandemia nel permafrost  artico  e ricoltivarlo in laboratorio.
    https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-decessi-italia
    ma sento gia’ sospettare che sia tutto fake..

  869. 385
    Matteo says:

    Albert e se a colpire il cervello fossero i vaccini retrovirali?
     
    Ma poi quale cervello? Bisognerebbe avercelo in primis e francamente inizio a dubitare fortemente che i “cervellati”, vax mica vax che siano, superino in percentuale la letalità del covid (presenti inclusi, ovviamente!)

  870. 384
    albert says:

     FANTASCIENZA ( MA TANTO ORMAI SI VA RUOTA LIBERA )e..se il virus non colpisse solo i polmoni , ma anche prima altri organi tra cui il CERVELLO ?
    http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=84907
    Per cui si crede di esercitare spirito critico ed invece si e’ gia’ stati invasi dal virus che ci costringe A SENTENZIARE  ed  gridare senza mascherina  A SUO FAVORE mentre ci sentiamo ( o altri si sentono ) orgogliosamente e momentaneamente fuori dal coro( poi magari in ricovero?)

  871. 383
    albert says:

    Le minoranze possono diventare maggioranze, la storia insegna.Altro  discorso e’ che poi siano riuscite ad ottenere sempre  come risultato il bene comune o abbiano causato milioni di morti, compresa la fine dei leader osannati etero od autoinflitta..con residui che poi hanno di nuovo germogliato come i polloni di piante cedue. Eppure nell’immediato riuscirono a raccogliere voti e anche a “fare anche cose buone”..persino a diffondere alla popolazione  entusiasta ricostituenti rinforzanti come il Pervitin.( web:”pervitin”)

  872. 382
  873. 381
    albert says:

    372 )a volte si prende l’antidolorifico , sempre più potente e a dosi ravvicinate, perche’non si vuole affrontare un intervento chirurgico..con tac o risonanza che hanno evidenziato una magagna anatomica. Liberissimi, ma c’e’ differenza tra cure sintomatiche e cure radicali risolutive…col loro margine di rischio. E’ pur sempre una scommessa banco contro giocatore, costi e benefici su due piatti di bilancia, partita a scacchi come nel Settimo Sigillo di Bergman.

  874. 380
  875. 379
    Gengis Khan says:

    è inutile ragionare con merlus perché lui è nel mondo ma non è del mondo,ti risponde da un altro mondo e tu pensi che o è scemo o che t prende per il culo
    ma lui fi wuesto se la ride perché nel suo mondo non c’è posto per chi è attaccato a questo mondo e cerca di spiegarlo come esteeno a sé quando invece è interno a sé
    mi pare laplissiano hahahaha
    merlus è birichino

  876. 378
    Fabio Bertoncelli says:

    “Se sì ho paura di te. Se no ho paura di te.”
     
    In ogni caso, caro Marco, tu fai paura. 😂😂😂

  877. 377
    lorenzo merlo says:

    Stai dicendo che morire di Covid è un’esclusiva dei non intrugliati?
    Se sì ho paura di te.
    Se no ho paura di te.

  878. 376
    marco vegetti says:

    E intanto Gigi Mario è morto di Covid. Il cluster sembra essere tra i suoi allievi e discepoli, in  maggioranza non vaccinati. Stanno cercando di mettere insieme nomi e presenze. Solo che lui aveva 80 anni, e l’ha pagata cara, pur senza malattie pregresse. Ma tanto il Covid è un’influenza, i vaccini non servono a nulla,  poteva curarsi a casa, non aveva ascoltato il quasi Nobel Tarro o ippocrateorg e quello che dicono sono solo fandonie di una dittatura di Stato. Invece di dar retta a panzane clickbait, andate a Nembro e a Alzano Lombardo e chiedete in giro. 

  879. 375
    Roberto Pasini says:

    Matteo. Si parlia di “giochi” nella relazione e nella comunicazione e spesso c’è sofferenza piuttosto che divertimento. “A che gioco giochiamo” era il titolo di un famoso libro appunto sui giochi relazionali. Il sottostante di quello a cui assistiamo oggi è appunto un “gioco” comunicativo  su vasta scala innescato da un tema molto sensibile come la malattia, anche se ormai il contenuto concreto è quasi passato in secondo piano e sono emerse tante altre cose, come ricorda l’articolo linkato da Luci. La tendenza a ripetere è fortissima: e convissero insieme infelici e scontenti. Ma adesso lascio perdere altrimenti Cominetti mi cazzia. Stammi bene e fai buone arrampicate. Io sono caduto correndo e sono un po’ fermo così rompo le scatole sul blog. Ma per poco ancora. 

  880. 374
    Matteo says:

    Roberto, proprio non ci arrivi…o non arrivo io a spiegarmi.
    Non c’è nessun gioco, semmai una spirale in cui si urla sempre più forte “non c’è altra possibilità che…”
     
    Dalla spirale si può uscire solo se si avanza l’ipotesi che una differente possibilità invece ci possa essere e la si vaglia.
    Il momento sarebbe quello adatto con l’84% di vaccinazioni complete.
    Lo sconforto nasce dal fatto che non se ne vede traccia e anzi sembra che la grancassa propagandistica aumenti e rimbecillisca ancora di più contro ogni ragione.

  881. 373
    Roberto Pasini says:

    Matteo. La tua domanda è una conferma della schema. Così come altre di parte opposta. Putroppo. E francamente mi dispiace perché non c’è uscita positiva da questo gioco. Gli istruttori del mio corso guida che ho scherzosamente  citato la chiamavano “escalation simmetrtica”. Le esercitazioni su di noi ruppero amicizie e crearano rancori mai più sopiti per tutto il resto della carriera. Qualcuno imparo’ la lezione ma a volte non riusci’ ad evitare di ricaderci. Umano, troppo umano.  Ciao

  882. 372
    Matteo says:

    Ben detto Roberto: “È come prendere un antidolorifico: la sofferenza si attenua, ma solo per un po’, poi devi prenderne un altro e poi ancora un altro…ripetizione ed escalation e alla fine diventi dipendente da quel temporaneo sollievo e continui, giorno dopo giorno, come un criceto nella gabbia.”
    Tra quanto tempo ti hanno detto che devi prendere la prossima dose?
     

  883. 371
    Roberto Pasini says:

    Luci. Tentativo generoso ma temo destinato al fallimento. Quando gli uomini si difendono con le proiezioni reciproche non si esce dal gioco e si arriva al record di post sempre uguali: il cattivo sei tu e sei responsabile dei miei/nostri problemi. È come prendere un antidolorifico: la sofferenza si attenua, ma solo per un po’, poi devi prenderne un altro e poi ancora un altro…ripetizione ed escalation e alla fine diventi dipendente da quel temporaneo sollievo e continui, giorno dopo giorno, come un criceto nella gabbia. 

  884. 370
    Corrado Luci says:

    Volendo alzarsi un attimo da questo campo di battaglia, per dare una prospettiva più ampia e meno dettagliata (cioè meno caotica e dispersiva) alla questione: https://www.lafionda.org/2021/08/26/pro-vax-e-no-vax-tra-credo-e-fiducia-la-cura-per-le-divisioni-sul-vaccino-e-la-cura-alla-fiducia-sociale/

  885. 369
    Matteo says:

    Gengis Kahn, personalmente mi sei simpatico, certo però che le tue capacità logiche non sono proprio aristoteliche…
    In altre parole sei più affine a una cena di gala a Buckingham Palace che a un ragionamento razionale.
     
    “con numeri modesti il probelma darebbe piccolo ma con numeri alti il problema ce l’hanno tutti,” con l’83.83% di vaccinati completi (dati ufficiali) i numeri SONO PICCOLI: per essere precisi la platea di esposti si è ridotta da 59 a 9 milioni di individui e al massimo si rischiano 24000 morti.
     
    Oppure i vaccini non funzionano e finora abbiamo buttato via un sacco di soldi.
     
    Però si continua a parlare di terza dose, di vaccinazione sotto i 50 anni (a cui il covid fa bene, come certificato dai dati ISS del 5 ottobre) e estensione dello stato di emergenza, si impone il green pass e per soprammercato si vogliono limitare per vie traverse le libertà costituzionali di spostamento e manifestazione.
     
    Considerando il tipo di organizzazione sociale e cultura che ti hanno formato, a te potrà anche non sembrare poi così grave; a me inquieta e sconforta.
     
    P.S.: lascia perdere l’ironia: ti appartiene ancora meno dell’analisi statistica

  886. 368
    Andrea Parmeggiani says:

    “Solo la storia  ci dira’ chi ha agito per il meglio..non la cronaca giornaliera.”
    Una sintesi perfetta. Ma purtroppo è la cronaca giornaliera che ci sta portando a scannarci tra di noi.

  887. 367
    albert says:

     Ponendo l’attenzione al vile denaro pubblico, ci sono costi diversi per : vaccinazione, cure domiciliari con pillole o iniezioni che pure costano parecchio, ricovero e terapia di rianimazione. Se tutto fosse a carico dei privati, probabilmente ci sarebbero altre di namiche di gregge.Il resto delle valutazioni a base statistica,non e’scienza esatta , anche  nei film catastrofisti predittivi sul futuro, alla fin fine badano agli incassi che se va bene superano le spese..altrimenti la vera  catastrofe i produttori se la beccano in pieno..Neppure scienza infusa e’  il confronto tra le situazioni e provvedimenti dei vari paesi.E’ una pandemia globale non una ingestione di cibi avariati ad un pranzo di nozze etnico. Solo la storia  ci dira’ chi ha agito per il meglio..non la cronaca giornaliera.

  888. 366
  889. 365
  890. 364
    albert says:

    “Con il 74,7% di raccolta differenziata, il Veneto si conferma al primo posto in Italia, ma anche una delle realtà più virtuose a livello europeo. In questo ambito, la nostra regione è un vero modello”.Questo risutato conforta i governanti, ma non e’ un punto di arrivo, la differenza dove finisce? parte nel rifiuto consegnato regolarmente, parte lungo strade , argini, parcheggi di zone industriali e capannoni vuoti.Bisogna considerare, come nella vaccinazione , un successo parziale e cosa manca inquanto il non raggiunto puo’causare danni se si accumula o se hacome un virus una caratteristica  tossico nociva.. Poi c’e’sempre chi ama i rifiuti abbandonati per suoi standard estetici…vengono bene nelle fotografie di denuncia ,utlizzate  nella disputa  politico amministrativa tra maggioranza ed opposizione,  anche come materiale per composizioni artistiche trash.

  891. 363
    albert says:

    per decidere 2+2 cosa sia, occorre concordare su signficato deisimboli e dlella parola fare, quindi se un singolo non cocnosce o non accetta convenioni e regoele si faun mondo artimetico tutto suo.La MEDICINA non e’una scienza esatta.
    articolo breve ma interessante:https://www.brunoleonimedia.it/public/upload/080129-Healthcare-Corbellini.pdf
     ” in medicina non ci sono leggi universali circa l’origine del cancro o dell’infarto; ma nemmeno statistica. La statistica è importante per sviluppare la spiegazione medica in quanto individua le correlazioni, ma queste non hanno forza esplicativa: poiché possono essere frutto di cause alternative confondenti. Inoltre, non esistono malattie monocausali. Ciascun individuo è diverso dagli altri, in quanto portatore di un programma genetico individuale e di particolari interazioni con l’ambiente.
    Anche l’Economia si serve di Matematica , Logica e statistica, ma non e’ solo questo.

  892. 362
    Gengis Khan says:

    due + due può fare 3,basta che il 4 lo si chiami 3
    i dati iss si possono leggere anche girando il foglio,dall’alto in basso da destra a sinistra ma i dati istat dicino,mi pare,qualcosa cine 150000 morti in più rispetto alla media dei 5 anni indietro
    di cosa sono morti???a be avevano il sistema immunitario messo male
    a pensarci si potrebbero prendere tutti i messi male e buttarli giù da una rupe,così liberiamo posti letto,riduciamo il welfare e forse,ma molto forse,andiamo in pensione prima
    sicuramente sono morti per le cure sbagliate,se no campavano fino ai 120 con 11 patologie pregresse
    secondo me c’è un piano dietro,hanno inventato tutto per far fuori un po’ di vecchi di merda,bavosi,rognosi e puxxolenti
    firse se uno di questi fosse un mio congiunto ammazzeerei il medico che l’ha curato male e poi aspetterei speranza per dargli un fracco di botte
    che ppi cosa parlo a fare,tanto il vaccino mi farà saltare le orecchie fra meno di un anno,con la terza dose andrò direttamente al cimitero,sordo e cieco e con la dissenteria
    come dice grande capo pasini,è una bella serata,e io aggiungo adatta per andare a fare in culo
    chissà chi ci andra per primo
    è che in fondo chi si vaccina è un cazzone,non ha lastoffa del colletto bianco che nel 1980 si mise a marciare coi coglioni rotti da oltre trenta giorni di sciopero fiat
    peccato perché sarebbe simpatica una marcia del 80%degli italiani vaccinati,così giusto per dare un segnale di rottura di epididimi,ma siamo dei cazzoni e moriremo da cazzoni,gli eroi sono altri aaaatttenti,passa il non vaccinato,onore al merito,
    siamo messi da clistere
     

  893. 361
    lorenzo merlo says:

    Non cerco proseliti e la dimostrazione aborrisco. Se cerchi trovi in quantità. Purche NON negli archivi burionici. NON nei talk show del goornalismo asservito. Ma può bastare il rapporto ISS per prendere le misure che i ciarlatani dall’inizio hanno affermato. 

  894. 360
    marco vegetti says:

    359. Fantastico. Puoi dimostrarlo?

  895. 359
    lorenzo merlo says:

    Volta no. N.
    Salvo sistemi immunitari scassati gli infetti con o senza intruglio in circolazione endogena NON muiono se ai primi sintomi NON si seguono le indicazioni ministeriali.
    Per il resto, lascio perdere.

  896. 358
    Fabio Bertoncelli says:

    Nella vita ci sono cose che o le capisci da solo o neppure Cristo in terra riuscirebbe a farti capire.
     
    La consapevolezza della libertà e dei diritti civili è una di queste cose. La devi sentire nel sangue.
    Altrimenti c’è il Grande Fratello. Quello in televisione.

  897. 357
    Gengis Khan says:

    E’ tutta una questione di numeri,se non si capisce questo non si capisce neinte
    avrebbe un senso dire I VACCINATI NON RISCHIANO O RISCHIANO POCO,I NON VACCINATI SON CAZZI LORO
    con numeri modesti il probelma darebbe piccolo ma con numeri alti il problema ce l’hanno tutti,vaccinati e non vaccinati perché il vaccinato con l’infarto o il non vaccinato asintomatico con l’infartio rischiano di morire perché i posti letto sono occupatio dai non vaccinati sintomatici,in netta maggioranza,e da qualche vaccinato molto fragile,che di posti letto ne occpua pochi
    questo il problema e quindi si sta cercando di fare di tutto,anche malamente,perché i numeri restino piccoli
    utto viene fatto per mantenere i numeri piccoli e quindi anche azioni contrarie alla linertàpersonale
    se i numeri si manterranno piccoli prima o poi finirà tutto,se torneranno alti saremo sempre nella cacca
    però se vogliamo parlare del grande fratello,di big pharma,dei burattinai,dei politic corrotti e inetti e del calcio nel culo possiamo sempre farlo,il temponon mnca di sicuro

  898. 356
    Fabio Bertoncelli says:

    1) In Alto Adige disponibili 95 nuovi posti per i senzatetto, ma solo se col  lasciapassare. 2) In Italia sono proibiti i cortei di protesta. 3) In Italia sono proibite le proteste nei centri città.
    Ogni giorno un passo verso la repressione dei diritti civili, la limitazione delle libertà fondamentali sancite nella Costituzione, l’odio, il bando sociale.
     … … …
    «La guerra è pace. La libertà è schiavitù. L’ignoranza è forza. II Green Pass è libertà».
    Indovina indovinello: chi l’ha detto?

  899. 355
    albert says:

     visto  oggi ore 12.45 su rai 3, Quante storie, intervista a Corbellini e Mingardi autori di”https://www.marsilioeditori.it/libri/scheda-libro/2971154/la-societ-chiusa-in-casa”.Mi e’sembrato un approccio illuminante.Tra alcune considerazioni, l’utilizzo dei testimonial  vip con l’intento di invitare alla vaccinazione, che in molti casi non serve, occorrerebbe ben altro…per esempio il passaparola, l’invito di un medico di base rivolto ai suoi assititi , la farmacia di fiducia .Non tutti i Novax o NoGrinpassisti  sono  complottisti, magari son solo incerti e diffidenti e non e’colpa loro, ma di chi informa e cura.Bene anche l’escursus storico e l’antica usanza della caccia ad un untore sempre indicato in una razza o nazione o classe avversi. Evitato grazie alla logistica l’attacco alle inefficienze dello Stato..i vaccini almeno non mancano e non vengono fatti pagare. Qundi  forse la diffidenza verso il vaccino e’ sottostante ad una fiducia preesistente nello statoItaliano  o semplicemente in uno   stato qualsiasi.
    Ottima osservazione dello storico della Medicina, , Corbellini: prematuro servire a caldo il futuro gia’cotto e  pronto da mangiare, occorreranno decenni…a bocce ferme (e nuove pandemie ?).Intanto dalla ricerca sulle applicazioni RNA messaggero, sorgono nuove speranze.

  900. 354
    Roberto Pasini says:

    Cominetti. Peccato. Il tema del capro espiatorio o delle proiezioni reciproche e simmetriche delle responsabilità e dell’idiozia era un bel tema ed è un meccanismo che spiega tante cose anche che succedono oggi. Non importa. Stiamo tutti bene ugualmente per fortuna. Saluti. 

  901. 353
    lorenzo merlo says:

    Preghiera.

  902. 352
    marco vegetti says:

    E intanto è morto Gigi Mario, di Covid… 🙁

  903. 351

    Pasini, non te la prendere ma per me certi tuoi commenti sono un riempitivo del tuo tempo ma non del mio. Non ho mai visto niente di più inutilmente contorto, neppure in chiesa. Stammi bene, eh.

  904. 350
    lorenzo merlo says:

    Bugie, falsità, idiozie in caso di divozio, amore lesbico, mela rubata e divieto di sosta.
    Verità, luvidità, intelligenza in caso di doppia laura, master a Oxford e porcate così.
    Molta, ma molta suerte!
    https://www.soniasavioli.it/post/tutto-il-bottino-alle-multinazionali-finanziarie-globali-ecco-la-legge-sulla-concorrenza

  905. 349
    albert says:

    “È più facile lagnarsi, che rimuovere gl’impedimenti.”
    Si dibatte animatamente ma il peggio è sempre per chi muore non volontariamente o sopravvive con postumi pesanti.Crede nella scienza chi la pratica, anche nel quotidiano.Lavoisier venne ghigliottinato eppure fondo’la chimica moderna, roba per un’elite? Provare per credere,
    fihttps://www.youtube.com/watch?v=K7Vk3QlapEo
    Finalmente qualche pedagogista dice che si deve cominciare a ipotizzare e sperimentare  a Scuola primaria , basta che qualche genitore o collaboratore scolastico  non si lamenti che poi deve pulire e mettere in ordine  i” laboratori”.Se un esperimento si ripete e viene elaborato statisticamente, si puo’anche imbrogliare se qualche accademico” pretende “che i dati si distribuiscano secondo la curva di Gauss con soli 20 dati ricavati in mezz’ora.
    Non solo per cure e farmaci, ma anche per molti altri prodotti il consumatore compra e usa senza neppure sapere come funzioni.Per esempio ogni mezzo a combustione si muove ma l’effetto principale è scaldare l’aria attraverso il radiatore e pure con la tanto osannata auto elettrica, i fili si riscaldano.Nell’auto a guida artificiale “Intelligente”, un hacher puo’ ucciderti inserendosi nel sistema informatico.
     
     

  906. 348
    lorenzo merlo says:

    Lo chiamavano Anniluce. suerte

  907. 347
    marco vegetti says:

    340. Merlo. A me Mentana non docet nulla. Infatti fa parlare altre persone che lavorano nei vari campi. Cercati da solo se sono personaggi validi o meno. Di sicuro a me non docet uno come Tarro, che tu invece indichi come valida altra lettura. E sai perché? Semplicemente perché, rimanendo nel campo, uno che viene estromesso per la mancanza di serietà dal team di Sabin (un poveretto ignorante che ha salvato mezzo mondo dalla poliomelite) qualcosa non torna. Semplicemente perché uno che inventa di essere stato candidato al Nobel (impossibile saperlo per 50 anni e deve essere proposto da persone di riconosciuta autorevolezza nell’ambito dello specifico Nobel -chi sono?- come indica l’Accademia di Stoccolma che il premio lo conferisce) non mi dà fiducia. ma tanto tu non leggi nulla che non ti aggrada, non ti informi su nulla di quello di cui stai parlando, non guardi che titoli ad effetto. Ti riconosco che sai parlare forbito, anche se ti capisci solo tu a volte. Ma tanto, delle opinioni degli altri non te ne fotte bulla, se non bollarle con sarcasmo ed epiteti vari.

  908. 346
    lorenzo merlo says:

    Questo è proprio la somma degli idioti.
    Rifiutate di ascoltarlo.
    È fuori.
    Statene lontani, saltate sul marciapiede opposto se lo incrociate smascherato mentre andate a votare.
    https://www.youtube.com/watch?v=SrA9FK-JvM8
     

  909. 345
    albert says:

    343).Uno spot ripetuto fino all’inverosimile, invitava gli anziani a sostituire la vasca da bagno vecchia  con quella a seduta e porta  di entrata agevolata ermetica.Poi un controspot fece vedere un acquirente che  per la prima volta entrava ed apriva i rubinetti senza chiudere il portellone….fiume di acqua sul pavimento. Capito il funzionamento ,  l’utente entro’ , chiuse il portellone e apri’ il rubinetto..dopo il lavaggio a vasca piena, apri’il rubinetto ed usci’, senza prima far scaricare la vasca…che  ci vogliamo fare!
    Visti cartelli:distanza massima 1 metro oppure ” qui possono entrare minimo 25 clienti per volta”.Altro  coinquilino si e’ offeso perche’ indossavo  una mascherina chirugica :”Non sono mica infetto!””Guarda che questo modello protegge non me che la indosso ma glialtri. Quindi dovrebbe usarla tutti altrimenti io non sarei protetto.Pero’ comunque la porto perche’ho un vantaggio:  in silenzio  col labiale posso mandare aff***** o chi non mi garba    ”
    Un altro conoscente mi ha raccontato di aver passato un brutto momento con covid e lungo ricovero..facendo il punto della sua storia..si è ricordato che  pur mascherato e a mani disifettate abitualmente leggeva il giornale del bar con la mascherina, pero’ dal di sotto entrava col dito   leccandolo ogni volta per girare le pagine ,  su cui decine di persone avevano alitato o starnutato.
    Quanti schizzi di gel uscito con direzione  a tradimento hanno scolorito giacche nuove?Per non meravigliarsi di inadempienze elementari   basta leggersi la biografia di   Ignac Semmelwis e  come venne accolta la sua pratica nell’ambiente scientifico. D’altra parte e’stato annunciato uno spray nasale protettivo dal virus a base di acido citrico..e cosa facevano a Venezia secoli fa durante la peste?I medici usavano mascheroni con un lungo naso e dentro lo infarcivano di straccetti imbevuti di aceto. Quanto all’informazione, meglio troppa che niente(infatti ricordo che nel 1957 non ci disse niente nessuno, il giornale quodidiano entrava raramente, apparecchio televisivo 1 o 2 nei bar osteria o in parrocchia ..mascherine, disinfettanti, distanziamento illustri sconosciuti e intere famiglie a letto  con febbre..e decessi attribuiti ad altre cause)

  910. 344
    Roberto Pasini says:

    Cominetti. Non mi meraviglia. C’è sempre un idiota o un gruppo di idioti a cui attribuire la responsabilità di ciò che ci accade. Non ti viene il dubbio che stai applicando lo stesso identico meccanismo che applicano i vecchietti in attesa ?  😇 ( Al corso per guida all’esplorazione del retrobottega del comportamento sociale gli istruttori lo chiamavano“proiezione”. Mi ricordo ancora bene quando ci hanno massacrati facendoci esercitare su noi stessi. Strapiombi durissimi, umidi di sudore e persino di qualche lacrima. Ma eravamo giovani. Poi ci abbiamo fatto il callo). 

  911. 343

    Oggi nella sala d’aspetto del mio medico c’erano 2 pazienti. Visto che è piccola e c’è anche scritto bello grosso che possono starci contemporaneamente non più di 2 persone, ho aspettato fuori al freddo. C’erano meno 3 gradi centigradi, visto che c’è il termometro della farmacia a un metro. Quando è uscito un paziente sono finalmente entrato anch’io io. Poco dopo sono arrivate 4 persone e poi altre 2, che si sono sedute all’interno come se niente fosse. Erano anziani (più o meno poco più di me🤓) ed erano li per fare la terza dose di vaccino. Chiacchieravano animatamente e non tutti avevano la mascherina e l’argomento era i novax, quei bastardi criminali che per colpa loro moriremo tutti. Morale: per liberarci prima possibile dal covid bisognerebbe liberarci della massa di idioti ignoranti che costituisce la maggior parte della popolazione, ma siccome non si può, il covid dobbiamo tenercelo. 

  912. 342
    lorenzo merlo says:

    Siate ragionevoli, usate il buon senso e credete nella scienza.
    https://www.luogocomune.net/21-medicina-salute/5892-debunkiamo-i-debunker

  913. 341

    Perché i vaccinati ce l’hanno con i non vaccinati (che non sono i NOVAX), mentre chi non si è vaccinato di solito crede all’utilità del vaccino per chi vuole inocularselo, ma non ce l’ha con loro?
    Aleeeeeeèèèè

  914. 340
    lorenzo merlo says:

    Mentana docet. A te.

  915. 339
    marco vegetti says:

    Bravo Lorenzo: “L’ha detto la televisione”… Neanche mio nonno ci credeva del tutto… Leggi qui, visto che bisogna farsi delle idee, leggendo di tutto:
    https://www.open.online/2021/11/03/covid-19-report-servizio-vaccini-no-vax-no-green-pass/

  916. 338
    albert says:

    Intanto fuori dai riflettori  degli studi televisivi  (dove i sapientoni  magari non sanno bilanciare neppure una formula di base di chimica inorganica e si interrompono a bacchetta per una raffica di spot),  nei laboratori si studia e si sperimentano nuove cure e anticorpi..  con giovani  dallo stipendio molto inferiore a quello degli anchor man,  di opinionisti che saltano di palo in frasca e sentenzano su tutto..col loro ultimo libercolo ben spaparanzato ..Si ha troppa fretta per una soluzione rapida e definitiva.Ho il sospetto che qualche novello Masaniello , si stia preparando il terreno per presentarsi alle elezioni, sempre meglio che iandare in porto a timbrare il cartellino e rischiare incidenti sul lavoro..altra piaga.

  917. 337
    lorenzo merlo says:

    – Ma dai! Non lo sapevi?
    – Eh… Veramente non lo sapevo. Anzi, non lo credevo.
    – Eh, sì. Si chiamano fasciopiddini. Ma non dirglielo, si offendono.
    https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-la_costituzione_dice_altro_amen_lex_direttore_di_repubblica_getta_la_maschera/32703_43735/

  918. 336
    lorenzo merlo says:

    Calma. Calma.
    La situazione è questa.
    Ranucci deve ricordare cosa sia il giornalismo.
    Ragionevoli e votatori tirino le somme.

  919. 335
    Andrea Parmeggiani says:

    333
    Certo che è una imposizione dei poteri forti: è stato imposto da papa Gregorio, un dittatore ante-litteram 😉
    Ogni regola attuale è stata fatta come imposizione su quella precedente, se la mettiamo in questi termini

  920. 334
    lorenzo merlo says:

    Ieri ho visto Report.
    Ho sentito cose che avevo letto sui siti fake.
    Che ai tg non sono mai esistite.
    Che certamente ti faranno ridere più di quanto abbia potuto Tarro.
    Suerte.
     

  921. 333
    marco vegetti says:

    331. Hai ragione Lorenzo, Tarro fa tristezza e un po’ pena.
    332. Fabio, certo che lo cambio, non è una imposizione dei Poteri forti europei con l’ora legale!

  922. 332
    Fabio Bertoncelli says:

    Marco, il 31 dicembre cambierai il calendario? 

  923. 331
    lorenzo merlo says:

    Non ci sono alternative.
    Se il comico non fa ridere, fa tristezza.

  924. 330
    marco vegetti says:

    323. Tarro, un nome, una garanzia. Con quel nome, sarà lui a fare i Green Pass tar(r)ochi?

  925. 329
    marco vegetti says:

    Il 31 ottobre non cambierò l’ora del mio orologio. Non mi piegherò a questa dittatura, io sono un NoSolarDay

  926. 328
    albert says:

     Appena visto spot tv : Big Parma  o (sic!) o anche Small,per fare business propone un inserto da applicare all’interno della mask, profumato all’essenza di X..(a piacere)  per evitare il masochismo dell’autofiatella o per dare illusione di essere in  un bosco di montagna, prato, mare..Da due anni senza sollecitazioni esterne ,avevo gia’deciso di inserire  fazzoletto nelle mascherine, spruzzato di distillato di cirmolo in vendita presso il centro parco di Paneveggio di Val Canali-Primiero(pure abete rosso, pino mugo, rose ecc).Si trovano oli essenziali pure in erboristeria o sul web con e-commerce.Hai visto mai che ar virus je fa  azione distruttiva o di disturbo?? Almeno in bici o sci si respira aria balsamica aromatica…non escludendo uso per rendez vouz terrestri.Buono anche per chi non approva  vax, greenpass ecc.(non escludo critici pure per aromi ,sempre  evitare i prodotti con aromi sintetici low cost )

  927. 327
    albert says:

    Meglio litigare  su notizie stampa+complotti+ costituzione e decreti , confrontando ipotesi e soluzioni,  restando sani e praticando le attivita’ che  sono possibili  con normali precauzion