Gli strepiti di un neo-totalitarismo

Gli strepiti di un neo-totalitarismo
(pubblicato su byoblu.com il 12 agosto 2021)

Questo è il video messaggio realizzato dal professor Paolo Sceusa, Presidente emerito di sezione della Cassazione, Direttore e docente presso la Scuola Superiore di Diritto e Protezione dei Minori. Un allarmato discorso sul green pass e su quella strana “dimenticanza” sulle norme dell’Unione europea che ne hanno permesso l’adozione. 

Non possiamo stare a guardare inerti gli strepiti di un neo-totalitarismo, sia pur ammantato da proclamate ragioni di salute pubblica”.

Per il magistrato è stato rotto “quel patto di lealtà che lega i cittadini all’ordinamento attraverso le leggi”. 

Paolo Sceusa

Un intervento da ascoltare fino alla fine prima di scuotere il capo e di ribadire le nostre convinzioni. Occorre anche domandarsi perché di questo discorso non vi sia stata alcuna traccia nell’informazione generalista.

Ecco un altro brano significativo del discorso di Sceusa:
“… Il combinato tra quell’errore, la sua tardiva rettifica, la usuale tecnica ‘a puzzle’, per cui non si riporta mai la norma per intero, così come integrata con la sua correzione, ma solo e soltanto le parole prima omesse, il silenzio sul vero testo di legge da parte dell’informazione televisiva e giornalistica di massa, del governo e dei politici che lo sostengono (e anche di quelli della sparuta opposizione)…

Ebbene questo combinato, dicevo, mi appare come un’inaudita e gravissima rottura di quel patto di lealtà che lega i cittadini all’ordinamento, attraverso le leggi. E allora questo mio appello vuole essere un invito alla massima allerta, perché chi fosse stato eventualmente capace di arrivare al punto di alterare scientemente la fonte ufficiale di conoscibilità di una norma di legge allo scopo di poter discriminare limitando i movimenti interni dei cittadini italiani laddove non è consentito farlo quando si muovono in Europa come cittadini europei (e questo non credo sembri un assurdo logico e giuridico solo a me)…

Ebbene, chi fosse capace di arrivare a un tanto, allora sarebbe forse capace di arrivare a qualsiasi altra cosa. Non possiamo restare a guardare inerti gli strepiti di un neo totalitarismo sia pur ammantato da proclamate ragioni di salute pubblica”.

1
Gli strepiti di un neo-totalitarismo ultima modifica: 2021-08-26T04:31:00+02:00 da GognaBlog

11 pensieri su “Gli strepiti di un neo-totalitarismo”

  1. 11
    marco vegetti says:

    Tanto parlare del Governo, e poi quello che in realtà (REALTÀ) succede è che i si-Vax parlano, magari non sempre a modo mentre i no-Vax aggrediscono a cazzotti i giornalisti, distruggono gazebo, minacciano di morte i medici. Alla fine, loro si permettono questo, solo che non hanno capito che la loro è violenza, non “diversa opinione”. 

  2. 10
    GognaBlog says:

    Caro “Gengis Khan” (commento 9). Francamente ci spiace dover cancellare dei commenti, a prescindere da ciò che vogliono esprimere. Il motivo per cui due tuoi sono stati cassati è il loro gratuito linguaggio scurrile. Lieti se vorrai riproporne i contenuti in una forma accettabile. Grazie.

  3. 9
    Gengis Khan says:

    7
    lo credevo anch’io ma dopo che ho visto sparire due miei commenti ad altrettanti articoli ho dedotto che qualcuno esercita la censura
    alla fine siamo tutti uguali,belle parole ma poi è sempre un tripudio degli amici degli amici
     
     
     

  4. 8
    albert says:

    Mi chiedo:uno stato che dopo un periodo di trascuratezza del fenomeno, interviene con leggi e regolamenti nei laboratori per il tatuaggio, moda in espansione, dettando norme su igiene,protezione  sterilizzazione aghi, monouso, inchiostri non nocivi..limita la liberta’? O si prende cura dei suoi cittadini comunque la pensino?Poi ci sono sempre   i trasgressori o gli operatori ai margini del”vietatino”, i giornalisti  ci fanno una indagine nel settore o sottobosco e persino i laurendi in psicologia o statistica medica  tesi universitarie..mi pare che l’informazine non manchi .Il nostro è uno stato talmente “oppressore”, che consente ai militari e forze dell’ordine di tatuarsi o essersi tatuati, purchè  non “siano visibili quando si usa la divisa d’ordinanza inservizio”. Apriti cielo..alcuni si appigliano a questo particlare limitante per accusare di dicriminare..ma chi si e’presentato alla visita chiedendo arruolamento volontario, non lo sapeva?? alcuni tentano di cancellare col laser, ma rimane cicatrice che e’pur sempre soggetta a valutazione e , in alcuni casi ci si inzuppa la penna  sempre contro lo stato e mai contro la “povera vittima inconsapevole, ..era giovane..poi si e’pentita..damoje na mano, facciamo campagna per una revisione dilegge  aggiungendo un comma con un decreto lampo..”. Vedremo che anche per la  green card si ammorbidira’..termini prolungati di scadenza, a scuola un software apposito centralizzato che agevola i presidi..piano piano si arriva a zona rossa..e purei i vaccinati verranno messi alle strette ..in quarantena causa coinquilini  disinvolti .. caduti nella trappolona..Prima sorridevano beffardi e si percuotevano il petto come Tarzan autoritenendosi  inataccabili per virtu’ di palestra, etnia(non si dice razza oreligione !, mi raccomando), dieta..  Proprio ieri al bar dei lavoratori vari..ho sentito un dibattito simultaneo a caffe’ con cornetto appiccicati al tavolino esterno e vocianti con sputazzetti,invocare liberta’di no vax..poi son saliti su furgone di ditta pulizia  uffici, fabbriche, condomini e scuola dove lo sputazzetto senza maschera continua accompagnato alle chiacchere mentre si tira lo strofinaccio.

  5. 7
    Lusa says:

    Al di là di ogni opinione personale espressa sugli argomenti trattati, riguardo qualsiasi argomento è innegabile che il gognablog sia una valida e utile piattaforma di informazione libera, eterogenea, variegata e stimolante per qualsiasi confronto.
    Un doveroso ringraziamento alla Redazione!
     

  6. 6
    albert says:

     Facendo un paragone con quanto si faceva nel corso della Prima Repubblica,ora si informa a raffica , con ridondanza di particolari ,dati giornalieri e percentuali di rischio , di coperture di vaccinati o non vaccinati per fasce d’eta’ , le varianti sciorinate in tempo reale,dibattiti persino su blog di Montagna .   Democrazia  del 900 era quella che passava il convento, ancora piuttosto attivo e battagliero,e democrazia e’ questa nella nuova versione con partiti spariti o smorti e   sindavìcati messi alle strette ai margini dagli stessi lavoratori..La  sanita’era quella privata o delle Casse Mutue variegate o degli E.c.a comunali.Il  servizio sanitario Nazionale apparve solo neglianni 70, ministra  Tina Anselmi avercene ancora così.
    Ero giovanetto nel corso della pandemia di asiatica 1957: si aveva solo la radio scassata che gracchiava e raramente il giornale. Nessuno invitava a usare mascherine, disinfezione, si andava a scuola o al lavoro in autobus affollati come sardine e si portava a casa a mamme casalinghe e nonni. ..ce la beccammo tutti…e i decessi vennero considerati..sfortuna (collasso cardiaco, polmonite ). Era appena passato il terrore per polmoniti, tubercolosi e ferite infette grazie alla pennicillina ed altri antibiotici della prima ora…acquistabili a prezzi decrescenti e somministrati spesso con una sola siringa ed ago di infermiera ambulante che aveva un apposito astuccio metallico  per farli bollire tra una iniezione e l’altra, sul fornello del cliente.      Vaccinazioni dell’infanzia a manetta  , di altre malattie si faceva la prima infezione con immunita’  prolungata o permanente a chi sopravviveva,sulle reazioni averse che pure ci saranno state, silenzio stampa.Un respiro di sollievo per i genitori quando venne la prima passata Salk e poi la  Sabin Poi  antitetanica e raffica di vaccinazioni per il servizio di leva. Adesso per iperinformazione in tempo reale, non carente e con possibilita’di confrontare varie fonti, l’effetto e’ di scatenare  ipercritica e titubanza, ovvero…e’come avere un cartello stradale irto di frecce indicative , che equivale per chi passa e non si ferma mezz’ora e consultare ,a Nessuna informazione utile a proseguire…ci si butta nel flusso della corrente prevalente o anche di controcorrenti.. a caso.
     

  7. 5
    Matteo says:

    “c’e’ chi argomenta con sottili  disquisizioni giuridiche e chi semplicemente se ne frega…”
    Esatto.
    E quelli che se ne fregano o non capiscono sono tanti e reagiscono in base ad altri motivi, non razionale.
    Ma quelli che non capiscono, eccettuati quelli che non ci arrivano per limiti intrinseci, è perché non sanno, credono di sapere già, non vengono correttamente informati.
     
    A me molto più del Covid preoccupa una azione di un governo che sembra basata sulla volontà di non informare o di informare male, facendo propaganda, non ammettendo contraddittorio o, secondo Sceusa, modificando un po’ le norme o forzandole.
     
    Molto, molto di più del Covid!

  8. 4
    albert says:

     c’e’ chi argomenta con sottili  disquisizioni giuridiche e chi semplicemente se ne frega…o si basa sul passaparola al bar , dal barbiere…il patto di lealta’non sanno nemmeno cosa sia, si comportano spesso in base a fondamenti..imitativi dei comportamenti altrui, consididerando modello cio’che e’ fornito da una ristretta cerchia e …della gran massa  delPROSSIMO (  quartiere, comune, regione, nazione, terra..! chissene.

  9. 3
    Matteo says:

    Francamente Albert è notevole la tua capacità di concentrarti sul dito ignorando la luna…
    e trarne anche considerazioni peregrine!
     
    Non so chi sia Paolo Sceusa, ma quello che dice gela i precordi.

  10. 2
    albert says:

    Come e’nata la green card, subito dopo alcuni si sono industriati per taroccarla, trasferirla ,senza perdere tempo ed energie mentali in disquisizioni di  diritto e filosofia…entrando nei dettagli” tallone d’Achille” informatico.Un  dirigente scolastico, stante l’anonimato del qr-code sui dati personali, che impedisce di formare elenchi di    g- cardizzati per validita’ 9-12mesi, ha detto che dovendo controllare tutti( vaccinati completi?, semi?, guariti ?o tamponizzati  di fresco ?tutti anonimi ed indistinguibili) e tutti i giorni, le lezioni in presenza comincerebbero alle ore 12..,.e magari non potrebbe delegare il controllo a vice o autorizzati con delega. Con piu’ sedi staccate di parecchi chilometri, specie in valli di montagna..occorrerebbe un elicottero, mentre al massimo ha una personale utilitaria 2×2 a gomme semiusurate.
    https://tg24.sky.it/cronaca/2021/07/26/green-pass-falsi-telegram
      esistono ancora le magliette con la striscia colorata simulante cintura di sicurezza ben tesa ?
    Alcune farmacie chiedono 4 euro per il rilascio stampato, e come dare torto?Mettici tempo di addetto, usura stampante, carta e cartuccia inchiosto a colorie bianco e nero..paga Pantalone?Anche se il decreto fosse ineccepibile costituzionalmente, poi l’applicazione pratica e’lunare, lenta nel rilascio,presuppone che tutti abbiano smartphone, i cartacei sono visti come residuati del medioevo, e parziale nei controlli con sanzione, alla maniere “n’do cojo , cojio “.Modalita’ quest’ultima che al viru riesce infinitamente efficientissima,ed ha alleati negli scettici amletici  o contrari.
    Mi racconta collega con 4 infamiglia…lavoro o studio a distanza: passati da 1 a 4 tablet o desktop con 4 stampanti, collegamento richiesto ed meno&male  ottenuto a rete fibra ottica , consumo energia..una bella spesa…che  compensa la minore spesa di carburante ma i risutati nonsonogli stessi del lavoro a distanza.Per lo studio poi, occorre sempre metterci un aiutino, in quanto certidocenti si sono nevrotizzati, iperpoduttivi, sfornano test ed interrogazioni onlinea alle 22, si incavolano se le mail di risposta non arrivano entro il breve tempo concesso.
     
     

  11. 1
    albert says:

    d’accordo o scettici sull’intervento?
     Dipende da chi ci deve mettere IN GIOCO D’AZZARDO LA PROPRIA PELLE E DEI FAMIGLIARI  assumere posizioni garantiste e libertarie o piuttosto desiderare autorità  decisa ;dipende da come e dove vivi.Un condominio inter etnico con gran miscuglio tra non informati, non comprendenti italiano scritto e parlato e televisionato,non obbedienti  che  incontrano ,sbattendosene le palle di precauzioni , i timorosi di  soffrire e lasciarci la ghirba, un posto  di lavoro iper affollato di personalel e clienti, SONO BEN DIVERSI DA  biblioteche esclusive, studi , aule il cui ingresso e’presidiato da forze dell’Ordine , uscieri, porte  blindate, codici di serrature, personale  che igienizza e pulisce, auto blu lavate ed igienizzate ogni giorno . Se poi ben remunerati si torna a casa in ville isolate con parco ed in caso di bisogno ci si paga o ci pagano  una clinica privata senza dover fare trafila burocratica di impegnative mediche  e’facile propendere per uno stato soft, libertario, pieno di cautele.MENTRE O MEDICO(O ‘AVVOCATO,O FILOSOFO STUDIA, O’ MALATO MUORE.Primum vivere deinde phlilosophari. Anzi la massa vive bene anche senza filosofare…e  molti senza rispettare le leggi( stradali, ecologiche, del codice civile e penale, delregolamento comunalele condominiale) confidando in sempre piu’scarse probabilita’ di essere colti e sanzionati. Vedi leggi sullo stalking e irrefrenabile aumento di femminicidi&suicidi, ammazzamenti e occultamenti di corpi.I telefilm polizieschi insegnano come fare per eludere indagini e RIS…questo acchiappa piu’di consigli, esortazioni , campagne promozionali ed educative e superquark che illustra la storia delle infezionie delle vaccinazioni.

La lunghezza massima per i commenti è di 1500 caratteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.